Powered by Invision Power Board



Pagine : (204) « Prima ... 201 202 [203] 204   ( Vai al primo messaggio non letto ) Closed TopicStart new topicStart Poll

> Doc Da Relazione, Ne Possiamo Uscire!, come fregare il cervello, secondo me
 
saby
Inviato il: Venerdì, 18-Dic-2015, 18:45
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 2
Utente Nr.: 16.376
Iscritto il: 17-Dic-2015



Salve a tutti...sono contenta di aver trovato questo forum..anche se ancora non mi sento di scrivere la mia storia...appena riesco la scrivero' sicuramente.oggi ho solo una grande angoscia...CHE NON SI PUO' GUARIRE...HO PAURA DI QUESTO!!! qualcuno puo'rispondermi? GRAZIE MILLE
PMEmail Poster
Top
 
Shilia
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 00:15
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 117
Utente Nr.: 15.905
Iscritto il: 26-Ago-2015



Giosmile ti volevo dire che sono davvero contenta di rileggerti e sapere che stai bene ora:)) Devi sapere che tanti mesi fa il tuo topic e poi il forum mi hanno aiutata a capire un pò di più quello che mi stava succedendo..mi ritrovavo nelle tue frasi e nei tuoi ragionamenti..
Sono stata bene per mesi con il mio ragazzo dopo "il tilt", ma ora mi sento di nuovo un pò in preda all'ansia purtroppo PSICO sad.gif Però il mio atteggiamento è diverso...cerco di farmi forza con la consapevolezza che come dici sempre anche tu, uno non può stare così male se non ama più. Ok il dispiacere, ok la paura dell'ignoto..ma cavoli piangere, disperarsi, non mangiare, non penso proprio siano le reazioni al "non amare più" PSICO smile.gif La nostra ansia è dettata dalla paura per qualcosa che in realtà non vogliamo! Stiamo male perchè non accettiamo di voler lasciare il proprio partner e siamo in preda al desiderio "Vorrei che tutto tornasse come poco tempo fa". Questi ragionamenti sono fatti da persone che amano, ma che semplicemente sono in preda all'ansia e all'angoscia e non riescono così a essere "lucidi". Quindi forza ragazzi, ce la possiamo fare. Non è facile, io me lo aspettavo che sarei "ricaduta" , ma piano piano ce la faremo PSICO smile.gif blush.gif


--------------------
"Le ossessioni non si offendono se le si trascura, anzi. Trascurarle è l’unico modo per mandarle via"

"Un uomo che teme di soffrire, soffre già di quello che teme."

"I più grandi dolori sono quelli di cui noi stessi siamo la causa"
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 01:38
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 678
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008



SOFIA90, tu scrivi

ho paura non voglio perderlo

E' tutto lì, basta che riesci a capirlo, senza bisogno di "sentirlo con le emozioni", fidati di questa tua fortissima volontà, è quella che regola il tuo essere

PSICO armati93.gif



--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 01:51
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 678
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008



QUOTE (Shilia @ Domenica, 20-Dic-2015, 23:15)
Giosmile ti volevo dire che sono davvero contenta di rileggerti e sapere che stai bene ora:)) Devi sapere che tanti mesi fa il tuo topic e poi il forum mi hanno aiutata a capire un pò di più quello che mi stava succedendo..mi ritrovavo nelle tue frasi e nei tuoi ragionamenti..
Sono stata bene per mesi con il mio ragazzo dopo "il tilt", ma ora mi sento di nuovo un pò in preda all'ansia purtroppo PSICO sad.gif Però il mio atteggiamento è diverso...cerco di farmi forza con la consapevolezza che come dici sempre anche tu, uno non può stare così male se non ama più. Ok il dispiacere, ok la paura dell'ignoto..ma cavoli piangere, disperarsi, non mangiare, non penso proprio siano le reazioni al "non amare più" PSICO smile.gif La nostra ansia è dettata dalla paura per qualcosa che in realtà non vogliamo! Stiamo male perchè non accettiamo di voler lasciare il proprio partner e siamo in preda al desiderio "Vorrei che tutto tornasse come poco tempo fa". Questi ragionamenti sono fatti da persone che amano, ma che semplicemente sono in preda all'ansia e all'angoscia e non riescono così a essere "lucidi". Quindi forza ragazzi, ce la possiamo fare. Non è facile, io me lo aspettavo che sarei "ricaduta" , ma piano piano ce la faremo PSICO smile.gif blush.gif


