Powered by Invision Power Board



Pagine : (4) « Prima ... 2 3 [4]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Disturbo Di Panico E Agorafobia, Descrizione, sintomi ed esercizi
 
enryturbo5
Inviato il: Giovedì, 05-Feb-2009, 08:41
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



5.3 Sostituire i pensieri disfunzionali ansiogeni con pensieri piu' funzionali

Durante il processo di confutazione dei pensieri disfunzionali, potresti aver gia' iniziato a individuare pensieri alternativi piu' funzionali, cioe', come detto, piu' corrispondenti alla realta' e piu' utili. All'inizio non ti sara' facile trovarli, ci vuole tempo, esercizio e costanza.
Inizia col cercare i pensieri funzionali corrispondenti ai pensieri disfunzionali di persone affette da disturbo di panico nel Modulo 4.

____________________________________________________________________
Modulo 4. Esercizio di definizione di pensieri funzionali

Pensiero disfunzionale ansiogeno: La prossima volta che avro' un attacco di panico potrei svenire. Sarebbe terribile. La gente potrebbe pensare che sono un tipo strano.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

Pensiero disfunzionale ansiogeno: Se avro' le vertigini quando guidero', avro' un incidente e uccidero' qualcuno.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

Pensiero disfunzionale ansiogeno: Se mi venisse un attacco di panico mentre sono solo, perderei il controllo e impazzirei.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

Pensiero disfunzionale ansiogeno: Che cosa succederebbe se restassi bloccato in ascensore per un'ora e fossi in preda al panico per tutto il tempo? Non potrei sopportarlo.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

Pensiero disfunzionale ansiogeno: E se tutti i dottori si fossero sbagliati ed io avessi davvero una malattia fisica grave? Potrei avere solo poche settimane di vita.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

Pensiero disfunzionale ansiogeno: Sto troppo male, non ce la faccio. Forse staro' cosi' male per tutto il resto della mia vita.
Pensieri funzionali alternativi:______________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________
____________________________________________________________________

____________________________________________________________________


Pensa ora ad una o due situazioni recenti nelle quali ti sei sentito ansioso o hai avuto un attacco di panico. Riporta nel Modulo 5 i pensieri ansiogeni che hai avuto e il livello d'ansia relativo sulla scala USM 0-100. Scrivi poi alcuni pensieri alternativi funzionali e il livello d'ansia che avresti provato se fossi riuscito a pensarli.

____________________________________________________________________
Modulo 5. Confronto personale tra pensieri funzionali e disfunzionali

1. Descrizione della situazione e pensieri disfunzionali ansiogeni e livello iniziale d'ansia:






1. Pensieri funzionali e livello d'ansia successivo:






2. Descrizione della situazione e pensieri disfunzionali ansiogeni e livello iniziale d'ansia:






2. Pensieri funzionali e livello d'ansia successivo:






____________________________________________________________________


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Giovedì, 05-Feb-2009, 08:56
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



5.4 Problemi e soluzioni

1. "Non so cosa sto pensando, sono troppo spaventato". Chiediti: "Di che cosa ho paura? Quello che temo puo' realmente avvenire?". Specialmente all'inizio e' difficile capire se e quando le paure sono disfunzionali e talvolta conviene aspettare che l'ansia sia diminuita prima di rifletterci sopra. Anche una nuova esposizione alla situazione temuta puo' aiutarti a chiarire di che si tratta.

2. "Non riesco a pensare in altro modo". Dopo molti mesi o anche anni vissuti con pensieri ansiogeni, puo' essere difficile individuare pensieri alternativi meno preoccupanti. Sforzati di trovare prove e argomentazioni contro i tuoi pensieri. Chiediti che cosa pensano le altre persone che non hanno paura della situazione in questione.

3. "Ci sto provando ma non funziona". Usa tutte le tecniche a tua disposizione, in particolare il rilassamento muscolare e la respirazione lenta. Non aspettarti di riuscire perfettamente fin dall'inizio nel controllare i pensieri ansiogeni. Il cambiamento di abitudini di pensiero ormai radicate richiede tempo e fatica.

4. "Mi sento ancora ansioso". Il pensiero funzionale aiuta a reagire meglio, ma non puoi aspettarti che elimini completamente l'ansia in una situazione obiettivamente ansiogena (cioe' che provoca ansia nella maggior parte delle persone).

5. "Non riesco a credere davvero ai miei nuovi pensieri". Cerca di capire se vi e' qualche pensiero disfunzionale che non hai affrontato. Inoltre non e' necessario che tu creda pienamente ai nuovi pensieri; potrebbe bastare che tu abbia capito l'infondatezza dei vecchi pensieri disfunzionali. Un'altra soluzione e' cercare di comportarsi come se i nuovi pensieri fossero veri e stare a vedere cosa succede.


