Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) 1 [2] 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Non So Più Cosa Sia Vero O Falso, Doc da relazione
 
moonofhislife29
Inviato il: Martedì, 05-Feb-2019, 20:34
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



QUOTE (Ciccia12345 @ Martedì, 05-Feb-2019, 10:02)
Anche io pensavo di non meritare la felicità, anche io pensavo che fosse una punizione, il mio doc è subentrato dopo un vero momento di serenità e felicità, per cui per me è stato ancora più destabilizzante! La rabbia mi ha accompagnato in questi mesi, credo di essere ancora arrabbiata, ma adesso guardo tutto con occhi un po’ diversi.
È un lavoro che va affrontato piano piano, non ci si può aspettare miglioramenti tutti in un minuto, ma giorno per giorno.
Nei vari siti che ho frequentato spesso leggevo che esperienze positive generano pensieri positivi, mi dicevo: che banalità, ma come si fa ad avere esperienze positive in questo stato, in uno stato di piena sofferenza e negatività! Ma più si è negativi e più si sprofonda! Bisogna lasciare aperto un piccolo spiraglio nella nostra mente, una piccola luce, che piano piano diventerà sempre più forte se impariamo a non opporgli resistenza.
Ho risalito la crina dopo aver toccato il fondo! Ho davvero avuto paura di morire, ho davvero percepito la voglia di uccidermi e da sola mi sono spaventata! Di solito il pensiero di farmi del male mi balenava in testa come un’onda anomala, ma in quel preciso istante era così reale, così verosimile che ho pianto come non ho fatto e mi sono detta: io non voglio morire! Io non voglio fare questo! Io non voglio vivere così!
Anche nell’oscurità bisogna sempre sperare in una via d’uscita.
Adesso sono diversa, diversa da come quando avevo il doc, ma anche diversa rispetto a prima del doc, forse sto rinascendo o semplicemente crescendo!
Non sono mai cresciuta veramente, ho sempre messo la testa sotto la sabbia nelle situazione di sofferenza. Forse tutto ciò è servito a farmi crescere a farmi capire che non può essere sempre tutto rosa e romantico, ma anche grigio e noioso e addirittura nero e vuoto!
Ma moon ricorda che adesso stai vivendo il grigio e il noioso, ma ESISTE ANCHE IL BIANCO E IL SERENO! siamo giovani e abbiamo tutta la vita davanti! Abbiamo tanti sogni che dobbiamo realizzare e tante occasioni da perdere e da cogliere.
Adesso sei nella fase delle derealizzazione... forse la fase più brutta perché ti senti fuori dal mondo, fuori dal tuo corpo, non riconosci te stessa e nemmeno le persone che ti circondano oltre al tuo ragazzo! Devi fare presa sulle cose che esistono sul serio! Di solito io mi perdevo cercando di riconoscere mio padre: mi dicevo ma chi è lui che mi parla? Cosa c’entra nella mia vita! Ma chi siete voi tutti e cosa volete da me! Questo generava ansia... dopo un periodo di derealizzazione a me è subentrata la depressione.


Ho capito che è stato un percorso in continua evoluzione e che per riuscire ad uscirne bisogna prima toccare il fondo!
Io non so chi mi ha aiutato, non so chi mi ha permesso di continuare, non so con quale forza ho affrontato tutto quanto! Però adesso, in un certo senso, mi sento orgogliosa di me. Mi sento orgogliosa delle mie capacità, perché nonostante tutto sono ancora qui, non sto chiedendo aiuto bensì sto cercando di aiutare te.
Moonofthislife fortunatamente il mio cuore adesso è più leggero, ma a me piace pensare che non sia il mio cuore ad essere leggero, quello lo è sempre stato! Adesso è la mia mente che è fluida. Non dubitare del tuo sentimento! Nonostante il doc devi tenere conto del tuo sentimento! Non stai dubitando di amare, stai affrontando una paura, un dolore, che per quanto mi riguarda non ha nulla a che fare con il sentimento.

Ho visto così tante coppie lasciarsi, beh una volta lasciate si sono sentite libere come farfalle, aperte a nuove esperienze! Per noi non è così! Quindi almeno questo dovrebbe rassicurarti sul fatto che non è questione di sentimenti.