Shilia

BRAVA, BRAVA, BRAVA!

stai intraprendendo la strada giusta e ti stai sforzando di "capire". Per uscirne da questo doc da relazione, bisogna fare un enorme lavoro di crescita interno, smontare tutti i falsi miti che albergano in noi, ridimensionare tutte le conclusioni che prima ci sembravano irrinunciabilmente vere, ma che in realtà erano e sono solo "modi di dire" che non trovano alcun riscontro, se non minimo, nei "modi di fare" di tutti. Razionalizzando tutto questo, imparerai a non ossessionarti più su tante cose e pian piano, come è successo a me, finirai semplicemente per "dimenticare" il doc da relazione, nel senso che inizierai semplicemente a non pensare più a determinate ossessioni fino a far sparire anche l'ansia e tutto il resto. Dopo ti renderai conto di quanto si era "deboli" su quell'enorme, ma molto piccola, parola che è "amore".

Sai, l'ho sempre pensato ed è stato così per me e lo è per molti, il doc da relazione nasconde in verità un forte amore nei confronti del partner, perché nonostante tutto lottiamo fino all'impossibile pur di "volerne uscire". Ecco, questa grande forza, questa enorme battaglia contro "le ossessioni", dimostrano un infinito amore nei confronti di chi e cosa vogliamo salvare. Non esiste al mondo una persona che non ama il partner ma che soffre per l'esatto contrario, che non vuole lasciarlo, è proprio questo il punto su cui dobbiamo convincere le nostre ossessioni, tramite il convincimento in noi stessi di cosa sia veramente l'amore maturo.

Il fattore scelta è la chiave di tutto, le emozioni verranno, ci saranno, ma non devono essere l'elemento che dia la ratio alla scelta. Per uscirne dal doc, bisogna riuscire ad avere la "forza" di attuare la scelta "a prescindere dalle emozioni", cercando di capire che come un bel quadro, la sostanza di quel che si vede, le emozioni ne sono solo la cornice.



--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 02:04
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 678
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008



Quando ho scritto per la prima volta qui, in giro per il web non esisteva NULLA sul doc da relazione.

Oggi se si scrive nel motore di ricerca più famoso al mondo tale frase, escono tantissimi articoli, più o meno utili, segno che se ne inizia a parlare, finalmente, un po' di più rispetto al passato. Giuro che per me è stata una piacevole sorpresa.

Ecco alcuni articoli che credo utili, che sposano quanto detto in questi anni, da me come da tanti altri qui sul forum, ma firmati da persone del settore, quindi con un peso certamente molto più rilevante di noi semplici commentatori.

Ecco alcuni link che ho trovato interessanti:

http://www.ilmiopsicologo.it/2013/03/29/lo...c-da-relazione/

http://liberidaossessioni.it/doc-da-relazi...ni-e-strategie/

http://liberidaossessioni.it/doc-da-relazi...are-abbastanza/


Saluti


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
dany80
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 10:35
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.334
Utente Nr.: 15.581
Iscritto il: 16-Giu-2015



QUOTE (Giosmile @ Lunedì, 14-Dic-2015, 18:05)
QUOTE (dany80 @ Lunedì, 14-Dic-2015, 12:40)
QUOTE (Giosmile @ Domenica, 13-Dic-2015, 23:28)
Quando dico "se ne hai la forza" intendo dire che se vedi che da sola non ce la fai, devi farti aiutare necessariamente da uno psicoterapeuta, giusto per chiarire cosa intendevo.

Ciao giosmile...vorrei chiederti informazioni da veterano..
Io soffro di Doc da relazione da un anno ormai..in passato ho sofferto di altre ossessioni...paura di far del male..paura delle malattie e paura di essere lesbica.
È da un anno che soffro di quello da relazione..e con la terapia è un po' qui riesco a stare bene..a lasciar scorrere.
Solo che in questi gg mi è tornata la paura di essere lesbica solo xche ho fatto amicizia con una ragazza che ha dei problemi e parlandoci c ho fatto amicizia.
Ora mi è tornata la paura e quindi la evito proprio...
Aiutami

Dany, io di doc omosex ne so davvero poco, non è che non voglia aiutarti ma non vorrei dire cose che poi magari non c'entrano nulla. Io ho avuto solo il doc da relazione (ed in parte in forma più lieve altre forme ossessive che perdurano oggi in altre cose), mai quello omosex e per mia scelta ho sempre deciso di non pronunciarmi in questo.
Posso dire che i meccanismi sono gli stessi sono identici, cambia solo l'oggetto dell'ossessione.

