Powered by Invision Power Board



Pagine : (6) [1] 2 3 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> The Imp Of The Mind, libro di Baer
 
giovannalapazza
Inviato il: Giovedì, 29-Nov-2012, 13:04
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



Lavoro di traduzione in italiano dell'opera “The Imp Of The Mind” di Lee Baer.

Lee Baer è un famoso terapista Americano del Massachusetts general hospital che ha dedicato la sua vita e la sua specializzazione nella cura del disturbo ossessivo compulsivo (doc).


“The Imp Of The Mind” è una famosa opera di Lee Baer che spiega come i pensieri intrusivi siano presenti in ogni essere umano ma purtroppo come nel caso dei disturbi ossessivi possano trasformarsi in pensieri che creano ansia e disagio e rinforzare i meccanismi ossessivo/compulsivi, ma uscirne è possibile!

Purtroppo l'interessantissimo lavoro che Lee Baer ha fatto con questo libro è disponibile in lingua Inglese solamente e non ne esiste un edizione Italiana.

Ecco che quindi è nato questo lavoro di traduzione senza alcun fine di lucro o di violazione del copyright dell'editore americano o di Baer stesso, ma solo per rimediare a una grande mancanza

ossia che questa opera come purtroppo anche altre opere rivolte ai dokers (sofferenti di doc) e ai loro cari non sia tradotta e pubblicata in italiano da nessun editore nostrano!

Testo estrapolato da psico forum grazie alla preziosissima operazione di traduzione di alcune fantastiche utenti a cui va il nostro più sentito GRAZIE PSICO-kiss.gif il merito e l'impegno che avete avuto in questo progetto è grandioso e servirà a far migliorare molte persone oltre che essere uno
splendido strumento per i futuri dokers che chiederanno aiuto, citando l'associazione americana sul

doc “Don't suffer in silence! Non soffriamo in silenzio; reagiamo.

PREFAZIONE

Fin da quando Sally, una nuova madre, aveva portato sua figlia neonata , Jessie, a casa dall'ospedale aveva sempre piu’ paura di stare sola con lei un pochino.

Ora, quando lei si prende cura di sua figlia da sola, pensa a come sarebbe facile per lei tirare la sua Jessie indifesa contro un muro e fracassargli
il cranio, o come lei potrebbe soffocarla rapidamente sotto il suo cuscino.

Se Sally vede un coltello sulla cucina, l'immagine di pugnalare Jessie inonda la sua mente,disgustandola e riempiendola di sensi di colpa. Suo marito Jack trova strano che Sally preferisce che sia sempre lui a cambiare il pannolino di Jessie, e che lui le faccia il bagno, mentre Sally cerca di starle lontano il più’ possibile.

Ma finora lei non può’ ammettere a Jack i pensieri terribili, si sente
vergognosa e disgustata."nessuna altra madre potrebbe avere pensieri come questi devo essere “pazza” lei mi dice attraverso le sue lacrime.

Quando l'assicuro che i suoi pensieri non sono rari come lei crede e che io non sono per niente preoccupato sul fatto che lei li metterà’ in atto ,Sally si sente leggermente sollevata ma anche confusa come può essere così sicuro che io non sono in fondo un assassina che un giorno con uno
scatto uccida Jassie?

Lei mi chiede.

Ma da molti fatti, che lei si sente colpevole e si preoccupa di avere pensieri così terribili e che lei prima non ha danneggiato mai fisicamente nessuno, sono tutti indizi che io ho per essere in grado di riassicurarla che lei non è un'assassina, ma piuttosto una tra milioni di persone che soffrono in silenzio di cattivi pensieri.

Cosa intendo dire con "cattivi pensieri?" vogliono dire qualche cosa di specifico: Pensare le cose più inadeguate nei momenti più inappropriati.

Questi continui pensieri ed immagini quasi sempre rientrano in queste tre categorie: pensieri aggressivi ed impropri pensieri sessuali ed impropri o
pensieri religiosi e blasfemi.