Spero di risentirti e di saperti meglio.

Cara Ciccia ❤️

Sei tanto dolce a dirmi tutte queste cose, anzi ti ringrazio doppiamente perché hai detto tutto quello che io spesso non riesco a dire! Senza saperlo hai anche dato un nome a quello che mi sta succedendo adesso: la derealizzazione..

L'orribile sensazione di non vedere più nella mente il viso della persona che ami, la sensazione di
Ora che mi sta accadendo, riconosco le sensazioni e ricordo di aver avuto altri episodi di questo genere nell'estate appena trascorsa, all'epoca prendevo la pillola che è stata la causa dello scoppio del doc (non che me lo abbia provocato, probabilmente era già latente dentro di me, ma siccome la pillola ha questa controindicazione di alimentare gli stati d'ansia, sicuramente è stato lì che il doc ha avuto modo di attecchire), quindi ricordo anche il batticuore con il quale mi svegliavo. Adesso il batticuore non ce l'ho più così frequente, ma le sensazioni di paura arrivano durante la giornata, magari non facendo niente di particolare. Però ecco svegliandomi mi sento proprio la testa marcia, come se fosse consumata. E mi alzo con una sensazione di delusione enorme addosso, come a dire "stamattina è l'ennesima mattina in cui mi sento così". Insomma, il tutto diventa anche profonda stanchezza fisica.

Sai cosa faccio di solito per convincermi che amo il mio ragazzo? Uso la gelosia. Preparati perché è una cosa stupidissima quella che sto per dirti. Io sono sempre stata ossessionata da una sua ex in particolare, con cui è stato diversi mesi prima di mettersi con me. Lei tiene una pagina su Facebook in cui scrive i suoi pensieri, ovviamente ha scritto anche di lui. Compulso spesso costringendomi a leggere quel che scriveva di lui, nonostante mi faccia un male cane leggere quella roba. Mi fa diventare pazza pensare che un'altra ragazza possa aver provato certe cose per lui. Ma per me diventa una cosa irrinunciabile quando ho le crisi da doc. Capisci? Farmi del male diventa irrinunciabile per smettere di stare male..
Un loop infinito..e ti confesso che anche in situazioni di doc estremo spesso non sono riuscita a forzarmi ad andare in quella pagina, per la troppa gelosia.

Sono orgogliosa di te Ciccia, si sente che sei una persona cresciuta, maturata, diventata forte e convinta di ciò che vuole! Anche se mai il doc tornerà con alcuni episodi (e ti auguro fortemente di NO!) non troverà una ragazza fragile ad aspettarlo ma una che se lo prende, lo ribalta, una che comanda, che ha vinto davvero. Sei davvero forte ❤️
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Martedì, 05-Feb-2019, 20:40
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



QUOTE (Moon90 @ Martedì, 05-Feb-2019, 12:26)
QUOTE (moonofhislife29 @ Domenica, 03-Feb-2019, 11:17)
Da tre giorni sto completamente perdendo il controllo della mia testa, delle mie emozioni e dei miei pensieri. Le compulsioni vanno così rapide ormai che non ho neanche la forza di provare a fermarle o quantomeno cercare di gestirle.
Ieri sono uscita col mio ragazzo come facciamo ogni sabato, ma era tutto così ovattato. Sentivo un muro tra me e lui. Ogni cosa che diceva o faceva diventava per me motivo di compulsione. Cose a cui non avevo mai badato prima, ma che anzi, mi sono sempre piaciute. La sua barba, il modo in cui era vestito. Perfino le cose che studia, di cui mi parla sempre e che ascolto sempre con curiosità e piacere, sono state motivo di domande ossessive per tutta la sera. Non sono riuscita a liberarmene neanche per un secondo. Sono stata divisa tutta la sera tra l'ansia, le compulsioni e la paura che scoprisse che qualcosa non andava, che mi chiedesse se lo amo ancora, che avrei potuto non rispondergli come avrei dovuto.
È stato tutto inconsistente. Non mi era mai, mai, mai successo in mesi di doc di trovare insopportabile ogni contatto con lui, ma contemporaneamente di volerlo disperatamente. Al contrario, nei mesi passati il contatto lo cercavo sempre per smentire il doc. Settimana scorsa, quando siamo usciti, invece, è stato tutto come al solito, bello, soprattutto PIENO. La sensazione di pienezza, di sentirmi completa, appagata, ha sempre caratterizzato il mio tempo trascorso con lui. Sono sempre tornata a casa completamente felice. Ieri appena messa in macchina per tornare a casa ero nervosissima, il doc addirittura mi suggeriva che se lo avessi visto con un'altra non mi avrebbe fatto alcun effetto mentre invece poi, ripensandoci in un momento morto, il solo pensiero mi ha fatta sentire come se mi avessero sparato dritto al cuore. Confusione totale. Ho guidato fino a casa piangendo tutto il tempo. Stanca morta raga. Stanca morta ve lo giuro. Il trucco tutto colato, fortuna che i miei erano già a letto o avrebbero pure chiesto spiegazioni. Mentre ero in macchina l'unico pensiero che mi rendeva la cosa più semplice era "come vorrei morire". Non so cosa stessi sperando, ma era la prima volta che invocavo la morte con tutto il mio cuore perché sono tuttora convinta che sia la sola soluzione a questo tormento. Non voglio lasciarlo, voglio stare con lui. Ma non so più se sia meglio vivere per sempre con questa tortura o morire ponendo fine a tutto, ma perdendomi tutto ciò che potrebbe (forse) migliorare.


