Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) 1 2 [3]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> La Mia Nemica Si Chiama... Depressione
 
DocSerendipity
Inviato il: Mercoledì, 10-Ott-2012, 21:22
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 275
Utente Nr.: 10.572
Iscritto il: 11-Lug-2012



QUOTE (Favole @ Mercoledì, 10-Ott-2012, 20:00)
QUOTE (DocSerendipity @ Mercoledì, 10-Ott-2012, 19:59)
QUOTE (Favole @ Mercoledì, 10-Ott-2012, 18:39)
Riprendo, per DocSerendipity

"Elontril mi sta dando grossi disturbi" scrivevo al tempo, poi non ho più aggiunto che per i suoi effetti collaterali mi ha portato al prontosoccorso.
Causa: anisocoria. In pratica un bel giorno non ho visto più dall'occhio destro e avevo la pupilla dilatata al massimo, non esisteva più l'iride peggio di quando mettono l'atropina!
Questo è stato il disturbo eclatante ma lamentavo al medico altri problemi: difficoltà di coordinare i movimenti, dolori atroci al petto, tremori, e per ora non ricordo più altro.
Vuoi che io abbia fiducia nei farmaci e negli esperimenti che si fanno su di noi???!!!

da quel che ho capito tra i farmaci che hai provato ci sono SSRI(Zoloft) e NDRI (Elontril)....

hanno mai provato su di te i triciclici (es. Anafranil e Tofranil) o gli IMAO (es.Nardil)?

L'Elontril è una antidepressivo atipico e piuttosto blando, e anche gli SSRI non sono tra i più potenti...

se non hai risposto ai primi potresti rispondere a triciclici o IMAO... hanno più effetti collaterali degli SSRI ma sono più potenti

prima di essere classificati come resistenti alle terapie bisogna averle provate TUTTE

credimi PSICO smile.gif

PS: non fanno esperimenti, cercano di curarci

Ti ringrazio per i suggerimenti ma figurati, se Elontril aveva effetti collaterali blandi e sono finita in ospedale con TAC e risonanza magnetica perché volevano capire cosa fosse successo, dovrei fare la cavia con altro tipo di farmaci che già tu mi dici avere più effetti collaterali?
Io ormai sono terrorizzata. Se mi sento male come faccio? Se ne accorgerebbero i vicini di casa solo quando vedrebbero i vermi uscire da sotto la porta di casa!
Sono ritornata allo Xeristar (che prenderlo o non prenderlo è lo stesso), Xanax e il solito Minias per dormire. PSICO sad.gif

P.S. I primi a sperimentare un qualsiasi farmaco siamo noi malati, ecco perché la sperimentazione animale (oltre che per implicazioni etiche) è inutile in assoluto.

Ho scritto che l'Elontril è piuttosto blando come antidepressivo, non che abbia effetti collaterali trascurabili..... a molti ha dato attacchi di panico, altri l'hanno tollerato bene, come al solito gli effetti variano da paziente a paziente. A me alcuni anni fa ha ridato una vita sessuale inibita dagli SSRI, l'avevo usato come terapia aggiuntiva.

La depressione è orribile e bisogna provare tuute le classi di farmaci fino a trovare quella giusta, se gli effetti collaterali sono insostenibili si sospendono e basta.

Molti pazienti prendono triciclici o IMAO con successo e pochi effetti collaterali.

Non ha senso proseguire con lo Xeristar se dopo molte settimane non ha dato benefici, tutt'al più si può aggiungere un secondo farmaco (es. un antipsicotico atipico come il Seroquel) prima di cambiare del tutto terapia


--------------------
“Moods are such an essential part of the substance of life, of one's notion of oneself, that even psychotic extremes in mood and behavior somehow can be seen as temporary, even understandable, reactions to what life has dealt.”

Prof.Kay Redfield Jamison
PMEmail Poster
Top
 
Favole
Inviato il: Sabato, 14-Apr-2018, 18:16
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 106
Utente Nr.: 5.955
Iscritto il: 16-Mag-2010