Questi cattivi pensieri talvolta riguardano il danneggiamento di un bambino innocente, talvolta esortano a saltare dalla cima di un edificio alto, talvolta esortano a saltare di fronte ad un treno in arrivo, o esortano a spingere un'altra persona sotto un treno o automobile.

Alcuni soffrono di pensieri sessuali li trovano inaccettabili sia verso persone che conoscono sia verso estranei-o forse anche verso figure religiose come Dio, Gesù o Maria.

Altri si risvegliano domandandosi se hanno stimoli incestuosi, o si preoccupano se hanno impulsi a dire cose razziste totalmente contrarie alle loro credenze.

Poiché’ state leggendo questo libro, suppongo che come me siete curioso di sapere perché’ si abbiano tali pensieri-. le ultime cose che noi vorremmo- così io esplorerò dettagliatamente lo stato attuale delle conoscenze e perché’ abbiamo questi pensieri, in particolare quello che li provoca, e quello che succede nel nostro cervello mentre noi li sperimentiamo.

Nelle pagine che seguono spiego la varietà dei cattivi pensieri che i miei pazienti sperimentano, ed i disturbi che possono elevarli a problemi seri (particolarmente disturbo ossessivo-compulsivo e depressione post-partum e altri).

Questi pensieri sono molto più comuni di quello che solitamente
possiamo credere, mentre varia da cattivi pensieri miti che quasi ognuno ammette di avere di quando in quando, a cattivi pensieri severi (la ricerca che io discuterò più tardi suggerisce che può essere sopportato da milioni di adulti).

Sfortunatamente molti adolescenti soffrono anche di cattivi pensieri seri, convincendoli spesso che loro sono persone moralmente cattive e che realmente hanno impulsi sessuali verso i loro genitori o a fare qualche cosa ugualmente detestabile .

Purtroppo da bambini raramente impariamo, come
le nostre menti funzionano, o a scuola o in famiglia, lasciandoci cosi’ dopo a malintesi. Forse voi o qualcuno che voi amate ha sofferto di " cattivi pensieri" brevemente in passato o continuamente durante il corso di molti anni. In caso affermativo probabilmente non avete mai detto a nessuno, ne’
a un amico fidato ne’ al coniuge dei vostri cattivi pensieri – terrifica dalla probabilità’ che potessero pensare che lei fosse matta (e probabilmente avrete pensato molte volte questa cosa!).

Probabilmente evitare la situazione che scatena i pensieri e provare vergogna per avere questi
pensieri in primo luogo.

Se Lei proviene da un sfondo religioso e severo,si può preoccupare se e’
già condannato all’inferno, specialmente se Lei crede che il solo pensiero sia già’ un peccato grave come nell’eseguirlo.

Questi non sono evidentemente quel genere di pensieri che uno discute a una festa ma semplicemente apprendendo che questi pensieri fanno parte dell’essere umano, e che altri simili stanno probabilmente girando nelle menti delle persone che incontra sulla strada ogni giorno, questo dovrebbe rassicurarla sul fatto che non e’ diversa da come lei e’ preoccupata di essere.

C'è aiuto per i suoi pensieri, e loro non devono rovinare la Sua qualità della vita; loro possono essere addomesticati (un sinonimo per domestico è addomesticare, entrambi significano conviverci).

Nella seconda parte di questo libro, spiego i trattamenti all'avanguardia che Lei può sperimentare da solo o con un professionista per convivere con i Suoi cattivi pensieri (incluso una serie affascinante di esperimenti che mostrano che più Lei tenta di fermare i Suoi cattivi pensieri, più’ li rafforza).

Non sarebbe strano per Lei avere dubbi sul fatto che un giorno agirà sui Suoi pensieri, e che nel profondo Lei è un criminale. Perciò io affronterò’ il tema impegnativo di come si può’ essere sicuri che non si agirà’ mai su questi pensieri; cioè’ se si soffre di ossessioni che cosa ti rende diverso da
un Susanna Smith o un Jeffrey Dahmer che realmente hanno fatto le cose che ti preoccupi di
fare..