Se dovessi usare due parole per descrivere la serata di ieri userei "emozioni bloccate". Lo guardavo da lontano e pensavo "quanto è bello" (e lo è davvero, è oggettivamente un bellissimo ragazzo), ma mi sentivo come se non riuscissi ad apprezzarlo e a dirlo pienamente. Come se le mie emozioni stessero per decollare ma di fatto rimanessero ferme, a terra. Un blocco totale, pensavo che fosse bello senza esserne coinvolta, come lo si direbbe di un quadro.

Spero che non vi disturbi se lo dico, ma abbiamo avuto anche un rapporto ieri. È stato bello come sempre, ma stavo con domande su domande in testa del tipo "ti piace davvero? Lo stai solo facendo contento? Lo stai illudendo. Potrebbe rifarsi una vita senza di te e tu lo tieni incollato a te in forza di qualcosa che non sai nemmeno cosa sia".

Arrivata a casa ho avuto appena il tempo di infilare il pigiama. Cinque minuti di orologio e stavo già dormendo. Avevo una stanchezza muscolare assurda, come quando hai la febbre per intenderci. Stremata completamente.

Non so ancora per quanto resisterò. Vi capita mai di pensare al vostro ragazzo/alla vostra ragazza e non riuscire a visualizzarne il viso nella mente? Come se fosse qualcosa di evanescente, di finto, di apparente?

Stanca, stanca, stanca. Troppo

ciao!

ci sono periodo in cui non si capisce più cosa si vero o cosa no, lo so, è dura...
hai bisogno di non pensare, o meglio di non rimuginare, perchè se rimugini non ci si capisce più nulla...tutto diventa il contrario di tutto, ecco perchè spegnere le rimuginazioni sul nascere è un buon antidoto...quando riconosci i pensieri ansiogeni, trova un pensiero competitivo, non dar tempo a quel pensiero di impadronirti di te...grazie che senti le emozioni bloccate...controlli di tutto

devi liberarti dal controllo

Ciao Moon, abbiamo quasi lo stesso nick 😊

Grazie del conforto..è un momento di confusione totale. Vorrei sapere come fare per non dar retta alle ossessioni né alle compulsioni, ma non ne ho davvero idea. Vorrei che ci fosse un interruttore e invece mi tocca constatare che, forse, ormai, i pensieri ossessivi vanno da soli. Non riesco più a controllarli, sono invasivi, arrivano quando meno me lo aspetto e hanno creato questa confusione di fondo in cui non conosco più il confine tra ossessione e realtà. Proprio perché, come dici tu, metto alla prova tutto, anche inconsciamente. Vivo in attesa di emozioni continue che provino i miei sentimenti ma nel mio profondo, purtroppo, so che anche se le avessi, non mi basterebbero e ne vorrei sempre di più. Sappiamo che è così che funziona il doc. Non appena acquisisci un minimo di certezza e serenità, lui la attacca e inizia a scavarla da dentro per cercarne il marcio e rovinarla, mettendo in discussione pure lei.

