Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Disturbo ossessivo compulsivo DOC > Libri Sul Disturbo Ossessivo-compulsivo


Inviato da: Dr.Dock il Mercoledì, 01-Mag-2013, 17:28
Gabriele Melli, vincere le ossessioni

http://www.eclipsi.it/scheda_vincere_ossessioni.htm

Se si perdesse questa discussione sappiate che si trova anche qui, in fondo, quinta parte:
http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=65726

Dimenticavo, non chiedetemi più che libri ho letto... PSICO-asd.gif


I LIBRI

Molto spesso mi contattate per sapere che libri ho letto.
Vi faccio una carrellata di quelli che mi hanno aiutato di più, anche se non sono tutti quelli che ho letto, almeno vi risparmio annose letture.
Personalmente, non so se piace, consiglierei anche alcuni libri sullo Zen o sul Taoismo, molto semplici e belli, così come gli Haiku che sono delle poesie giapponesi.
Trovo semplicemente fantastico il libro "Lo Zen e la cerimonia del Tè", anche se non tratta di ossessioni.
Ecco comunque i libri, non sono in ordine di preferenza:

user posted image
The Imp of the Mind di (potete trovare la versione PDF completa chiedendo sul forum o leggere la traduzione qui http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=64021)
Sono sincero, questo libro l'ho letto solo ultimamente così per piacere personale.
Mi ha stupito molto, è fatto veramente bene e tratta dei disturbo ossessivo-compulsivo con un approccio molto chiaro, semplice ed efficace.
È un manuale discorsivo che va riletto più volte e applicato, sia la parte comportamentale che propone l'esposizione, sia quella cognitiva che trovo veramente fantastica perchè analizza tutti gli errori che si commettono a monte, prima ancora che le ossessioni nascano.
Ottimo, tratta molto bene i pensieri intrusivi, le ossessioni aggressive, religiose e molto molto altro.
Dopo averlo letto poi non potete dire "e se non fosse ansia ma realtà?", sicuro.
Lo metto tra i primi tre libri da leggere.

user posted image
Il cervello bloccato di Jeffrey Schwartz (la versione italiana è esaurita però c'è una versione PDF sul forum, bisogna chiedere)
Di questo libro ho letto solo quello che mi interessava, e cioè il metodo dei 4 gradini che è stato più volte citato nelle discussioni.
Se cercate sul forum, ci sono tutte le istruzioni su come applicarlo.
Devo dire che è molto efficace, a patto che siate costanti e che abbiate capito che le ossessioni sono degli allarmi innocui privi di valore.
Personalmente, eviterei di leggerlo dato che il metodo lo trovate già riassunto, però se avete tempo... PSICO D.gif

user posted image
OCD Workbook di Bruce Hyman (potete acquistarlo online oppure trovare in rete una versione epub, io non vi ho detto nulla PSICO fischio.gif)
È un libro di esercizi sul disturbo ossessivo, purtroppo esiste solo la versione inglese tra l'altro non è molto complesso, ha termini molto semplici.
Da questo libro ho tradotto alcuni test ed esercizi che sono molto utili a scardinare i meccanismi ossessivi, è diviso in sezioni.
La prima parte descrive cosa è il disturbo ossessivo e propone un manuale di auto-aiuto con gli esercizi da fare.
La seconda riguarda casi più specifici e cosa fare per uscire dal problema: ipocondria, doc religioso, ossessioni pure.
Mi sentirei di consigliare questo libro anche a quelli che cercano una guida su come trattare un proprio figlio o compagno affetto da ossessioni: ci sono dei riquadri fatti apposta per dare consigli e come comportarsi. Lo trovo molto utile, forse uno dei più utili a patto che conosciate l'inglese.

user posted image
Cogito, ergo soffro di Giorgio Nardone
Questo e quello sotto sono i primi due libri che ho letto.
Devo dire che mi hanno aiutato tanto, tanto, tanto. Ero in una situazione disperata, completamente identificato nei miei pensieri.
Appena ho cominciato a leggerlo mi sono reso conto degli inganni e delle trappole che la mente è in grado di generare.
Quando ci si sente disperati, o si teme che il problema non possa mai finire o si crede di avere quel problema, si sta girando a vuoto in un percorso che si autoalimenta.
Nardone usa metafore e aforismi che ipnotizzano la mente, giuro! Sembra rompere degli argini fatti di anni di rigidezza.
Io sono una persona rigida, lo notate anche in come imposto le guide e tutto il resto, eppure questo libro mi ha aiutato molto; mi pare perfettamente normale che ansia e ossessioni avessero campo libero in me e nelle mie false certezze.
È un manuale di Terapia Breve Strategica, è strutturato in questo modo: la prima parte presenta dei casi di persone malate di disturbi ossessivi, descrive ciascun caso nel dettaglio.
La seconda parte invece è come se fosse una descrizione del dialogo medico-paziente nel suo studio: Nardone guida la persona alla risoluzione del problema dando degli esercizi da fare a casa e facendo delle domande che portano la persona a scoprire la risposta dentro di sé.
Nella TBS si cerca di ingannare la mente che inganna.
Nel libro troverete i casi di: paura di diventare pazzo, compulsioni da perfezionismo, ossessioni aggressive, dubbi esistenziali, persecutore interno.
È il primo libro che ho letto, fortuna che l'ho comprato. La struttura di questo e del successivo non cambia, e neanche l'approccio terapeutico, ovvio che ogni caso è unico e ogni strategia adoperata è diversa dall'altra.
Gli esempi sono molto illuminanti e fanno riflettere, bisogna riflettere sulle cose giuste, non sull'ossessione in sé. PSICO bam.gif

user posted image
Oltre i limiti della paura di Giorgio Nardone
In questo libro, complementare di quello sopra, si parla sia di disturbi ossessivi, ma anche di ipocondria e fobie specifiche.
Se devo essere sincero, leggerei entrambi perché si completano a vicenda.
I mali che fuggiamo sono in noi: Nardone dice che la paura crea dei fantasmi e che noi scappiamo, ma se smettiamo di scappare e tocchiamo il fantasma, questo scomparirà.
Ragazzi, se leggete gli aforismi presenti mettono i brividi, gasano tantissimo.
In particolare sono presenti i casi di: una signora che ha paura di contaminarsi, la paura di parlare in pubblico, la fobia degli specchi, la paura di restare soli, la paura di allontanarsi, la paura della paura, la fobia dei piccioni, la paura del cancro, la paura di volare, la fissa di essere brutto, la donna che si mangiava le unghie, la fobia del dubbio, la compulsione di contare mentalmente.
Direi che li ho scritti tutti, dopo tutti questi casi, vi sembrerà un libro imponente, invece è un libro molto semplice e facile da leggere.
È un manuale di auto-aiuto che possono leggere tutti e con il quale possono veramente capire quel'è il problema.

Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita di Giulio Giacobbe (lo trovate anche in pdf se cercate...PSICO fischio.gif)
Se state cercando un libro d'attacco all'ansia e ai disturbi ansiosi, non vi consiglio questo libro, almeno non all'inizio.
Devo dire che il linguaggio è molto semplice, chiaro, diretto e si usa molto il sarcasmo e l'ironia, cosa che ai nevrotici spesso manca.
È molto utile, possono leggerlo praticamente tutti e aiuta ad uscire dagli atteggiamenti nevrotici che pian piano abbiamo accumulato.
Mi piace molto perchè insegna anche tecniche zen e buddiste per diminuire l'ansia e rendersi conto del circolo ansioso in cui ci si è avvolti.
Utile come manuale di vita, per prendere tutto un po' meno seriamente.
Consiglio anche "Come diventare un Buddha in cinque settimane" sempre dello stesso autore.