Vedete, i doc da relazione ed in parte credo quello omosex, sono i più complicati e districati, perché parecchio carichi di suggestione e senza "prove" oggettive. Mi spiego: se mi ossessiono sulla manopola del gas "aperta o chiusa", è pur sempre una cosa che oggettivamente posso verificare. Sulla relazione e credo sull'omosex, parliamo di aspetti che non hanno elementi materiali di raffronto, che non siano le pure emozioni, che sono altamente astrattive e personali. Per questo sarà più difficile placare "i dubbi", perchè non esiste "la manopola", piuttosto dobbiamo immaginarla.

Un modo per aiutarci, questo per il doc da relazione, è uscire completamente dallo schema "amore = esclusivamente emozione". L'emozione è fondamentale, ma è una "parte" di tutto il complesso che ci porta alla definizione di "amore" che invero si fonda su questioni di scelta e di volontà.

Dobbiamo sforzarci.

Ciao gio... Oggi x dire ho i pensieri del tipo che ieri ero a casa e avevo un po d ansia e fiato corto... Oggi sono a lavoro un po meno... Allora la mia testa dice " vedi stai a casa e hai ansia allora il problema è lui" ma non è sempre così credimi... xche a volte anzi spesso quando sto a lavoro ho l ansia..
Però ora ho pensato queste cosa allora ci rimurgino


--------------------
Se solo pensi che sia doc.....Allora è doc....
PM
Top
 
dany80
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 15:16
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.334
Utente Nr.: 15.581
Iscritto il: 16-Giu-2015



Il problema è che devi sempre sentire..
Sto lontana da lui... lo immagino e testo cosa sento...
Senza capire che l amore non è sempre sentire..


--------------------
Se solo pensi che sia doc.....Allora è doc....
PM
Top
 
saby
Inviato il: Lunedì, 21-Dic-2015, 22:02
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 2
Utente Nr.: 16.376
Iscritto il: 17-Dic-2015



Cmq ho notato che voi riuscite a dire che li amate...io non riesco
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Martedì, 22-Dic-2015, 17:51
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 678
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008



QUOTE (saby @ Lunedì, 21-Dic-2015, 21:02)
Cmq ho notato che voi riuscite a dire che li amate...io non riesco

magari hai troppa paura della parola AMORE

Siamo terrorizzati da questa parola, come se la stessa debba significare qualcosa di eccezionalmente emozionale, qualcosa di struggente e dolorosamente romantico, che non può mai collegarsi ad uno stato come il nostro adesso.

Non capiamo mai, invece, che amore è tutto quello che facciamo (e attenzione, FACCIAMO, non PENSIAMO), finanche la lotta senza arrenderci (=ergo, lo lascio) fa parte di quell'amore terreno che è libero dalle costruzioni a cui siamo abituati.

Provate a pensare che si ama con le azioni, non con le definizioni, quindi pur amando succede che poi pensate che quell'azione non sia degna di una tale attribuzione, nulla di più sbagliato.

Amate il vs. partners quando lottate per stare con lui, ponendovi qui la domanda e cercando affannosamente la risposta (sintomo che volete che tutto resti com'era prima delle ossessioni), lo amate quando gli sorridete pur se pieni di ansia, lo amate infinitamente nelle azioni di tutti i giorni che compiete per volere il suo bene, la sua felicità, a prescindere da come vi sentite dentro e dall'inferno che provate. Chi non ama, sorride sapendo benissimo di mentire, chi non ama non ha alcun interesse del "noi", ma solo del "io" e come fare per sbarazzarsi dell'altro, chi non ama non vive nel terrore di non amare, chi non ama non si iscrive su un forum e per settimane, mesi, se non addirittura anni, si affanna per cercare una risposta. Chi non ama, NON VUOLE... chi ama VUOLE.

Dovete lavorare su questo, liberarvi dal peso dell'amore romantico e cercare di razionalizzare... cioè fare l'esatto opposto di quello che fa chi non ha il doc: capire finalmente quella parte dell'amore che è la sua vera essenza e sostanza, che a noi comuni mortali piace trasformare in farfalle allo stomaco e pianti struggenti da fiction, che ci va bene finché non ci ossessioniamo prendendo "alla lettera" quello che la società vuole sull'amore.