Hai ragione, devo spegnere tutto, devo trovare il modo. Venerdì scorso ho iniziato la palestra sperando mi aiutasse, ieri e stato il secondo giorno ma per ora nessun risultato sul fronte doc. Non resta che aspettare e respirare a fondo..
PMEmail Poster
Top
 
Pink23
Inviato il: Martedì, 05-Feb-2019, 20:47
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 378
Utente Nr.: 15.406
Iscritto il: 03-Mag-2015



Io (per ora) non ho mai avuto doc a tema relazione per cui non so dirti molto nello specifico, so solo che quando non sento l’ansia sto meglio, ma a volte invece ho questo macigno sullo stomaco e tutto crolla di nuovo. Ho aggiornato il mio vecchio post proprio con le sensazioni di oggi, peccato che non riesco ad avere consigli e forse nemmeno servirebbero... Mi sento tanto strana anch’io, apatica. Sembra che la paura e l’ansia io me le faccia venire a posta anche se in realtà sarei pronta ad andare con una donna e la cosa più brutto è che io so che questo è doc eppure una parte di me continua a dire che questa volta è diverso. Provo tipo un doc nel doc, non so come spiegarlo: sono ossessionata dalla paura di essere lesbica, cerco di pensare che sia doc ma la mia mente si è ossessionata sul fatto che non è doc.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Mercoledì, 06-Feb-2019, 01:13
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



L'ansia dell'ansia è una sensazione tipica dei disturbi ossessivo-compulsivi, è quello che subentra dopo aver rimuginato in lungo e in largo sul "tema principale" del nostro doc. Si passa quasi sempre anche una fase di paura che in realtà non sia doc, per il semplice fatto che non riusciamo a trovare una via d'uscita dal doc stesso.

La cosa sfinente è proprio questa: cercare di tenere duro abbastanza tanto da combattere il doc, quanto da comprendere che in qualsiasi forma si manifesti, si tratta di doc. Se alla base ci sono pensieri rimuginanti, ossessivi, scomodi, sconfortanti, che ti levano le energie, è un disturbo, non una malinconia passeggera. E a maggior ragione quando la cosa è così longeva, l'unica spiegazione plausibile (e che abbiamo il DOVERE di accettare, nei confronti di noi stessi) è che questo sia un disturbo. Devi tenere fermo il contatto con questo pensiero: hai prove tangibili che il tuo sia un problema serio, un disturbo della mente. Aggrappati a questo pensiero e razionalizza LENTAMENTE anche tutto il resto!
PMEmail Poster
Top
 
Ciccia12345
Inviato il: Mercoledì, 06-Feb-2019, 15:59
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 44
Utente Nr.: 19.230
Iscritto il: 29-Gen-2019