Inviato da: sandor il Mercoledì, 01-Mag-2013, 18:37
Ok io vorrei the Imp of the mind, a chi devo chiedere? PSICO D.gif

Inviato da: crystaldrops il Mercoledì, 01-Mag-2013, 18:40
Per the imp of the mind manda un MP a ai moderatori disezione, dovrebbero darti info in merito, initaliano non esiste e fu tradotto proprio qui.

Inviato da: JackoJohn il Mercoledì, 01-Mag-2013, 18:43
Chi sono i moderatori?? Lo vorrei anch'io se è possibile..

Inviato da: crystaldrops il Mercoledì, 01-Mag-2013, 19:30
QUOTE (JackoJohn @ Mercoledì, 01-Mag-2013, 17:43)
Chi sono i moderatori?? Lo vorrei anch'io se è possibile..

zeitgeist

Inviato da: JackoJohn il Mercoledì, 01-Mag-2013, 21:54
Dr dock ma qual è il più adatto al mio problema??

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 09:44
Lo sai l'inglese?
Io comunque per iniziare ti consiglierei "The imp of the Mind" e "Cogito, Ergo Soffro", se non altro perché sono sono molto chiari e diretti al problema.

Inviato da: giovannalapazza il Giovedì, 02-Mag-2013, 09:59
the imp of the mind è tradotto, in evidenza, nella cartella strategie non è completo mancano gli ultimi capitoli che non ritengo utili

se lo vuoi completo mandami la tua mail via mp

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 10:29
QUOTE (giovannalapazza @ Giovedì, 02-Mag-2013, 08:59)
the imp of the mind è tradotto, in evidenza, nella cartella strategie non è completo mancano gli ultimi capitoli che non ritengo utili

se lo vuoi completo mandami la tua mail via mp

Come no? unsure.gif
A me quello che è piaciuto di più è proprio la parte cognitiva...

Inviato da: giovannalapazza il Giovedì, 02-Mag-2013, 10:44
QUOTE (Dr.Dock @ Giovedì, 02-Mag-2013, 09:29)
QUOTE (giovannalapazza @ Giovedì, 02-Mag-2013, 08:59)
the imp of the mind è tradotto, in evidenza, nella cartella strategie non è completo mancano gli ultimi capitoli che non ritengo utili

se lo vuoi completo mandami la tua mail via mp

Come no? unsure.gif
A me quello che è piaciuto di più è proprio la parte cognitiva...

intendevo che non ho pubblicato la parte sui farmaci

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 12:25
Se non ti scoccia e non scoccia a nessuno, anche a chi ha tradotto il libro, potrei completarlo, tanto è un lavoro di dieci minuti...

Inviato da: giovannalapazza il Giovedì, 02-Mag-2013, 12:27
QUOTE (Dr.Dock @ Giovedì, 02-Mag-2013, 11:25)
Se non ti scoccia e non scoccia a nessuno, anche a chi ha tradotto il libro, potrei completarlo, tanto è un lavoro di dieci minuti...

ma certo anzi...ti ringrazio, io ho un sacco da fare al lavoro

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 12:32
Lavorando al pc, non mi costa fatica, anzi. PSICO wink.png

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 13:11
Fatto. PSICO-green.gif

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 02-Mag-2013, 13:17
Ho inserito il link sopra per chi fosse interessato.

Inviato da: marlin il Mercoledì, 31-Lug-2013, 15:57
ciao,
sono riuscita a procurarmi un libro del Dott. Nardone dal titolo OSSESSIONI COMPULSIONI MANIE capirle e sconfiggerle in tempi brevi.
prima edizione aprile 2013 /prima ristampa giugno 2013 (forse l'avete già comprato tutti?)

"Essere attenti e meticolosi nello svolgimento di un compito è un pregio che ci rende rigorosi e affidabili; dover tornare su qualcosa che è stata ricontrollata + volte x' non sono sicuro di averla eseguita correttamente diventa un problema; sviluppare una compulsione irrefrenabile a ricontrollare + volte ciò che ho già controllato diventa una patologia.

Un viaggio attraverso i modi in cui la tirannia dell'assurdo si costituisce e imprigiona la mente nelle sue trappole, ma anche, e soprattutto, come possiamo evadere da tali prigioni e ricondurre l'assurdo alla ragionevolezza mediante percorsi strategicamente pianificati.

....si è giunti a individuare 5 tipologie fondamentali di motivazioni che attivano azioni e pensieri compulsivi.

1.dubbio che innesca bisogno di risposte rassicuranti.
2.ritualità che deriva dall'eccesso di rigidità ideologica o nel rispetto di una moralità o nella credenza superstiziosa.
3.esasperazione di processi di ragionamento razionale sino a renderli del tutto irragionevoli.
4.patologia che si innesca sulla base di atti di sana prevenzione condotti all'estremo.
5.effetti di un'esperienza traumatica.

...come si mantiene il disturbo? evitamento-costante richiesta di rassicurazione ed aiuto-messa in atto di sequenza rituale di azioni...

le tentate soluzioni diventano il problema!

CAMBIAMENTO TRAMITE STRATEGIE E STRATAGEMMI TERAPEUTICI
DIFFERENZE TRA TBS E TCC

casi clinici:
1. dal dubbio di sporcarsi alla fobia degli escrementi
2.dalla prevenzione alla fobia (lo sguardo che contagia)
3.dalla fede al rito propiziatorio : la falsa preghiera
4. il figlio troppo bravo : quando il ragionevole diviene irragionevole
5.tricotillomania
6.l'ossessione di farsela addosso

LA LOGICA DEL CAMBIAMENTO TERAPEUTICO:
- uso di controrituale basato sulla ripetizione pianificata del rituale compulsivo;
- introduzione progressiva di violazioni delle imposizioni fobiche;
- posporre la compulsione
- ritualizzare la compulsione in spazi e tempi prefissati durante la giornata
-introdurre nella logica del paziente la necessità del piccolo disordine che mantiene l'ordine.

casi particolari : la bestemmia essenziale- la gamba che si blocca- rituali senza tregua- l'identità negata- il trattenitore estremo (accumulo).

alla fine vengono riportate le trascrizioni complete delle sedute terapeutiche di 2 casi clinici:
--il musicista irrigidito
--il controllo della gravidanza inventata
a fianco dei dialoghi c'è l'indicazione degli strumenti strategici utilizzati per abbattere il disturbo e inserire modalità di vita + costruttive!

forse c'è anche in biblioteca!...ve lo consiglio!!!

ciao

Inviato da: MAX-ILLUSION il Mercoledì, 31-Lug-2013, 20:16
Non dimentichiamoci la base riassuntiva semplice per iniziare

Vincere le ossessioni di gabriele melli PSICO smile.gif

Inviato da: Dr.Dock il Venerdì, 02-Ago-2013, 15:02
QUOTE (marlin @ Mercoledì, 31-Lug-2013, 14:57)
ciao,
sono riuscita a procurarmi un libro del Dott. Nardone dal titolo OSSESSIONI COMPULSIONI MANIE capirle e sconfiggerle in tempi brevi.
prima edizione aprile 2013 /prima ristampa giugno 2013 (forse l'avete già comprato tutti?)