Siamo così precisini, che pretendiamo, appunto, che la falsa definizione dell'amore debba corrisponderne "alla lettera" in noi... solo capendo veramente che non è così che potremo finalmente dipanare qualsiasi ossessione e riuscire a dimenticarle.

Le emozioni certo che verranno, certo che sono importanti, ci mancherebbe, ma per ora dovete lavorare sull'unico elemento razionale che possa aiutarvi a capire che quelle sono solo ossessioni, prendere solo la parte "pratica" dell'amore maturo, capire che è quello che vale e che alimenta il rapporto: LA VOLONTA', e quindi, LA SCELTA.

Saluti




--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
carmelina88
Inviato il: Martedì, 22-Dic-2015, 18:05
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 52
Utente Nr.: 16.179
Iscritto il: 26-Ott-2015



QUOTE (Giosmile @ Martedì, 22-Dic-2015, 16:51)
QUOTE (saby @ Lunedì, 21-Dic-2015, 21:02)
Cmq ho notato che voi riuscite a dire che li amate...io non riesco

magari hai troppa paura della parola AMORE

Siamo terrorizzati da questa parola, come se la stessa debba significare qualcosa di eccezionalmente emozionale, qualcosa di struggente e dolorosamente romantico, che non può mai collegarsi ad uno stato come il nostro adesso.

Non capiamo mai, invece, che amore è tutto quello che facciamo (e attenzione, FACCIAMO, non PENSIAMO), finanche la lotta senza arrenderci (=ergo, lo lascio) fa parte di quell'amore terreno che è libero dalle costruzioni a cui siamo abituati.

Provate a pensare che si ama con le azioni, non con le definizioni, quindi pur amando succede che poi pensate che quell'azione non sia degna di una tale attribuzione, nulla di più sbagliato.

Amate il vs. partners quando lottate per stare con lui, ponendovi qui la domanda e cercando affannosamente la risposta (sintomo che volete che tutto resti com'era prima delle ossessioni), lo amate quando gli sorridete pur se pieni di ansia, lo amate infinitamente nelle azioni di tutti i giorni che compiete per volere il suo bene, la sua felicità, a prescindere da come vi sentite dentro e dall'inferno che provate. Chi non ama, sorride sapendo benissimo di mentire, chi non ama non ha alcun interesse del "noi", ma solo del "io" e come fare per sbarazzarsi dell'altro, chi non ama non vive nel terrore di non amare, chi non ama non si iscrive su un forum e per settimane, mesi, se non addirittura anni, si affanna per cercare una risposta. Chi non ama, NON VUOLE... chi ama VUOLE.

Dovete lavorare su questo, liberarvi dal peso dell'amore romantico e cercare di razionalizzare... cioè fare l'esatto opposto di quello che fa chi non ha il doc: capire finalmente quella parte dell'amore che è la sua vera essenza e sostanza, che a noi comuni mortali piace trasformare in farfalle allo stomaco e pianti struggenti da fiction, che ci va bene finché non ci ossessioniamo prendendo "alla lettera" quello che la società vuole sull'amore.

Siamo così precisini, che pretendiamo, appunto, che la falsa definizione dell'amore debba corrisponderne "alla lettera" in noi... solo capendo veramente che non è così che potremo finalmente dipanare qualsiasi ossessione e riuscire a dimenticarle.

Le emozioni certo che verranno, certo che sono importanti, ci mancherebbe, ma per ora dovete lavorare sull'unico elemento razionale che possa aiutarvi a capire che quelle sono solo ossessioni, prendere solo la parte "pratica" dell'amore maturo, capire che è quello che vale e che alimenta il rapporto: LA VOLONTA', e quindi, LA SCELTA.

Saluti

Ogni tuo messaggio mi rende piú tranquilla.
Poco fa c'e stato un momento di ansia e insicurezza che mi ha reso triste.Solo che non posso farci niente devo conviverci con l'ansia( penso che sia il mio amante) perchè per nulla al mondo voglio perdere il mio fidanzato.
PMEmail Poster
Top
 
Streghetta85
Inviato il: Giovedì, 24-Dic-2015, 08:36
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 716
Utente Nr.: 12.460
Iscritto il: 24-Lug-2013



QUOTE (Giosmile @ Martedì, 22-Dic-2015, 16:51)
QUOTE (saby @ Lunedì, 21-Dic-2015, 21:02)
Cmq ho notato che voi riuscite a dire che li amate...io non riesco

magari hai troppa paura della parola AMORE

Siamo terrorizzati da questa parola, come se la stessa debba significare qualcosa di eccezionalmente emozionale, qualcosa di struggente e dolorosamente romantico, che non può mai collegarsi ad uno stato come il nostro adesso.