Salve ragazze...
Nonostante ci sia una parte di me che da quando mi sono iscritta mi dice di allontarmi da questo gruppo, c’e Un’altra parte di me che invece ne ha l’esigenza. Chiaramente vince sempre la seconda! Però non ne sono sconfitta, significa che ho bisogno di aprirmi, di confrontarmi, di mettermi alla prova, anche leggendo cose che potrebbero turbarmi.
Non so come descrivere il modo in cui mi sento. Ogni giorno è sempre più semplice, prima ogni giorno era sempre più difficile, sempre una delusione, proprio come hai detto tu moonofthislife, ti senti sconfitta soltanto aprendo gli occhi e rendendoti conto che nulla è cambiato, anzi... e giù con l’ansia.
Oddio se solo ripenso ai metodi di mia madre per farmi calmare: tisane con valeriana e Melissa!!! Non riuscivano nemmeno a farmi rilassare un dito! Che piaga l’ansia! Purtroppo non riusciremo a placare mai l’ansia se non accettiamo le ossessioni! Bisogna conviverci, non so davvero quanto possa essere longeva un’ossessione, quanto possa durare, ma imparare a gestirla è la chiave.
Le mie ossessioni vengono a farmi visita tutti i giorni, ma sono io che sono cambiata nei loro confronti! Ho interiorizzato che si tratta di ub’ossessione, ho capito che non sono desideri, anche se quando mi prende alla sprovvista un po’ di ansia me la genera, non lo nascondo, ma sto imparando!
Adesso il sole mi sembra più luminoso, l’aria mi sembra più fresca! Oddio quanto tempo ho passato davanti allo specchio cercando di riconoscermi, quante giornate ho sprecato, quante ore, quanti minuti della mia esistenza.
Ragazzi io voglio vivere, non vivere come un topo, nascondendomi o avendo paura!
Nessuno di noi dovrebbe farlo! Se solo ci penso ma alla fine che cazzo è quest’ansia???? Ma a cosa realmente serve? Ma davvero dobbiamo punirci così? Ma davvero non dobbiamo avere percezione di noi? Soffrire di derealizzazione e depersonalizzazione o ancor peggio depressione e ansia generalizzata? Ragazzi è tutto nella nostra testa! Tutto! Se facciamo vincere queste emozioni noi non vinceremo mai!
Ridicolizzate le vostre ossessioni! Guardatevi allo specchio e parlatevi con il cuore! Non meritiamo di soffrire così, non meritiamo una vita così!
Pensate ai vostri genitori, ai vostri cari! Lo so che in certe situazioni non riusciamo a pensare a noi figuriamoci agli altri, ma almeno aggrappatevi a qualcosa anche ad un cane.
Mio Dio quante volte ho chiesto scusa al mio cagnolino in questi sei mesi! Lui che è la luce dei miei occhi in questi mesi non sapevo nemmeno se avesse mangiato o bevuto! Che senso di colpa!
Lottate ragazzi!
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Giovedì, 07-Feb-2019, 00:26
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Grazie Ciccia, come al solito sai trovare sempre le cose migliori da dire..

La mia situazione è leggermente migliorata dal punto di vista dell'ansia. Adesso come dicevi tu sono in derealizzazione. Qualunque cosa io pensi del mio ragazzo mi appare finta. Fa così male. Un amore così bello, così dolce, così pulito..guarda che fine sta facendo..

Vorrei tornare a otto mesi fa, quando pensare a lui mi faceva stare solo bene. Tutto oggi l'ho pensato e ci ho parlato "con cautela", nel senso con la solita cadenza dolce e confortevole, ma senza spingermi troppo oltre per paura di star male. Reprimo i pensieri positivi per paura di non sentirmi felice come dovrei nel caso in cui lo pensassi. Ho paura a vederlo sabato e non sai che male fa 'sta sensazione.

Ho sempre desiderato che lui fosse il padre dei miei figli, sai. Non ho mai voluto sposarmi né avere figli prima di lui. Stavo così bene mesi fa al pensiero di una casetta nostra, una famiglia nostra. Mi sembra di non poter più tornare indietro.

Non riesco a collegare cose belle al suo viso, ma solo preoccupazioni. Non ho mai avuto una crisi così forte. Ma sai cosa davvero mi terrorizza? Che ritornino. Che magari tra qualche giorno (non sono troppo generosa, so che potrebbero passare anche mesi con la resistenza blanda che ho io..) durante il quale starò bene tornerà di colpo questa cosa. E ogni volta sarà sempre più dura rialzarsi, dopo essere stata bene.

Continuano i miei giochini con i numeri delle targhe e gli orari segnati sulla radio della macchina ma ormai tendono a tranquillizzarmi poco anche quelli. Le mie paure al momento si sono spostate al "non sei innamorata di lui, sei innamorata dell'amore, quindi è il momento di lasciarlo". Ma io non ce la faccio a lasciarlo. Non voglio. Però ecco per non lasciarlo vorrei avere dei motivi da sfoderare quando più ne ho bisogno e invece sti pensieri felici non arrivano. Un po' perché li blocco per paura di non essere felice ricordandoli, un po' perché ho paura che non sia doc.

