Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Disturbo ossessivo compulsivo DOC > Sono Avvilita...


Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 17:08
Penso davvero di non amare il mio ragazzo e i motivi sono diversi.
Esistono le persone che non accettano di non amare più, dentro lo sanno ma lo negano... ne ho letto diverse perché anche oggi mi sono svegliata e la ptima cosa che sentivo/pensavo è che lui non va bene la storia non va bene.
Ogni giorno, ogni ogni giorno io ho dubitato dei miei sentimenti. Non ho mai avuto un periodo di pausa dai dubbi. Sono sempre stati con me in ogni momento. E di anni ne sono passati ma nulla è cambiato. La mia vita ha avuto pause, riprese e pause ma questo non è cambiato. Può essere cambiata l'intensità ma sempre la stavano nella mia testa.
Mi sono sempre ossessionata su tutti i suoi difetti fisici.
Ho sempre avuto vergogna per questi ultimi.
Se penso al futuro sto male e non lo vedo. Anche rifiuto per certi aspetti pensando lui invecchi e diventi peggio o più basso. Terribile.
Se penso a questa relazione non mi sento sicura e in pace, sento disagio e insicurezza.
Nell ultimo periodo dubito della qualità dei nostri incontri in senso di divertirsi assieme, di entusiasmo... ma alla fine non è che non ci rido davvero più. Ma è come se non bastasse e contasse.
Non accetto di vedere la sua normalità come se non mi soddisfasse abbastanza e vorrei sempee vederlo piu di quello che è.
Non lo so spiegare ma oltre alla lista sento dentro che non sto bene.
Sì non mi fa schifo averlo vicino, quando mi bacia lo sento, ridiamo e scherziamo insieme ma questo non ripara tutto il resto. Facciamo sesso ma a volte io mi forzo di farlo forse per provare a rilassarmi/ rassicurarmi.
A volte mi forzo anche di vederlo quando sono stanca o voglio stare tranquilla da sola a ricaricarmi. Perché se no non va bene. Faccio fatica ad ascoltare i miei bisogni e a stare sola.

Non mi sento bene, sicura, felice, rilassata se penso alla mia storia con lui.
Ancor meno sento voglia di un futuro stando così.

Allora che sto facendo ? Evidentemente non accetto la fine per mancanza di autostima, ansia ecc

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 17:57
Poi se penso di rimettere in sesto la mia vita e provare a togliere la patina grigia che fa sembrare tutto senza senso e senza piacere... sento che non posso farlo mentre sto con lui ma che dovrei lasciarlo o non riesco a reggere anche il peso dell' insoddisfazione della storia e dedicarmi a me.

Inviato da: Martina Malvicini il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:07
Ciao cara.
Sono qui per dirti che non sei sola.
Ascoltami, una domanda per cercare di farti riflettere:
Tu se lasciassi lui vorresti un altro ragazzo ora come ora?

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:19
Non mi sembra di volerlo ora come ora...
Ma posso dirti che mi succede di avere pensieri che sembrano sottointendere che vorrei qualcuno di diverso.
Da poco anche mentre facevamo sesso ( e mi forzavo un po in quel momento) non lo sentivo quindi ho pensato che non mi andav più bene e mi servisse un altro ragazzo per provare più piacere. O il fatto che non accrtto di vederlo ne normale ne bruttino .. di vedere che il suo viso non è perfetto quindi come se dovessi stare con un ragazzo più carino in viso secondo i miei gusti per essere soddisfatta e non ossessionarmi.
Insomma sembra che nulla basti...
E se penso : ok sto male in generale, non ho un cazzo di voglia di fare, di vivere ecc devo pensare a me stessa. No non ci riesco se sto con lui così allora devo lasciarlo " e ho proprio come un ansia che devo lasciarlo se no non posso dedicarmi a me così.

Adesso lui mi ha detto che alle 11 si libera ( presumo per vederci) e a me viene da piangere perché non posso dirgli di sì dopo tutto quello che provo e penso. Non posso dirlo anche se sento che vorrei. Ma è sbagliato ho scritto cose terribili. Provo cose terribili.

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:21
Comunque ti ringrazio molto per aver speso qualche parola. Non so manco io perché sto scrivendo. Mi sembra la lista parli chiaro, che tutto parli chiaro. Ma non lo accetto

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:24
Ho come la sicurezza che incontrando più ragazzi e nuove cose io lo lascerò e mi prenderò per uno carino che ha anche un bel carattere e mi fa ridere. Più mi piaccio esteticamente ( gli altri mi dicono che sono carina ) più penso che allora mi accontento di lui anche se ci sono delle cose che in lui mi piacciono e cose del rapporto che alla fine vanno bene. Ma non è bene abbastanza se sono così giù e penso tutto ciò penso..

Inviato da: Lamiapaura il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:45
Non posso dirlo anche se sento che vorrei.

Hope non sono qui per rassicurarti (anche perché è un periodo difficile anche per me)... Ma leggendo mi ha colpito questa frase e in generale la fine del tuo messaggio.
Non puoi dire sì perché hai fatto brutti pensieri, eppure senti di volerlo vedere... Il mio consiglio è di fare ciò che senti, non ciò che pensi
Ovviamente sta a te la scelta

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:48
Mi sento un mostro perché penso tutte cose brutte di lui. E se penso cose belle come la sua dolcezza e la tenerezza del suo sguardo sarà solo la pena o l'affetto. Sara solo che vedendo solo lui, isolandomi con lui non ho potuto sceglierlo ma me lo sono fatto andare bene. Alcune cose ovviamente mi piacciono ma sto così. Mi piacciono ma non colmano il resto. Se non mi va bene mai fino in fondo che sto combinando ?
L'amore o comunque una coppia che va bene io la vedo come un posto in cui stare bene, in pace e al sicuro. Ma io non mi sento così.

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 19:51
QUOTE (Lamiapaura @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 18:45)
Non posso dirlo anche se sento che vorrei.

Hope non sono qui per rassicurarti (anche perché è un periodo difficile anche per me)... Ma leggendo mi ha colpito questa frase e in generale la fine del tuo messaggio.
Non puoi dire sì perché hai fatto brutti pensieri, eppure senti di volerlo vedere... Il mio consiglio è di fare ciò che senti, non ciò che pensi
Ovviamente sta a te la scelta

Credo anche io sia giusto seguire cio che si sente... Ma hai letto tutto il resto ? Quei pensieri ci sono e non se ne andranno anche seguendo questa cosa di incontrarlo oggi o domani. Sono sempre lì piu o meno intensi.
E qualcosa vorranno dirmi di questa storia. Come lo svegliarmi e stare con il pensiero e sensazione. Qualcosa vorranno dirmi la mia testa e il mio corpo.