Non capiamo mai, invece, che amore è tutto quello che facciamo (e attenzione, FACCIAMO, non PENSIAMO), finanche la lotta senza arrenderci (=ergo, lo lascio) fa parte di quell'amore terreno che è libero dalle costruzioni a cui siamo abituati.

Provate a pensare che si ama con le azioni, non con le definizioni, quindi pur amando succede che poi pensate che quell'azione non sia degna di una tale attribuzione, nulla di più sbagliato.

Amate il vs. partners quando lottate per stare con lui, ponendovi qui la domanda e cercando affannosamente la risposta (sintomo che volete che tutto resti com'era prima delle ossessioni), lo amate quando gli sorridete pur se pieni di ansia, lo amate infinitamente nelle azioni di tutti i giorni che compiete per volere il suo bene, la sua felicità, a prescindere da come vi sentite dentro e dall'inferno che provate. Chi non ama, sorride sapendo benissimo di mentire, chi non ama non ha alcun interesse del "noi", ma solo del "io" e come fare per sbarazzarsi dell'altro, chi non ama non vive nel terrore di non amare, chi non ama non si iscrive su un forum e per settimane, mesi, se non addirittura anni, si affanna per cercare una risposta. Chi non ama, NON VUOLE... chi ama VUOLE.

Dovete lavorare su questo, liberarvi dal peso dell'amore romantico e cercare di razionalizzare... cioè fare l'esatto opposto di quello che fa chi non ha il doc: capire finalmente quella parte dell'amore che è la sua vera essenza e sostanza, che a noi comuni mortali piace trasformare in farfalle allo stomaco e pianti struggenti da fiction, che ci va bene finché non ci ossessioniamo prendendo "alla lettera" quello che la società vuole sull'amore.

Siamo così precisini, che pretendiamo, appunto, che la falsa definizione dell'amore debba corrisponderne "alla lettera" in noi... solo capendo veramente che non è così che potremo finalmente dipanare qualsiasi ossessione e riuscire a dimenticarle.

Le emozioni certo che verranno, certo che sono importanti, ci mancherebbe, ma per ora dovete lavorare sull'unico elemento razionale che possa aiutarvi a capire che quelle sono solo ossessioni, prendere solo la parte "pratica" dell'amore maturo, capire che è quello che vale e che alimenta il rapporto: LA VOLONTA', e quindi, LA SCELTA.

Saluti

Che messaggio stupendo Gio.. Grazie. PSICO hug.gif


--------------------
Streghetta
PM
Top
 
Shilia
Inviato il: Giovedì, 24-Dic-2015, 12:57
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 117
Utente Nr.: 15.905
Iscritto il: 26-Ago-2015



QUOTE (Giosmile @ Lunedì, 21-Dic-2015, 00:51)
Shilia

BRAVA, BRAVA, BRAVA!

stai intraprendendo la strada giusta e ti stai sforzando di "capire". Per uscirne da questo doc da relazione, bisogna fare un enorme lavoro di crescita interno, smontare tutti i falsi miti che albergano in noi, ridimensionare tutte le conclusioni che prima ci sembravano irrinunciabilmente vere, ma che in realtà erano e sono solo "modi di dire" che non trovano alcun riscontro, se non minimo, nei "modi di fare" di tutti. Razionalizzando tutto questo, imparerai a non ossessionarti più su tante cose e pian piano, come è successo a me, finirai semplicemente per "dimenticare" il doc da relazione, nel senso che inizierai semplicemente a non pensare più a determinate ossessioni fino a far sparire anche l'ansia e tutto il resto. Dopo ti renderai conto di quanto si era "deboli" su quell'enorme, ma molto piccola, parola che è "amore".