E spero tanto che lo sia, altrimenti la mia vita senza il mio ragazzo non ha senso.
PMEmail Poster
Top
 
mylittlewarrior
Inviato il: Giovedì, 07-Feb-2019, 23:18
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 32
Utente Nr.: 19.242
Iscritto il: 06-Feb-2019



Ciao, sono nuova del forum e devo dire che la presenza di questo spazio per il confronto è fantastico.
Tornando a noi... so benissimo come ti senti e io stessa ci sono passata nel doc da relazione e tutt'ora ci passo.
È un DOC davvero davvero bastarda che ti fa sprofondare in una confusione totale e fa letteralmente ghiacciare le emozioni e dimenticare le cose belle che ci sono state.
In breve ti spiego come ho capito io stessa che è davvero frutto di fantasia e della tua testa, un giorno mi ero FOLLEMENTE innamorata (o forse cotta) di un ragazzo, emozioni FORTISSIME mai provate in vita mia con nessuno, era io mio principe azzurro (a distanza di anni è ancora rimasto). Ebbene anche in quell'occasione mi è balenata quella fott*******a domanda: E SE NON TI PIACESSERO?! attacco d'ansia e in 10 minuti ci sono ricaduta: emozioni ghiacciate e profonda tristezza.
A distanza di tempo sono riuscita a capire come gestirlo e quello che posso dirti è:
Gestiscila come le istruzioni riportate sul manuale di Lucio Odisei, ci ho provato e aiuta molto
Sappi che una persona che è in procinto di lasciare il proprio ragazzo NON HA ANSIA, lo so per esperienza. Quindi appena arrivano le classiche domande cerca di svagare, sposta la concentrazione su altro...
Vivi di emozioni e non di pensieri.
Il tuo è solo uno stato di ansia perenne che iper controlla e iper vigila e una persona con l'ansia non potrà mai rilassarsi quindi ciò che ti consiglio è di NON CREDERE A NULLA CHE NON VENGA DAL TUO CUORE.
Ultimo consiglio: prova a scrivere, ti alleggerirà la tensione e ti ricordinerà la testa.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 00:51
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Ciao Mylittlewarrior, che piacere trovarti qui ❤️ sono felice che anche tu stia trovando conforto in questo spazio: in questi mesi per me è stato un'ancora di salvezza, senza le cose che ho letto qui dentro probabilmente non avrei la cognizione del doc che ho ora.

Capisco perfettamente ogni tua parola e anzi, una delle cose migliori di questo forum è proprio questa: quando pensi di sentirti solo nell'avere questo turbine di domande ossessive e senza senso nella testa, entri qui e trovi non solo persone che hanno le tue stesse problematiche, ma, personalmente, ho trovato anche gente che avesse addirittura le mie stesse compulsioni, i miei stessi giochini per trovare pace e conforto, quelli scaramantici, per stare più tranquilla (come se poi fosse vero).

Hai ragione su tutto. Io adesso sono più tranquilla ma ho avuto una settimana veramente tosta. Tanto per dirne una sono arrivata a domani, che è venerdì, praticamente sui gomiti tanto sono stanca. Mi sto addormentando ovunque, l'ansia ti succhia via la vita. Sembro sempre distratta, menefreghista, estraniata, superficiale, quando invece la gente non sa contro cosa sto combattendo nella testa. Vorrei che fosse più facile spiegarlo, anche quando vengo qui. Parto spedita per dire mille cose, e alla fine di quelle mille me ne vengono sì e no giusto tre.

Scrivo spesso, anzi, ho iniziato proprio a tenere un diario sulle ossessioni. Ne ho avute di davvero diverse, l'ultima oltre a quella da relazione è stata quella di far del male alla mia gattina. Una sofferenza indicibile. Uno spavento ripensarci..che poi è anche il motivo per cui quel diario non lo rileggo mai, starei malissimo, scrivo e basta, a oltranza.

A volte mi tira su, altre no. In questo momento sto tendendo a derealizzare il mio ragazzo, ma credimi che provo per lui le stesse cose che hai descritto tu: emozioni fortissime, uniche, ancora oggi continue dopo 4 anni insieme (quando sto bene), lo guardo e ho sempre la certezza che lui sia l'uomo della mia vita, quello perfetto, quello che mi fa dire "lui ha tutto, non mi serve nessun altro al mondo". Insomma, la completezza perfetta. Quella cosa che incontri e provi una sola volta nella vita e incroci le dita che sia per sempre. Lui per me è questo. Un amore così bello che spesso ho pensato di non meritare, perché con i miei ex era sempre andata male e pensavo che anche questa storia sarebbe stata destinata a finire, perché io non ero destinata ad essere felice.