Forse più importante, spero di farvi sentire meno soli ed indifesi, e darvi la speranza che si può’ ancora trovare la pace nella mente.

Come psicologo autorizzato io sono eticamente obbligato ad adottare provvedimenti in caso credo che la mia paziente sia un pericolo per gli altri.

Eppure ogni settimana qualche madre mi dice che
ha pensieri di danneggiare il suo bambino, un padre mi dice che si preoccupa se lui molesterà sua
figlia, e uomini e donne mi dicono che loro pensano di sterzare la loro automobile contro un pedone
innocente o spingere un pendolare sotto un treno in arrivo e di fronte a questo non intento nessuna
causa, perché?

Perché l’esperienza e la ricerca mi hanno insegnato che queste persone non sono veramente pericolose per gli altri.

I loro pensieri li lasceranno sentire colpevoli e depressi e, troppo
spesso, impediti, ma i loro cattivi pensieri rimarranno quasi certamente solo quello-cattivi pensieri.

Durante il corso dei venti anni passati io sono divenuto un esperto nel trattamento di disturbo ossessivo-compulsivo (OCD per brevemente) che un disturbo neuropsichiatrico caratterizzato da ossessione mentale sconvolgenti e compulsioni come lavare continuamente le mani o controllare la
serratura della porta.

Durante questo periodo la nostra clinica OCD presso il Massachussetts
General Hospital e’ cresciuta fino a diventare il più’ grande e il più’ conosciuto al mondo per i pazienti passati e presenti che ammontano a un totale di quasi 2000.
I miei colleghi Drs.. Michael Jenike e William Minichiello ed io abbiamo collaborato con cura al
libro principale sul ODC e relativo disturbo che e’ attualmente alla sua terza revisione e e’ utilizzato
da medici e studenti di medicina di tutto il mondo.


Ho anche scritto “ottenere il controllo” un libro che descrive l’effettivo comportamento-trattamento della terapia per l’ODC, che e’ ora disponibile in 4 lingue.

Nel parlare coi miei propri pazienti e corrispondendo per posta e E-mail con chi soffre di OCD che e’ lontano come Meridionale Africa, Asia ed Australia, sono stato affascinato dal grande numero di pazienti che hanno cercato il mio aiuto , il mio aiuto per i loro problemi e poi, in risposta alle mie
domande,hanno ammesso di soffrire da tanti anni di ossessioni aggressive,ossessioni sessuali o blasfeme.


Io ora sono convinto che questo è un problema sottovalutato, per esempio, mezzo milione di donne americane all'anno soffrono di pensieri orribili sul danneggiamento dei loro neonati - anche se loro
non faranno mai questo! P

urtroppo la maggior parte di queste donne non cercano un trattamento,
probabilmente perché’ sono cosi’ imbarazzate da questi pensieri che non vogliono parlarne ne’ con
il medico ne’ con la famiglia.

Anche se le persone con pensieri inaccettabili come questi, oggi,gli sarebbe diagnosticato il DOC,
la maggior parte di loro non si sentono identificati con questo disturbo perché loro non si lavano le
mani o controllano serrature di porta.

Nessuno dei libri che sono pubblicati sul DOC negli ultimi
dieci anni (incluso il mio “ottenere il controllo”) si sono focalizzati su questi particolari sintomimentali.


Studi epidemiologici in tutto il mondo suggeriscono che può essere il genere più comune di
DOC.

questo è particolarmente infelice in quanto negli ultimi dieci anni abbiamo sviluppato
trattamenti potenti per trattare efficacemente questi pensieri intrusivi.
Durante il corso dei due anni passati io ho condotto un gruppo di appoggio settimanale all’Ospedale

di McLean per tentare di aiutare chi soffre di cattivi pensieri.

E’ stato gratificante per me sentire partecipanti affermare che grazie a questo gruppo hanno appreso
di non essere da soli, e che c'è speranza per il recupero. Nello stesso tempo io ho imparato molto dai
partecipanti ascoltando le loro storie molte delle quali descrivo in questo libro.