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Giovedì, 05-Feb-2009, 09:04
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



5.5 Riassunto

Nel Riquadro 14 seguente sono sintetizzati i suggerimenti piu' importanti dei capitoli precedenti.

___________________________________________________________________
Riquadro 14. Sintesi dei punti principali dei capitoli precedenti

Quando ti senti ansioso:
- Respira lentamente usando la tecnica del respiro lento e di':"Mi rilasso" ogni volta che espiri.
- Siediti, fermati, riposati.
- Utilizza il rilassamento isometrico rapido.
- Confuta i pensieri disfunzionali, sostituendoli con altri pensieri piu' funzionali.
- Programma in dettaglio la tua prossima tappa di esposizione.
- Riprendi gradualmente le attivita' che hai interrotto.

____________________________________________________________________

Nei primi tempi di apprendimento di queste tecniche puoi scrivere le istruzioni del Riquadro 14 e portarle sempre con te per ricordarti cosa fare quando ti sento ansioso.

____________________________________________________________________
Ricorda che l'ansia inizia sempre a ridursi entro pochi minuti e che puoi prevenire l'attacco di panico se cominci subito il respiro lento.
____________________________________________________________________


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Giovedì, 05-Feb-2009, 09:16
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



Sezione 6 - Generare le sensazioni del panico

Si e' visto che si puo' ridurre la paura solo affrontando ripetutamente cio' che fa paura. Questa sezione trattera' di nuovo le sensazioni fisiche collegate al panico e ti insegnera' a suscitarle tu stesso, perche' ti possa convincere di quale sia la loro origine e della loro mancanza di pericolo.
Gli esercizi che ti verranno proposti sono piuttosto difficili e spiacevoli e per questo motivo li illustriamo solo ora, dopo le altre tecniche di gestione dell'ansia.
Considera pero' che le sensazioni fisiche in questione sono normali, simili a quelle collegate ad attivita' fisiche della vita quotidiana, anche se in alcune persone possono scatenare un attacco di panico. Per esempio chi gioca a tennis o corre puo' restare a corto di fiato, sudare o avere vertigini, ma di solito si rende conto che si tratta di reazioni normali, innocue, dovute all'esercizio fisico. Inoltre questi esercizi ti daranno l'opportunita' di esercitarti ancora nelle tecniche che hai gia' imparato, ad esempio in quella del pensiero funzionale.


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
BAMBOLA
Inviato il: Mercoledì, 27-Mag-2009, 13:12
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 32
Utente Nr.: 3.866
Iscritto il: 27-Mag-2009



QUOTE (enryturbo5 @ Martedì, 20-Gen-2009, 15:09)
1.3 La natura del panico

Un attacco di panico si ha quando una persona diventa in breve tempo molto spaventata o molto ansiosa o molto a disagio in una situazione nella quale la maggior parte delle persone non proverebbe paura o malessere. Durante l'attacco si possono avere i seguenti sintomi:

-Respiro affannoso
-Palpitazioni
-Vertigini o giramenti di testa
-Formicolii alle mani o ai piedi
-Senso di costrizione o dolore al torace
-Sensazione di soffocamento o di mancanza d'aria
-Sentirsi svenire
-Sudorazione
-Tremori
-Vampate di caldo o di freddo
-Bocca secca
-Nausea o nodo allo stomaco
-Debolezza alle gambe
-Visione annebbiata
-Tensione muscolare
-Impressione di non riuscire a pensare chiaramente o di non riuscire a parlare
-Impressione che le cose intorno non siano reali
-Paura di morire, di perdere il controllo, o di comportarsi in modo bizzarro.

Chi ha un attacco di panico, quando l'attacco diventa grave, cerca di allontanarsi dalla situazione in cui si trova nella speranza che il panico cessi, oppure cerca chi lo possa aiutare se dovesse svenire, avere un infarto o impazzire. C'e' chi invece cerca di restare solo perche' si vergogna delle conseguenze che l'attacco potrebbe avere o teme che altri possano scoprire che soffre di un attacco di panico.
Le prime volte che una persona ha un attacco di panico di solito si spaventa molto, dato che si tratta di un'esperienza strana, inattesa, molto spiacevole, spesso accompagnata dalla paura di perdere il controllo, di svenire, di morire o di impazzire. Col ripetersi degli attacchi, comincia a temere meno queste conseguenze, anche se spesso continua ad avere paura che la volta successiva l'attacco possa essere peggiore. In ogni modo gli attacchi continuano ad essere estremamente spiacevoli e sono pochi quelli che riescono a condurre una vita normale.
Come accennato, il panico raramente si presenta senza fattori scatenanti. Il primo attacco si scatena in presenza di una forte pressione emotiva o quando si e' malati fisicamente (ad esempio alla fine di un'influenza), o quando si e' stanchi ed esauriti o si e' molto depressi. E' molto raro che il primo attacco di panico si manifesti in chi si sente sicuro e in assenza di fattori stressanti.

