Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Cipralex, Ossessioni
 
Leoncina95
Inviato il: Lunedì, 25-Nov-2019, 13:31
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 174
Utente Nr.: 19.575
Iscritto il: 01-Nov-2019



Ragazzi buongiorno,
Volevo sapere se Cipralex è efficace anche sulle ossessioni. Qualcuno lo ha usato per il doc da relazione?
Io l'ho utilizzato in passato per attacchi di panico e ha funzionato perfettamente.
Ora non riesco a capire se ho realmente bisogno di un farmaco o se posso uscire da sola da questa situazione.
Ovviamente preferirei non prendere nulla, ma i dubbi, le domande e queste sensazioni spiacevoli mi stanno stancando e in alcune giornate mi sento proprio giù!
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Lunedì, 25-Nov-2019, 19:43
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.121
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Penso le ossessioni siano solamente una variante della tua ansia, prima entravi nel panico ora l'ansia si è spostato sull'ossessività.
Il Cipralex essendo un antidepressivo agisce sull'ansia.
Se agisce bene il farmaco ti rende meno apprensivo e preoccupato quindi vedi tu.
Parlane con lo psichiatra.
Perché lo hai interrotto se agiva bene?


--------------------
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Leoncina95
Inviato il: Lunedì, 25-Nov-2019, 21:06
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 174
Utente Nr.: 19.575
Iscritto il: 01-Nov-2019



Perché stavo bene. L'ho scalato pian piano fino a toglierlo.
Ora dopo un periodo di fortissimo stress sono sbucate fuori le ossessioni... speravo di aver risolto per sempre e invece eccomi qua.
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 26-Nov-2019, 10:50
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.121
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Ti ripeto, il Cipralex essendo un antidepressivo, oltre ad agire sul famoso ormone del buonumore agisce anche sull'ansia (anche se nessuno ha capito il perché).
Le ossessioni su base ansiosa sono delle preoccupazioni e sono una variante dell'ansia, prima ti veniva l'attacco di panico ora invece la tua mente sviluppa queste stupide ossessioni (nel tuo caso riguarda la tua relazione ma se non avessi una relazione si sarebbe sviluppata un'altra ossessione, non è importante l'oggetto dell'ossessione).
Sulle ossessioni però potresti anche provare (se puoi economicamente) un percorso di psicoterapia, con uno psicoterapeuta specializzato nel trattamento delle ossessioni che ti aiuti a smontarle a livello logico.
Altrimenti vai dallo psichiatra, gliene parli e magari lui ti darà un consiglio oppure ti dirà di ritornare al Cipralex.
Mia esperienza, gli psicofarmaci è dura da toglierli e nel corso della vita bene o male ci si ritorna sempre. Chi ne ha fatto uso per un periodo non breve di tempo quasi sempre vede tornare il periodo in cui ne ha bisogno di nuovo.
Gli psicofarmaci bene o male sono come tutti gli altri farmaci che si usano per le altre malattie.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Leoncina95
Inviato il: Martedì, 26-Nov-2019, 15:29
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 174
Utente Nr.: 19.575
Iscritto il: 01-Nov-2019



Che tristezza... sono in terapia da 4 anni con una psicologa che ho conosciuto all'asl e con cui ho poi continuato privatamente. Non so dirti che tipo di terapia abbiamo intrapreso perché non mi è mai stato detto e io non sentivo l'esigenza di saperlo. Ma dopo 4 anni pare che io sia punto e a capo... quindi ho cominciato a dubitare anche della psicologa, però non escludo che ci sia un problema con la mia serotonina e che quindi i farmaci siano forse necessari.
La cosa che più mi depista è il fatto che io non sento ansia forte (non ho tachicardia, tremori, testa leggera ecc). Ma sono i miei pensieri che mi angosciano. La psichiatra mi ha detto che si tratta di un episodio depressivo, la psicologa ha aggiunto che ho pensieri ossessivi. Nessuna delle due ha mai sentito parlare di doc da relazione 🤦🏼‍♀️. Entrambe comunque mi hanno suggerito di ritornare a prendere il farmaco... ma io ho paura che cipalex non agisca sulle ossessioni e che quindi io possa convincermi dei miei pensieri. In più, la prima volta che l'ho assunto, ho deciso di prenderlo perché mi sentivo davvero male... avevo paura di svenire o sentirmi male e quindi non uscivo più di casa. Ora invece faccio tutto (con fatica), ma ho questa angoscia e questi pensieri con cui convivo da 3 mesi. E se potessi uscirne da sola senza farmaci?
Porca miseria sono indecisa su tutto!