Inviato da: Lamiapaura il Mercoledì, 05-Giu-2019, 20:15
Anche io mi sveglio così la mattina, anche io a volte ho brutti pensieri, ma cerco di lasciarli correre e in certi momenti torno a stare bene...
Il nostro problema credo sia proprio nel non farsi spaventare da essi e dargli significati catastrofici
Del tipo se penso che il suo mento non mi piace, non mi piace lui, non posso starci insieme
Se la mattina non provo gioia appena mi sveglio e non penso a lui sorridendo, forse non provo niente e poi sento, condizionata dall'ansia, di non provare nulla
Potrei continuare all'infinito
Certo che ho letto tutto il messaggio, ma per me l'unica frase rilevante è quella

Inviato da: Lamiapaura il Mercoledì, 05-Giu-2019, 20:19
I pensieri se ne andranno quando non ne avremo più paura, quando li lasceremo veramente correre e non ci importerà più se ci sono...
Non ti dico che svaniranno magicamente nel nulla ma piano piano saranno sempre di meno (io ci sono riuscita per qualche giorno e voglio riprovarci finché avrò le forze)

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 20:24
Io non faccio " certe volte" i pensieri... li ho sempre dentro di me.
A volte penso mi piaccia e lo vedo carino sexy, provo desiderio infatti come ho detto non mi fa schifo averlo vicino. Ma dentro di me alla fine penso sia comunque meno carino di me, basso, non bello, che potrei avere uno migliore, mi vergogno di lui ecc. La psico ha detto che devo accettare questi pensieri anche se è difficile e doloroso perché io non voglio accettarli come miei pensieri. Le ho detto che avolte non penso quelle cose ma lei dice che sono sempre dentro di me ed è vero se no non starei da quasi 7 anni così.
Infatti ora che cerca di farmeli accettare e me lo ha detto con crudezza " tu pensi quelle cose di lui non gli altri. Solo TU da sempre. Non c'entra nulla che a volte non li hai sono sempre lì. " mi sento molto in colpa.
È riuscita a spostare tutto su di me invece io davo spesso la colpa all esterno come un posto pieno di personr pronte a giudicarti. Quindi mi dicevo : ho vergogna di lui perché penso agli altri non piacciano i suoi difetti. Mi diranno che mi accontento...
Ora fare i conti con " mi vergogno di lui e basta per come è fisicamente " è difficile...

Inviato da: Genny96 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 21:08
Dato che nel caso dei doc da relazione è molto labile il confine tra realtà e distorsione, mi preme farti una domanda secca: cosa esattamente ti spinge dal NON lasciarlo??

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 21:17
Non lo so... ci sono un sacco di motivi per cui potrei non lasciarlo.

- abitudine
-affetto
- sensi di colpa
- senza di lui non ho più nulla
- speranza
- bassa autostima

Inviato da: Martina Malvicini il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:00
Guarda, io forse non posso esserti tanto di aiuto perché purtroppo sto soffrendo come te. Sto cercando di farmi forza, di pensare positivo, ma non é facile.
Io ho preso consapevolezza che il problema sono io, e non lui, ma nonostante questo non riesco a far fronte a questo mio problema.
Probabilmente anche tu inconsapevolmente hai capito questa cosa, perché nel momento in cui dici “ho fatto dei pensieri orribili” ti rendi conto che non piacciono nemmeno a te i pensieri che fai, che non li senti tuoi, proprio come io non sento miei i pensieri che faccio sul mio ragazzo.
Ti capisco bene perché anche io faccio fatica a vederlo.
Prima io avrei voluto passare ogni secondo con lui, ero davvero ossessionata da lui in positivo però, ora invece in negativo... ho delle ossessioni assurde... ho talmente paura di vederlo, di quello che io possa pensare vedendolo, di non provare più le stesse cose, di non essere serena quando sono con lui, che alla fine NON HO NEMMENO VOGLIA di vederlo. Ed é bruttissimo. Perché una parte di me vuole vederlo e l’altra no perché l’ansia sta letteralmente distruggendo ogni mia volontà positiva.
Tutto diventa negativo.
E, come te, non ho più voglia di fare nulla.
E sai una cosa?
L’unica certezza che ho é che quando non ami davvero più la persona che hai a fianco, quando ti stufi, senti il bisogno di rifarti una vita, di fare cose nuove, di cambiare le carte in tavola.
Invece noi cosa facciamo? Noi siamo depresse, stiamo male come cani, ci appendiamo alla nostra relazione come se fosse un filo nella speranza che prima o poi arrivi qualcuno che magicamente ci tirerà su e torneremo ad avere la serenità di prima con il nostro ragazzo.

Inviato da: Genny96 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:03
Io non voglio mettere false speranze a nessuno perché ti dico la verità, la tua è molto complicata come situazione, però tu ripeto spesso che pensi troppe volte durante il giorno ai tuoi dubbi, credi di essere l'unica?? Qui c'è gente che si porta ossessioni e relative compulsioni pure nei sogni.
Ora passo al dunque:
Bassa autostima: cioè tu non lasceresti lui per la tua bassa autostima ma il pensiero sulla tua superiorità estetica lo riesci a fare?? Mi sembra contorto e illogico, se poi mi vuoi dire che per la tua bassa autostima avresti bisogno di qualcuno come o più bello di te, allora torneresti dall'attuale perché più che amore in quel caso sarebbe un tappabuchi
Speranza: quindi la speranza che le cose vadano bene non è un motivo d'amore? Io la speranza che le cose vadano bene non la provo con persone con cui non ho voglia di stare o stare bene, altrimenti ci mettiamo coi primi che passano e stiamo lì con la speranza.
Senza di lui non ho più nulla: ti paga le bollette? Hai 0,6 amici? Vivi da sola? Tutte le persone innamorate dicono questa frase ma come "nulla" si riferiscono al bagaglio emotivo e sentimentale che il partner ricambia, non a qualcosa di materiale, ed infatti anche tu ti riferisci a tale bagaglio, per cui non mi pare manco questa una motivazione di poco conto.
Affetto: tu sei solita farti venire crisi di vomito e pianto per i tuoi animali domestici o nei confronti dei barboni in stazione?? Chiamalo affetto se ti fa stare meglio ma credo sia qualcosa in più...
Sensi di colpa: a parte che chi ha questo doc da bene come funziona la storia del senso di colpa, basta guardare una bella ragazzo o un lui più attraente che scatta la catena di pensieri fino ad arrivare al nostro essere traditori/dissamorati/immeritevoli stronzi; e poi nell'elaborazione di tale scenario è normale riprodurre senso di colpa, lo avverte la gente pensando semmai abbandonasse un cucciolo di cane in strada, perché non dovresti averlo tu immaginando questo?? Ma ciò non vuol dire niente, è solo un emozione umana.
Abitudine: classica risposta di confusione che il 90% dei partner in crisi partorisce, non indicativa di un bel niente perché 59 percento alla fine dicono no e l'altra metà continuano nel rapporto, è solo una frase diciamo di circostanza, molto comune ma appunto per questo poco indicativa.

Inviato da: Genny96 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:05
50 % e non 59 hahahahahahaha scusa la tastiera

Inviato da: Martina Malvicini il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:07
E la cosa più ridicola é che io mi ritrovo qua a scriverti cose del genere quando 2 settimane fa queste cose non mi passavano nemmeno per la testa.
Ho passato un periodo difficile, per preoccupazioni di altro tipo, ma mai avrei pensato di mettere in dubbio il mio amore, mai.
Lo amavo (e in fondo su tuttora di amarlo) più di me stessa, ma improvvisamente mi sento caduta in un tunnel da cui non riesco a uscire.

