Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Disturbi della personalità > Borderline


Inviato da: caracreatura il Giovedì, 02-Mag-2019, 17:04
come l'avete interpretata?

Inviato da: caracreatura il Venerdì, 03-Mag-2019, 18:44
QUOTE (caracreatura @ Giovedì, 02-Mag-2019, 17:04)
come l'avete interpretata?

Nessuno ha avuto la diagnosi di borderline?

Inviato da: Alexme il Venerdì, 03-Mag-2019, 18:51
E' un termine che trovo un po angosciante, ma cosa significa esattamente?

Inviato da: Klaus1 il Venerdì, 03-Mag-2019, 20:01
QUOTE (caracreatura @ Venerdì, 03-Mag-2019, 17:44)
QUOTE (caracreatura @ Giovedì, 02-Mag-2019, 17:04)
come l'avete interpretata?

Nessuno ha avuto la diagnosi di borderline?

No ma oltre a doc e fobia sociale, ho qualche caratteristica che SECONDO ME assomiglia

Inviato da: darkmoon il Lunedì, 06-Mag-2019, 01:29
io ho avuto questa diagnosi alcuni anni fa perché avevo riferito a chi mi seguiva che avevo enormi difficoltà nelle relazioni come gelosie, crisi di rabbia, estrema suscettibilità, mettevo alla prova e alla fine per la paura inconscia di mettermi in gioco o spesso per forte orgoglio mettevo in atto strategie di ogni tipo per farmi lasciare!

Oltre a questo, ho sempre avuto gran parte dei sintomi, soprattutto dipendenza da alcol, stimolanti e antidolorifici in passato.
Oppure altra cosa che mi ha sempre contraddistinto è l'ipersensibilità, la tendenza a esplosioni emotive difficili da controllare, crolli e pianti intensi, voglia di vertigini e rischio (sport estremi, andare a massima velocità in auto etc) alternate a periodi di intenso vuoto interiore incolmabile!

Insomma… quando mi venne fatta la diagnosi fu quasi una liberazione perché mi sembrò di avere come un'illuminazione immensa su tanti miei comportamenti del passato, con alla base enormi traumi sin dall'infanzia, abusi d'ogni tipo, famiglia molto violenta e così via! Mi riconobbi senza fare resistenze nel profilo descritto dal manuale diagnostico, ero senza parole… Era come essere descritti dalla testa ai piedi da uno schemino di sintomi: tutto aveva un senso!

Ad ogni modo si può migliorare tantissimo, ma ci vuole tempo!
farmaci, psicoterapia (DBT + mindfulness) e tanto lavoro su noi stessi! essendo un disturbo di personalità, alcune caratteristiche possono rimanere radicate per lungo tempo ma assicuro che, in tutti questi anni di terapie, sono davvero una persona diversa e nuova.

Inviato da: caracreatura il Lunedì, 06-Mag-2019, 10:00
QUOTE (darkmoon @ Lunedì, 06-Mag-2019, 01:29)
io ho avuto questa diagnosi alcuni anni fa perché avevo riferito a chi mi seguiva che avevo enormi difficoltà nelle relazioni come gelosie, crisi di rabbia, estrema suscettibilità, mettevo alla prova e alla fine per la paura inconscia di mettermi in gioco o spesso per forte orgoglio mettevo in atto strategie di ogni tipo per farmi lasciare!

Oltre a questo, ho sempre avuto gran parte dei sintomi, soprattutto dipendenza da alcol, stimolanti e antidolorifici in passato.
Oppure altra cosa che mi ha sempre contraddistinto è l'ipersensibilità, la tendenza a esplosioni emotive difficili da controllare, crolli e pianti intensi, voglia di vertigini e rischio (sport estremi, andare a massima velocità in auto etc).

Insomma… quando mi venne fatta la diagnosi fu quasi una liberazione perché mi sembrò di avere come un'illuminazione immensa su tanti miei comportamenti del passato, con alla base enormi traumi sin dall'infanzia, abusi d'ogni tipo, famiglia molto violenta e così via! Mi riconobbi senza fare resistenze nel profilo descritto dal manuale diagnostico, ero senza parole… Era come essere descritti dalla testa ai piedi da uno schemino di sintomi: tutto aveva un senso!