Sai, l'ho sempre pensato ed è stato così per me e lo è per molti, il doc da relazione nasconde in verità un forte amore nei confronti del partner, perché nonostante tutto lottiamo fino all'impossibile pur di "volerne uscire". Ecco, questa grande forza, questa enorme battaglia contro "le ossessioni", dimostrano un infinito amore nei confronti di chi e cosa vogliamo salvare. Non esiste al mondo una persona che non ama il partner ma che soffre per l'esatto contrario, che non vuole lasciarlo, è proprio questo il punto su cui dobbiamo convincere le nostre ossessioni, tramite il convincimento in noi stessi di cosa sia veramente l'amore maturo.

Il fattore scelta è la chiave di tutto, le emozioni verranno, ci saranno, ma non devono essere l'elemento che dia la ratio alla scelta. Per uscirne dal doc, bisogna riuscire ad avere la "forza" di attuare la scelta "a prescindere dalle emozioni", cercando di capire che come un bel quadro, la sostanza di quel che si vede, le emozioni ne sono solo la cornice.

Concordo con ogni parola..grazie Giò! E auguri di buon natale blush.gif PSICO D.gif
auguri a tutti:)


--------------------
"Le ossessioni non si offendono se le si trascura, anzi. Trascurarle è l’unico modo per mandarle via"

"Un uomo che teme di soffrire, soffre già di quello che teme."

"I più grandi dolori sono quelli di cui noi stessi siamo la causa"
PMEmail Poster
Top
 
Hopespring1
Inviato il: Domenica, 27-Dic-2015, 16:47
Quote Post


Membro Gold
******


Messaggi: 10.594
Utente Nr.: 16.407
Iscritto il: 27-Dic-2015



Ciao a tutti non sono nuova di qui, ho bisogno di parlare di quello che provo ormai da anni.
Sono stanca e spaventata dal futuro, perchè se non dovesse mai andare via questa cosa mi chiedo come possa vivere bene la mia relazione. Perchè mi sembra di star perdendo il mio tempo, non riesco a godermi il tempo con questa persona per questa ansia.
Sono seguita ormai da un anno e più, faccio terapia breve strategica ( non è più breve ormai) la mia psicoterapeuta dice che tutti i miei dubbi sono inutili e che la relazione e il mio ragazzo non centrano nulla, che la storia funziona ed è importante. Eppure io non riesco a darmi pace e adesso ho l'angoscia che sarà per sempre così con lui.

L'ossessione principale riguarda la bellezza, sono ossessionata dalla bellezza del suo viso e spesso lo vedo brutto all'improvviso e mi preoccupo e rimugino, ma non è solo con il suo viso ma anche con il mio ( sarà dismorfismo?) ovviamente questo mi fa dubitare sulla veridicità dei miei sentimenti e inizio anche a controllare cosa provo insieme a lui, se lo vedo/sento, nei baci ecc.
Secondo me il mio problema più grande è la paura di essere giudicata che poi è sfociato in ossessioni e fobie, infatti sono un pò sociofobica, mi sento la testa ovattata e chiusa perchè ho paura sempre di esprimermi e di venir giudicata male da chiunque. Questa cosa è ancora più forte nei confronti del mio ragazzo che essendo 'nerd' non segue affatto le mode e la massa e secondo la mia testa per il fatto che è così tutti lo classificano come sfigato e brutto. e E questo mi porta molta ansia quando siamo insieme fuori, non mi sento libera di essere la sua ragazza, di essere naturale e di esprimere i sentimenti.

e io cosa penso di lui? lui è stato prima il mio migliore amico e poi dopo un pò di mesi ho iniziato a cambiare idea, a cambiare modo di vederlo( perchè prima i starci non lo trovavo attraente) a vederlo davvero bello e sentirmi presissima da lui e la sua personalità. Ma non appena ci fidanzammo iniziarono i controlli incessanti del suo viso, delle emozioni ecc.

La psico mi ha detto che è come se io fossi un chirurgo e abbia vivisezionato il mio ragazzo e la nostra storia, tanto da snaturarla e inibire il 'sentire'.
però la cosa che più mi preme é il non vederlo bello, e fissarmi su questo come prova che non lo amo, che la storia non è giusta ecc.

poi non sò se a voi capita, ma è come se a volta sentissi di amarlo da lontano perchè magari sono felice e mi viene da pensarlo o mi manca, ma poi quando lo sento o vedo è come se mi sentissi disillusa, perchè lo vedo strano o anche la voce mi sembra strana. Come se avessi delle aspettative positive ma poi la realtà non combacia e mi sento strana.

ho paura che da questa cosa non si possa guarire, il mio desiderio è vederlo bello comunque vederlo senza ansia, come vedo il volto di un famigliare, dove non mi chiedo se mi piace o no.
ho paura che questa cosa sia così radicata in me ( ormai sono 4 anni con la pausa di uno) che non riuscirò mai a vivere felice questa storia e mi perda tutto il bello che mi può dare e che sia costretta a lasciarlo.

i momenti positivi ci sono( vederlo bello e sentire felicità) ma a volte sono così pochi rispetto a quelli brutti che non lo sò...