io soffro da attacchi di panico da qualche anno,quattro anni fa ho preso dei farmaci in elevata quantita'(disipal) perche ero molto depressa e dopo sono stata ricoverata per disintossicazione,stavo per avere un arresto cardiaco,hanno usato il defibrillatore oltre alle flebo giorni dopo poi ho bevuto carbone.
Dopo questo fatto mi sono accorta di soffrire di attacchi di panico che erano delle vere e proprie crisi respiratorie,ho iniziato a prendere ansiolitici ,dall anno scorso sto facendo una cura continua,anche se in questi anni ho provato a prendere risperdal e ogni tipo di farmaco.
Da circa un anno invece prendo solian 50 mg la mattina e 100 la sera piu 1 pastiglia di alprazolam da 1 mg prima di dormire(oltre alla pillola anticoncezionale yasmin).
Al bisogno invece prendo 25 gocce di alprazolam e mi trovo abbastanza bene con questa cura,tranne che soffro di tachicardia sinusale e me ne sono accorta da poco tempo da 3 anni circa.
Il cardiologo voleva prescrivermi il sotalolo teva,solo che il mio psichiatra per il momento me l ha sconsigliato.
Mi sapete dare dei consigli?grazie
PMEmail Poster
Top
Mela
Inviato il: Giovedì, 17-Set-2009, 19:43
Quote Post


Unregistered









UP
Top
 
lucone
Inviato il: Domenica, 12-Set-2010, 20:52
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 6
Utente Nr.: 6.640
Iscritto il: 12-Set-2010



sono ab bastanza esperto della materia dopo 18 anni di DAP, molto vero e preciso quello che hai scritto o riportato ma manca la soluzione, personalemente ne ho provate tante (farmaci, psicoterapia, MDR, yoga, agopuntura,,,,,) la verità è che non l'ansia se arriva ti lascia più, bisogna conviverci
PMEmail Poster
Top
 
lucone
Inviato il: Domenica, 12-Set-2010, 20:53
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 6
Utente Nr.: 6.640
Iscritto il: 12-Set-2010



sono ab bastanza esperto della materia dopo 18 anni di DAP, molto vero e preciso quello che hai scritto o riportato ma manca la soluzione, personalemente ne ho provate tante (farmaci, psicoterapia, MDR, yoga, agopuntura,,,,,) la verità è che non l'ansia se arriva ti lascia più, bisogna conviverci
PMEmail Poster
Top
miki_70
Inviato il: Domenica, 12-Set-2010, 21:36
Quote Post


Unregistered









QUOTE (lucone @ Domenica, 12-Set-2010, 19:53)
sono ab bastanza esperto della materia dopo 18 anni di DAP, molto vero e preciso quello che hai scritto o riportato ma manca la soluzione, personalemente ne ho provate tante (farmaci, psicoterapia, MDR, yoga, agopuntura,,,,,) la verità è che non l'ansia se arriva ti lascia più, bisogna conviverci

La soluzione?cosa è un quitz?.......come se l'ansia poi sia qualcosa di alieno all'essere umano. facpalm.gif
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Mercoledì, 20-Feb-2013, 18:38
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



user posted image
user posted image
user posted image
user posted image




--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Mercoledì, 20-Feb-2013, 18:38
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



user posted image
user posted image
user posted image
user posted image


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Mercoledì, 20-Feb-2013, 19:12
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



Finalmente ho potuto scansionare le ultime pagine della "mia" guida.

Mi scuso se non son proprio linde e dritte, ma dopo 10 anni di uso spero capirete, così come spero capirete le cancellature, dato che erano scritte mie.

Rispondo velocemente a @lucone: allora io di DAP, che me lo porto dietro da 27 anni, che dovrei saperne? Dovrei essere laureata. huh.gif
Il DAP non ritengo sia una gara di sofferenza, il panico e' un problema che si puo' risolvere, questa guida che mi aveva dato il mio terapeuta e' stata la mia salvezza.
Seguendo tutti gli esercizi in ordine e con puntualita', portando avanti gli obiettivi (di cui si parla nella guida) ho risolto i problemi col D.A.P. e non e' piu' tornato.