A oggi ho incontrato o ricevuto diverse centinaia di persone coi cattivi pensieri, ed ho notato due
paradossi intriganti fra loro:

1- quasi tutti color che vengono da me per un aiuto coi cattivi pensieri pensano che lui o lei siano
l'unica persona con questi pensieri , eppure se negli Stati Uniti tutti quelli che soffrono di questi
cattivi pensieri si riunissero, formerebbero la quarta città più grande degli Stati Uniti, con una
popolazione superiore a quella i di New York, Los Angeles, e Chicago.

2- coloro che soffrono di cattivi pensieri sono spesso più’ tormentati rispetto alle altre persone con
qualsiasi altro disturbo psichiatrico che ho conosciuto e molti hanno contemplato o hanno tentato il
suicidio. Eppure loro non hanno quasi mai detto ad un altro essere vivente del disturbo, soffrendo
invece in privato.
Si potrebbe dire che ho dovuto scrivere questo libro per aiutare a risolvere queste due spiacevoli
situazioni, ma correggibili.
Le informazioni contenute nelle pagine che seguono raccontano il genere di informazioni che io
darei a Sally e a pazienti simili durante i nostri incontri:il primo per aiutarla a comprendere appieno
il suo problema coi "cattivi pensieri", e quindi insegnarle ad addomesticare questi pensieri in modo
che così non la facciano più’ stare male.

I casi che io descrivo nelle pagine seguenti sono esperienze di pazienti reali, o gruppi di molti
pazienti, con tutti i nomi cambiati e le identità mascherate per proteggere la riservatezza. Li
ringrazio per avere diviso le loro storie di vita con me.
Boston, Massachusetts aprile 2000.


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Giovedì, 29-Nov-2012, 13:21
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



to be continued

and migliored ( laugh.gif )
se volete il libro completo scrivetemi un mp e vi darò indicazioni


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
Adv
Adv














Top
 
MissElle
Inviato il: Giovedì, 29-Nov-2012, 16:05
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 278
Utente Nr.: 9.973
Iscritto il: 03-Apr-2012



Grazie Giovanna,dall'introduzione sembra che sarà una lettura interessante PSICO smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
BLUEGIRL
Inviato il: Giovedì, 29-Nov-2012, 16:45
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 567
Utente Nr.: 9.988
Iscritto il: 06-Apr-2012



seguo attentamente!! PSICO-si.gif PSICO-si.gif


--------------------
Distruggi le tue paure o loro distruggeranno TE.

PMEmail Poster
Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Giovedì, 29-Nov-2012, 19:47
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



ringraziate tunnel, figlia dei briganti l'ha tradotto quasi tutto lei


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
Zanji
Inviato il: Domenica, 02-Dic-2012, 20:50
Quote Post


Unregistered









tunnel (alias la figlia dei briganti) è un mito cool.gif


sappiatelo, in questa cartella si professa il culto di tunnel laugh.gif


Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 14:27
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



CAPITOLO PRIMO

Lo Spirito di Perversità

Lo ammetto. Non posso guidare dietro un camioncino con un cane a bordo nella parte posteriore del veicolo.

Ogniqualvolta lo faccio, i pensieri mi assalgono di nuovo. Mi immagino che il cane venga sbalzato via, sulla strada, e successivamente investito dalla mia auto.

Io cerco di allontanare dalla mia mente l'immagine del cane stritolato sotto le ruote ma non ci riesco.

Per bloccare questi pensieri o devo accelerare e superare il camion oppure devo rallentare, farmi superare da altre macchine fino a quando il cane non è fuori dalla mia visuale, e non mi resta che sperare che il camion cambi direzione presto (deviando in altre strade).

Perché ho certi pensieri?

Io conosco tutte le teorie psicologiche e fisiologiche - che discuterò in dettaglio più tardi - ma una descrizione letteraria spesso cattura in maniera più vivida ciò che sta accadendo: Non è altro che il mio personale "spirito di perversità", arrampicato magari proprio sulla mia spalla destra, che sta sussurrando e suggerendo questi pensieri inerenti il cane all'orecchio della mia mente.