"Essere attenti e meticolosi nello svolgimento di un compito è un pregio che ci rende rigorosi e affidabili; dover tornare su qualcosa che è stata ricontrollata + volte x' non sono sicuro di averla eseguita correttamente diventa un problema; sviluppare una compulsione irrefrenabile a ricontrollare + volte ciò che ho già controllato diventa una patologia.

Un viaggio attraverso i modi in cui la tirannia dell'assurdo si costituisce e imprigiona la mente nelle sue trappole, ma anche, e soprattutto, come possiamo evadere da tali prigioni e ricondurre l'assurdo alla ragionevolezza mediante percorsi strategicamente pianificati.

....si è giunti a individuare 5 tipologie fondamentali di motivazioni che attivano azioni e pensieri compulsivi.

1.dubbio che innesca bisogno di risposte rassicuranti.
2.ritualità che deriva dall'eccesso di rigidità ideologica o nel rispetto di una moralità o nella credenza superstiziosa.
3.esasperazione di processi di ragionamento razionale sino a renderli del tutto irragionevoli.
4.patologia che si innesca sulla base di atti di sana prevenzione condotti all'estremo.
5.effetti di un'esperienza traumatica.

...come si mantiene il disturbo? evitamento-costante richiesta di rassicurazione ed aiuto-messa in atto di sequenza rituale di azioni...

le tentate soluzioni diventano il problema!

CAMBIAMENTO TRAMITE STRATEGIE E STRATAGEMMI TERAPEUTICI
DIFFERENZE TRA TBS E TCC

casi clinici:
1. dal dubbio di sporcarsi alla fobia degli escrementi
2.dalla prevenzione alla fobia (lo sguardo che contagia)
3.dalla fede al rito propiziatorio : la falsa preghiera
4. il figlio troppo bravo : quando il ragionevole diviene irragionevole
5.tricotillomania
6.l'ossessione di farsela addosso

LA LOGICA DEL CAMBIAMENTO TERAPEUTICO:
- uso di controrituale basato sulla ripetizione pianificata del rituale compulsivo;
- introduzione progressiva di violazioni delle imposizioni fobiche;
- posporre la compulsione
- ritualizzare la compulsione in spazi e tempi prefissati durante la giornata
-introdurre nella logica del paziente la necessità del piccolo disordine che mantiene l'ordine.

casi particolari : la bestemmia essenziale- la gamba che si blocca- rituali senza tregua- l'identità negata- il trattenitore estremo (accumulo).

alla fine vengono riportate le trascrizioni complete delle sedute terapeutiche di 2 casi clinici:
--il musicista irrigidito
--il controllo della gravidanza inventata
a fianco dei dialoghi c'è l'indicazione degli strumenti strategici utilizzati per abbattere il disturbo e inserire modalità di vita + costruttive!

forse c'è anche in biblioteca!...ve lo consiglio!!!

ciao

Bello, tutto dedicato al disturbo ossessivo?
Sicuramente lo prendo, Nardone è il mio maestro spirituale. PSICO D.gif
Grazie per l'informazione. PSICO wink.png

Inviato da: marlin il Venerdì, 02-Ago-2013, 16:07
GABRIELE MELLI – VINCERE LE OSSESSIONI (capire e affrontare il disturbo ossessivo compulsivo)

Ossessioni e compulsioni, impropriamente dette anche fissazioni o manie, affliggono un numero crescente di persone. Talvolta rendono la vita impossibile sia a che ne soffre che a chi gli sta accanto. Il DOC è una delle trappole psicologiche dalle quali è + difficile liberarsi. Questo volume, giunto ormai alla sua terza edizione, ne illustra dettagliatamente le caratteristiche e le possibilità di cura e propone un programma di auto-aiuto, basato sui principi della TCC, che può essere un ottimo primo passo verso una via d’uscita. Il libro si rivolge pertanto a chi è affetto da questo problema, ai suoi familiari o amici e ai professionisti che possono adottarlo come utile sussidio nel corso di una psicoterapia.

COS’E’ IL DOC

DIVERSE TIPOLOGIE DI DOC (da contaminazione—da controllo-da superstizione eccessiva—da ordine e simmetria—da accumulo/accaparramento)

Differenza tra ossessioni e compulsioni mentali

DISTURBI CHE POSSONO ESSERE CONFUSI CON IL DOC: disturbo ossessivo-compulsivo di personalità; disturbi del controllo degli impulsi; convinzioni deliranti; ipocondria; depressione.

FREQUENZA, ESORDIO E DECORSO DEL DOC.

CAUSE DEL DOC:
- ipotesi psicologiche: eccessivo senso di responsabilità; eccessiva importanza attribuita ai pensieri; soovrastima della possibilità di controllare i propri pensieri; sovrastima della pericolosità dell’ansia
- ipotesi neuro-biologiche: alterazioni funzionali di specifiche aree cerebrali; iperfrontalità; anomalie dei neurotraasmettitori; deficit mnesici; influenze genetiche.

COME SI CURA IL DOC: TRATTAMENTO FARMACOLOGICO; PSICOTERAPIA COGNITIVO-COMPORTAMENTALE (scientificameente fondata; orientata allo scopo; pratica e concreta; centrata sul qui e ora; attiva; collaborativa; a breve termine.

La pssicoterapia comportamentale viene attuata tramite l’esposizione allo stimolo e la prevenzione della risposta.

La psicoterapia cognitiva nel DOC aiuta a modificare le specifiche convinzioni sull’importanza dei pensieri, senso di responsabilità,…

SECONDA PARTE DEL LIBRO:

1.AUTOVALUTAZIONE (TIPO DI OSSESSIONI, TIPO DI COMPULSIONI; valutazione della gravità del disturbo in base al punteggio Y-BOCS (se i sintomi sono medio- gravi o peggio è raccomandabile o addirittura necessario un intervento professionale e/o farmacologico); VALUTAZIONE DEL LIVELLO DI CONVINZIONE a proposito della fondatezza e ragionevolezza delle proprie ossessioni e compulsioni.

2.EDUCAZIONE SUL DISTURBO : COSA DIFFERENZIA PREOCCUPAZIONI NORMALI E PENSIERI OSSESSIVI; LIBERARSI DALLA TRAPPOLA DELLE COMPULSIONI; EVITARE DI EVITARE; RIDURRE IL TENTATIVO DI CONTROLLO DEI PENSIERI; AUMENTARE LA TOLLERANZA DELLA COSCIENZA DEL RISCHIO; RIDURRE IL SENSO DI RESPONSABILITA’ E IL TIMORE DI ESSERE COLPEVOLI; DARE IL GIUSTO PESO AI PENSIERI NEGATIVI; IMPARARE A TOLLERARE L’ANSIA.

3.PROGRAMMA DI TRATTAMENTO DEL DOC CON COMPULSIONI
Utilizzando la tecnica dei 4 gradini descritta da Schwartz nel libro IL CERVELLO BLOCCATO si devono utilizzare le tecniche di esposizione e prevenzione della risposta senza scoraggiarsi se i risultati si possono apprezzare dopo un discreto margine di tempo! E’ utile spiegare la situazione a un amico o familiare, fargli leggere il libro e farsi aiutare negli esercizi di esposizione.