Ad ogni modo si può migliorare tantissimo, ma ci vuole tempo!
farmaci, psicoterapia (DBT + mindfulness) e tanto lavoro su noi stessi! essendo un disturbo di personalità, alcune caratteristiche possono rimanere radicate per lungo tempo ma assicuro che, in tutti questi anni di terapie, sono davvero una persona diversa e nuova.

La diagnosi di borderline può contenere una varietà indescrivibile di sintomi, io, ad esempio mi ritrovo solo in parte nella tua storia, ma, nel frattempo, potrei enunciarne molti altri che mi riguardano. Anche io, che non credo né cerco catalogazioni, quando ho avuto la diagnosi mi sono sentita sollevata perché non mi sentivo più un extraterrestre.

Inviato da: Alexme il Lunedì, 06-Mag-2019, 13:39
QUOTE (darkmoon @ Lunedì, 06-Mag-2019, 00:29)
io ho avuto questa diagnosi alcuni anni fa perché avevo riferito a chi mi seguiva che avevo enormi difficoltà nelle relazioni come gelosie, crisi di rabbia, estrema suscettibilità, mettevo alla prova e alla fine per la paura inconscia di mettermi in gioco o spesso per forte orgoglio mettevo in atto strategie di ogni tipo per farmi lasciare!

Io non ho mai avuto questa @diagnosi ma me la sono sentita cucita addosso per com'ero anni fa, poi evidentemente sono cambiato da solo..ma mi sono beccato l'ansia!

Resto infatti dell'opinione che possiamo cambiare anche da soli e senza cure in alcuni aspetti del nostro comportamento.

Inviato da: darkmoon il Martedì, 07-Mag-2019, 12:54
QUOTE (Alexme @ Lunedì, 06-Mag-2019, 12:39)
QUOTE (darkmoon @ Lunedì, 06-Mag-2019, 00:29)
io ho avuto questa diagnosi alcuni anni fa perché avevo riferito a chi mi seguiva che avevo enormi difficoltà nelle relazioni come gelosie, crisi di rabbia, estrema suscettibilità, mettevo alla prova e alla fine per la paura inconscia di mettermi in gioco o spesso per forte orgoglio mettevo in atto strategie di ogni tipo per farmi lasciare!

Io non ho mai avuto questa @diagnosi ma me la sono sentita cucita addosso per com'ero anni fa, poi evidentemente sono cambiato da solo..ma mi sono beccato l'ansia!

Resto infatti dell'opinione che possiamo cambiare anche da soli e senza cure in alcuni aspetti del nostro comportamento.

Bravissimo Alex, fu quello che spiegarono a me quando ero in terapia!
Non siamo cristallizzati, ma è vero che bisogna lavorare moltissimo su noi stessi, essere pazienti, superare le zone di comfort, i propri limiti.
Bisogna fare, soprattutto, enorme lavoro per sviluppare un insight sempre più elevato, dunque la consapevolezza della realtà e di noi stessi!
Quest'ultima cosa che ho citato è praticamente la chiave di successo anche per quanto concerne i disturbi d'ansia tutti PSICO smile.gif

Inviato da: darkmoon il Martedì, 07-Mag-2019, 13:00
QUOTE (caracreatura @ Lunedì, 06-Mag-2019, 09:00)
QUOTE (darkmoon @ Lunedì, 06-Mag-2019, 01:29)
io ho avuto questa diagnosi alcuni anni fa perché avevo riferito a chi mi seguiva che avevo enormi difficoltà nelle relazioni come gelosie, crisi di rabbia, estrema suscettibilità, mettevo alla prova e alla fine per la paura inconscia di mettermi in gioco o spesso per forte orgoglio mettevo in atto strategie di ogni tipo per farmi lasciare!