Esattamente
chi è questo "spirito"?

Per quanto mi riguarda Edgar Allan Poe l'ha raffigurato perfettamente nel suo breve racconto

"Spirito di Perversità":

"Un principio innato e primitivo dell’azione umana, un qualche cosa di paradossale, che noi possiamo chiamare “Perversità” in mancanza di un termine più adeguato, nel senso che intendo io.

Sotto la sua influenza noi agiamo solo perché non dovremmo, in teoria,...non ci può essere ragione più irragionevole di questo “perché” ma in realtà non ne esiste qualcuna più forte.

Per certi spiriti, in certe condizioni, essa diventa del tutto irresistibile.
Io non sono tanto sicuro di respirare quanto lo sono del fatto che la certezza del male e dell’errore, di una data azione, di solito è l’unica forza invincibile che ci spinge, è essa e nient’altro che essa a condurre a fondo quell’azione.

Nè codesto prepotente impulso di fare il male per il male tollera di
venire analizzato o scomposto in elementi ulteriori,è un impulso radicale, primitivo, di per se stesso elementare.

Siamo sull’orlo di un precipizio, vi gettiamo dentro un’occhiata e malessere e vertigini ci colgono.

Il nostro primo impulso è di tirarci via dal pericolo, ma non di meno inesplicabilmente restiamo.

A poco a poco il nostro malessere, la vertigine, l’orrore, sfumano dentro la nuvola di una sensazione ineffabile, a gradi ancora + impercettibili questa nuvola assume una forma come il vapore di quella bottiglia dalla quale uscii un genio nelle Mille e una Notte, ma questa nostra nuvola sull’orlo del
precipizio si condensa in una forma assai più terribile di qualsiasi genio o demonio da racconto.

E’ nient’altro che un’idea, una paurosa idea, un’idea che ci agghiaccia il midollo delle ossa con la ferocia voluttà del suo orrore, è semplicemente l’idea delle sensazioni che proveremmo durante il rovinoso precipitare di una caduta da simile altezza.

Questa caduta e l’annientamento fulmineo che ne conseguirebbe, noi cominciamo a desiderarle ardentemente e perché?

Perché per l’appunto implica la più spaventevole e odiosa tra le + odiose e spaventevoli immagini di morte e agonia che mai si siano presentate alla nostra immaginazione, e siccome la ragione ci distoglie con violenza dall’ orlo dell’abisso ecco che con tanto più impeto lo avviciniamo.

Esaminiamo tutte le azioni di questo genere e troveremo che derivano sempre unicamente dallo spirito di perversità e cioè noi le commettiamo solo in quanto sentiamo che non dovremmo commetterle.

Al di fuori di questo non c’è alcun principio intellegibile...."

Basandomi sulla mia ricerca ed esperienza clinica con i miei pazienti, sono convinto che Poe abbia catturato una condizione umana universale con la descrizione di tale “spirito”.

Questo fenomeno è stato descritto da altri, da vari nomi e in varie epoche: dal neurologo francese

Pierre Janet è chiamato “associazione per contrasto”.

Nel quale il paziente si sente spinto a fare esattamente l’opposto di ciò che intende fare.

Ma queste descrizioni per me mancano dell’eleganza di Poe.

Come ho già ammesso, talora il mio personale “spirito” fa la sua comparsa attraverso pensieri e impulsi non intenzionali, non voluti, che sono in contrasto con le norme della società in cui viviamo: sbandare con la macchina andando fuori strada, oppure urlare oscenità in pubblico, ad
esempio.

E sono pochi coloro che possono affermare con onestà di non aver mai riconosciuto questo “spirito”all’opera dentro di loro.

Pensieri clinici intrusivi

Fortunatamente per me e per molte persone questi occasionali "brutti pensieri" non sono null'altro
che seccature momentanee.