CREARE LE GERARCHIE DI ESPOSIZIONE E PREVENZIONE DELLA RISPOSTA :come spiega Baer, tenere presentee l’immagine di un bersaglio da tirassegno (iniziare aa lavorare sui problemi posti sui cerchi + esterni del bersaglio, e man mano raggiungere il problema centrale, cioè quello che causa + ansia).
Bisogna scrivere almeno 15 o 20 situazioni problematiche e creare una scaletta in base al valore d’ansia attribuito ad ogni situazione. Iniziare l’esposizione con prevenzione della risposta partendo dalla situazione meno ansiogena. A volte è necessario utilizzare la dilazione temporale o la modificazione della risposta per rendere l’intervento terapeutico ancora + graduale.

Esempi di casi clinici su: disturbo da contaminazione; da controllo; da superstizione eccessiva; compulsioni di ordine e simmetria; ossessioni e compulsioni da accumulo; compulsioni mentali.

4.PROGRAMMA DI TRATTAMENTO DELLE OSSESSIONI PURE
Tra i + comuni pensieri intrusivi vi sono: aggredire persone care; farsi del male; ossessioni omosessuali; ossessioni pedofile; tradimento mentale del partner; ossessioni blasfeme; ossessioni che riguardano rubare, imbrogliare, offendere qualcuno o compiere altri atti discontrollati.

Il ciscolo vizioso che si crea è caratterizzato da tentativi di controllare i pensieri, evitamenti e messe alla prova che non fanno altro che alimentare i dubbi del soggetto…

Per il programma terapeutico delle ossessioni vengono riportate delle schede esemplificative da compilare in base al tipo di pensieri.

Bisogna poi compilare la scaletta dal pensiero meno a quello più ansiogeno e poi fare esposizione alle situazioni che li scatenano in modo graduale.

Caso clinico di una madre con pensieri e immagini aggressive nei confronti della figlia appena nata.

5.PREVENZIONE DELLA RICADUTA
Il DOC è un disturbo ad alto rischio di ricaduta.
Esposizione costante agli stimoli ansiogeni.
Stroncare sul nascere i nuovi comportamenti compulsivi.
Effetti inevitabili dello stress e dell’ansia occcasionale.
Distinguere la momentanea caduta dalla ricaduta.
Impegnare il tempo liberato.

SUGGERIMENTI PER I FAMILIARI E GLI AMICI
A CHI RIVOLGERSI

questolibro lo tengo nel cassetto per il ripasso in caso di emergenza!
ciao

Inviato da: Mela il Venerdì, 02-Ago-2013, 21:31
Preferisco Nardone a Melli. 58_1.gif

Inviato da: Strania il Mercoledì, 12-Mar-2014, 17:00
Buongiorno,

io soffro di disturbo ossessivo compulsivo e sto leggendo vari testi, ma quello che vorrei chiedervi è se qualcuno conosce qualche libro scritto in maniera non troppo complicata che possa spiegare in maniera efficace e diretta alle persone che mi sono care qual è il mio problema e che possa aiutarle a "reggermi e sorreggermi" quando sono in fase acuta.

Grazie!

Inviato da: Ralph Lauren il Sabato, 22-Mar-2014, 05:13
Dock una domanda, ma perché ho paura di essere rifiutata da chi amo all'inizio del corteggiamento e martello chi mi sta intorno di domande sul perché mi dice sempre male, perché il destino è avverso ecc. ??? Fa parte anche questo del doc? Perché appena si attenua il doc sessuale mi parte questa paranoia. Che inferno!!!

Inviato da: giovannalapazza il Sabato, 22-Mar-2014, 09:38
QUOTE (Strania @ Mercoledì, 12-Mar-2014, 16:00)
Buongiorno,

io soffro di disturbo ossessivo compulsivo e sto leggendo vari testi, ma quello che vorrei chiedervi è se qualcuno conosce qualche libro scritto in maniera non troppo complicata che possa spiegare in maniera efficace e diretta alle persone che mi sono care qual è il mio problema e che possa aiutarle a "reggermi e sorreggermi" quando sono in fase acuta.

Grazie!

sì c'è quella guida che consigliava LRG non è un libro ma puoi far leggere quella
devo cercarla se la trovo te la posto

Inviato da: Strania il Sabato, 22-Mar-2014, 09:53
QUOTE (giovannalapazza @ Sabato, 22-Mar-2014, 08:38)
sì c'è quella guida che consigliava LRG non è un libro ma puoi far leggere quella
devo cercarla se la trovo te la posto

Ok, grazie mille!

Inviato da: Dr.Dock il Sabato, 22-Mar-2014, 12:19
QUOTE (Strania @ Mercoledì, 12-Mar-2014, 16:00)
Buongiorno,

io soffro di disturbo ossessivo compulsivo e sto leggendo vari testi, ma quello che vorrei chiedervi è se qualcuno conosce qualche libro scritto in maniera non troppo complicata che possa spiegare in maniera efficace e diretta alle persone che mi sono care qual è il mio problema e che possa aiutarle a "reggermi e sorreggermi" quando sono in fase acuta.

Grazie!

Parti dal fatto che non servono libri per "sorreggerti", anzi, con questo ragionamento puoi solo peggiorare perché usi il libro come rassicurazione.
Se vuoi capire come funziona il dubbio patologico, ti consiglio i libri di Nardone, in particolare "Cogito, ergo soffro".

Non ci sono fasi acute, ci sono momenti d'ansia.

Inviato da: Dr.Dock il Sabato, 22-Mar-2014, 12:21
QUOTE (Ralph Lauren @ Sabato, 22-Mar-2014, 04:13)
Dock una domanda, ma perché ho paura di essere rifiutata da chi amo all'inizio del corteggiamento e martello chi mi sta intorno di domande sul perché mi dice sempre male, perché il destino è avverso ecc. ??? Fa parte anche questo del doc? Perché appena si attenua il doc sessuale mi parte questa paranoia. Che inferno!!!

Scrivimi nell'altra discussione, questa teniamola per i libri.

Un elemento comune è la paura, prima hai paura di una cosa poi di un'altra.
Tutti hanno, chi più chi meno, paura di essere rifiutati.
Non lo trovi una cosa normale?
Io dico che è timidezza o bassa autostima.

C'è da sottolineare un po' di ossessività nel fatto che ti analizzi e non accetti le paure, quello sì.

Inviato da: marlin il Lunedì, 24-Mar-2014, 08:14
ciao,
nel libro del Dott.Gabriele Melli c'è un capitolo dedicato ai suggerimenti per familiari ed amici.

inoltre ho trovato un documento della OCD FOUNDATION che spiega in modo completo le caratteristiche del disturbo....

riporto il paragrafo riservato ai familiari:

INTERNATIONAL OCD FOUNDATION
CIÒ CHE DEVI SAPERE RIGUARDO Il Disturbo Ossessivo -Compulsivo

.
Famiglie e D.O.C.
Barbara Livingston Van Noppen, PhD
Professore Associato
, University of Southern California
Consiglio Scientifico della
Internat
ional
OCD
Foundation

Se a un membro della tua famiglia è stato diagnosticato il D.O.C., la prima domanda che ti viene da
porre è la seguente: “Cosa posso fare per aiutarlo?”
Elenchiamo di seguito alcune cose
che possono risultare utili.