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:13
Martina sono orribili i miei pensieri ma li faccio davvero, li penso davvero e secondo la psico devo accettarlo. Sto male proprio perché so che sono veri e non capitati a caso nella mia testa. Sto male perché sono cose brutte da pensare sul proprio ragazzo e non fanno pensare certo a una persona contenta innamorata e appagata.
Sto male per la realtà dei fatti, perché penso davvero questo : è meno carino, posso avere di meglio, non è bello, è troppo basso, mi vergogno di lui per i suoi difetti.






Inviato da: Martina Malvicini il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:15
QUOTE (Hopespring1 @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 21:13)
Martina sono orribili i miei pensieri ma li faccio davvero, li penso davvero e secondo la psico devo accettarlo. Sto male proprio perché so che sono veri e non capitati a caso nella mia testa. Sto male perché sono cose brutte da pensare sul proprio ragazzo e non fanno pensare certo a una persona contenta innamorata e appagata.
Sto male per la realtà dei fatti, perché penso davvero questo : è meno carino, posso avere di meglio, non è bello, è troppo basso, mi vergogno di lui per i suoi difetti.

Ma tesoro anche a me i miei pensieri sembrano terribilmente veri in certi momenti!
Ti capisco bene! Però se ti fanno stare così male questi pensieri, non pensi che forse il problema siano i pensieri stessi?
È come se i pensieri fossero il tuo nemico, perché se fossero tuoi amici, se tu fossi d’accordo con quei pensieri, li accetteresti e arriveresti alla conclusione che “pazienza, vorrà dire che non lo amo più”
Invece tu stai male! Quindi significa che qualcosa non va... che tu non ci vai d’accordo con questi pensieri.
Come me del resto

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:20
Scusa genny io avrò bassa autostima ma ci vedo e so di essre meglio di lui esteticamente. la mia stessa psicologa dice che io sono carina che vestita in un modo faccio un diverso effetto da lui. Spesso dubito anche io della mia estetica perché ho un senso di inferiorità che vabbe... ma so di essere oggettivamente più in alto di lui nella scala della " bellezza" diciamo. Questo non toglie il fatto che a volte lo guardo come se fosse il più bello. Ma secondo la psicp io devo accettare i pensieri che ho... sono veri.

No no io intendo non ho piu nulla davvero. Perché non ho amici interessi passioni, sono vuota sono senza speranza direi depressa ma non so se posso dirlo senza una diagnosi anche se mi sembra proprio così.

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:24
E assolutamente non penso di essere l'unica. E anche io me le porto nei sogni e mi ci sveglio accanto con lui con i pensieri. Non so manco che significa non avere mai pensieri... li ho sempre avuti da quando abbiamo ufficializzato questa storia...
Lo so è difficile aiutarmi, dirmi qualcosa...

Inviato da: Genny96 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:27
Hope lungi da me dirti che hai bassa autostima, ho solo fatto riferimento alla tua risposta.
Comunque sia intendevo dirti che se io mollo la tipa perche merito di più, mi ritrovo con una molto bella, ma fidati, tempo due settimane e comincerebbero a mancarmi cose minime e quotidiane ma essenziali nella relazione, tipo un certo tipo di risposta o bacio, la carezza sempre allo stesso posto e cose così, ecco perché poi sarebbe un tappabuchi.
Cioè io la domanda prima te l'ho posta perché a volte in questi casini patologici le risposte essenziali possono aiutare, e spesso la voglia di continuare basta da sé, a me è servito

Inviato da: Genny96 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:28
E scusami se sono sembrati brusco ma a volte può aiutare, come una sorta di schiaffo che sveglia

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:28
QUOTE (Martina Malvicini @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 21:15)
QUOTE (Hopespring1 @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 21:13)
Martina  sono orribili i miei pensieri ma li faccio davvero, li penso davvero e secondo la psico  devo accettarlo. Sto male proprio perché  so che sono veri e non capitati a caso nella mia testa.  Sto male perché  sono cose  brutte da pensare sul proprio  ragazzo e non fanno pensare certo a una persona contenta innamorata e appagata.
Sto male per la realtà  dei fatti, perché  penso davvero  questo : è  meno carino, posso avere di meglio, non è  bello, è  troppo basso, mi vergogno di lui per i suoi difetti.

Ma tesoro anche a me i miei pensieri sembrano terribilmente veri in certi momenti!
Ti capisco bene! Però se ti fanno stare così male questi pensieri, non pensi che forse il problema siano i pensieri stessi?
È come se i pensieri fossero il tuo nemico, perché se fossero tuoi amici, se tu fossi d’accordo con quei pensieri, li accetteresti e arriveresti alla conclusione che “pazienza, vorrà dire che non lo amo più”
Invece tu stai male! Quindi significa che qualcosa non va... che tu non ci vai d’accordo con questi pensieri.
Come me del resto

Ma se la psico dice che fevo accettarli ci sarà un motivo
Dice che non riesco ancora, che cerco di non riconoscermeli negarli...
boh.
È vero io penso di lui quelle cose

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:37
Quindi non ditemi che non sono miei i pensieri...
Penso davvero quelle cose. Quindi forse per questo sto male
Non mi fa schifo baciarlo stare con lui, insieme scherziamo, gli avrei detto di sì oggi per vederci con piacere, aspetto ancora di capire se possiamo vederci o no.
Ma QUELLO CHE PENSO NON CAMBIA ed è reale.
E io non lo accetto.

Che posso fare capito questo ?

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 22:40
Il problema è che mi sento uno schifo perché ho questi pensieri ma ho voglia di uscirci ad esempio. Dovrei chiudere se penso quelle cose e non vedo un futuro insieme ?

Inviato da: Hopespring1 il Mercoledì, 05-Giu-2019, 23:02
Forse l'obbiettivo della psicologa è accettarli per poi non identificarmi ?
Lei ha parlato di bassa autostima, insicurezza, paura del rifiuto tutte cose che caratterizzano i miei pensieri e rimuginii.

Ma come posso non identificarmi se penso queste cose di lui...

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 00:22
Mi è stato detto che sembrano sensi di colpa e basta e ci sono rimasta male perché avevo trovato un articolo che diceva che non siamo i nostri pensieri, mi stavo un po rassicurando pensando che la psico non volesse farmi identificare, che volesse dirmi di accettarli ma senza identificarmi...
Come se venissero dalla mia profonda paura del giudizio e insicirezza e non perché lui non mi piace davvero.
Ma alla fine che ne so! Sono in un casino

Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 02:13
QUOTE (Hopespring1 @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 23:22)
Mi è stato detto che sembrano sensi di colpa e basta e ci sono rimasta male perché avevo trovato un articolo che diceva che non siamo i nostri pensieri, mi stavo un po rassicurando pensando che la psico non volesse farmi identificare, che volesse dirmi di accettarli ma senza identificarmi...
Come se venissero dalla mia profonda paura del giudizio e insicirezza e non perché lui non mi piace davvero.
Ma alla fine che ne so! Sono in un casino

Hope,
Ma tu, lascia stare i pensieri i sentimenti e tutto il resto, ma tu con te stessa come ti senti?
Perché secondo me qua bisogna distinguere tra due possibili situazioni:
1) hai paura di accettare i tuoi pensieri perché vorresti tornare a vederlo come prima e ad essere di nuovo felice con lui
2) hai paura di accettare i tuoi pensieri perché non ti senti pronta a lasciarlo e a guardare avanti

In quale situazione ti riconosci di più?