Ma alcune persone, che sono in cura da me, non sono così fortunate.

I loro "cattivi pensieri" possono vertere su tematiche di violenza o sessuali o blasfeme e possono bombardarli praticamente ogni ora.

Questi cattivi pensieri - chiamate vere e proprie ossessioni se manifestate in forma grave - possono compromettere quanto di più caro le persone hanno nella vita: alcune persone hanno paura ad avere figli o stare insieme a loro, altri non riescono ad avere delle normali relazioni, altri ancora sono così
paralizzati da non riuscire neppure a portare avanti quelle che sono le normali attività, i normali impegni quotidiani- hanno paura, ad esempio, ad uscire fuori di casa - sempre a causa di questi cattivi pensieri.

A volte alcuni arrivano addirittura a prendere in considerazione il suicidio.
Si tratta di ossessioni di una certa rilevanza clinica e richiedono un trattamento mirato.

Circa due anni fa ho iniziato ad occuparmi delle problematiche di un gruppo composto di uomini e donne che soffrono di questo tipo di pensieri intrusivi, presso l' Ospedale McLean.

Da allora ho avuto modo di parlare con dozzine di pazienti che soffrono di tale disturbo e che non sono mai riusciti a confidarsi con nessuno, costoro si sono sentiti sollevati dal fatto di non essere soli e di sapere che molte altre persone soffrono del loro stesso e identico problema.

Sono davvero rimasto sbalordito dal modo in cui pensieri così intrusivi e penosi possano aver letteralmente compromesso la qualità della vita di queste persone.

Quasi tutti coloro che si sono uniti al mio gruppo, per una serie di ossessioni dal contenuto violento o di tipo sessuale, hanno pensato al suicidio come soluzione (alcuni hanno provato davvero a metterlo in pratica), altri, pur non essendoci arrivati, hanno visto completamente distrutti i loro rapporti sociali.
Alcuni non riescono a frequentare nessuno a causa di essi, altri sono addirittura costretti a divorziare.


Molti evitano di avere dei bambini intorno, altri devono tenersi alla larga da programmi televisivi, film, libri, riviste, e giornali che trattano temi inerenti episodi di violenza, di tipo sessuale, per timore di essere nuovamente bombardati da simili pensieri.

In teoria lo "Spirito di Perversità" ci fa visita saltuariamente, e di fronte ad esso noi possiamo
reagire in due modi diversi:

- Diamo a questi pensieri poca attenzione, non gli diamo credito, e quindi vanno e vengono dalla
nostra vita, oppure----->
- Rimaniamo talmente scossi da questi pensieri, gli diamo un peso eccessivo, e questo fa sì che essi si ripresentino più e più volte, durante il giorno, finendo con il compromettere i nostri impegni quotidiani, lavoro compreso.


Per quanto riguarda quest'ultimo punto mi ricordo di Isaac, un mio paziente tra i venti e i trent'anni, che ha sempre amato gli animali.

Nel periodo in cui l'avevo in cura, lui rabbrividiva ogni volta che per strada vedeva passare un cane o un gatto.

Bastava un'occhiata alla parte posteriore dell'animale a provocargli un bombardamento di cattivi pensieri - lui si sentiva costretto a fissare l'ano del cane e da lì ripartivano tali ossessioni..

Il contenuto di questa ossessione era sempre lo stesso: avere un rapporto sessuale con l'animale, e la preoccupazione conseguente di essere "sul serio" un pervertito.

Spesso lui stesso si convinceva che era vero e si interrogava in questo modo: "Perché mai dovrei guardare un cane o un gatto per strada sentendo l'impulso di fissare le parti intime dell'animale e immaginare di avere un rapporto sessuale con loro se non per il fatto che, a questo punto, è davvero
ciò che desidero fare?" (spiego meglio: lui si sta chiedendo questo "se ho questi pensieri allora è
Perché, forse, in fondo, lo desidero veramente, ergo sono un pervertito!").