1. Informarsi sul Disturbo Ossessivo-Compulsivo
Informarsi sul D.O.C. è la prima cosa da fare. Più conosci il problema e più sarai in grado di aiutare
la persona che ne è affetta. Quindi potresti:
• Leggere libri sul D.O.C.
• Diventare membro dell’International OCD Foundation
• Frequentare un gruppo di sostegno per malati di D.O.C.
• Ricercare informazioni online

2. Imparare a riconoscere e a ridurre i comportamenti di coinvolgimento familiare

I comportamenti di coinvolgimento familiare sono quei comportamenti messi in atto dai familiari che favoriscono i sintomi del D.O.C. Le famiglie in cui è presente un individuo colpito dal disturbo
sono costantemente sotto pressione per via delle richieste correlate al D.O.C.
Le ricerche mostrano che il modo in cui una famiglia reagisce alle problematiche oste
dall’individuo affetto da D.O.C. possono alimentarne i sintomi. Quanto più i membri della famiglia apprendono riguardano il comportamento da tenere di fronte ai sintomi del D.O.C. e all’impatto che possono avere sull’individuo malato, tanto più la famiglia può fare la differenza!

...ciao ora devo andare, continuo in seguito!

Inviato da: giovannalapazza il Lunedì, 24-Mar-2014, 10:03
ecco bravi PSICO hug.gif

Inviato da: marlin il Lunedì, 24-Mar-2014, 12:14
....
Barbara Livingston Van Noppen, PhD Professore Associato, University of Southern California
Consiglio Scientifico della International OCD Foundation

Se a un membro della tua famiglia è stato diagnosticato il D.O.C., la prima domanda che ti viene da porre è la seguente: “Cosa posso fare per aiutarlo?”

Elenchiamo di seguito alcune cose che possono risultare utili.

1. Informarsi sul Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Informarsi sul D.O.C. è la prima cosa da fare. Più conosci il problema e più sarai in grado di aiutare la persona che ne è affetta. Quindi potresti:

•Leggere libri sul D.O.C.

•Diventare membro dell’International OCD Foundation

•Frequentare un gruppo di sostegno per malati di D.O.C.

•Ricercare informazioni online


2. Imparare a riconoscere e a ridurre i comportamenti di coinvolgimento familiare

I comportamenti di coinvolgimento familiare sono quei comportamenti messi in atto dai familiari che favoriscono i sintomi del D.O.C. Le famiglie in cui è presente un individuo colpito dal disturbo sono costantemente sotto pressione per via delle richieste correlate al D.O.C.

Le ricerche mostrano che il modo in cui una famiglia reagisce alle problematiche poste dall’individuo affetto da D.O.C. possono alimentarne i sintomi. Quanto più i membri della famiglia apprendono riguardano il comportamento da tenere di fronte ai sintomi del D.O.C. e all’impatto che possono avere sull’individuo malato, tanto più la famiglia può fare la differenza!

Di seguito mostriamo alcuni esempi di comportamenti problematici, erroneamente
messi in pratica dai familiari:

•partecipare al comportamento compulsivo: condividere lo stesso comportamento tenuto dal soggetto malato. Ad esempio: lavarsi le mani fino a quando il soggetto non smette di lavarsi a sua volta.

•aiutare ad evitare: aiutare il tuo familiare ad evitare le cose che possono causargli turbamento. Ad esempio: fare il bucato al suo posto, in modo che sia fatto nella “giusta maniera”.

•rinforzare il comportamento: fare cose che permettano al familiare di compiere i suoi
comportamenti compulsivi. Ad esempio: comprare grandi quantità di prodotti per la pulizia.

•introdurre cambiamenti nella routine familiare: ad esempio: cambiare l’orario in cui ci si lava o in cui si fa il bucato

•prendersi responsabilità in più: ad esempio: accompagnare il familiare in macchina quando invece potrebbe guidare lui stesso.

•modificare il proprio tempo libero: ad esempio: lasciarsi convincere dal familiare a non uscire di casa senza di lui. Questo può influire sugli interessi, le cene fuori, le uscite con gli amici etc.

• introdurre cambiamenti al proprio lavoro: ad esempio: sottrarre ore al lavoro per prendersi cura del familiare.


3. Aiutare il proprio familiare a trovare la giusta terapia

La miglior terapia comprende in genere farmaci, Terapia Cognitivo-Comportamentale e supporto e sostegno della famiglia.

4. Imparare a reagire nel modo giusto quando il proprio familiare rifiuta la terapia

•Portare a casa libri, videocassette e/o materiale audio sul D.O.C..
Fornire o lasciare strategicamente a portata del familiare affetto da D.O.C. materiale sul disturbo, in modo che possa fruirne per conto proprio e di propria iniziativa.

•Incoraggiare. Dire al familiare che attraverso il corretto trattamento la maggior parte delle persone osserva un notevole miglioramento dei sintomi.
Dirgli che c’è modo di essere aiutati e che ci sono altre persone che soffrono del medesimo disturbo. Suggerire la frequentazione di gruppi di supporto per persone affette da D.O.C., da solo o accompagnato, oppure di cercare gruppi di supporto online o ancora di parlare con uno specialista presso una clinica locale specializzata in D.O.C..

•Ottenere supporto e aiutare se stessi: cercare il consiglio e l’aiuto di uno specialista che conosca il D.O.C. e parlare con gli altri membri della famiglia, in modo da poter condividere i propri sentimenti di rabbia, tristezza, senso di colpa e solitudine.

•Frequentare un gruppo di supporto: discutere con altre famiglie della gestione dei sintomi, in modo da ottenere consigli su come trattare al meglio il familiare affetto da D.O.C.

Per un elenco dei gruppi di supporto suddiviso per area, visitare:
www.ocdfoundation.org
.
...ciao

Inviato da: Strania il Lunedì, 24-Mar-2014, 12:39
QUOTE (marlin @ Lunedì, 24-Mar-2014, 11:14)
....
Barbara Livingston Van Noppen, PhD Professore Associato, University of Southern California
Consiglio Scientifico della International OCD Foundation

Se a un membro della tua famiglia è stato diagnosticato il D.O.C., la prima domanda che ti viene da porre è la seguente: “Cosa posso fare per aiutarlo?”

Elenchiamo di seguito alcune cose che possono risultare utili.

1. Informarsi sul Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Informarsi sul D.O.C. è la prima cosa da fare. Più conosci il problema e più sarai in grado di aiutare la persona che ne è affetta. Quindi potresti:

•Leggere libri sul D.O.C.

•Diventare membro dell’International OCD Foundation

•Frequentare un gruppo di sostegno per malati di D.O.C.

•Ricercare informazioni online


2. Imparare a riconoscere e a ridurre i comportamenti di coinvolgimento familiare

I comportamenti di coinvolgimento familiare sono quei comportamenti messi in atto dai familiari che favoriscono i sintomi del D.O.C. Le famiglie in cui è presente un individuo colpito dal disturbo sono costantemente sotto pressione per via delle richieste correlate al D.O.C.

Le ricerche mostrano che il modo in cui una famiglia reagisce alle problematiche poste dall’individuo affetto da D.O.C. possono alimentarne i sintomi. Quanto più i membri della famiglia apprendono riguardano il comportamento da tenere di fronte ai sintomi del D.O.C. e all’impatto che possono avere sull’individuo malato, tanto più la famiglia può fare la differenza!

Di seguito mostriamo alcuni esempi di comportamenti problematici, erroneamente
messi in pratica dai familiari:

•partecipare al comportamento compulsivo: condividere lo stesso comportamento tenuto dal soggetto malato. Ad esempio: lavarsi le mani fino a quando il soggetto non smette di lavarsi a sua volta.

•aiutare ad evitare: aiutare il tuo familiare ad evitare le cose che possono causargli turbamento. Ad esempio: fare il bucato al suo posto, in modo che sia fatto nella “giusta maniera”.

