Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Aiuto
 
Debbie
Inviato il: Mercoledì, 27-Set-2017, 22:13
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 18.556
Iscritto il: 27-Set-2017



Scusate la lunghezza ma non so cosa fare, sto impazzendo. Se qualcuno avesse dei consigli, sono aperta a tutto!
Sono una ragazza alla pari e sto vivendo negli Stati Uniti. Sto in questa famiglia da circa due mesi e mi prendo cura di due gemelli di 2 anni e di un bambino di 5. 
Scrivo questo post perché non sappiamo più che pesci pigliare, e anche se non è la mia famiglia, io comunque vivo con loro e vivo in prima persona i comportamenti del bambino di 5 anni.
Premetto che l’educazione dei figli qua è molto diversa, a mio avviso, da quella italiana. Almeno per come sono stata cresciuta io in famiglia.
Mia mamma è sempre stata severa, quindi con un solo sguardo mi faceva capire quanto fosse arrabbiata, e che dovessi smettere di fare una determinata cosa in meno di 0.1 sei . E soprattutto, se ero maleducata e andavo fuori controllo, mi ha sempre dato degli schiaffi per farmi smettere. 
Qua i genitori chiedono per favore per far fare qualcosa ai figli, li corrompono con caramelle/giochi/stelline, ma comunque non serve a niente, perché fondamentalmente sono maleducati. E nessuno si azzarda a dare una sculacciata, perché è vista di cattivo occhio.
In particolare nella mia famiglia ospitante, la mamma non lavora e sta a casa con noi, mentre il padre lavora tutto il giorno. I bambini non mangiano MAI niente, né a cena né a pranzo, perché mangiano dolcetti fuori pasto e soprattutto li pretendono quando magari gli si dice di no. Piangono fino alla disperazione, e se la mamma a volte riesce a non cambiare idea, il padre, non volendoli sentire piangere, li vizia con qualsiasi cosa e se ne va. Lasciando a me e alla mamma il compito di litigarci finché non mangiano qualcosa.
Questo problema del cibo riguarda tutti e tre i bimbi, ma ultimamente, il grande sta avendo dei problemi di rabbia. In molti mi hanno detto “sicuramente sarà geloso dei gemelli, perché passate più tempo con loro”, ma non è questo. La madre molto spesso passa del “quality time” con lui, portandolo al parco/cinema/mangiare il gelato ecc. E molto spesso nel weekend fa la stessa cosa il padre, lasciando i gemelli a casa.
Il problema con lui è che non ascolta mai né me né i genitori. Ogni volta che gli si chiede di fare qualcosa, dalla più banale alla più complicata, trova sempre il modo di trasformarlo in polemica e ogni santa volta vuole vincere lui.
Quando i genitori escono la sera, io devo metterlo a letto, e ogni volta (seguendo le loro indicazioni) gli dico che può giocare ancora o guardare la tv per un certo periodo di tempo e che allo scadere di quel tempo deve lavarsi i denti e andare a dormire. Lui inizialmente è d’accordo, ma quando arriva il momento si risente ed inizia ad inventare scuse quali “non ho sonno/è troppo presto/non ne ho voglia/voglio la luce accesa/voglio la porta chiusa. Ogni volta lo fa piangendo con disperazione ed io ho provato di tutto: dal parlare con calma cercando di corromperlo all’ urlare come una matta e trascinarlo in camera sua. Si comporta allo stesso modo con la mamma e il papà quando deve andare a scuola o deve andare a letto. E finisce sempre allo stesso modo: uno dei due che lo prende di peso e lo porta dove dovrebbe andare.
Ma il peggio è stato ieri pomeriggio:
Stava giocando con un videogioco in camera, la mamma gli ha detto “mezzora e poi spegni che la cena è pronta”.
La mamma ha preparato la cena e l’ha messa sul tavolo. Ha chiamato i figli ma sono andati solo i gemelli. Così è andata a togliergli il gioco e a dirgli di andare a mangiare. Lui è andato, ha visto cosa c’era e ha detto che faceva schifo e non voleva mangiare. La mamma gli ha detto qualcosa tipo “va bene, ma vedrai che poi ti farà male la pancia perché avrai fame”. Lui ha detto che non gli interessava. Lei ha detto “ok se non vuoi cenare allora vai a fare il bagnetto”. Lui ha detto no di nuovo e lei ha detto “guarda, hai due scelte: o vai a mangiare o nella vasca. Altrimenti a letto subito”. Lui ha detto no urlando, quindi lei l’ha preso in braccio per portarlo in camera sua. Lui si divincolava quindi lei ha perso la presa e l’ha fatto sedere sui gradini. Lei si è abbassata per prenderlo e lui l’ha presa a manate. Peccato che in mezzo alle manate (che lei parava), lui sia riuscito a darle uno schiaffone in faccia. Lei con le lacrime agli occhi, lo ha preso di peso e portato giù. Urlava come un matto, allora lei l’ha chiuso in camera e lui tirava pugni alla porta. Così ho pensato “ora vado giù e gli parlo con calma”. Una sorta di poliziotto buono e poliziotto cattivo. Niente, sono scesa e ha iniziato a prendermi a pugni, schiaffi e chi più ne ha più ne metta. Gli parlavo con calma dicendogli che la mamma ci era rimasta male e che non doveva comportarsi così. E lui risponde “I don’t care, you stupid little brat” (che vorrebbe dire qualcosa tipo “monello” ma in realtà detto da un bambino è strano) che per inciso aveva detto prima anche alla mamma. Quando gli ho detto che non dovrebbe parlare così con gli adulti mi ha risposto “i always talk like this”. Mi sono stupita di me stessa, perché di solito io urlo e gli dico che deve ascoltarmi, però questa volta ho provato a stare calma.
Ma non è servito a niente, quindi sono tornata in cucina chiudendolo in camera, come aveva detto la mamma. Era talmente arrabbiato e ha talmente tanto sbattuto i pugni contro la porta che non so come abbia fatto ma l’ha aperta.
Intanto la mamma ha chiamato la nonna, che è venuta a parlargli e l’ha calmato. Gli ha fatto chiedere scusa ad entrambe e quando gli ha chiesto “perché hai picchiato la mamma?” Lui ha risposto “perché anche lei mi picchia”. Che non è assolutamente vero, l’unica cosa che fa è prenderlo di peso.
Alla fine la nonna l’ha portato via e lui era felice. Ora il problema è: questo bambino vuole sempre averla vinta. Se non è come dice lui non è contento. Ora la nonna lo viene a prendere, per lui è come una vittoria o sbaglio?
La mia host mom è esaurita, non ce la fa più poverina. Il marito non la aiuta ed io non so come fare come aiutarla perché ovviamente non posso dire come dovrebbe educare suo figlio.
Un’ultima cosa che vorrei aggiungere, ma che non mi ha toccata di persona in quanto accaduta prima che arrivassi io: a quanto pare il bambino ha detto più volte le frasi “mamma ti odio”, “vorrei non essere nato” e “vorrei essere mangiato da un orso”. Per questo motivo la mamma è andata a sentire il parere di una psicologa infantile, che le ha suggerito alcune strategie da usare con lui. Tipo parlargli con calma, con gentilezza, e di non rimproverarlo. Piuttosto di premiarlo quando fa qualcosa di buono. Per cui lei ha creato una tabella, dove applica delle stelline quando lui si comporta bene e le toglie quando si comporta male. Cosa che comunque non funziona perché la tabella appena si riempie, subito si svuota.
Qualcuno può aiutarmi? PSICO sad.gif
PMEmail Poster
Top
 