"chi deve lasciare il suo ragazzo non ha ansia", ecco, questa frase che hai detto mi sta salvando la vita. Perché mi ricordo com'ero quando ho lasciato il mio ex ed è vero, ero tranquilla ed egoista, non lo volevo e ho pensato a me, a me e basta. Stavolta è diverso. Ogni volta che il mio pensiero si posa su un "non lo ami più" il cuore mi sprofonda nello stomaco, accelera, vedo la nebbia, piango, non so che fare, dove andare, a chi chiedere, da chi farmi salvare.

Spero che queste crisi ci passino in fretta. Ho davvero paura che resterò così per tutta la vita e che la mia storia con lui sarà tutto un intervallo tra una lotta e l'altra contro il doc.

Spero che almeno tu stia un pochino meglio ❤️
PMEmail Poster
Top
 
Pink23
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:10
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 378
Utente Nr.: 15.406
Iscritto il: 03-Mag-2015



Oggi sto di nuovo con l’ansia a 1000 e ovviamente i pensieri in loop. Veramente vorrei spaccarmi la testa in due e capire i motivi, razionalmente è tutto così chiaro ma poi ho pensieri e sensazioni che mi fanno credere altro e mi mandano in panico. Cerco rassicurazioni ma non mi servono, cerco di stare tranquilla e non cambia nulla, sento un uragano dentro, vorrei esplodere o morire basta che finiscano queste sensazioni orrende che mi fanno dubitare di tutto. Ho anche un po’ di tachicardia oggi, tanta l’ansia.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:28
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Pink cara..come vorrei poterti tirar via dalla tua stessa testa.
Quando le ossessioni si fanno così forti io di solito mi "arrendo" al loro impeto, non significa che mi rassegni a quello che mi dicono e che le lasci vincere, significa solo che mi spengo. Magari dormo, magari mi stordisco con la musica altissima o vado a correre o vado in palestra. Non so se tu abbia la possibilità di fare anche solo una di queste cose, ma ti prego, NON LASCIARE TUTTO LO SPAZIO CHE HAI IN TESTA AI PENSIERI OSSESSIVI.

So che è difficilissimo, ma impiega le tue forze in altro, anche solo la cazzata di pulire la casa, tieniti occupata il più a lungo possibile, STANCATI, stanca il tuo corpo. Ti senti mille voci in testa, come se fossi in mezzo a una folla, non sai da dove si spegne tutto quel casino, lo so, ma NON SONO PENSIERI VERI.

Vuoi la vita che hai sempre fatto finora? Conducila. Continua a viverla, non dargliela vinta, fai le cose che hai sempre fatto, che ti sono familiari. Non voglio rassicurarti sul fatto che non sei lesbica o comunque non adesso perché so che arrivati a un certo punto, subentra proprio l'assuefazione alle rassicurazioni (ovviamente cercandole continuamente poi non hanno più la stessa importanza di quando le abbiamo ricevute le prime volte, compulsiamo a un tale ritmo che "consumiamo" le rassicurazioni e a un certo punto non ci consolano più. Anche questa è compulsione, a me per esempio mesi fa la frase "l'amore è una scelta" salvava la vita, adesso metto in dubbio pure quella). Ti dico solo ASSECONDA IL DOC. Digli tutto di sì. Sii passiva nei confronti della violenza con la quale ti attacca.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:30
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Più gli resisti, peggio è. Non contrastarlo con la forza, lui in questo campo è più forte di te adesso, combattendolo con violenza pure tu non ne caveresti niente.
PMEmail Poster
Top
 
Pink23
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:33
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 378
Utente Nr.: 15.406
Iscritto il: 03-Mag-2015



Io stavo facendo così e ieri stavo molto meglio, stavo accettando i pensieri e riconducendo una vita normale ma il peso sulla stomaco mi rimane. Non se ne va. E se mi chiedo perché mi rispondo che é perché non mi accetto e finché non lo faccio l’ansia non andrà via.. Se faccio la vita di sempre mi sento in colpa perché mi sento falsa. Penso “ma come, sai di essere lesbica e vai col tuo fidanzato? Fai finta di nulla? Gli dici che è bello? Lo stai solo prendendo in giro” se accetto i pensieri sento che sto mancando di rispetto al mio ragazzo e dovrei lasciarlo e questa cosa mi fa soffrire.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:39
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



