Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Doc E Ipocondria? Brutta Ricaduta
 
Irrequieta
Inviato il: Venerdì, 22-Mag-2020, 11:11
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 5
Utente Nr.: 19.822
Iscritto il: 22-Mag-2020



Ciao ragazzi, mi sono iscritta nuovamente a questo forum dopo anni che non lo visitavo. Già in passato è stato un grande rifugio per me e spero lo possa essere anche ora. Sarà egoistico, ma sapere che c'è gente che si sente esattamente come me mi fa sentire meno sola, credo sia ciò di cui ho bisogno in un momento in cui penso che nessuno possa capirmi.
Convivo col DOC da una vita, i primi episodi li ho vissuti già all'età di 9 anni e me lo sono portato dietro da allora.
Ho fatto una terapia, ho preso dei farmaci, e per anni sono stata meglio.
Anzi, a dirla tutta, una ricaduta del genere non mi capitava da un bel po'.
Nella mia vita ho avuto parecchi tipi di DOC, partendo da quando ero piccola in cui dovevo fare tutto esattamente 3 volte, e sempre pensando a cose positive altrimenti dovevo ricominciare da capo, per poi proseguire con il DOC omosex e fino ad arrivare al giorno d'oggi in cui credo di avere il DOC riguardante le malattie.
Mi spiego meglio, tutto è cominciato con una paura pressoché infondata di aver contratto l'AIDS. Dopo giorni di tortura e continua lettura di articoli su internet mi sono decisa a fare il test che è risultato negativo, mettendomi il cuore in pace.
Da quel primo episodio, qualsiasi volta io abbia avuto un rapporto ( rapporti protetti e con persone conosciute, quindi capite che il rischio sarebbe comunque molto basso ) ho sentito il bisogno di fare il test, fino ad evitare di avere nuovi rapporti per paura di tornare ad avere quell'ossessione.
Da lì è iniziato tutto un baratro delle paure per qualsiasi genere di malattia.
Per giorni ho provato un fastidio all'altezza delle costole, fastidio su cui mi concentravo così tanto fino a farlo diventare più reale, finché non ho iniziato a cercare di toccarmi tutte le ossa, spingendo con le dita contro la pelle per sentire cosa ci fosse sotto. Non riuscivo a tranquillizzarmi, passavo le giornate con l'impulso di dovermi toccare le ossa per vedere nuovamente se andasse tutto bene.
Finché non sono andata dalla dottoressa e solamente dal momento in cui lei mi ha detto che andava tutto bene sono riuscita a tranquillizzarmi.
Ora mi sta capitando la stessa cosa con la masturbazione.
Mesi fa mi è capitato di avere delle piccole perdite dopo la masturbazione, perdite riconducibili al ciclo appena passato: questo è il pensiero razionale, ma la mia mente ha deciso di partire per un viaggio tutto suo e crearci un film sopra.
Da allora ho dovuto passare i giorni seguenti continuando a masturbarmi solo per verificare che non succedesse di nuovo.
Quando ho sentito di aver fatto abbastanza "prove" sono andata oltre.
Il problema è che ora, ogni volta che provo a masturbarmi, controllo ossessivamente che vada tutto bene, e l'altra sera mi è capitato di vedere questa macchia marroncina sulle mutande e quindi ho dovuto, nei giorni successivi, riprovare per vedere che non succedesse di nuovo.
Premetto che ho fatto tutti i controlli a riguardo (pap test, ecografia e quant'altro ) già dalla prima volta in cui mi è capitata questa paura, ovvero un paio di mesi fa, quindi clinicamente non ci sono problemi.
La mia paura non è nemmeno di avere una qualche malattia, ma semplicemente che accada qualcosa al di fuori del mio controllo, qualcosa di diverso dall'abitudine, non so spiegarmi.
Sono due giorni che continuo a "provare" e non è più successo nulla, ogni volta mi dico che è abbastanza, che posso smetterla di provare, anche perché è deleterio e non ho voglia di farlo. Torno stanca dal lavoro e vorrei solo rilassarmi, ma so che devo fare l'ennesima prova per controllare che sia tutto ok.
Non ce la faccio più, questa è solamente l'ennesima ossessione degli ultimi mesi. Sono convinta che passerà, per poi far presto spazio ad un'altra.
Il Doc non mi ha mai abbandonata del tutto, ma non era stato più così forte come ultimamente. Non so perché mi abbia colpita nuovamente così forte, è destabilizzante.
Sono già in cura dalla mia ex terapeuta ma dall'inizio della quarantena non ho sue notizie, ieri ho provato a contattare lo psichiatra che mi prescriveva i farmaci, settimana prossima proverò ad andare da lui per un consulto.
Scusate lo sproloquio, ma non posso parlare di queste cose con nessuno e avevo bisogno di sfogarmi.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0588 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]