Sono trascorsi quasi 6 anni dall'ultimo mio post....
Mi siete mancati tanto tanto...
Le mie condizioni? Ho eliminato tutti gli antidepressivi constatando che la mia situazione è rimasta identica a prima. Mi spiego meglio: con i farmaci non ho risolto niente, senza farmaci la situazione non è peggiorata ma è rimasta tale e quale a prima.
Spesso mi chiedo: "Allora ho intossicato il mio organismo per niente?" Eh! Non saprei...
Non metto in dubbio che spesso è necessario ricorrere alla chimica per risolvere alcuni problemi ma io purtroppo non ho ottenuto i risultati sperati. Forse le prescrizioni non facevano al caso mio, ma dopo le esperienze subite in passato non mi sono più sentita nè mi sento a tutt'oggi in condizioni tali da fare ulteriori prove. Mi rendo conto che queste mie affermazioni sono degne di critica e lo accetto, ma parlo con la verità. Parlo di ciò che ho sperimentato su me stessa. Secondo me non ho alcuna via d'uscita, devo convivere con questa brutta bestia e con i suoi "effetti collaterali" che si ripercuotono costantemente nella mia cosiddetta "vita quotidiana".... (ripeto: parlo solo e soltanto per me). Non ho abbandonato la terapia psik e le gocce per dormire (minias) che ormai non mi fanno più effetto anche se le aumento (sempre sotto le direttive del medico)...
A questo punto è lecito da parte vostra chiedermi: "e allora cosa vuoi da noi?" Mah! Non saprei... PSICO sad.gif PSICO cry.gif


--------------------
Pensavo di aver toccato il fondo... adesso ho iniziato a scavare...
PM
Top
 
Jack1987
Inviato il: Sabato, 14-Apr-2018, 21:25
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 52
Utente Nr.: 17.344
Iscritto il: 19-Ago-2016



Beh già che la situazione sia rimasta stabile senza farmaci ,anche se non ti permette di vivere a pieno la vita, direi che sia un buon passo avanti, la mia paura più grande è peggiorare progressivamente, qualcuno demonizza i farmaci dicendo che dopo anni peggiora le cose invece che migliorarle modificando le attività cerebrali ma non curando la malattia si và nella stessa strada, pensare al futuro mi mette un pò di angoscia, penso anche questo sia legato al mio disturbo comunque...almeno per te sono contento che la cosa sia stabile dopo anni, purtroppo in questo forum chi più e chi meno siamo tutti nella stessa barca PSICO bam.gif
Posso chiederti da quanto hai smesso i farmaci? a parte il minias che non ha comunque un azione terapeutica...
PMEmail Poster
Top
 
Aeroplano italiano
Inviato il: Sabato, 14-Apr-2018, 23:27
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.036
Utente Nr.: 11.442
Iscritto il: 03-Gen-2013



Cara Favole,

Hai ben compreso che chi ti dice "tirati su", t'infligge solo un'umiliazione, perché la depressione non te la scegli. E poi tutti VORREMMO uscire dalla depressione, ma non riusciamo.

E allora come ci si protegge? Non parlando della propria depressione con nessuno, ma solo dei piccoli bisogni concreti. Bisogna evitare che gli altri si mettano a indagare, scavare, dare consigli, mettersi a fare gli psicologi, ma solo aiutarci nelle nostre fatiche e nei nostri bisogni.

Meglio parlare di cose pratiche, che di questioni esistenziali. Di cibo, di cucina, di voglie, di golosità, di compiti da scaricare.


--------------------
Se non sei saggio, siilo :-)
PMEmail Poster
Top
 
Favole
Inviato il: Domenica, 15-Apr-2018, 13:03
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 106
Utente Nr.: 5.955
Iscritto il: 16-Mag-2010



QUOTE (Jack1987 @ Sabato, 14-Apr-2018, 21:25)
Beh già che la situazione sia rimasta stabile senza farmaci ,anche se non ti permette di vivere a pieno la vita, direi che sia un buon passo avanti, la mia paura più grande è peggiorare progressivamente, qualcuno demonizza i farmaci dicendo che dopo anni peggiora le cose invece che migliorarle modificando le attività cerebrali ma non curando la malattia si và nella stessa strada, pensare al futuro mi mette un pò di angoscia, penso anche questo sia legato al mio disturbo comunque...almeno per te sono contento che la cosa sia stabile dopo anni, purtroppo in questo forum chi più e chi meno siamo tutti nella stessa barca  PSICO bam.gif 
Posso chiederti da quanto hai smesso i farmaci? a parte il minias che non ha comunque un azione terapeutica...

L'interruzione dei farmaci risale appprossimativamente al periodo dell'ultimo post, quindi alla fine del 2012, inizio del 2013. Però ripeto e sottolineo più volte che questa cessazione è stata una mia decisione (accettata da terapeuta) e che non intendo spronare gli altri a fare come me.
Ho provato diversi metodi cosiddetti "naturali" e ne sto provando ancora oggi (sempre seguìta da specialisti in merito) rimango in attesa di riscontrare un risultato positivo ma ancora non ho trovato quello giusto. Mi sento una speleologa...
Comunque sia se non ho ottenuto miglioramenti (o se ce ne sono stati sono stati microscopici, tanto da non accorgermene) non sono nemmeno peggiorata. Tutto ciò mi rallegra parzialmente visto che il problema non si è risolto. PSICO cry.gif


--------------------
Pensavo di aver toccato il fondo... adesso ho iniziato a scavare...
PM
Top
 