PSICO-nono.gif ho paura di non uscirne
quello che mi spaventa è che io non potrò mai vederlo come se non avessi l'ansia, quindi lo vedrò spesso brutto per colpa del mio fissarmi. ed è triste stare anni con una persona che a momenti vedi bella e altri il cui no e ti chiedi come mai, che significa ecc...
è un ossessione che non riesco a togliermi, resta come nocciolo.

la mia psicologa mi da come esercizi la scrittura dei dubbi per canalizzare l'ossessione ( così dice lei)
e nel frattempo di trovare cose nuove da fare, hobby, lavoro ecc
in sostanza crede che mi fisso sulla mia storia per mancanza di altre cose da fare che mi possono occupare, essendo disoccupata e non studio.
Io però sono frustrata, perchè mi resta questa cosa.. è come un tarlo, ha detto che ho un dubbio molto strutturato, come se fosse arruginito. mi dice che devo evitare ogni cosa possa innescare i dubbi sulla mia relazione, sulla bellezza e sull'amore che se no andrei a nutrire i dubbi.
Solo che da poco per tre giorni sono stata da lui, e per una settimana ero appunto distratta da un hobby e mi aspettavo di stare bene con lui, e invece per tre giorni sono pochissime le volte in cui l'ho visto bello anche se ero felice di vederlo. perchè non va mai come vorrei? questo non capisco. Perchè le mie aspettative non combaciano mai con la realtà e mi sento strana.



PMEmail Poster
Top
 
dany80
Inviato il: Martedì, 29-Dic-2015, 23:57
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.334
Utente Nr.: 15.581
Iscritto il: 16-Giu-2015



QUOTE (Giosmile @ Martedì, 22-Dic-2015, 16:51)
QUOTE (saby @ Lunedì, 21-Dic-2015, 21:02)
Cmq ho notato che voi riuscite a dire che li amate...io non riesco

magari hai troppa paura della parola AMORE

Siamo terrorizzati da questa parola, come se la stessa debba significare qualcosa di eccezionalmente emozionale, qualcosa di struggente e dolorosamente romantico, che non può mai collegarsi ad uno stato come il nostro adesso.

Non capiamo mai, invece, che amore è tutto quello che facciamo (e attenzione, FACCIAMO, non PENSIAMO), finanche la lotta senza arrenderci (=ergo, lo lascio) fa parte di quell'amore terreno che è libero dalle costruzioni a cui siamo abituati.

Provate a pensare che si ama con le azioni, non con le definizioni, quindi pur amando succede che poi pensate che quell'azione non sia degna di una tale attribuzione, nulla di più sbagliato.

Amate il vs. partners quando lottate per stare con lui, ponendovi qui la domanda e cercando affannosamente la risposta (sintomo che volete che tutto resti com'era prima delle ossessioni), lo amate quando gli sorridete pur se pieni di ansia, lo amate infinitamente nelle azioni di tutti i giorni che compiete per volere il suo bene, la sua felicità, a prescindere da come vi sentite dentro e dall'inferno che provate. Chi non ama, sorride sapendo benissimo di mentire, chi non ama non ha alcun interesse del "noi", ma solo del "io" e come fare per sbarazzarsi dell'altro, chi non ama non vive nel terrore di non amare, chi non ama non si iscrive su un forum e per settimane, mesi, se non addirittura anni, si affanna per cercare una risposta. Chi non ama, NON VUOLE... chi ama VUOLE.

Dovete lavorare su questo, liberarvi dal peso dell'amore romantico e cercare di razionalizzare... cioè fare l'esatto opposto di quello che fa chi non ha il doc: capire finalmente quella parte dell'amore che è la sua vera essenza e sostanza, che a noi comuni mortali piace trasformare in farfalle allo stomaco e pianti struggenti da fiction, che ci va bene finché non ci ossessioniamo prendendo "alla lettera" quello che la società vuole sull'amore.