fraghila
Inviato il: Mercoledì, 04-Ott-2017, 09:03
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 372
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Beh, credo che qui la responsabilità non sia tua. Tu sei solo una ragazza che non può e non deve, a questo punto, cercare di coprire le lacune educative di questa mamma. Qui può intervenire solo una psicologa a risolvere la situazione, perché è evidente che questa povera creatura risente dell'incapacità educativa di sua madre, e tu credo che non sia in grado di poter gestire una situazione delicata come questa. Se puoi, ti consiglierei di cambiare casa ospitante.
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Mercoledì, 04-Ott-2017, 09:37
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.876
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



mi sembra un disturbo oppositorio, sicuramente causato dall'educazione sbagliata
ci vorrebbe uno psi infantile


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
 
Aeroplano italiano
Inviato il: Venerdì, 20-Ott-2017, 22:45
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.482
Utente Nr.: 11.442
Iscritto il: 03-Gen-2013



Hello Debbie,

sono bambini oppositivi. Può essere per un fatto educativo o per un disturbo specifico. Non posso entrare nel merito, ma una cosa è certa: mai accettare il confronto o la sfida con un bambino oppositivo, perché si diventa entrambi oppositivi, sicché ciascuno dei due ripete sempre lo stesso tipo di risposta, all'infinito.
Vanno lasciati liberi di fare quel che vogliono, ignorando le proprie risposte emotive di tipo avversivo. Occorre non reagire, far finta di ignorare.
Quando il bambino comincia a sentirsi solo, quando il suo nutrimento emotivo, che è la snervatura dell'adulto viene a mancare, capisce che il suo modo lo porta a nulla, va in crisi e cerca un approccio diverso, più adatto e rispettoso.

Se il bambino dice: non voglio mangiare!!! Non insistere; dire semplicemente OK. Con ciò, si evita un'occasione di scontro, che è esattamente quello che lui vuole, perché è l'unico contenuto emotivo che riesce a vivere e che crede di avere.
Se evitiamo qualsiasi guerra, il bambino può capire che anche aiutare ad apparecchiare può essere un contenuto soddisfacente.

I bambini oppositivi e aggressivi, si conquistano facendosi aiutare. Se li vogliamo collaboranti, bisogna che siamo loro la possibilità di collaborare: non possiamo solo dare ordini e regole. Questi bambini sono intelligenti, psicologi e capiscono perfettamente che con le caramelle e i premi, li vuoi comprare.

Se vuoi premiare i bimbi con un dolce, è meglio dire:" vuoi una cheese cake? Va bene, la faccio, mi aiuti a farla?"
Chiedere loro, far capire che ne abbiamo bisogno, che si sentano utili.
Guarda che ai bimbi potrebbe piacere anche aiutarti a pulire i vetri.
LA REGOLA E' CHE LE TUE RICHIESTE SIANO FATTE CON NONCHALANCE, COME SE MAI FOSSERO ACCADUTI PROBLEMI. PIÙ SI DIMENTICA IL PASSATO, MEGLIO È.


--------------------
Se non sei saggio, siilo :-)
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0703 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]