Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Amore O No?
 
Tommo
Inviato il: Venerdì, 08-Nov-2019, 16:57
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.466
Utente Nr.: 16.785
Iscritto il: 22-Mar-2016



Ciao a tutti, sono un ragazzo di 23 anni, in passato ho sofferto di doc omosessuale o dubbio patologico... fatto sta che ho iniziato una storia sentimentale con una ragazza da circa 1 mese e mezzo, anche se ci sentiamo/frequentiamo ormai da più di 4 mesi. E' tutto molto bello, finalmente ho trovato una ragazza che mi piace, che rispecchia esattamente, in toto, tutto quello che cercavo: dall'aspetto puramente estetico, per arrivare a quello caratteriale. Mi piace tutto di lei, la sua maturità, il suo senso di responsabilità, i suoi ragionamenti. Dopo il primo bacio ho passato un paio di settimane "sulle nuvole", ero felice, costantemente distratto, contento di tutto. Poi un bel giorno ho cominciato a domandarmi cosa fosse l'amore, cosa si prova quando si è innamorati e cosa mi fa capire che io sia innamorato di una ragazza. Da lì ho cominciato a monitorarmi un po', nel senso che cercavo di capire, ad esempio, se quando messaggiavo con lei provavo qualcosa, se avevo voglia di vederla, se avevo voglia di stare con lei.. . pure quando eravamo insieme mi chiedevo "ma sei realmente felice di stare con lei in questo momento? ". Insomma, una serie di domande volte a monitorarmi, ma che invece mi disturbavano e disturbano tutt'ora e basta. Anche in normalissimi pomeriggi in cui sono in casa a massaggiare con lei su whatsapp, sono li che mi chiedo "ma se fossi innamorato non dovrei provare emozione costantemente, anche solo a sentirla? ".. . quindi inizio a pensare "allora se non sto provando emozione in questo momento a pensare a lei significa che non sono preso da lei?! " e provo sensazioni fastidiose, ansia, rigetto di questi pensieri. Ho la convinzione in testa che, specialmente nella prima fase di una relazione, uno deve essere sempre con "le farfalle nello stomaco", anche solo a pensare all'altra persona, in qualsiasi momento.. . . e a me questo non accade: ovviamente ci sono dei momenti in cui mi sento emotivamente più vulnerabile e legato a lei, e altri in cui sono normale, senza però avere questa sensazione continua di "farfalle nello stomaco". Ci scriviamo e diciamo sempre delle bellissime cose, che vogliamo un futuro insieme, che abbiamo trovato finalmente la persona che cercavamo l'un l'altra, e tanto altro. Ma mentre le scrivo/dico queste cose mi chiedo "ma le pensi davvero oppure stai solo fingendo per farle un piacere? " con conseguente aumento di sensazioni negative, ansia e tristezza. E poi arrivo a chiedermi "come faccio a capire che sono VERAMENTE preso preso ed innamorato di lei? " Io con lei sto benissimo, quando siamo insieme il tempo vola, e passa in modo piacevolissimo, lei è davvero tutto ciò che stavo cercando. Ho voglia di condividere tanto con lei.. . ma ci sono questi pensieri e sensazioni fastidiose che non mi fanno vivere la relazione in modo tranquillo, sereno e spensierato.. . vorrei solo godermi lei e il nostro rapporto. Quando riesco a non pensare a tutto ciò mi accorgo che sto meglio e sono più "leggero", meno preoccupato!! In passato ho sofferto di dubbio patologico, non vorrei che fosse lo stesso meccanismo anche in questo caso.
PMEmail Poster
Top
 
MagicaBula
Inviato il: Venerdì, 08-Nov-2019, 17:03
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 82
Utente Nr.: 19.513
Iscritto il: 09-Set-2019



vi frequentate da molto poco…

solo un dottore può dirti se è DOC.

PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Elsachan96
Inviato il: Venerdì, 08-Nov-2019, 17:31
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 431
Utente Nr.: 19.039
Iscritto il: 12-Lug-2018



Quando ti chiedi cosa sia l’amore che risposta ti dai esattamente?
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Venerdì, 08-Nov-2019, 20:41
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 556
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Per difinirlo DOC devono esserci alcuni sintomi tra cui la periodicità del pensiero ossessivo per un certo periodo di tempo.

Se non vogliamo chiamarlo doc perché appunto è scorretto concettualmente, potremmo chiamarla ansia?
Ciò che ho imparato nel mio percorso di doccata da relazione è che l'ansia in questi casi non va mai ascoltata e che l'unica cosa da fare è aspettare che passi.
Non puoi contrastarla, non puoi combatterla... Vivrai bene quando ti passerà.

Vuoi stare con lei? Stai con lei anche se l'ansia ti dice che ti dà fastidio.
E se un giorno preferisci dormire piuttosto che parlare al telefono o uscire con lei, non significa che lei non ti piace. Significa che ora hai voglia di farti i caz.i tuoi PSICO smile.gif


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
MAX-ILLUSION
Inviato il: Domenica, 10-Nov-2019, 12:55
Quote Post


poor man
********


Messaggi: 33.940
Utente Nr.: 57
Iscritto il: 04-Lug-2007



Ciao Tommo
le persone ansiose e
d ossessive a volte si analizzano eccessivamente e rimuginano troppo sulle cose.

Non direi che sia doc in questo caso ma ti stai monitorando eccessivamente su cosa sia giusto o no provare...... ovviamente questo blocca la spontaneità non c'è un giusto o sbagliato.

lasciati andare e vivi serenamente gli sviluppi con questa ragazza


--------------------
Informazione:
Per favore Solo supporto tecnico ed informativo, no domande sul Doc per quello aprire una nuova discussione o meglio leggere le vecchie discussioni e le discussioni in evidenza.

Grazie
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0952 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]