È evidente che tu in questo momento sia in uno stato d'ansia molto più intenso di ieri, niente di più facile che sia il risultato di tutta la stanchezza e la resistenza al doc che hai avuto in queste settimane. Non siamo macchine, presto o tardi arriviamo anche noi a un punto di non ritorno e ti posso assicurare che noi doccati, dopo tutto quello contro cui combattiamo, ho capito che ormai abbiamo un livello di resistenza mentale ben oltre quello di chiunque altro. Però presto o tardi cediamo pure noi.

È solo un momento difficile, TE LO ASSICURO, non durerà per sempre, già domani o al massimo dopodomani la sensazione di confusione e di sentirti COSTRETTA da qualcosa o da qualcuno a lasciare il tuo ragazzo si affievolirà. Te lo dico perché sai come sono stata in questi giorni e hai letto nei miei post il delirio più totale. Sto riprendendo fiato solo da ieri notte, ma ancora oggi se mi soffermo un secondo di più su un pensiero negativo ricomincia tutto da capo. Devi sfruttare al massimo anche il più piccolo briciolo di serenità che guadagnerai nelle ore a venire (perché succederà, vedrai).

Pensa solo a quante crisi hai resistito, da quanti episodi di doc violenti sei uscita viva. Questo è solo uno dei tanti che hai già avuto, so che ogni volta sembra quello definitivo, quello che ti convince, che pensi "no vabbè stavolta è diverso, stavolta è tutto vero", ma NON LO È, non lo era un mese fa, non lo era sei mesi fa, non lo è neanche oggi!
PMEmail Poster
Top
 
Pink23
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:44
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 378
Utente Nr.: 15.406
Iscritto il: 03-Mag-2015



Che brutto, ero così felice in questi anni di esserne uscita. È stato il doc che più mi ha devastata in assoluto e quando l’ho superato ero troppo contenta, non mi pareva vero in questi anni di esser tornata ad avere un rapporto col sesso maschile sereno e normale com’era sempre stato. E adesso di nuovo. Proprio ora poi, che ero felicissima, che convivo e che quindi tutto si amplifica.
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Venerdì, 08-Feb-2019, 16:57
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 98
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Proprio perché convivi, che ne dici di pensare di prenderti un pomeriggio solo per te? Continuando a stare a stretto contatto col tuo ragazzo non farai altro che alimentare le domande ossessive.

Stai serena, passa. È solo un momento critico, ce la puoi fare, credimi. Se sei riuscita per anni a non farti tormentare dal doc puoi riuscirci di nuovo. Il disturbo non è eterno, semplicemente purtroppo le persone con forte ansia e anche particolarmente sensibili come te sono più soggette al suo ritorno, ma ciò non significa che sia per sempre. A volte non dipende neanche tutto dalla nostra forza bruta usata per reagire, spesso essendo una questione di ansia oltre misura, è sufficiente aspettare che l'ansia diminuisca, che lo stress scarichi, e insieme a loro andrà via anche il doc. Il doc è una conseguenza di uno stato d'ansia profondo, ad alcuni sfocia in scoppi di rabbia, in altri in depressione, in altri ancora in iperattività. A noi è capitato il doc, purtroppo. Ma non fa parte della tua vita, per questo motivo è intrusivo, capisci? Si infila nella tua vita PERCHÉ TU NON VUOI DI TUA SPONTANEA VOLONTÀ CHE NE FACCIA PARTE.

Altra cosa, ci sono situazioni ormonali e corporee di noi donne che incrementano stati ansiosi, depressivi e malinconici, parlo prevalentemente di ovulazione e premestruo, ovvero i giorni in cui siamo più tendenti a sbalzi ormonali. Le alterazioni ormonali di questi periodi sfasano anche le donne più stabili, figurati quelle con il doc.

Magari stai ovulando o deve arrivarti il ciclo? Perché al di là del fatto che gli episodi di ansia siano imprevedibili, sappi che questi due fattori accelerano di tantissimo gli scompensi emotivi.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) 1 [2] 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0880 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]