Egot
Inviato il: Lunedì, 23-Apr-2018, 09:58
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 245
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



ciao Favole, ogni persona è un caso a se, a me i farmaci aiutano, nel senso che leniscono il dolore viscerale e altri sintomi. Tutto il resto lo combatto con le mie mani, atteggiamento verso la vita, addestramento quotidiano. E' come trainare un carro...Quando in alcuni periodi scalo i farmaci sono consapevole del peggioramento delle condizioni, ma la mia filosofia e il mio modo d'essere non cambia, non perdo fiducia in me. Sto solo più male, come se avessi smesso gli antifiammatori...ma IO non sono solo il mio dolore. Tu Favole non sei la tua depressione. Tu sei Favole che sta male, che soffre, ma non solo questo.

P.S. io sono davvero uno speleologo, sotto terra ci sono luoghi indescrivibili anche se ora è qualche anno che non vado
PMEmail Poster
Top
 
Felix
Inviato il: Lunedì, 23-Apr-2018, 18:03
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.335
Utente Nr.: 2.034
Iscritto il: 10-Ago-2008



Ma la terapia farmacologica la fate in modo ininterrotto, oppure lasciate e riprendete a seconda del periodo?
PM
Top
 
Egot
Inviato il: Martedì, 24-Apr-2018, 09:34
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 245
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



sulla terapia chiedete al vostro medico. Io sono 15 anni che prendo antidepressivo...a dosaggio base, per fortuna i miei disturbi sono restati appunto "disturbi" non malattia completamente invalidante. Ciclicamente abbasso il dosaggio per "pulire" un minimo fegato e altri organi. Poi se la situazione riprende a peggiorare seriamente resisto il più possibile e nel caso torno al dosaggio più consono. Ma ripeto, chiedete al vostro medico.
PMEmail Poster
Top
 
80carmen
Inviato il: Giovedì, 26-Apr-2018, 12:13
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 57
Utente Nr.: 18.360
Iscritto il: 20-Lug-2017



Mi ritrovo anche io in molti punti del post di favole...
Io é 14 anni che prendo zoloft il cui dosaggio cambia in base ai periodi più o meno buoni. E quello da due mesi a questa parte é sicuramente uno fra i meno buoni.
Dall’ultima ricaduta a fine febbraio ho avuto dei brevi periodi in cui mi sono sentita meglio, ma dopo una settimana/10 giorni di benessere ricado proprio giù. Nei miei momenti no sono sempre riuscita ad andare a lavoro con grossi sacrifici e la testa che mi diceva tutt’altro. L’ultimo mese a lavoro é stato pesantissimo, ho convogliato tutte le mie energie su un’attivitá e ora mi sento a terra, spossata. Lasciamo perdere questi due giorni che sono rimasta a casa da sola l’ansia che mi É venuta... non riesco più a farcela quando sono da sola ed é una cosa che accade spesso visto che mio marito lavora all’estero e i miei vanno via al mare per lunghi periodi. Ma non voglio pesare su nessuno anche se penso di essere peggiorata ultimamente con le ricadute. Prima mi si ripresentavano 1 volta all’anno ogni due/tre anni, nel 2017 sono stata male un paio di mesi in estate e tempo 5 mesi sono di nuovo ricaduta. E le forze per tirarsi su sono sempre meno... la psichiatra che mi segue non vuole aggiungere stabilizzatori dell’umore visto che sto provando ad avere un figlio che non arriva e forse é meglio così visto la madre depressa che si ritroverebbe... scusate lo sfogo ma mi sentivo di condividere la mia storia con chi vive o ha vissuto periodi analoghi ai miei.
PMEmail Poster
Top
 
NanakoFromMars
Inviato il: Lunedì, 30-Apr-2018, 21:39
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 11
Utente Nr.: 18.934
Iscritto il: 30-Apr-2018



Concordo con Favole, esitono persone che rinascono con i farmaci, ma altre a cui non fanno nulla o fanno stare peggio.
Probabilmente la depressione è come la febbre: può essere data dall'influenza, da una polmonite, da un colpo di sole... L'antidepressivo è l'antibiotico, ottimo se hai la polmonite. E basta.
PMEmail Poster
Top
 
Egot
Inviato il: Venerdì, 11-Mag-2018, 15:58
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 245
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



beh di polmonite ci muori...un colpo di sole...te ne puoi stare senza farmaci sicuramente...se poi uno tende a scambiare un colpo di sole per una polminite...è un problema suo.
Sinceramente credo che la cartina tornasole di un disturbo "mentale" sia la gravità delle somatizzazioni fisiche. Se un persona si lamenta che è depresso, ma è sano, mangia, beve e vive...per me è solo un ragazzino che frigna. Ma è assolutamente solo una mia opinione.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) 1 2 [3]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0931 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]