L'impegno e lo sforzo, soprattutto nell'esposizione graduale, non sono indifferenti.. anzi... Cio' non toglie che la via per guarire c'e': che sia questa, i farmaci, un'altro tipo di approccio, guarire si puo', il problema sta nel trovare la persona giusta!

Chiedo cortesemente ai MOD o a chi di competenza di rimuovere i pochi post (grazie utenti, vi avevo chiesto, nel mio primissimo post di non scrivere qui dato che e' una guida...) dato che non vorrei confondessero eventuali lettori.
Ovviamente e' un consiglio, dato che, oltretutto, e' anche un post in evidenza (anzi, vi ringrazio per questo onore, giuro... ), per non avere disordine in una guida che potrebbe essere utile a qualcuno come lo e' stata per me.

Ci tengo pero' a farvi notare una cosa:

Nell'estate 2012 per me l'ipotensione e' stata piuttosto fetente, fatto che non era mai accaduto prima (o almeno così credevo...)
Così mi sono documentata sui vari sintomi dell'ipotensione (quelli del panico li ho presi dalla guida che ho postato qui) e ho fatto una scoperta agghiacciante.. ovvero che al 90% gia' a 13 anni soffrivo di ipotensione ed e' stata scambiata per panico... che poi si e' comunque sviluppato per forza di cose dato che ero stressatissima... Pero'... magari.. se si facessero due controllini in piu'... vero medici? PSICO incaz.gif

SINTOMI DEGLI ATTACCHI DI PANICO:

- respiro affannoso (dispnea)
- palpitazioni (tachicardia)
-Vertigini o giramenti di testa
-Formicolii alle mani e ai piedi
-Senso di costrizione o dolore al torace
-Sensazione di soffocamento o di mancanza d'aria
-Sentirsi svenire
-Sudorazione
-Tremori
-Vampate di caldo e di freddo
-Bocca secca
-Nausea o nodo allo stomaco
-Debolezza delle gambe
-Visione annebbiata
-Tensione muscolare
-Impressione di non riuscire a pensare chiaramente o di non riuscire a parlare
-Impressione che le cose intorno non siano reali (derealizzazione)
-Paura di morire, di perdere il controllo.

Gli attacchi possono verificarsi in situazioni di freddo eccessivo o caldo eccessivo.

SINTOMI DELL'IPOTENSIONE:

-Debolezza muscolare,
-Dolore addominale,
-Irritabilità
-Gonfiore delle gambe (edemi),
-Difficoltà nella respirazione - in particolare sotto sforzo -
-Facile affaticabilità.
-Testa leggera,
-Bruciore e pesantezza agli occhi,
-Forte stanchezza con impedimento a fare qualunque cosa
-Difficoltà di concentrazione e di concentrazione dello sguardo
-Sensazione di confusione, di vertigini e di svenimento.
-Ansia
-Nausea
-Aumento della sudorazione
-Mal di testa
-Dolore a livello di spalle, collo, petto, schiena
-Vista offuscata;
-Confusione;
-Vertigini;
-Svenimento;
-Stordimento;
-Sonnolenza;
-Debolezza.
-Cefalea
-stanchezza
-vertigini
-offuscamento della vista
-alterazione della sensibilità alle mani ed ai piedi

Nell'ipotensione ortostatica i sintomi sono:
-Dispnea (fame d'aria)
-dolore toracico
-dolore anginoso
-tachicardia,
-dispnea,
-ortopnea,
-astenia
-tosse.

Quando però la riduzione pressoria avviene rapidamente, facilmente compaiono anche:
-cute fredda, pallida, sudaticcia

Durante il periodo estivo aumenta la possilita' di ipotensione.

CONCLUSIONI

I miei sintomi sono iniziati nella stagione estiva, TUTTI!
E i sintomi piu' forti son sempre stati tutti quelli del panico.... ma ovviamente anche tutti quelli dell'ipotensione...
Ora mi chiedo: e' possibile che a 13 anni soffrissi gia' di alterazione di pressione o di ipotensione, dato che sono anni che d'estate la mia pressione scende sotto i valori normali arrivando tranquillamente a 80/60?

E' possibile che una normale ipotensione curabile con un po' di liquirizia, con apporto di liquidi all'organismo, con l'aumento del sale nel cibo e altre piccole avvertenze naturali sia stata scambiata per ansia e attacchi di panico e curata per 25 anni con medicinali che di certo non son serviti a niente se non a peggiorare la situazione e a distruggermi il fegato e la vita?

