Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Ossessioni E Fatti Inevitabili
 
Macer
Inviato il: Venerdì, 21-Giu-2019, 23:35
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 179
Utente Nr.: 12.564
Iscritto il: 15-Ago-2013



Come si può fare quando si hanno ossessioni su cose che per natura non si possono evitare?

Io ad esempio ho sempre avuto, da quando ho vita praticamente, una gigantesca paura ossessiva di sbagliare e di essere giudicata male.
Non è come il doc omosex e da relazione, in cui si ha paura su cose che è improbabile che accadano. L'essere umano, in quanto tale, SBAGLIA, non è perfetto, è inevitabile, succede e basta. E, di conseguenza, prima o poi viene giudicato, inevitabile anche questo.

Io sono una di quelle persone che, piuttosto che sentirsi dire "hai sbagliato" preferisce di gran lunga non agire. E infatti non agisco. Non faccio niente in casa, fuori neanche, dato che non esco mai, sono bloccata sia sulla tesi che sulle poche ambizioni che ho, non ho mai "osato" nella mia vita.

Sto prendendo delle medicine, ma a volte me le dimentico, perché inconsciamente non mi piace l'idea di andare avanti a farmaci. Infatti dopo un po' che le dimentico si nota. Vorrei potercela fare da sola però...

Poi non mi sento molto supportata dai miei. Mi viene chiesto spesso quando finirà "questa cosa della psichiatra", perché costa e, nonostante mi senta migliorata, seppur di poco, loro non riescono a vedere questi miglioramenti. Non accettano il fatto che il mio sia un disturbo mentale e che probabilmente ci convivrò tutta la vita. Loro mi hanno sempre detto "Piantala di dire che non sei normale" oppure "Non dirò mai che mia figlia è pazza"... cose del genere.
Ho cominciato a mentire loro. Dico che vado avanti ma non è così. Ma le bugie hanno le gambe corte...

Ho paura per il futuro...


--------------------
Mi rifugio a 3MST che a 3MSC non c'è più posto...

Siamo figli del nostro tempo e diventiamo quello che tutti credono siamo dalla nascita.

PMEmail Poster
Top
 
Minima
Inviato il: Sabato, 22-Giu-2019, 00:11
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 346
Utente Nr.: 19.397
Iscritto il: 12-Giu-2019



Innanzitutto i tuoi sbagliano a dire queste cose. All'inizio anche i miei lo facevano e mia mamma continua a farlo, mio padre invece ha capito. Per lui l'importante è che io stia bene. Avere un disturbo ossessivo di questo genere non vuol dire essere pazzi. È una cosa che puoi risolvere anche con la psicoterapia...imparare a fregartene
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Minima
Inviato il: Sabato, 22-Giu-2019, 00:19
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 346
Utente Nr.: 19.397
Iscritto il: 12-Giu-2019



La pazzia è altra cosa. Il cervello è un organo come gli altri, e come gli altri può avere dei problemi. Dire ad una persona con un disturbo, che può essere ad esempio mancanza di serotonina, di non prendere la medicina perché non ne ha bisogno e tutto dipende dalla sua volontà è come dire ad un malato di cancro di non fare la cura
PMEmail Poster
Top
 
Macer
Inviato il: Giovedì, 18-Lug-2019, 16:04
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 179
Utente Nr.: 12.564
Iscritto il: 15-Ago-2013



QUOTE (Minima @ Venerdì, 21-Giu-2019, 23:11)
Innanzitutto i tuoi sbagliano a dire queste cose. All'inizio anche i miei lo facevano e mia mamma continua a farlo, mio padre invece ha capito. Per lui l'importante è che io stia bene. Avere un disturbo ossessivo di questo genere non vuol dire essere pazzi. È una cosa che puoi risolvere anche con la psicoterapia...imparare a fregartene

Il disturbo ossessivo credo sia una cosa di famiglia nel mio caso: Ho iniziato ad avere pensieri ossessivi perché mia madre inconsapevolmente mi passava i suoi.
Lei lo sa. Ma non vuole ammettere che sia un problema con una certa serietà. La prende un po' così. All'acqua di rose. Sia il mio disturbo che il suo. Dice di saperlo gestire ma non ne sono convinta. Quando ho cercato di spiegarle cosa sia veramente il DOC ha fatto un discorso strano tirando fuori come esempio per la sua tesi il "Malato Immaginario" di Moliere.
Cioè... per dire...