•rinforzare il comportamento: fare cose che permettano al familiare di compiere i suoi
comportamenti compulsivi. Ad esempio: comprare grandi quantità di prodotti per la pulizia.

•introdurre cambiamenti nella routine familiare: ad esempio: cambiare l’orario in cui ci si lava o in cui si fa il bucato

•prendersi responsabilità in più: ad esempio: accompagnare il familiare in macchina quando invece potrebbe guidare lui stesso.

•modificare il proprio tempo libero: ad esempio: lasciarsi convincere dal familiare a non uscire di casa senza di lui. Questo può influire sugli interessi, le cene fuori, le uscite con gli amici etc.

• introdurre cambiamenti al proprio lavoro: ad esempio: sottrarre ore al lavoro per prendersi cura del familiare.


3. Aiutare il proprio familiare a trovare la giusta terapia

La miglior terapia comprende in genere farmaci, Terapia Cognitivo-Comportamentale e supporto e sostegno della famiglia.

4. Imparare a reagire nel modo giusto quando il proprio familiare rifiuta la terapia

•Portare a casa libri, videocassette e/o materiale audio sul D.O.C..
Fornire o lasciare strategicamente a portata del familiare affetto da D.O.C. materiale sul disturbo, in modo che possa fruirne per conto proprio e di propria iniziativa.

•Incoraggiare. Dire al familiare che attraverso il corretto trattamento la maggior parte delle persone osserva un notevole miglioramento dei sintomi.
Dirgli che c’è modo di essere aiutati e che ci sono altre persone che soffrono del medesimo disturbo. Suggerire la frequentazione di gruppi di supporto per persone affette da D.O.C., da solo o accompagnato, oppure di cercare gruppi di supporto online o ancora di parlare con uno specialista presso una clinica locale specializzata in D.O.C..

•Ottenere supporto e aiutare se stessi: cercare il consiglio e l’aiuto di uno specialista che conosca il D.O.C. e parlare con gli altri membri della famiglia, in modo da poter condividere i propri sentimenti di rabbia, tristezza, senso di colpa e solitudine.

•Frequentare un gruppo di supporto: discutere con altre famiglie della gestione dei sintomi, in modo da ottenere consigli su come trattare al meglio il familiare affetto da D.O.C.

Per un elenco dei gruppi di supporto suddiviso per area, visitare:
www.ocdfoundation.org
.
...ciao

Grazie mille, sei stato davvero di aiuto!

Inviato da: luth ♂ il Domenica, 06-Apr-2014, 20:25
segnalo, inoltre (ci farò anche una discussione più autobiografica, ma credo sia opportuno menzionarli anche qui):

- Ossessioni. Perchè ne siamo vittime e come uscirne, ed. Il Mulino, di Ezio Sanavio. Sui 10 euro
- Avrò chiuso il gas? Come liberarsi da manie, fissazioni e disturbi ossessivo-compulsivi, ed. Tea, A. Sauteraud, anch'esso sui 10 euro.

Sono praticamente delle novità: il primo, scritto da un esperto in materia, è alla sua prima edizione, anno 2014, quindi nuovo nuovo.

Il secondo sarebbe del 2004, ma io non l'ho mai visto prima, e infatti la sua seconda ristampa risale al marxo 2014.

Costano entrambi molto poco, e sono fatti molto bene. Consigliati PSICO smile.gif

Inviato da: Dr.Dock il Martedì, 08-Apr-2014, 12:09
Ottimo, fammi sapere come sono. PSICO ok.gif

Inviato da: _linea77 il Venerdì, 18-Lug-2014, 22:32
ciao, per la versione pdf di "the imp of mind" a chi posso chiedere?

Inviato da: riccardo859 il Martedì, 05-Ago-2014, 22:44
Salve mi sono comprato Terapia cognitivo comportamentale nel disturbo ossessivo compulsivo Manuale Terapeutico

Angelika lakatos hans reinecker

L'ho sto trovando bellissimo, vorrei però confrontarmi con chi ha letto altri libri, ad esempio quelli di nardone.

Inviato da: Dr.Dock il Mercoledì, 06-Ago-2014, 17:01
Ciao, io ho letto i libri di Nardone se ti servono informazioni.
Se ti va, puoi fare un riassunto dei punti salienti del libro così lo aggiungo in prima pagina, così può essere di aiuto ad altri.

Inviato da: riccardo859 il Venerdì, 15-Ago-2014, 23:10
QUOTE (Dr.Dock @ Mercoledì, 06-Ago-2014, 16:01)
Ciao, io ho letto i libri di Nardone se ti servono informazioni.
Se ti va, puoi fare un riassunto dei punti salienti del libro così lo aggiungo in prima pagina, così può essere di aiuto ad altri.

volentieri,lo ho finito da poco!Me li consigli i libri di Nardone ? Ho visto un suo video e mi è sembrato un tipo molto filosofico nonostante avesse un approccio pragmatico alla questione Doc.Vorrei un libro più funzionale che interessante,quale mi consigli ? Accetto anche titoli non di Nardone PSICO wink.png

Inviato da: Dr.Dock il Domenica, 17-Ago-2014, 17:29
Certo che te li consiglio. Il problema si può superare con un semplice cambio di prospettiva e, in questo, Nardone ha un linguaggio molto ipnotico che riesce a farti capire cose che prima non consideravi.

Se ti serve un libro con esercizi pratici ti consiglio in Workbook, però è in inglese.

Inviato da: jungla il Mercoledì, 20-Ago-2014, 20:08
Io consiglio sopratutto a chi è un po' più avanti col lavoro terapeutico Solcare il mare all'insaputa del cielo di Nardone. Altamente consigliato a chi ha fatto della logica una ragione di vita ma anche a chi è semplicemente affascinato dagli aspetti filosofici riguardo le logiche non ordinario.

Inviato da: prestige il Mercoledì, 01-Ott-2014, 11:42
quale e' il migior libro per le ossessioni pure che evidenzia anche strategie io ho letto:
vincere le ossessioni melli
cogito ergo son nardone
the imp of the mind
cervello bloccato

Inviato da: Dr.Dock il Mercoledì, 01-Ott-2014, 12:38
E dopo tutte queste letture, vuoi ancora libri? PSICO giveup.gif
Non sono polemico, ma dirti che non è il libro in sé a sbloccarti, ma quello che hai all'interno.
Devi solo tirar fuori le risorse.

Inviato da: IHateDoC il Mercoledì, 01-Ott-2014, 13:11
Lo so che ne state già parlando ma non mi raccapezzo:

Per iniziare, ma per essere già a buon punto, quale libro compro / o trovo? Se c'è roba open è pure meglio, le casse piangono per ora tongue.gif

Vorrei una lista s'è possibile... Due o tre libri che possano aprire la mia mente tongue.gif

Inviato da: Dr.Dock il Domenica, 05-Ott-2014, 12:13
Ti consiglierei due libri per iniziare:

-Cogito ergo soffro di Nardone
-Come smettere di farsi le seghe mentali e godersi la vita di Giulio Giacobbe

Il primo tratta specificamente il dubbio ossessivo ed è fatto in modo per scovare gli inganni che esso produce.
Il secondo è una lettura leggera molto utile per cambiare approccio alla vita.

Inviato da: Alessxo il Giovedì, 09-Ott-2014, 13:24
Hai letto i testi di Spagnulo? Se si' cosa ne pensi?

Liberi dal panico
Liberi dalle ossessioni


Il testo di Nardone Cogito ergo soffro fa anche da manuale ? ossia spiega anche cosa fare nei confronti del disturbo (come "riorientare" strategicamente il pensiero) o tratta solamente la tematica del dubbio in generale?