Dopo che Isaac mi ha raccontato la sua storia durante il nostro primo incontro, gli ho detto che se era seriamente intenzionato a guarire da questo disturbo, la prima cosa da fare era capire e credere fermamente in questa mia affermazione:

Tu non sei anormale come credi di essere, non sei un pervertito.

Ogni essere umano saltuariamente prova questo "Spirito di Perversità", che ti provoca dei pensieri inappropriati nei momenti più inappropriati!

Per aiutare Isaac a convincersi di questo, gli ho mostrato una lista di pensieri intrusivi che fanno parte di un questionario dato a degli studenti di un corso di studi, a Londra, da un certo psicologo, il Dr. Stanley Rachman, e i suoi associati.

Isaac è rimasto sorpreso quando gli ho rivelato che in realtà tutti gli studenti hanno ammesso di aver avuto, ogni tanto, dei pensieri simili.

Ho incluso parte di questi pensieri nella tabella numero 1.

TABELLA 1:

IMPULSI O OSSESSIONI SESSUALI-

Pensieri inerenti atti di violenza riguardo la sfera sessuale
-Pensieri di punizioni di tipo sessuale nei confronti del proprio compagno/a
-Pensieri di atti sessuali "contro natura" (incluso il sesso con animali)
-Impulso a prendere parte a pratiche sessuali che possono causare sofferenza al proprio partner
-Impulsi sessuali nei confronti di donne attraenti, conosciute e non
-Impulso a violentare una donna, conosciuta e non
-Immagini ripetitive, dal contenuto blasfemo e osceno, che hanno per oggetto la Vergine Maria

IMPULSI VIOLENTI O OSSESSIONI
- Pensieri inerenti il far del male a persone anziane
- Desiderare o immaginare che una persona cara venga ferita o le venga fatto del male
- Impulso a aggredire e uccidere in maniera cruenta un cane
- Impulso ad aggredire e uccidere in maniera cruenta qualcuno
- Pensare o desiderare che qualcuno scompaia dalla faccia della terra
- Impulso a colpire improvvisamente e ferire qualcuno
- Pensieri di grande rabbia nei confronti di qualche parente del passato
- Impulso a far del male o a usare violenza nei confronti dei bambini, specie di quelli più piccoli e
indifesi
- Impulso di gridare contro e di abusare di qualcuno

FORTE DESIDERIO O PENSIERI RIGUARDANTI IL FARE COSE SCONVENIENTI IN PUBBLICO- Impulso a attaccare e punire violentemente qualcuno (ad es, scagliare un bambino fuori
dall'autobus)
- Impulso a dire qualcosa di sconveniente e di dannoso verso qualcuno
- Impulso a dire cose inappropriate e sgarbate - "impulso a fare la cosa sbagliata al momento
sbagliato)
- Impulso a spingere la gente tra la folla
- Pensieri di carattere blasfemo durante le preghiere

Successivamente, ho detto ad Isaac che questo genere di pensiero intrusivo non è solo comune a
tutti gli esseri viventi nella nostra epoca, ma ha sempre fatto parte della condizione di "esseri
umani", perlomeno a partire dal momento in cui l'uomo ha dapprima sviluppato il linguaggio e poi
si è dato delle regole di comportamento, quando ha iniziato ad uscire dalla sua individualità e
organizzarsi in gruppi.


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
 
Dr.Dock
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 16:01
Quote Post


Psico Nonno
****


Messaggi: 5.778
Utente Nr.: 8.040
Iscritto il: 08-Mag-2011



Ti seguo con interesse, grazie per la traduzione.
L'unica cosa che mi lascia qualche dubbio è questo spirito di perversità, io li chiamerei piuttosto pensieri involontari, giusto per sminuire un po' i toni...