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 03:05
Non esiste un prima felice e spensierato. Esistono solo momenti in cui sto bene penso cose belle provo cose belle ma non con continuità perché alla fine dentro di me penso quelle cose comunque. A volte con più intensità altre con meno ma sempre lì in testa sono i pensieri e il disagio.

Mi viene da dirti non riesco ad accettarli perché non riesco. Non credo molto di poterlo amare con tutti questi pensieri non proprio magnifici.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 03:16
Siccome non esiste il prima migliore che hai citato mi viene più da dirti la 2.
Ma davvero non è mai esistito un periodo senza dubbi a parte da non fidanzati. Mi sono fidanzata con lui perché dubbi a parte sentivo di starci bene davvero. Ora dopo più dei sei anni ho gli stessi dubbi di sempre più altri e non sopporto più l'incertezza, il malessere, il senso di colpa...

Inviato da: turzillo il Giovedì, 06-Giu-2019, 13:53
Hope stai girando a vuoto e non ti rendi neanche conto che dici sempre le stesse cose!la tua psicologa ha detto che sono realmente tuoi i pensieri ed è giusto..se pensiamo qualcosa quel pensiero è realmente il nostro ma non è detto che corrisponda alla verità..è questo il punto!posso pensare di uccidere qualcuno ma non avrei mai il coraggio di farlo!

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 15:06
In che senso non è detto che corrisponde alla verità ?
È vero che penso quelle cose di lui.
Pensavo di voler uccidere mia sorella ma quella lo so non è la realtà, il pensiero veniva per rabbia e mi spaventavo.
Il pensiero che lui abbia dei difetti non so se viene così spesso perché ne ho paura ( quindi come per mia sorella ) o perché davvero non mi soddisfa.


Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 18:45
Hope in effetti la tua é una situazione complessa, é inutile che stiamo a girarci intorno...
perché se dici che non c’é stato un momento in cui la relazione ha preso proprio una piega diversa é un altro conto...
Cioè non é come chi sta male perché prima si sentiva innamoratissimo e poi inizia ad avere dei dubbi e dei brutti pensieri...
Tu dici di avere sempre avuto dei dubbi... quindi a questo punto mi viene da pensare che il tuo caso sia un po’ diverso perché probabilmente hai sempre avuto la consapevolezza che seppur stavi bene mancava qualcosa... e si vede che con il tempo la situazione ha iniziato a starti sempre più stretta, perché se già sei partita con dei dubbi é difficile conviverci per tanto tempo...
quindi probabilmente sono aumentati con il tempo e ora non sai più che fare...
Però a questo punto mi viene da chiederti cosa ti ha portato a scrivere su questo forum... pensi che le tue siano ossessioni? Oppure cos’altro?

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 18:54
Ho delle DIAGNOSI
Non sono una pazza che crede di avere ossessioni, ho sempre avuto diagnosi di funzionamento ossessivo, dubbio patologico, doc... Ho sofferto anche di altri contenuti come paura di uccidere, di avere malattie. Io funziono così a quanto pare. Ho fatto con questa 3 terapie diverse anche se una è durata poco.
E non sono l'unica a stare male dalla prima volta. Non esistono solo storie belle e poi arriva il doc ma tu non lo sai perché sei qui da poco alla fine.

Perché ho scritto qui ? Per il motivo per cui lo fanno tutti. Cercando i miei dubbi che mi stavano ossessionando ho trovato questo mondo e un grande solievo nel vedere che tutto quello che provavo poteva avere un nome e salvare la mia storia.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 19:02
Io penso che non ne posso PIÙ. non ne posso più mi sento una merda.
I sensi di colpa mi stanno uccidendo... io mi ammazzero si questo passo.

Forse davvero sono stata così brava a ossessionarmi da distorcere anche le terapie e le parole tutto. Sono una persona orribile. Non mi merito niente.
Scusate se mi fa soffrire e non ho altri posti in cui sfogarmi.


Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 19:10
QUOTE (Hopespring1 @ Giovedì, 06-Giu-2019, 17:54)
Ho delle DIAGNOSI
Non sono una pazza che crede di avere ossessioni, ho sempre avuto diagnosi di funzionamento ossessivo, dubbio patologico, doc... Ho sofferto anche di altri contenuti come paura di uccidere, di avere malattie. Io funziono così a quanto pare. Ho fatto con questa 3 terapie diverse anche se una è durata poco.
E non sono l'unica a stare male dalla prima volta. Non esistono solo storie belle e poi arriva il doc ma tu non lo sai perché sei qui da poco alla fine.

Perché ho scritto qui ? Per il motivo per cui lo fanno tutti. Cercando i miei dubbi che mi stavano ossessionando ho trovato questo mondo e un grande solievo nel vedere che tutto quello che provavo poteva avere un nome e salvare la mia storia.

Hope,
Cerca di fare un bel respiro, facciamolo insieme.
Credo serva a entrambe.
Innanzitutto hai un bellissimo nickname: “speranza”.
Già solo il fatto che tu abbia scritto questo nome é perché hai speranza.
La speranza é l’ultima a morire. Tu sei qui perché come tutti noi vuoi stare meglio, vuoi mettere un punto al tuo malessere, ai tuoi dubbi.
Partiamo dalla diagnosi: é già tanto il fatto che tu abbia una diagnosi perché hai la consapevolezza che appunto non sei affatto pazza, ma che la tua mente ha un funzionamento ossessivo.
Da questa consapevolezza puoi capire che appunto, per quanto male ti facciano i tuoi pensieri, rimangono dei pensieri e basta, delle ossessioni frutto del tuo modo di pensare.
E ne hai avute prove diverse, visto che prima di arrivare alla tua relazione avevi altre paure, paura di uccidere e di altre cose.
Ora il tuo pensiero si sta concentrando sulla tua relazione, come quello di molti di noi.

Come ti senti se ti dico:
È finita, non lo ami più. I sentimenti possono cambiare purtroppo, non puoi fartene una colpa. Devi accettarlo e lasciarlo.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 19:14
Di merda come per l'ultimo messaggio che mi hai scritto.
Ma tanto non prova nulla questo. Sono una cogliona fobica sociale ossessiva del cazzo che non sa fare più nulla.
Finirò per ammazzarmi dalla disperazione. Tanto non vedo niente davanti a me solo il buio, non esiste nulla sono troppo debole.

Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 20:08
Hope la tua risposta te la stai dando da sola!
Te lo sto dicendo io che come te non sto bene e soffro per via delle mie paure...
Ma a leggere il tuo ultimo messaggio questa é una CERTEZZA!
Tu stai di merda se ti senti dire che non lo ami.
Non é vero che questo non vuol dire nulla!
Vuol dire che questi pensieri ossessivi negativi su di lui stanno cercando di annientare ciò che provi DAVVERO!
Non sono certo una psicologa e non pretendo di esserlo, né ho la sfera di cristallo...
Ma una cosa posso dirla anche solo per logica:

Ossessioni = sintomo di un disturbo psichico. Idee, parole, immagini persistenti nella mente del paziente al di fuori della sua VOLONTÀ, generando sensazione di angoscia, impossibilità di azioni equilibrate. (Definizione del dizionario)

Volontà = ciò che vuoi = ciò a cui le ossessioni si OPPONGONO

Tu VUOI il tuo ragazzo, tu non sopporti l’idea di non amarlo più, che finisca.
Perché finché lo pensi tu ti sembra terribilmente vero.
Ma quando te lo dice qualcuno di esterno ti senti attaccata perché sai che in fondo NON É COSÌ.
Hope, io capisco quanto tu ora ti senta impotente di fronte alla situazione,
ma sei speranza, e una via di uscita c’è.
Toglierti la vita ti toglierebbe la possibilità di riprendere in mano la tua vita e renderla di nuovo serena.
Tutti noi, se siamo in vita, é perché abbiamo il diritto alla vita in ogni sua forma.
Abbiamo il diritto alla sofferenza, ma abbiamo anche il diritto alla felicità.
Datti la possibilità di tornare ad essere felice!
Combatti e pensa a ciò che VUOI.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 20:25
Ma se mi hai scritto quel messaggio e mi sono sentita come come dicevi...
"Ci stavi bene ma mancava qualcosa e con il tempo i dubbi si sono fatti di più e non sai che fare '
Ho subito pensato fosse vero mi sono messa a piangere perché la verità fa male. Perché io ho sempre detto che non riesco a mollarlo perche ci sto bene a tratti che mi piace che i pensieri sono sostituiti da pensieri piu belli...
Ma se mi scrivi così sembra che questo non conti. E forse non conta.
Non conta che a tratti ci sto bene se in generale i pensieri li ho da sempre.
Non capisco mi stai confondendo onestamente...
Mi.provocavi o lo pensavi davvero ?
Scusa se chiedo ma non sto capendo

Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 20:42
QUOTE (Hopespring1 @ Giovedì, 06-Giu-2019, 19:25)
Ma se mi hai scritto quel messaggio e mi sono sentita come come dicevi...
"Ci stavi bene ma mancava qualcosa e con il tempo i dubbi si sono fatti di più e non sai che fare '
Ho subito pensato fosse vero mi sono messa a piangere perché la verità fa male. Perché io ho sempre detto che non riesco a mollarlo perche ci sto bene a tratti che mi piace che i pensieri sono sostituiti da pensieri piu belli...
Ma se mi scrivi così sembra che questo non conti. E forse non conta.
Non conta che a tratti ci sto bene se in generale i pensieri li ho da sempre.
Non capisco mi stai confondendo onestamente...
Mi.provocavi o lo pensavi davvero ?
Scusa se chiedo ma non sto capendo

Hope non vorrei essere fraintesa o farti peggio di quello che già stai passando, io vorrei solo aiutarti.
Non ho voluto provocarti o confonderti in nessun modo, sto semplicemente seguendo il flusso delle tue parole.
Siccome tu in un precedente messaggio hai scritto che i dubbi su di lui ci sono sempre stati da quando vi siete messi insieme e che non c’e mai stato un “prima” realmente felice seguito da una fase di crisi da parte tua, ho pensato che la tua situazione fosse un po’ diversa da quella di chi invece magari di punto in bianco si ritrova a dubitare dei propri sentimenti dopo un periodo felice.
Questo però non significa che tu non lo abbia mai amato, perché poi nel messaggio successivo scrivi anche che hai una diagnosi dichiarata di pensiero ossessivo, che hai avuto altre ossessioni, che non sei serena da tempo e che hai anche una sorta di fobia sociale.
Se in più ci aggiungiamo il fatto che stai di merda se ti senti dire che non ami più il tuo ragazzo, quello che mi viene da ipotizzare é che il problema non sia il tuo ragazzo.
Ma semplicemente il fatto che di tuo non sei serena, e quindi forse non riesci a goderti le cose belle che ti capitano, e non solo nel rapporto con lui ma in generale.
Se sei arrivata a vedere tutto nero vuol dire che il problema non é lui in particolare secondo me, ma una tua situazione di malessere generale nell’affrontare le varie situazioni della vita. Che si tratti del tuo ragazzo o di altre cose.
Hope tu puoi avere tanti pensieri, i più diversi, ma i fatti sono i fatti:
Tu stai insieme al tuo ragazzo da tanti anni, nonostante i dubbi e nonostante tutto... questo vorrà pur dire qualcosa no?
Vuol dire che tu non hai mai smesso di voler stare con lui e tuttora ti fa male l’idea di non starci più insieme.
In più ora vedi tutto nero, non vedi nero solo lui.
Quindi secondo me qui c’é un malessere di fondo dentro di te che non ti permette di godere di ciò che hai nella maniera giusta.
Perché una persona che davvero si rende conto che non ama più il suo compagno, si magari all’inizio ci sta un po’ male perché la fine di una relazione non é mai bella, nemmeno per chi non ama più. Perché anche se non si ama più, se prima si amava l’affetto rimane, e quindi lasciare una persona a cui vuoi bene non é mai facile.
Però prima o poi chi non ama arriva a farlo perché si rende conto che ha bisogno di rifarsi una vita, di trovare un’altra persona.
Tu invece guardati: vai avanti da 6 anni nonostante i dubbi, e anche ora che stai così male non trovi la forza di lasciarlo e cambiare, perché vedi tutto nero.
Quindi ti rendi conto anche tu che c’é qualcosa che non va, che ti porti dentro un malessere che probabilmente non dipende dal tuo ragazzo.
Devi risolvere questo per stare bene secondo me.
Continua la psicoterapia, e sfogati ogni volta che hai bisogno.
Ne uscirai, ne sono sicura. Abbi fiducia.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 21:19
Ah boh.
Non penso ora guarda.
Mi sembra solo di non accettare di non amare una persona per chissà quanti motivi. Più leggo cose o risposte così più sembra solo questo il problema.
Perché non riesco /voglio lasciarlo se non lo amo ?

Inviato da: Martina Malvicini il Giovedì, 06-Giu-2019, 21:23
QUOTE (Hopespring1 @ Giovedì, 06-Giu-2019, 20:19)
Ah boh.
Non  penso ora guarda.
Mi sembra solo di non accettare di non amare una persona  per chissà  quanti motivi. Più  leggo  cose o risposte così  più  sembra solo questo il problema.
Perché  non riesco /voglio  lasciarlo se non lo  amo ?


Hope purtroppo non lo so. La nostra mente a volte fa dei viaggi assurdi e facciamo fatica a capirci. Forse uno psicologo esperto ne capirebbe qualcosa in più...