Ciao . Grazie

Inviato da: Dr.Dock il Giovedì, 09-Ott-2014, 13:28
Il libro tratta principalmente il dubbio e le manovre terapeutiche con cui vengono curati i pazienti.
Più che altro, può esserti utile se rielabori quello che impari.
Non è una guida pratica, se è quello che chiedi.
Se ti serve un libro di quel genere è fatto bene OCD Workbook, però è in inglese.

No, quei libri non gli ho letti, mi spiace.

Inviato da: Alessxo il Lunedì, 27-Ott-2014, 09:56
QUOTE (marlin @ Mercoledì, 31-Lug-2013, 14:57)
ciao,
sono riuscita a procurarmi un libro del Dott. Nardone dal titolo OSSESSIONI COMPULSIONI MANIE capirle e sconfiggerle in tempi brevi.
prima edizione aprile 2013 /prima ristampa giugno 2013 (forse l'avete già comprato tutti?)

"Essere attenti e meticolosi nello svolgimento di un compito è un pregio che ci rende rigorosi e affidabili; dover tornare su qualcosa che è stata ricontrollata + volte x' non sono sicuro di averla eseguita correttamente diventa un problema; sviluppare una compulsione irrefrenabile a ricontrollare + volte ciò che ho già controllato diventa una patologia.

Un viaggio attraverso i modi in cui la tirannia dell'assurdo si costituisce e imprigiona la mente nelle sue trappole, ma anche, e soprattutto, come possiamo evadere da tali prigioni e ricondurre l'assurdo alla ragionevolezza mediante percorsi strategicamente pianificati.

....si è giunti a individuare 5 tipologie fondamentali di motivazioni che attivano azioni e pensieri compulsivi.

1.dubbio che innesca bisogno di risposte rassicuranti.
2.ritualità che deriva dall'eccesso di rigidità ideologica o nel rispetto di una moralità o nella credenza superstiziosa.
3.esasperazione di processi di ragionamento razionale sino a renderli del tutto irragionevoli.
4.patologia che si innesca sulla base di atti di sana prevenzione condotti all'estremo.
5.effetti di un'esperienza traumatica.

...come si mantiene il disturbo? evitamento-costante richiesta di rassicurazione ed aiuto-messa in atto di sequenza rituale di azioni...

le tentate soluzioni diventano il problema!

CAMBIAMENTO TRAMITE STRATEGIE E STRATAGEMMI TERAPEUTICI
DIFFERENZE TRA TBS E TCC

casi clinici:
1. dal dubbio di sporcarsi alla fobia degli escrementi
2.dalla prevenzione alla fobia (lo sguardo che contagia)
3.dalla fede al rito propiziatorio : la falsa preghiera
4. il figlio troppo bravo : quando il ragionevole diviene irragionevole
5.tricotillomania
6.l'ossessione di farsela addosso

LA LOGICA DEL CAMBIAMENTO TERAPEUTICO:
- uso di controrituale basato sulla ripetizione pianificata del rituale compulsivo;
- introduzione progressiva di violazioni delle imposizioni fobiche;
- posporre la compulsione
- ritualizzare la compulsione in spazi e tempi prefissati durante la giornata
-introdurre nella logica del paziente la necessità del piccolo disordine che mantiene l'ordine.

casi particolari : la bestemmia essenziale- la gamba che si blocca- rituali senza tregua- l'identità negata- il trattenitore estremo (accumulo).

alla fine vengono riportate le trascrizioni complete delle sedute terapeutiche di 2 casi clinici:
--il musicista irrigidito
--il controllo della gravidanza inventata
a fianco dei dialoghi c'è l'indicazione degli strumenti strategici utilizzati per abbattere il disturbo e inserire modalità di vita + costruttive!

forse c'è anche in biblioteca!...ve lo consiglio!!!

ciao

È tutta pubblicità a lui e alla sua terapia breve strategica ....

1) posporre di 15 minuti la compulsione

2) se compulsi una volta lo farai 5 volte non una di più non una di meno

pagg 74-75....

+altri 2 accorgimenti. ....questa è la terapia breve strategica che promette al di sotto delle 10 sedute di tirarti fuori..


costo ad Arezzo con il mago nardone €160 (telefonare per credere)

Nemmeno alla toilette mi è venuto utile il suo libro

Inviato da: disturbatoDoc il Domenica, 02-Nov-2014, 21:06
Ciao a tutti. Soffro di questo dannato disturbo ormai da 15 anni, ma solo negli ultimi mesi , dopo aver cambiato molti psicoterapeuti/psicologi/psichiatri, si è riusciti ad inquadrare perfettamente la mia situazione.

Il dottore mi ha consigliato di leggere il libro di Melli "Vincere le ossessioni", che mi è stato utile perchè sembrava mi leggesse nel pensiero.

Tuttavia, vorrei approfondire la questione con i libri di cui si è parlato in questo post nelle pagine precedenti, ossia " il cervello bloccato" di Schwartz e la traduzione di "Sleeping with ROCD: Power for the Co-Sufferoef Relationship OCD".

Chi ne è in possesso, potrebbe per cortesia inviarmeli?

mi può contattare con mp.

Ve ne sarei molto grato.

PSICO addio.gif

Inviato da: BBKing il Domenica, 01-Feb-2015, 00:43
Qualcuno ha letto psicopatologia della vita amorosa di Verbitz/Muriana?

Grazie

Inviato da: Valis il Mercoledì, 11-Feb-2015, 12:55
QUOTE (Dr.Dock @ Mercoledì, 06-Ago-2014, 16:01)
Ciao, io ho letto i libri di Nardone se ti servono informazioni.
Se ti va, puoi fare un riassunto dei punti salienti del libro così lo aggiungo in prima pagina, così può essere di aiuto ad altri.

Ciao PSICO smile.gif quello di Nardone aiuta anche nel doc da relazione? Grazieee 😊😊😊

Inviato da: Sangio il Martedì, 05-Mag-2015, 22:13
Comprati:
- Nardone Cogito Ergo Soffro
- Nardone Manie,ossessioni,compulsioni
- Nardone Non c'è notte che non veda il giorno
- Giacobbe Come Diventare un Budda in 5 settimane

Inviato da: Dr.Dock il Mercoledì, 06-Mag-2015, 09:18
QUOTE (Sangio @ Martedì, 05-Mag-2015, 21:13)
Comprati:
- Nardone Cogito Ergo Soffro
- Nardone Manie,ossessioni,compulsioni
- Nardone Non c'è notte che non veda il giorno
- Giacobbe Come Diventare un Budda in 5 settimane

Hai veramente molto da leggere, fallo con calma e non usare i libri come rimedio all'ansia. PSICO wink.png

Inviato da: dany80 il Mercoledì, 13-Gen-2016, 22:55
QUOTE (giovannalapazza @ Giovedì, 02-Mag-2013, 08:59)
the imp of the mind è tradotto, in evidenza, nella cartella strategie non è completo mancano gli ultimi capitoli che non ritengo utili

se lo vuoi completo mandami la tua mail via mp

Ciao..Posso chiederti il pdf di questo libro gentilmente giovanna

Inviato da: riccardo859 il Martedì, 02-Feb-2016, 01:45
QUOTE (disturbatoDoc @ Domenica, 02-Nov-2014, 20:06)
Ciao a tutti. Soffro di questo dannato disturbo ormai da 15 anni, ma solo negli ultimi mesi , dopo aver cambiato molti psicoterapeuti/psicologi/psichiatri, si è riusciti ad inquadrare perfettamente la mia situazione.