--------------------
L'illusione più pericolosa è quella che esista soltanto un'unica realtà

Smettete di compulsare e iniziate a lavorare

I LINK DA ME CONSIGLIATI
Mini-guida Per L'ansia E Pensieri Disfunzionali ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=65726
Errori, Esercizi, Tool, Racconti, Test ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&act=...=0#entry1355735
Post Per Stare Meglio (la mia prima guida) ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=62228
Scelta del Terapeuta, Orientamento Psicoterapeutico ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=68151
Gli inganni della Mente ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=69332
PM
Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 17:20
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



QUOTE (Dr.Dock @ Venerdì, 18-Gen-2013, 15:01)
Ti seguo con interesse, grazie per la traduzione.
L'unica cosa che mi lascia qualche dubbio è questo spirito di perversità, io li chiamerei piuttosto pensieri involontari, giusto per sminuire un po' i toni...

è una citazione di Poe l'autore parte da quella per approfondire


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
Begon
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 18:31
Quote Post


Unregistered









Interessantissimo; solo le cose che mi diceva la psicologa! Grazie per il lavoro di traduzione!
Top
 
Dr.Dock
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 18:53
Quote Post


Psico Nonno
****


Messaggi: 5.778
Utente Nr.: 8.040
Iscritto il: 08-Mag-2011



QUOTE (giovannalapazza @ Venerdì, 18-Gen-2013, 16:20)
QUOTE (Dr.Dock @ Venerdì, 18-Gen-2013, 15:01)
Ti seguo con interesse, grazie per la traduzione.
L'unica cosa che mi lascia qualche dubbio è questo spirito di perversità, io li chiamerei piuttosto pensieri involontari, giusto per sminuire un po' i toni...

è una citazione di Poe l'autore parte da quella per approfondire

Ah, ok!!! postioma_ok.gif


--------------------
L'illusione più pericolosa è quella che esista soltanto un'unica realtà

Smettete di compulsare e iniziate a lavorare

I LINK DA ME CONSIGLIATI
Mini-guida Per L'ansia E Pensieri Disfunzionali ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=65726
Errori, Esercizi, Tool, Racconti, Test ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&act=...=0#entry1355735
Post Per Stare Meglio (la mia prima guida) ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=62228
Scelta del Terapeuta, Orientamento Psicoterapeutico ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=68151
Gli inganni della Mente ☛ http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=69332
PM
Top
 
giovannalapazza
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 18:58
Quote Post


Amministratrice Socratica
********


Messaggi: 58.834
Utente Nr.: 38
Iscritto il: 02-Lug-2007



dovete ringraziare tunnel, anche se non scrive più qui, se lo volete tutto tradotto credo lo troverete anche sul suo forum


--------------------
See me
Se ti senti triste vai qui: http://vibrisse.tumblr.com/


Women and cats will do as they please, and men and dogs should relax and get used to the idea


visitate la nuova cartella: vincere le ossessioni
PM
Top
Begon
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 19:13
Quote Post


Unregistered









QUOTE (giovannalapazza @ Venerdì, 18-Gen-2013, 17:58)
dovete ringraziare tunnel, anche se non scrive più qui, se lo volete tutto tradotto credo lo troverete anche sul suo forum

E quale sarebbe il suo forum?
Top
Begon
Inviato il: Venerdì, 18-Gen-2013, 19:27
Quote Post


Unregistered









QUOTE (giovannalapazza @ Venerdì, 18-Gen-2013, 18:25)
QUOTE (Begon @ Venerdì, 18-Gen-2013, 18:13)
QUOTE (giovannalapazza @ Venerdì, 18-Gen-2013, 17:58)
dovete ringraziare tunnel, anche se non scrive più qui, se lo volete tutto tradotto credo lo troverete anche sul suo forum

E quale sarebbe il suo forum?

non sono autorizzata a dare il link , se passa nicoletta le chiedo di dartelo

Grazie, la lettura di quel libro mi interesserebbe.
Top
 
littlesweet
Inviato il: Lunedì, 28-Gen-2013, 00:40
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 145
Utente Nr.: 9.682
Iscritto il: 11-Feb-2012



moolto interessante,magari vorrei continuare a leggerlo blush.gif . Fatemi sapere PSICO smile.gif PSICO hug.gif


--------------------
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (6) [1] 2 3 ... Ultima » Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0832 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]