Siamo così precisini, che pretendiamo, appunto, che la falsa definizione dell'amore debba corrisponderne "alla lettera" in noi... solo capendo veramente che non è così che potremo finalmente dipanare qualsiasi ossessione e riuscire a dimenticarle.

Le emozioni certo che verranno, certo che sono importanti, ci mancherebbe, ma per ora dovete lavorare sull'unico elemento razionale che possa aiutarvi a capire che quelle sono solo ossessioni, prendere solo la parte "pratica" dell'amore maturo, capire che è quello che vale e che alimenta il rapporto: LA VOLONTA', e quindi, LA SCELTA.

Saluti

Ciao giosmile...volevo chiederti se con il tempo è possibile abituarsi ai pensieri tanto da far meno paura.
Ora l ansia non la percepisco più e i pensieri sembra che non mi danno più paura come prima.
Possibile xche ci di abitua?


--------------------
Se solo pensi che sia doc.....Allora è doc....
PM
Top
 
Brantnerino
Inviato il: Mercoledì, 20-Gen-2016, 15:33
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 3
Utente Nr.: 16.524
Iscritto il: 16-Gen-2016



Buongiorno, amici
ho trovato questo forum quasi per caso e sono contento di potervi oggi scrivere... vi spiego la mia storia nella speranze di poter ricevere risposta, un appoggio, qualche consiglio, ne ho davvero bisogno.
ho quasi 22 anni e sono fidanzato con la mia lei da 4 (il prossimo mese saranno 4). nella mia vita, purtroppo, ho sofferto di attacchi di panico che mi portavano a dei conseguenziali stati depressivi che considero comunque leggeri.
sono stato, però, sempre un ragazzo aperto, sono uscito, ho e avevo i miei amici, una vita da 17enne qualunque. poi ho conosciuto lei e la mia vita è letteralmente cambiata, in meglio, assolutamente. ho scoperto l'amore; prima avevo avuto qualche esperienza da adolescente ma senza mai innamorarmi. lei è stata la mia prima volta. e così io per lei, una storia che non posso nasconderlo, mi ha stravolto e mi ha anche aiutato con il panico. durante questi anni è andato tutto per il meglio. certo, le emozioni e le farfalle del primo anno non si sono ripresentate poi, ma credo sia normale per tutti. vivevo il nostro amore con la voglia di vederla non appena uscito da lavoro. anche quando stavo male, depressione o panico che poteva essere, l'unica cosa su cui non ho MAI avuto seri dubbi era il nostro amore.
fino a qualche giorno fa... è assurdo, ma vi spiego. ho iniziato, senza un motivo, senza un litigio, senza un perché, a fantasticare sulla mia vita da single. sarà che ho sentito parecchia gente dirmi "ma sei fidanzato dai 17 anni? ma devi fare esperienza, non ti resterà nulla così nella vita". è questo il nocciolo di tutto, che mi ha spiazzato, mi ha reso debole psicologicamente. conosco miei amici che sono fidanzati da 6 o 9 anni con il loro primo amore e stanno da dio, come stavo io poche settimane fa. e invece io mi faccio mangiare da queste ossessioni... è come se tutto d'un tratto i miei sentimenti per lei si fossero appannati e penso a quanto sarebbe "bello" essere libero, intraprendente, conoscere altre ragazze per il gusto dell'avventura, divertirmi con gli amici, eccetera... è come se il mio cervello volesse convincermi che è più bello quel lato della vita, ma dentro di me so che non è così...
sto male, sono entrato in una fase depressiva proprio per questo. non so se sia DOC o meno, ma se non fosse DOC ci starei male il doppio. perché so che non posso lasciarla, so che è lei la donna della mia vita, so che fino al mese scorso quando questi pensieri non erano con me la amavo alla follia. e mi sento di dire che l'amo ancora. perché non può un amore svanire da una settimana all'altra...
vorrei solo tornare a stare bene con lei, cerco di non farle pesare la mia situazione ma non riesco ad essere me stesso al 100%... non posso spezzarle il cuore, non posso spezzarlo a me stesso per un capriccio della mente...
aiutatemi; è DOC, lo avete provato anche voi, vi è passato? non so che fare...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (204) « Prima ... 201 202 [203] 204  Closed TopicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.4677 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]