Il dottore mi ha consigliato di leggere il libro di Melli "Vincere le ossessioni", che mi è stato utile perchè sembrava mi leggesse nel pensiero.

Tuttavia, vorrei approfondire la questione con i libri di cui si è parlato in questo post nelle pagine precedenti, ossia " il cervello bloccato" di Schwartz e la traduzione di "Sleeping with ROCD: Power for the Co-Sufferoef Relationship OCD".

Chi ne è in possesso, potrebbe per cortesia inviarmeli?

mi può contattare con mp.

Ve ne sarei molto grato.

PSICO addio.gif

Io consiglio di leggere the imp of my mind

Nardone nel mio caso ha fatto solo danni. Tutta la vita la terapia cognitiva comportamentale. Mi ha cambiato la vita.

Inviato da: riccardo859 il Martedì, 02-Feb-2016, 01:49
QUOTE (jungla @ Mercoledì, 20-Ago-2014, 19:08)
Io consiglio sopratutto a chi è un po' più avanti col lavoro terapeutico Solcare il mare all'insaputa del cielo di Nardone. Altamente consigliato a chi ha fatto della logica una ragione di vita ma anche a chi è semplicemente affascinato dagli aspetti filosofici riguardo le logiche non ordinario.

L'ho letto e tolta la parte iniziale, molto interessante, l'ho trovato troppo pesante.

Inviato da: Emilytorne il Martedì, 02-Feb-2016, 23:49
QUOTE (riccardo859 @ Martedì, 02-Feb-2016, 00:45)
QUOTE (disturbatoDoc @ Domenica, 02-Nov-2014, 20:06)
Ciao a tutti. Soffro di questo dannato disturbo ormai da 15 anni, ma solo negli ultimi mesi , dopo aver cambiato molti psicoterapeuti/psicologi/psichiatri, si è riusciti ad inquadrare perfettamente la mia situazione.

Il dottore mi ha consigliato di leggere il libro di Melli "Vincere le ossessioni", che mi è stato utile perchè sembrava mi leggesse nel pensiero.

Tuttavia, vorrei approfondire la questione con i libri di cui si è parlato in questo post nelle pagine precedenti, ossia " il cervello bloccato" di Schwartz e la traduzione di "Sleeping with ROCD: Power for the Co-Sufferoef Relationship OCD".

Chi ne è in possesso, potrebbe per cortesia inviarmeli?

mi può contattare con mp.

Ve ne sarei molto grato.

PSICO addio.gif

Io consiglio di leggere the imp of my mind

Nardone nel mio caso ha fatto solo danni. Tutta la vita la terapia cognitiva comportamentale. Mi ha cambiato la vita.

Non ti sei trovato con nardone? Io ho letto qualcosa. Ne ho sentito parlare benissimo..

Inviato da: Lilliput il Mercoledì, 06-Lug-2016, 22:37
QUOTE (Emilytorne @ Martedì, 02-Feb-2016, 22:49)
QUOTE (riccardo859 @ Martedì, 02-Feb-2016, 00:45)
QUOTE (disturbatoDoc @ Domenica, 02-Nov-2014, 20:06)
Ciao a tutti. Soffro di questo dannato disturbo ormai da 15 anni, ma solo negli ultimi mesi , dopo aver cambiato molti psicoterapeuti/psicologi/psichiatri, si è riusciti ad inquadrare perfettamente la mia situazione.

Il dottore mi ha consigliato di leggere il libro di Melli "Vincere le ossessioni", che mi è stato utile perchè sembrava mi leggesse nel pensiero.

Tuttavia, vorrei approfondire la questione con i libri di cui si è parlato in questo post nelle pagine precedenti, ossia " il cervello bloccato" di Schwartz e la traduzione di "Sleeping with ROCD: Power for the Co-Sufferoef Relationship OCD".

Chi ne è in possesso, potrebbe per cortesia inviarmeli?

mi può contattare con mp.

Ve ne sarei molto grato.

PSICO addio.gif

Io consiglio di leggere the imp of my mind

Nardone nel mio caso ha fatto solo danni. Tutta la vita la terapia cognitiva comportamentale. Mi ha cambiato la vita.

Non ti sei trovato con nardone? Io ho letto qualcosa. Ne ho sentito parlare benissimo..

Neanch'io l'ho trovato utile. Anzi mi ha messo più ansia.

Io consiglio gli uomini vengono da marte e le donne da venere per chi ha problemi di coppia. É una lettura piacevole e leggera.

Inviato da: littlesweet il Domenica, 10-Lug-2016, 17:12
Ciao a tutti qualcuno può inviarmi il pdf si imp of my mind? Grazie

Inviato da: MAX-ILLUSION il Lunedì, 11-Lug-2016, 14:26
Qui puoi leggere la traduzione http://psyco.forumfree.org/index.php?&showtopic=64021

Inviato da: Sherine Bites il Giovedì, 25-Ago-2016, 19:08
Ciao a tutti!
Mi ricordo che tempo fa ( emh molto tempo fa a dire il vero, saranno passati quasi otto anni ...) qualcuno condivise i capitoli aggiuntivi del libro del dottor Melli ma non riesco più a ritrovare quella vecchissima discussione! Qualcuno per caso ha il pdf con quei capitoli e me lo potrebbe girare...io non lo ritrovo più :-(

Inviato da: Shilia il Sabato, 27-Ago-2016, 16:36
purtroppo non so sherine PSICO sad.gif
sentite invece volevo sapere la vostra su Cogito ergo soffro di Nardone..che ne pensate?

Inviato da: Klaus1 il Lunedì, 17-Lug-2017, 16:24
Non è proprio sul doc ma può essere utile https://books.google.it/books?id=ktSQDAAAQBAJ&printsec=frontcover&dq=giulio+cesare+giacobbe&hl=it&sa=X&ved=0ahUKEwiKpIjewZDVAhVlCsAKHVjJCNYQuwUIQzAF#v=onepage&q=giulio%20cesare%20giacobbe&f=false

Giulio Cesare Giacobbe, Come smettere di farsi le seghe mentali

Inviato da: nuvolarosa_77 il Lunedì, 11-Dic-2017, 23:39
Buonasera, scusate, come si puo' avere "The Imp of the Mind" in italiano?
Ho letto di scrivere in qst sezione, sperando sia quella giusta...

Inviato da: PEGASUSDIFUOCO il Sabato, 03-Feb-2018, 00:07
Chi mi passa the imp of the mind in italiano?

Inviato da: Simone M il Martedì, 14-Ago-2018, 06:11
Ciao a tutti, sono un ragazzo di 33 anni di Pistoia. Ho il disturbo ossessivo compulsivo da quando avevo quindici anni. Prendo vari farmaci e seguo un percorso di psicoterapia. Adesso sto meglio e riesco a condurre una vita abbastanza normale.
Ho auto-pubblicato un librettino su Amazon: è una raccolta di pillole e aneddoti, volti a esorcizzare con ironia il DOC. In pratica i pensieri di un individuo si animano e cominciano a interagire fra loro per ribellarsi alla mente.
Vorrei sapere se posso inserire il link in questo spazio, di modo che la mia testimonianza in chiave ironica possa servire a qualcuno.
Mi faccia sapere Dr. Dock.
Grazie e buon proseguimento.
Simone

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)