Intanto io mi riduco a telefonare ai miei amici senza motivo chiedendo loro se li ho offesi.
Perché tra le mie ossessioni c'è anche questa: la paura di offendere le persone.

Edit.Oltre che correggere ossessivamente questo post ogni volta che noto un errore sintattico o grammaticale.
C'è anche questo. Forse la mia è una ricerca ossessiva della perfezione, non so...


--------------------
Mi rifugio a 3MST che a 3MSC non c'è più posto...

Siamo figli del nostro tempo e diventiamo quello che tutti credono siamo dalla nascita.

PMEmail Poster
Top
 
Klaus1
Inviato il: Giovedì, 18-Lug-2019, 16:47
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 947
Utente Nr.: 17.837
Iscritto il: 15-Gen-2017



QUOTE (Macer @ Venerdì, 21-Giu-2019, 22:35)
Poi non mi sento molto supportata dai miei. Mi viene chiesto spesso quando finirà "questa cosa della psichiatra", perché costa e, nonostante mi senta migliorata, seppur di poco, loro non riescono a vedere questi miglioramenti. Non accettano il fatto che il mio sia un disturbo mentale e che probabilmente ci convivrò tutta la vita. Loro mi hanno sempre detto "Piantala di dire che non sei normale" oppure "Non dirò mai che mia figlia è pazza"... cose del genere.
Ho cominciato a mentire loro. Dico che vado avanti ma non è così. Ma le bugie hanno le gambe corte...


Io ho anche di disturbi fisici, e anche in questo caso dicono "ma sei ipocondriaco", e naturalmente non riescono ad accettare il doc come disturbo cronico nonostante lo stesso mio padre abbia un disturbo cronico, il disturbo bipolare ciclotimico.
La terapia psicologica non psichiatrica nemmeno a me soddisfaceva molto ma l'ho smessa per problemi economici e su spinta famigliare.

Anche loro dicono, ricopio le tue frasi, "Piantala di dire che non sei normale" oppure "Non dirò mai che miO figliO è pazzO", io sinceramente se avessi un figlio con problemi lo accetterei come è e lo supporterei senza dire queste frasi...

Oppure "tu sei nato normale" ecc. "una madre non può accettare" e altre sciocchezze simili.

QUOTE (Macer @ Giovedì, 18-Lug-2019, 15:04)

Il disturbo ossessivo credo sia una cosa di famiglia nel mio caso: Ho iniziato ad avere pensieri ossessivi perché mia madre inconsapevolmente mi passava i suoi.
Lei lo sa. Ma non vuole ammettere che sia un problema con una certa serietà. La prende un po' così. All'acqua di rose. Sia il mio disturbo che il suo. Dice di saperlo gestire ma non ne sono convinta. Quando ho cercato di spiegarle cosa sia veramente il DOC ha fatto un discorso strano tirando fuori come esempio per la sua tesi il "Malato Immaginario" di Moliere.
Cioè... per dire...

Esatto, è così, in più mia madre lo prende sul personale "anche io avevo cose simili, è solo che tu sei un eccentrico" (non nego di esserlo) "e non vuoi guarire mentre io l'ho superato".

A parte che l'aveva in forma leggera, e comunque non ha superato molti suoi blocchi in realtà, anche se dice di si.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Oceano
Inviato il: Venerdì, 19-Lug-2019, 11:21
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 499
Utente Nr.: 18.801
Iscritto il: 05-Feb-2018



Parti dal presupposto che la perfezione, purtroppo, non esiste. Anch'io ho cercato per tanto tempo di raggiungerla, spesso lo faccio tuttora, ma è impossibile...
Ogni nostra azione sarà sempre sottoposta al giudizio altrui e anche se perfetti si verrà giudicati comunque.
Gli sbagli aiutato a capire e possono ampliare le nostre conoscenze 😉
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1490 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]