Se si leggono i sintomi, se si pensa che i miei primi attacchi e quelli piu' forti sono avvenuti tutti in estate... SI, e' possibile!
E se così fosse... con chi dovrei prendermela, dopo aver girato decine e decine di medici, specialisti ecc.?

Nessuno ha pensato che magari, una ragazzina di 13 anni che si sente così, dopo un po' di tempo potrebbe sviluppare il panico, non foss'altro per la continua mancanza d'aria ed il terrore che ne consegue?

Nessuno ha pensato di monitorare la mia pressione in situazione di sforzo, appena sveglia, a stomaco vuoto e in situazioni di particolare calore?
NO, NESSUNO!

Prima di farvi BOLLARE (come purtroppo e' successo a me) di esser malati di panico o altro... pensate a tutte le possibilita'... e quando le avrete valutate tutte ... continuate ...

Essere curate con farmaci ansiolitici per così tanto tempo a causa dell'ipotensione e' vergognoso!

E il bello e' che tutt'ora ne assumo... per motivazioni diverse... ma ... chi mi dice che se nei lontani anni '80 avessero capito che la mia era ipotensione ora la mia vita potrebbe essere totalmente diversa? Ovvio che poi e' subentrato il panico..non respiravo e avevo 13 anni ..pero'.. voi che siete ancora in tempo... pensateci... e valutate sempre ogni possibilita'... prima di ingoiare qualsiasi farmaco.

Mi auguro col cuore che questa guida sia servita o servira' a qualcuno...
Ringrazio col ♥ chi mi ha permesso di fare e finire questo lavoro.
Enry


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
enryturbo5
Inviato il: Mercoledì, 20-Feb-2013, 20:46
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 417
Utente Nr.: 2.313
Iscritto il: 26-Set-2008



P.s.:
Vi posto i link di 3 video di meditazione.
Avevo il libro e ricordo che facevo gli esercizi, decenni fa...
con i video, seguendo la voce, di solito mi addormento sulla tastiera.. PSICO pisolo.gif

http://youtu.be/vjbmFxR_jMc
http://youtu.be/1jCCdJIuyB0
http://youtu.be/kOt7vR-vGjA

Abbracci a chi passera' da qui! PSICO hug.gif


--------------------
Mai mollare, mai mollare, mai mollare, mai mollare!!!! -Enryx-
-Guerrieri si nasce, eroi si diventa! -Enryx-
-Perche' affannarsi se tanto siamo comunque soli? Innanzitutto non dobbiamo
affannarci per niente e per nessuno e poi perche' la capacita' di stare soli
e' la vera forza dell'eroe e del saggio! -F.P.-

NON SCRIVETEMI IN PRIVATO... ALL'ULTIMO MESSAGGIO HO RISPOSTO DOPO 2 ANNI... ENTRO QUI RARAMENTE PER MANCANZA DI TEMPO, NON VOGLIATEMENE. SE POI VOLETE RISCHIARE ALLORA FATELO PURE! ;)
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
annina88
Inviato il: Venerdì, 19-Set-2014, 16:23
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 17
Utente Nr.: 14.428
Iscritto il: 17-Set-2014



Io soffro di attacchi di ansia da un anno..faccio terapia ma non prendo farmaci... E' difficile uscirne ma non è impossibile.. Credo che chi sostiene che non se ne esca più sbaglia... A prescindere dai primi attacchi, inizia a mio avviso un circolo di fissazioni e basta....Io riconosco di essere fissata... Ho il terrore ad uscire perché penso di sentirmi male ma obiettivamente lo so che sono fissazioni dettate dalla paura... Il mondo è sempre lo stesso... fuori c'è la stessa vita che c'era prima che soffrivamo di ansia...quando uscivamo tranquilli e non badavamo a nulla... Il problema è che noi siamo cambiati... Ma se non ci sforziamo non ne usciremo più. Stasera ad esempio dopo 10 mesi che non uscivo di casa la sera, sono stata invitata a prendere un caffè fuori. Ho l'ansia da stamattina perché mi fisso e penso a tutte le cose che potrebbero succedermi. Poi mi guardo allo specchio e mi do due schiaffi. Anche se si ha paura.. anche se non si vuole più uscire bisogna farlo...PUNTO... credo che sia una questione di abitudine...
PMEmail Poster
Top
 
Liberapersempre
Inviato il: Domenica, 14-Feb-2016, 21:52
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 16.641
Iscritto il: 14-Feb-2016



Buonasera c'è qualcuno con cui parlare?
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (4) « Prima ... 2 3 [4]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0646 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]