Powered by Invision Power Board



Pagine : (5) « Prima ... 3 4 [5]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Come Comportarsi Con Un Depresso, di giulia
 
GIULIA
Inviato il: Mercoledì, 23-Ott-2013, 13:03
Quote Post


PsicoScostumata
*****


Messaggi: 7.928
Utente Nr.: 210
Iscritto il: 11-Lug-2007



Fori tuttttiii ratatatatatatatata e passa la paura. Non facciamoli soffrire invano!


Il cliché vuole che un depresso sia certamente un piagnone vittimista che tenta il suicidio, a volte 'dimostrativo', ogniquandocazzoiepare. Ricoveri, medicine, ricoveri. O comunque: si vede.


Chi non osserva bene, quindi, non vedrà mai che il volto-tipo più frequente in certi casi è allegro, perfettamente operativo e solare. E non piange mai. E quando si oscura, lo fa dove nessuno lo vede.
Ché una condizione molto frequente non è l'Essere Triste in maniera manifesta, ma semplicemente il Non-Essere di fronte a se stessi.

La Terra dell'Opacità.

E quando nelle notizie di cronaca leggi di persone che sbroccano in vari modi, tutti stupiti. Io preferisco fare una sostituzione di consonante e dire: stupidi. Fine. Troppo poraccismo dilagante.

"Salutava sempre". Direbbe la vicina ai microfoni, con la busta della spesa in mano.


--------------------
‎"Sai cosa si fa quando non se ne può più? Si cambia.”
(Alberto Moravia, Gli indifferenti)
DICONO DI LEI:
"Lei ha sempre una 'parola buona' per tutti" " L'uomo disintegrato
"scostumata che non sei altro"
Anonimo Campano
"AHHHH vade retro satana.
(dove cazzo ho messo il crocifisso? )" Gionni

IPSE DIXIT:
"Più li vedo egocentrici e più mi vien voglia di pizzicare quell'ego banale" TerraTerra

"RAGà MA CI AVETE FATTO CASO CHE DA QUANDO ESISTE FACEB. LA GENTE MUORE?" Carlo Maria Rogito
PMEmail Poster
Top
 
ele83
Inviato il: Mercoledì, 23-Ott-2013, 13:31
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.973
Utente Nr.: 1.674
Iscritto il: 08-Giu-2008



QUOTE (GIULIA @ Mercoledì, 23-Ott-2013, 12:03)
Fori tuttttiii ratatatatatatatata e passa la paura. Non facciamoli soffrire invano!


Il cliché vuole che un depresso sia certamente un piagnone vittimista che tenta il suicidio, a volte 'dimostrativo', ogniquandocazzoiepare. Ricoveri, medicine, ricoveri. O comunque: si vede.


Chi non osserva bene, quindi, non vedrà mai che il volto-tipo più frequente in certi casi è allegro, perfettamente operativo e solare. E non piange mai. E quando si oscura, lo fa dove nessuno lo vede.
Ché una condizione molto frequente non è l'Essere Triste in maniera manifesta, ma semplicemente il Non-Essere di fronte a se stessi.

La Terra dell'Opacità.

E quando nelle notizie di cronaca leggi di persone che sbroccano in vari modi, tutti stupiti. Io preferisco fare una sostituzione di consonante e dire: stupidi. Fine. Troppo poraccismo dilagante.

"Salutava sempre". Direbbe la vicina ai microfoni, con la busta della spesa in mano.

Ma così si fa con un depresso: gli si urla contro e lo si aggredisce come fanno in casa mia!!!
E poi si domandano perché non sono mai guarita....................... PSICO incaz.gif


--------------------
Incredibile quanto la gente sia sorda al dolore non fisico.
Se hai male allo stomaco o ad un piede, tutti cercano di rendersi utili e ti portan rispetto.
Ma se hai male all’anima nessuno ti aiuta.
Ti deridono, anzi: quasi che il dolore non fisico sia una cosa grottesca.
Cammini, cammini e non sai a chi domandare soccorso.
Non ti resta altro che rivolgerti a Dio: però ti sembra decente rivolgerti a Dio per un uomo che scappa?
Oriana Fallaci
PMEmail Poster
Top
 
GIULIA
Inviato il: Mercoledì, 30-Ott-2013, 13:25
Quote Post


PsicoScostumata
*****


Messaggi: 7.928
Utente Nr.: 210
Iscritto il: 11-Lug-2007



QUOTE (ele83 @ Mercoledì, 23-Ott-2013, 12:31)

Ma così si fa con un depresso: gli si urla contro e lo si aggredisce come fanno in casa mia!!!
E poi si domandano perché non sono mai guarita....................... PSICO incaz.gif

Personalmente quando ho iniziato a fottermene altamente di cosa l'esterno pensasse di me (può essere chiunque, qualsiasi ambiente, nel mio caso non la famiglia, ma grava comunque moltissimo chiunque intervenga negativamente, se ha un valore emotivo per noi), mi sono vista di più per come ero e mi sono concentrata su di me.


Salva moltissimo vedere anche una marea di difetti negli altri, non necessariamente da comunicare loro: serve a chi sta male per ridimensionare chi parla e concludere con un placido: "ma pensa per te".


Intervengono anche sensi di colpa e rabbia per non essere creduti o compresi fino in fondo. E l'esterno spesso mette un carico intollerabile sulla testa di chi non sta bene. SE o QUANDO ci si riesce, sta a noi non ascoltare o filtrare.

(parole in stampatello, perché NON SI SCEGLIE di stare male)



--------------------
‎"Sai cosa si fa quando non se ne può più? Si cambia.”
(Alberto Moravia, Gli indifferenti)
DICONO DI LEI:
"Lei ha sempre una 'parola buona' per tutti" " L'uomo disintegrato
"scostumata che non sei altro"
Anonimo Campano
"AHHHH vade retro satana.
(dove cazzo ho messo il crocifisso? )" Gionni

IPSE DIXIT:
"Più li vedo egocentrici e più mi vien voglia di pizzicare quell'ego banale" TerraTerra

"RAGà MA CI AVETE FATTO CASO CHE DA QUANDO ESISTE FACEB. LA GENTE MUORE?" Carlo Maria Rogito
PMEmail Poster
Top
 
gostern
Inviato il: Venerdì, 10-Gen-2014, 05:40
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 58
Utente Nr.: 13.277
Iscritto il: 09-Gen-2014



LA DEPRESSIONE è ANCHE INCAPACITà DI TRARRE PIACERE DA TUTTO CIò CHE TI CIRCONDA , VIVI, RESPIRI, MANGI, VAI A BALLARE , AMI ..
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (5) « Prima ... 3 4 [5]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0597 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]