È triste perché pensavo che questi problemi fossero solo un brutto ricordo... invece a distanza di 4 anni eccomi di nuovo qui.
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 26-Nov-2019, 19:48
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.121
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Ti assicuro che ciò che ti succede non è raro, anzi!
Il farmaco tu potresti usarlo per uscire prima da questa situazione e poi una volta che le acque si sono calmate, iniziare o continuare la terapia per rafforzare il cambiamento positivo.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Tiresia
Inviato il: Martedì, 26-Nov-2019, 23:47
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 87
Utente Nr.: 19.553
Iscritto il: 13-Ott-2019



le ossessioni sono una focalizzazione dell'ansia. Prendi i farmaci
PMEmail Poster
Top
 
Leoncina95
Inviato il: Martedì, 26-Nov-2019, 23:56
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 174
Utente Nr.: 19.575
Iscritto il: 01-Nov-2019



Il fatto è che prendo anche ormoni per un altro problema... mi sto avvelenando a 24 anni 😔
PMEmail Poster
Top
 
Egot
Inviato il: Venerdì, 29-Nov-2019, 16:54
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 319
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



I farmaci servono per avere il sostegno ad affrontare anche tutti gli impegni che la vita ci impone. La società attuale non prevede che una persona necessiti di tempo per se….o sei ricco e ti fai anni di terapia quotidiana senza farmaci, centri, cliniche private, ritiri...se sei povero o normale devi lavorare...quindi? Come per altri problemi pastiglia e si va al lavoro. Più perdi tempo e fatichi senza aiuto farmacologico, più rischi di perdere il lavoro e vita sociale (perché sei stanco, deconcetrato e sempre con la testa fissa nel disturbo). Curatevi.
PMEmail Poster
Top
 
Leoncina95
Inviato il: Venerdì, 29-Nov-2019, 18:22
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 174
Utente Nr.: 19.575
Iscritto il: 01-Nov-2019



Hai ragione Egot... che triste!
PMEmail Poster
Top
 
Tiresia
Inviato il: Venerdì, 29-Nov-2019, 22:24
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 87
Utente Nr.: 19.553
Iscritto il: 13-Ott-2019



QUOTE (Egot @ Venerdì, 29-Nov-2019, 15:54)
I farmaci servono per avere il sostegno ad affrontare anche tutti gli impegni che la vita ci impone. La società attuale non prevede che una persona necessiti di tempo per se….o sei ricco e ti fai anni di terapia quotidiana senza farmaci, centri, cliniche private, ritiri...se sei povero o normale devi lavorare...quindi? Come per altri problemi pastiglia e si va al lavoro. Più perdi tempo e fatichi senza aiuto farmacologico, più rischi di perdere il lavoro e vita sociale (perché sei stanco, deconcetrato e sempre con la testa fissa nel disturbo). Curatevi.

e basta con ste lamentele, queste autovittimizzazioni. Se un ricco si deprime deve prendere i farmaci esattamente come un povero
PMEmail Poster
Top
 
Tiresia
Inviato il: Venerdì, 29-Nov-2019, 22:25
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 87
Utente Nr.: 19.553
Iscritto il: 13-Ott-2019



QUOTE (Leoncina95 @ Martedì, 26-Nov-2019, 22:56)
Il fatto è che prendo anche ormoni per un altro problema... mi sto avvelenando a 24 anni 😔

ma che veleno e veleno. Sono farmaci come tutti gli altri. Come la pastiglia della pressione
PMEmail Poster
Top
 
Egot
Inviato il: Sabato, 30-Nov-2019, 19:19
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 319
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



QUOTE (Tiresia @ Venerdì, 29-Nov-2019, 21:24)
QUOTE (Egot @ Venerdì, 29-Nov-2019, 15:54)
I farmaci servono per avere il sostegno ad affrontare anche tutti gli impegni che la vita ci impone. La società attuale non prevede che una persona necessiti di tempo per se….o sei ricco e ti fai anni di terapia quotidiana senza farmaci, centri, cliniche private, ritiri...se sei povero o normale devi lavorare...quindi? Come per altri problemi pastiglia e si va al lavoro. Più perdi tempo e fatichi senza aiuto farmacologico, più rischi di perdere il lavoro e vita sociale (perché sei stanco, deconcetrato e sempre con la testa fissa nel disturbo). Curatevi.

e basta con ste lamentele, queste autovittimizzazioni. Se un ricco si deprime deve prendere i farmaci esattamente come un povero

? leggi bene, con calma….nessuna autovittima o lamentela. Solo realtà. Alcuni disturbi con tempo e strutture adatte si possono curare senza farmaci. Siamo qui per aiutarci, rilassati.
PMEmail Poster
Top
 
Tiresia
Inviato il: Sabato, 30-Nov-2019, 22:17
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 87
Utente Nr.: 19.553
Iscritto il: 13-Ott-2019



la depressione si cura coi farmaci. Stop. Non ci sono modi alternativi di curarla accessibili a pochi eletti.
PMEmail Poster
Top
 
Egot
Inviato il: Martedì, 03-Dic-2019, 20:08
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 319
Utente Nr.: 11.515
Iscritto il: 17-Gen-2013



...la depressione ha mille livelli….in molti casi la gravità non è tale da prendere farmaci se, come ho già scritto, si ha la disponibilità di tempo e di conseguenza economica di iniziare un percorso lungo di cambiamento.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1259 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]