Oltre a questo, ho sempre avuto gran parte dei sintomi, soprattutto dipendenza da alcol, stimolanti e antidolorifici in passato.
Oppure altra cosa che mi ha sempre contraddistinto è l'ipersensibilità, la tendenza a esplosioni emotive difficili da controllare, crolli e pianti intensi, voglia di vertigini e rischio (sport estremi, andare a massima velocità in auto etc).

Insomma… quando mi venne fatta la diagnosi fu quasi una liberazione perché mi sembrò di avere come un'illuminazione immensa su tanti miei comportamenti del passato, con alla base enormi traumi sin dall'infanzia, abusi d'ogni tipo, famiglia molto violenta e così via! Mi riconobbi senza fare resistenze nel profilo descritto dal manuale diagnostico, ero senza parole… Era come essere descritti dalla testa ai piedi da uno schemino di sintomi: tutto aveva un senso!

Ad ogni modo si può migliorare tantissimo, ma ci vuole tempo!
farmaci, psicoterapia (DBT + mindfulness) e tanto lavoro su noi stessi! essendo un disturbo di personalità, alcune caratteristiche possono rimanere radicate per lungo tempo ma assicuro che, in tutti questi anni di terapie, sono davvero una persona diversa e nuova.

La diagnosi di borderline può contenere una varietà indescrivibile di sintomi, io, ad esempio mi ritrovo solo in parte nella tua storia, ma, nel frattempo, potrei enunciarne molti altri che mi riguardano. Anche io, che non credo né cerco catalogazioni, quando ho avuto la diagnosi mi sono sentita sollevata perché non mi sentivo più un extraterrestre.

Anche se c'è un disturbo della personalità, vi è da dire che tutte le persone sono diverse! Restiamo differenti, ognuno con la propria storia e personali vissuti, dunque una diagnosi per un disturbo come può essere il borderline non deve far immaginare che le persone con tale problematica siano tutte uguali!
C'è chi ha sintomi più spiccati negli episodi di derealizzazione e depersonalizzazione, ad esempio! io ne ho sofferto tanto. C'è chi soffre di disturbi del comportamento alimentare, ancora... E c'è chi ha difficoltà nel riconoscimento di un'immagine stabile di sé stesso, con episodi anche gravi di dismorfismo o dismorfofobia che dir si voglia. Insomma, una grandissima varietà!

Inviato da: caracreatura il Martedì, 07-Mag-2019, 13:14
"Anche se c'è un disturbo della personalità, vi è da dire che tutte le persone sono diverse! Restiamo differenti, ognuno con la propria storia e personali vissuti, dunque una diagnosi per un disturbo come può essere il borderline non deve far immaginare che le persone con tale problematica siano tutte uguali!
C'è chi ha sintomi più spiccati negli episodi di derealizzazione e depersonalizzazione, ad esempio! io ne ho sofferto tanto. C'è chi soffre di disturbi del comportamento alimentare, ancora... E c'è chi ha difficoltà nel riconoscimento di un'immagine stabile di sé stesso, con episodi anche gravi di dismorfismo o dismorfofobia che dir si voglia. Insomma, una grandissima varietà!"
PSICO ok.gif

Inviato da: Alexme il Martedì, 07-Mag-2019, 14:35
QUOTE (darkmoon @ Martedì, 07-Mag-2019, 11:54)

Bravissimo Alex, fu quello che spiegarono a me quando ero in terapia! Non siamo cristallizzati, ma è vero che bisogna lavorare moltissimo su noi stessi, essere pazienti, superare le zone di comfort, i propri limiti.

