Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Situazioni-trappola (doc/ansia), i meccanismi di attivazione del loop
 
Alexme
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 09:44
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Buongiorno, nella mia abitudine di prendere appunti da girare poi allo psichiatra in sede di visita, vorrei fare un piccolo elenco di quelle che ho soprannominato 'Situazioni Trappola' riferito a tutto ciò che in noi fa da detonatore per ansia e doc in quelle che ho soprannominato 'loop ansio-compulsivo'.

Ora purtroppo devo uscire ma desideravo lasciare questo appunto altrimenti forse lo avrei dimenticato. Nel frattempo se altri di voi vogliono riportare le loro 'Situazioni Trappola' ci confronteremo.

Nota: io ritengo che queste situazioni 'trappola' siano un po alla base di tutti i malesseri (almeno dei miei!) perché rappresentano il cosiddetto 'kick-start' cioè l'innesco di quegli effetti concatenati ben noti come 'loop' dove una situazione reale o irrazionale attiva meccanismi di paura o panico e doc creando un vortice emozionale che ci porta sempre nelle stesse situazioni di agitazione e sottomissione a comportamenti compulsivi.
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Mercoledì, 08-Mag-2019, 14:21
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Buon pomeriggio, visto che non ha replicato nessuno riprendo la discussione per argomentarci un po su. L'aspetto quasi stupido di queste situazioni è: conosco da anni questi fenomeni e queste situazioni e con esse le mie reazioni eppure puntualmente ci ricasco! Scommetto che vi starete dicendo la stessa cosa visto che se non fossimo tutte vittime di queste situazioni non staremmo qui a parlarne e molti di noi non farebbero terapie per cercare di uscirne.

Esempio di 'Trappola': per me una situazione trappola è una situazione da cui non posso sottarmi, ad esempio salire in treno sereno, il treno chiude le porte, parte e in quegli istanti io mi accorgo che non posso più uscire, scendere e la mia psiche innesca un loop emotivo che mi dice: e ora se ti senti male chi ti soccorre? chi ti aiuta? chi ti salva?

La situazione in se è stupida perché A) la conosco bene, B) ho con me le @benzodiazepine ma ciononostante la paura pur essendo irrazionale scavalca questo ragionamento razionale per cui alla fine dalla trappola nasce l'evitazione.

Le trappole del vissuto sono quindi come i traumi di quei cani bastonati o maltrattati che se ti avvicini per fargli una carezza o dar loro del cibo loro non percepiscono le tue buone intenzioni ma se la danno a gambe levate perché rievocano la paura di qualche altro ominide che gli ha fatto del male per cui la loro psiche salta direttamente all'evento traumatico.

Ecco, credo che in noi accada grosso modo la stessa cosa: viviamo una situazione che ci rievoca una paura e in automatico scatta la trappola.

Sarebbe piacevole leggere le opinioni dei forumisti.
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Mikymix
Inviato il: Sabato, 22-Giu-2019, 16:18
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 8
Utente Nr.: 19.409
Iscritto il: 19-Giu-2019



Ciao! Mi ritrovo anche io in queste trappole ahimè. La cosa è però avvenuta solo negli ultimi due anni (dei 7 di questa malattia) nonostante fossi sotto terapia farmacologica. Mi ritrovo perfettamente nell esempio del treno, o anche quando sto viaggiando in macchina e inizio ad avere un po' di ansia e penso "ora sono lontano da casa, devo ancora farmi tutto il ritorno, se sto male devo chiamare l ambulanza e tutti si accorgeranno che ho un problema" e cosi la situazione peggiora. In pratica questo succede maggiormente in tutte le situazioni in cui non c è una immediata via di fuga. Se tre anni fa mi avessero detto che sarebbe successo a me avrei riso allegramente e invece... Dicono che la psicoterapia comportamentale è la migliore per smontare queste trappole, proverò!
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Sabato, 22-Giu-2019, 16:28
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Mikymix @ Sabato, 22-Giu-2019, 15:18)
Dicono che la psicoterapia comportamentale è la migliore per smontare queste trappole, proverò!

Ciao grazie della tua risposta. Anche il mio psichiatra dice che al di la dei farmaci devo imparare a gestire l'ansia e che il metodo migliore è la cognitivo-comportamentale ma ne riparleremo a settembre con lui per capirci di più perché non voglio imbrigliarmi in una psicoterapia troppo lunga. Tu hai già avuto esperienze del genere?
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Sabato, 22-Giu-2019, 19:32
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Inizio a pensare anche io di avere dei pensieri ossessivi non so di che tipo però, spesso riesco a ricordarmi il primo pensiero che poi ha innescato altri che poi mi ha portato all’ansia o al panico ecc....
sono effettivamente difficili da controllare se non allenando la consapevolezza di se stessi e sapere che bisogna vivere appieno il momento presente ma è davvero difficile quando ci sei dentro.
Almeno la mia mente (non so la vostra) inizia a fare una serie di pensieri negativi anche non collegati tra loro e certe volte anche il solo pensare così tanto mi fa paura che mi fa venire l’ansia


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Mikymix
Inviato il: Giovedì, 27-Giu-2019, 19:16
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 8
Utente Nr.: 19.409
Iscritto il: 19-Giu-2019



QUOTE (Alexme @ Sabato, 22-Giu-2019, 15:28)
QUOTE (Mikymix @ Sabato, 22-Giu-2019, 15:18)
Dicono che la psicoterapia comportamentale è la migliore per smontare queste trappole, proverò!

Ciao grazie della tua risposta. Anche il mio psichiatra dice che al di la dei farmaci devo imparare a gestire l'ansia e che il metodo migliore è la cognitivo-comportamentale ma ne riparleremo a settembre con lui per capirci di più perché non voglio imbrigliarmi in una psicoterapia troppo lunga. Tu hai già avuto esperienze del genere?

Ciao! Io feci una psicoterapia di tipo analitico ma dopo un anno e mezzo ho lasciato perché non vedevo benefici, anzi...sarà perché sono già troppo analitico di mio e quindi vado in loop se entro troppo in profondità. Il 15 luglio ho un appuntamento con una psicoterapeuta di tipo comportamentale nella mia zona e se l'impressione sarà positiva inizierò anche questo percorso, di certo la situazione non può rimanere questa o è la fine.
PMEmail Poster
Top
 
Mikymix
Inviato il: Giovedì, 27-Giu-2019, 19:20
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 8
Utente Nr.: 19.409
Iscritto il: 19-Giu-2019



QUOTE (Bond85 @ Sabato, 22-Giu-2019, 18:32)
Inizio a pensare anche io di avere dei pensieri ossessivi non so di che tipo però, spesso riesco a ricordarmi il primo pensiero che poi ha innescato altri che poi mi ha portato all’ansia o al panico ecc....
sono effettivamente difficili da controllare se non allenando la consapevolezza di se stessi e sapere che bisogna vivere appieno il momento presente ma è davvero difficile quando ci sei dentro.
Almeno la mia mente (non so la vostra) inizia a fare una serie di pensieri negativi anche non collegati tra loro e certe volte anche il solo pensare così tanto mi fa paura che mi fa venire l’ansia

Ciao Bond85. La situazione che descrivi penso sia comune a tutti quelli che soffrono di ansia e pensieri ossessivi. Io penso alla mia malattia e alle paure 24 h al giorno, non mi concentro o distraggo mai con altro, non riesco proprio anche volendo. E si, anche io quando mi rendo conto della miriade di pensieri che sforno e tutti sullo stesso argomento, mi fa scattare depressione più che ansia.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1617 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]