Assolutamente d'accordo con te! Io però resto convinto che su alcune cose siamo più forti e in grado di cambiarci da soli ma per altre (vedi nel mio caso l'ansia) occorre un aiuto esterno...almeno nella mia esperienza. Poi logico che siamo tutti diversi e quindi anche diversi nel rispondere alle terapie. Potremmo dire che è uno dei lati positivi della diversità della specie (ma a volte questa diversità crea caxi amari!) PSICO ahah.gif

Inviato da: caracreatura il Giovedì, 09-Mag-2019, 10:12
QUOTE (darkmoon @ Martedì, 07-Mag-2019, 13:00)

Anche se c'è un disturbo della personalità, vi è da dire che tutte le persone sono diverse! Restiamo differenti, ognuno con la propria storia e personali vissuti, dunque una diagnosi per un disturbo come può essere il borderline non deve far immaginare che le persone con tale problematica siano tutte uguali!
C'è chi ha sintomi più spiccati negli episodi di derealizzazione e depersonalizzazione, ad esempio! io ne ho sofferto tanto. C'è chi soffre di disturbi del comportamento alimentare, ancora... E c'è chi ha difficoltà nel riconoscimento di un'immagine stabile di sé stesso, con episodi anche gravi di dismorfismo o dismorfofobia che dir si voglia. Insomma, una grandissima varietà!

Hai raggiunto una grande consapevolezza...mi ritrovo soprattutto in ciò che ho quotato.

Inviato da: Alexme il Giovedì, 09-Mag-2019, 21:25
QUOTE (caracreatura @ Martedì, 07-Mag-2019, 12:14)
"Anche se c'è un disturbo della personalità, vi è da dire che tutte le persone sono diverse!

@Dark, mi hai fatto venire in mente le parole del mio psichiatra il quale mi ha detto 'ogni farmaco agisce in base alla situazione che trova'.

Inviato da: caracreatura il Giovedì, 09-Mag-2019, 21:32
QUOTE (Alexme @ Giovedì, 09-Mag-2019, 21:25)
'ogni farmaco agisce in base alla situazione che trova'.

Parole sante PSICO sad.gif

Inviato da: Myshï il Venerdì, 10-Mag-2019, 16:19
A che età siete stati diagnosticati? Si può essere diagnosticati anche in tarda età? Può svilupparsi anche dopo i 20 anni questo disturbo? Non ce la faccio più a tremare

Inviato da: Alexme il Venerdì, 10-Mag-2019, 16:30
QUOTE (Myshï @ Venerdì, 10-Mag-2019, 15:19)
A che età siete stati diagnosticati? Si può essere diagnosticati anche in tarda età? Può svilupparsi anche dopo i 20 anni questo disturbo? Non ce la faccio più a tremare

Ciao, io sono l'ultimo degli arrivati o credo quindi faccio poco testo visto che sono alla mia prima esperienza curativa. Posso comunque dirti da buon osservatore che nella sala d'attesa del mio psichiatra ho visto tutta gente con più di 25-30 anni ed anche un paio di anziani.

Credo che comunque se parli così non ti sei mai sottoposto ad una visita o sbaglio? Hai timori nell'intraprenderla? Non sei cmq obbligato a seguire un percorso farmacologico ma anche curarti con la psicoterapia.

Inviato da: Myshï il Venerdì, 10-Mag-2019, 16:32
Seguo una psicoterapia, ma delle volte ricado. E pure male.

Cioè fammi capire, tu quelli che vedi sono tutti border o ho frainteso?

Vorrei sapere a che età insorge tale disturbo.

Inviato da: darkmoon il Sabato, 11-Mag-2019, 19:50
QUOTE (Myshï @ Venerdì, 10-Mag-2019, 15:19)
A che età siete stati diagnosticati? Si può essere diagnosticati anche in tarda età? Può svilupparsi anche dopo i 20 anni questo disturbo? Non ce la faccio più a tremare

io a 19 anni, prima età adulta proprio come da manuale!

Inviato da: Saoirse il Lunedì, 10-Giu-2019, 13:22
Ci sono già dei tratti presenti in adolescenza ma di solito un disturbo della persona insorge e si consolida nella prima età adulta come dice giustamente darkmoon. Se viene diagnosticato in tarda età significa che lo si è avuto già prima ma semplicemente lo si è scoperto nel momento della diagnosi. La personalità infatti è un modo peculiare di pensare, sentire, percepire e comportarsi che caratterizza la persona e come essa si relaziona con l'ambiente esterno. Perciò una volta adulti tutte queste componenti che concorrono alla costituzione della personalità si sono già formate

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)