Nel frattempo se ti va vai a leggere la mia ultima discussione... magari ti tranquillizzi un po’ se ti ritrovi in quello che scrivo

Inviato da: Somersault il Giovedì, 06-Giu-2019, 23:20
QUOTE (Hopespring1 @ Mercoledì, 05-Giu-2019, 16:08)
Penso davvero di non amare il mio ragazzo e i motivi sono diversi.
Esistono le persone che non accettano di non amare più, dentro lo sanno  ma lo negano... ne ho letto diverse perché  anche oggi mi sono svegliata e la ptima cosa che sentivo/pensavo è  che lui non va bene la storia non va bene.
Ogni giorno, ogni  ogni giorno io ho dubitato  dei miei sentimenti. Non ho mai avuto un periodo di pausa dai dubbi. Sono sempre stati con me in ogni momento. E di anni ne sono passati ma nulla è  cambiato. La mia vita ha avuto pause, riprese  e pause ma questo non è  cambiato.  Può  essere cambiata  l'intensità  ma sempre la stavano nella mia testa.
Mi sono sempre ossessionata su tutti i suoi difetti fisici.
Ho sempre avuto vergogna per questi ultimi.
Se penso al futuro  sto male e non lo vedo. Anche rifiuto per certi aspetti pensando  lui invecchi e diventi peggio o più  basso. Terribile. 
Se penso a questa  relazione  non mi sento sicura e in pace, sento disagio e insicurezza.
Nell ultimo periodo dubito della qualità  dei nostri incontri in senso di divertirsi assieme, di entusiasmo... ma alla fine non è  che non ci rido davvero più.  Ma è  come se non bastasse e contasse.
Non accetto di vedere la sua normalità come se non mi soddisfasse abbastanza e vorrei sempee vederlo piu di quello che è. 
Non lo so spiegare  ma oltre alla lista sento dentro che non sto bene.
Sì  non mi fa schifo averlo vicino, quando mi bacia lo sento, ridiamo e scherziamo insieme ma questo non ripara tutto il resto.  Facciamo sesso ma a volte io mi forzo di farlo forse per provare a rilassarmi/ rassicurarmi.
A volte mi forzo anche di vederlo quando sono stanca o voglio stare tranquilla  da sola a ricaricarmi. Perché  se no non va bene. Faccio fatica ad ascoltare i miei bisogni e a stare sola.

Non mi sento bene, sicura, felice, rilassata se penso alla mia storia con lui.
Ancor meno sento voglia di un futuro  stando così. 

Allora che sto facendo ?  Evidentemente  non accetto la fine per mancanza di autostima, ansia  ecc

Il tuo primo messaggio nel forum, quasi quattro anni fa.

QUOTE
Ciao a tutti non sono nuova di qui, ho bisogno di parlare di quello che provo ormai da anni.
Sono stanca e spaventata dal futuro, perchè se non dovesse mai andare via questa cosa mi chiedo come possa vivere bene la mia relazione. Perchè mi sembra di star perdendo il mio tempo, non riesco a godermi il tempo con questa persona per questa ansia.
Sono seguita ormai da un anno e più, faccio terapia breve strategica ( non è più breve ormai) la mia psicoterapeuta dice che tutti i miei dubbi sono inutili e che la relazione e il mio ragazzo non centrano nulla, che la storia funziona ed è importante. Eppure io non riesco a darmi pace e adesso ho l'angoscia che sarà per sempre così con lui.

L'ossessione principale riguarda la bellezza, sono ossessionata dalla bellezza del suo viso e spesso lo vedo brutto all'improvviso e mi preoccupo e rimugino, ma non è solo con il suo viso ma anche con il mio ( sarà dismorfismo?) ovviamente questo mi fa dubitare sulla veridicità dei miei sentimenti e inizio anche a controllare cosa provo insieme a lui, se lo vedo/sento, nei baci ecc.
Secondo me il mio problema più grande è la paura di essere giudicata che poi è sfociato in ossessioni e fobie, infatti sono un pò sociofobica, mi sento la testa ovattata e chiusa perchè ho paura sempre di esprimermi e di venir giudicata male da chiunque. Questa cosa è ancora più forte nei confronti del mio ragazzo che essendo 'nerd' non segue affatto le mode e la massa e secondo la mia testa per il fatto che è così tutti lo classificano come sfigato e brutto. e E questo mi porta molta ansia quando siamo insieme fuori, non mi sento libera di essere la sua ragazza, di essere naturale e di esprimere i sentimenti.

e io cosa penso di lui? lui è stato prima il mio migliore amico e poi dopo un pò di mesi ho iniziato a cambiare idea, a cambiare modo di vederlo( perchè prima i starci non lo trovavo attraente) a vederlo davvero bello e sentirmi presissima da lui e la sua personalità. Ma non appena ci fidanzammo iniziarono i controlli incessanti del suo viso, delle emozioni ecc.

La psico mi ha detto che è come se io fossi un chirurgo e abbia vivisezionato il mio ragazzo e la nostra storia, tanto da snaturarla e inibire il 'sentire'.
però la cosa che più mi preme é il non vederlo bello, e fissarmi su questo come prova che non lo amo, che la storia non è giusta ecc.

poi non sò se a voi capita, ma è come se a volta sentissi di amarlo da lontano perchè magari sono felice e mi viene da pensarlo o mi manca, ma poi quando lo sento o vedo è come se mi sentissi disillusa, perchè lo vedo strano o anche la voce mi sembra strana. Come se avessi delle aspettative positive ma poi la realtà non combacia e mi sento strana.

ho paura che da questa cosa non si possa guarire, il mio desiderio è vederlo bello comunque vederlo senza ansia, come vedo il volto di un famigliare, dove non mi chiedo se mi piace o no.
ho paura che questa cosa sia così radicata in me ( ormai sono 4 anni con la pausa di uno) che non riuscirò mai a vivere felice questa storia e mi perda tutto il bello che mi può dare e che sia costretta a lasciarlo.

i momenti positivi ci sono( vederlo bello e sentire felicità) ma a volte sono così pochi rispetto a quelli brutti che non lo sò...

ho paura di non uscirne


Trova le differenze.


Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 23:22
Non è manco il primo Somer... prima avevo un altro nick.
Il primo risale al 2011
😔

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 23:32
Ti posso dire che a livello di pensieri sono peggiorata, il cuore dei pensieri è lo stesso ma se ne sono aggiunti anche altri.
A livello di emozioni prima ero più sicura arrivata qui di avere forti sentimenti nonostante tutto il casino di rimuginii e controlli sul suo viso.

Quindi BOH. Passo sempre da momenti in cui ci spero leggendo qualcosa e momemti in cui non ci credo e penso di non aver mai amato. Ed è difficilissimo da digerire che sia stato tutto un grande sbaglio fin dall'inizio.
È difficile da digerire anche che l'amore magari prima c'era e ora sia scemato. Tutto è complicato da gestire.

Inviato da: Hopespring1 il Giovedì, 06-Giu-2019, 23:45
Sto così soprattutto per l'ultima seduta con la psicologa che ha creato un casino dentro di me facendomi crollare un po delle idee che mi ero costruita.
Il fatto che i pensieri sono solo miei e che sono reali me lo ha detto dopo un anno e mezzo che la vedo. Ora che mi ha detto che devo accettarli sto andando in tilt e non so che pensa perché non vuole rassicurarmi.
Accettare che i tuoi pensieri che ti hanno sempre detto essere frutto di ansia e della tua ossessività, accettare che tutti quei pensieri sono tuoi e vanno accettati è difficile. Accettare di averli sempre avuti in un modo o nell'altro, che sono sempre stati lì anche nei momenti più teneri e felici con quella persona. Che tu dicevi " ah ora lo vedo bello tutto apposto. Ora sto bene tutto a posto. Guarda come ci baciamo tutto ok allora " in realtà i pensieri erano silenti e basta. Questo mi ha detto lei, che li ho da sempre e che devo accettarli e decidere che fare...
Poi ha parlato di funzionamento ossessivo, bassa autostima, insicurezza...

Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 14:10
Hope non so come spiegarmi..i pensieri sono reali perché realmente ci sono..ma non hanno significato..lo vuoi capire?

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 14:13
Ma se tu mi chiedi cosa penso oggettivamente di lui io ti direi che è basso non bellissimo e che purtroppo quando ci esco ho l'ansia per questo.
E io non le accetto queste cose ma è così.
Che intendi dicendo che non hanno significato ?
Non dovrei pensare cose belle di lui?

Inviato da: Darschy il Venerdì, 07-Giu-2019, 14:43
ma il fatto che sia basso e non bellissimo non è un pensiero….è basso e non bellissimo, è un dato di fatto.

Il fatto che tu ragioni ossessivamente su sta cosa e che gli attribuisca significati di vario tipo ….questo è il problema!!!!!

Come ti han detto sopra i pensieri sono sempre "reali"...dato che li pensi!

comunque...ho letto di la che continui a cercare su internet e a confrontare storie ecc ecc (un po' come il fatto che appena leggi che qualcuno è in terapia chiedi "si ma cosa ti ha detto lo psicologo???)…..se continui così non ne esci. E fidati cazzo, smetti di essere presuntuosa e sostenere che tu "devi avere una risposta a tutti i costi e capire".
Sei uguale a tutti gli altri. Più cerchi conferme e più stai male e più non ne esci. Dovresti averlo capito, dopo anni.

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 16:37
Allora non accetto i dati di fatto... Non accetto qualcosa di reale. Perché ?
Come la risolvo ? Non la risolvo perché non puoi farti andare bene le cose se non ti vanno bene ?

Sto cercando solo un modo per mettermi l'anima in pace.
Nonostante queste cose non ho espresso ancora nessuna volontà di lasciarlo, penso a lui, lo sento, lo sogno, mi chiedo quando ci vedremo, gli racconto cose. Ci siamo sentiti al telefono e una sua battuta non mi ha fatto ridere allora subito il pensiero che non andava bene, che se non mi faceva ridere quella cosa era il segno. Ma questa cosa cos'è? Pensieri intrusivi ? Pensieri ossessivi? Pensieri coglioni? Che sono questi malesseri per cose così normali ? Mica tutto quello che diciamo può essere divertente o intelligente.

Mi sono opposta a tutti i pensieri ho pensato che non me ne frega se penso di lui quelle cose e che volevo comunque stare con lui... parlavo dentro di me così : io voglio lo stesso starci non lo lascio.
( mq se fosse pee altre mille cose che mi ostino ?)
Tutto il giorno leggo cose per cercare qualcosa che mi aiuti, qualcuno che mi aiuti.

Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:14
Perché dove sta scritto che devi vederlo bello?

Inviato da: Darschy il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:16
Bene, non troverai niente che ti aiuti cercando ossessivamente e leggendo storie di altri.

Davvero, è probabilmente la cosa peggiore che tu possa fare ed è la principale causa del tuo malessere e del loop ossessivo in cui sei caduta.

Si, se vuoi il problema è che non accetti dei dati di fatti. Detta in modo ancora migliore: dai troppa importanza ai dettagli e perdi di vista la visione d'insieme.

Pensa ad un quadro bello ma con alcuni dettagli che non ti convincono.
Da ossessiva quei particolari non riesci ad ignorarli...si il quadro è bello, ma il fatto che quell'albero in secondo piano sia venuto male, o che la tonalità di una tenda sullo sfondo sia troppo cupa in qualche modo ti disturba. La tua attenzione è tutta presa da quel dettaglio, e tua mente inizia a pensare "beh forse non posso considerare bello questo quadro….se uno pensa che un quadro è bello deve trovarlo tutto bello, albero in secondo piano o tenda inclusi….se un dettaglio non è bello allora tutto il quadro diventa brutto".

Ecco, l'ossessivo pensa così. Allo stesso modo delle persone con ossessioni per l'igiene vedono sporca e "contaminante" una superficie con una macchia minuscola.
O che un uomo che si è sempre innamorato di donne mette in discussione il suo orientamento perché si gli è venuto duro guardando un porno gay.

L'albero è disegnato male davvero, la superficie è davvero un po' sporca e hai davvero avuto un'erezione guardando un porno gay...e quindi? Dettagli!!!!!!!!!
Piccolezze che non significano nulla e che infatti chi non soffre di un disturbo ossessivo ignora e le cataloga come cose di poco conto.

Chiaro?

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:40
È chiaro.
Ma mi disturba molto il fatto di non accettare di vederlo normale come è. Ma che ne so non so perché non mi va bene ! Una persona che sta bene appagata non si appiglia su cose simili.
Io sì ho sempre malessri sparsi per per tutta la giornata con lui. Che sia la battuta che non mi fa subito ridere, che sia guardarlo e non vederlo figo cioè
Rendermi proprio conto che sto con un ragazzo dal viso abbastanza normale( che in certi momemti mi piace tanto e altri meno), che sia vedere che è più basso di me ( che in certi momemti il piacere di stargli vicino non lo fa sembrare un grave ostacolo), che sia quella volta che non ho goduto al massimo, quel bacio che non mi ha estusiasmata, ogni cosa per me è segno e crea un conseguente rimuginio e senso di colpa fino a stare sempre peggio.

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:48
@Turzillo :
se lui non è bellissimo è normale non lo veda bellissimo. Se lo guardo in modo distaccato senza sentimenti posso affermare che lui non è un modello. Che è basso che è nella norma come viso. Ma succede che lo guardo e mi piaccia molto e tutti i suoi dettagli li trovo speciali, mi emoziona il suo sguardo . Ecco io non riesco ad accettare che a volte invece non lo vedo con quel sentimento di attrazzione. È come se dovessi viverlo sempre così o sto sbaglaindo... sto sbagliando se lo vedo normale per quello che è.
Non so se si capisce...
Manco io mi capisco a furia si rifletterci

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:52
Il mio tormendo di adesso è che mi sto rendendo conto che io non accetto il vero lui con il suo viso normale non perfetto. Ha gli occhi un po ravvicinati la faccia paffuta. Tutto questo non riuscire a tollerare i momenti in cui lo vedo per come è che possono essere anche solo 3 volte in un giorno che lo noto/penso non mi lasciano vivere in pace la relazione.
Perché quando ami che sia brutto bello normale carino ecc accetti e lasci scorrere. Io invece non riesco quindi penso di avere un problema con lui e non amarlo!

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 17:56
Perché non accetto il suo aspetto così come è se alla fine non voglio lasciarlo e continuo a sperare di starci bene rassicurandomi ogni giorno ?
Cerco rassicurazioni anche nelle mie emozioni e percezioni di lui sempre.
Quando sto con lui la mia testa sotto sotto sta sempre cercando di capire se va bene o no come lo vedo o cosa provo.


Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 18:00
Se vuoi viverlo per sempre come pensi dovremmo cambiare partner ogni due mesi!ti parlo da persona che soffre di doc come il tuo e i miei pensieri per un periodo abbastanza lungo si sono concentrati anche sull’aspetto estetico!

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 18:02
Come hai fatto ? La tua ragazza come era obbiettivamente ?

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 18:14
Vedete il punto è che io mi faccio questi monologhi " ok hope non riesci bene a tollerare che lui non sia sempre bello e perfetto ai tuoi occhi. Non riesci ad accettare di vederlo nella sua normalità estetica, nei supi difetti come l'altezza e il viso non da modello
= se non riesco a viverci bene con questo suo aspetto normale allora vuol dire che non mi piace abbstanza. Che mi sto accontentando. Che non sono sincera. Che sto sbagliado e dovrei chiudere mi sento in colpa !... ma non ci riesco e poi certi momenti mi piace tanto, e poi ci spero sempre, mi viene da piangere se penso ai suoi occhi, alla tenerezza, a tutte le cose belle. Allora forse vale qualcosa la storia ? No se valesse qualcosa non avrei tutte queste fisime per il suo aspetto. Sarei serena. Appagata. Felice. Rilassata anche vedendo che non mi piace sempre allo stesso modo di " cuoricini negli occhi". Sì quel modo che ricerco per rassicurarmi qualche momento in cui mi perdo nei suoi dettagli e mi piacciono, in cui mi fa stare bene guardarlo perché mi piace appunto e non posso dire che non sia così.


Ecco la mia testa. Vivo in questo dibattito




Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 19:12
Obbiettivamente non è Belen..ha difetti come li ho io ma non ci penso neanche

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 19:26
Ecco è questo il problema. Io ci penso sempre. E quando sembra che non ci penso in realtà sotto ci penso ma in maniera meno intensa.
Infatti tu ci vivi bene con il fatto che lei non sia bellissima io no... non so perché sono fatta così. Mi vengono altri modi per dire che comunque per me è diverso. Come : si ma la tua ragazza ti piace lo stesso e forse a me lui non piace quanto a te piace lei esteticamente quindi morale della favola io non accetto lui non sono soddisfatta di come.
Non ne uscirò mai ragionando anzi sembra sempre peggio...

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 19:30
Se una persona pensa sempre ai difetti... o davvero è una persona molto disturbata o semplicemente il ragazzo non le va bene e deve solo trovarne uno più di suo gusto.
Ecco io non me ho idea di che situazione sia la mia. A volte penso " no è per il disturbo me lo hanno diagnosticato" altre " no sto con la persona sbagliata e basta " quindi sempre un ricredersi, sperare e poi rimettere in dubbio all'infinito.

Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 22:08
Se una persona lascia l’alTro di certo non lo fa per il viso..per l’altezza..per il culo o per le tette..lo fa e basta senza porsi le domande che ci poniamo noi!io ti capisco perfettamente..non sai dove finiscono i pensieri e inizia la realtà..ma fidati..non c’è nessuna realtà

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 07-Giu-2019, 22:18
Anche questo è un ragionamento che posso smontare.
È come se tutto cio che mi si dice lo sia tanto quindi non mi rassicura mai a lungo termine.

Inviato da: turzillo il Venerdì, 07-Giu-2019, 23:53
È il meccanismo del doc..più ti rassicuri più ci sono domande

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 00:44
Ora ci parlavo tranquilla al telefono e lo stressavo per convincerlo a venire da me...
Credo che non sarò mai serena.
Credo che sto sbagliando ma non ho il coraggio di chiudere per qualche motovo e possono essere tanti ma non per forza che lo amo.
Fa schifo stare così... la psico dice che sono ossessiva senza dubbio ma sembra mettere la possibilità anche di capire che non è la persona giusta per me. Sto vivendo un tormento. Gli incubi riflettono tutti la mia ansia e sensi di colpa.

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 00:52
Purtroppo in questo caso c'è anche una bassissima autostima con ansia sociale marcata. Quindi una personalita molto fragile e insicura.
Che cerca disperatamente pareri e non riesce a sentire cosa vuole, non riesce a leggere bene il suo di parere e sentimenti perché cambia di continuo ed è annebbiata da mille paure diverse.
Adesso che non lavoro più e mi sono ribloccata a casa ho di nuovo paura di innamorarmi di altri se faccio qualcosa. E la paura è anche r " non è che mi sembra mi piaccia e voglio ostinatamente lui perché non vedo altri ragazzi ?" Più evito le cose più si creano paure du paure e sensi di colpa.
Quando lavoravo invece avevo paura che mi piacesse un collega che trovavo carino come ragazzo oggettivamente Confrontavo con il mio ragazzo, mi incasinavo. Manco era il mio tipo questo ma solo il fatto di pensare che era carino e intelligente e voler attenzioni mi metteva un sacci in crisi. Boh

BOH.

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 01:02
Alla fine che ne so se non ho lasciato lui per abitudine e paura ? Magari con quello poteva nascere qualcosa se mi voleva. Io che ne so. Non mi voleva quindi non lo saprò mai cosa sarebbe successo in quel caso dentro di me.
Bah... che ne so che non sto prendendo fischi per fiaschi continuamente ?
Io vi dico non credo praticamente più nel disturbo ossessivo compulsivo aulle relazioni perché se uno non è innamorato ed insoddisfatto è normale si faccia questi pensieri, è normale stia male. E se uno non è innamorato ed è anche molto insicuro, debole, ansioso è normale non voglia lasciare qualcosa di sicuro e cambiare. Quindi io vedo tutto legittimo. Sono in un meccanismo di merda.
Forse se diventassi una persona forte, soddisfatta e sicura e non lo lasciassi potrei dire che allora lo amo e che lo sti scegliendo e preferendo a tutti gli altri che vedrei belli intelligenti interessanti ecc. Ma non è vero è smontabile anche questo. La logoca mi sta portando sempre piu a conclusioni che non sono felice con lui e che non li sto scegliendo e preferendo ma che ci sto per mancanza di altre prospettive.

Inviato da: turzillo il Sabato, 08-Giu-2019, 09:37
Stai girando a vuoto

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 12:13
Me ne sono accorta... più penso più peggioro tutto.
Dovrebbe essere più importante cosa sento. Ma anche lì non è che va tutto bene.

Inviato da: Alli88 il Sabato, 08-Giu-2019, 17:11
Appunto Hope, il punto è proprio smettere di pensare.

Non dare risposte per inibire le domande, QUALSIASI RISPOSTA A QUALSIASI DOMANDA.

Questo, la tua psicologa, te lo avrebbe dovuto spiegare da subito se fosse veramente una terapista breve strategica. È proprio la base. Non dovrebbe stare a discutere con te il contenuto dei pensieri ma dovrebbe lavorare sul meccanismo e la prima cosa da fare è smettere di rispondere a ogni domanda, commmentare ogni pensiero, cercare sicurezza in "quello che si sente" perchè anche quella è una gran cagata.

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 17:22
Non è terapiq breve strategica infatti, è qualcosa di misto boh.
In passato ho fatto tbs per un anno ma non ha funzionato

Inviato da: Alli88 il Sabato, 08-Giu-2019, 18:45
Si ma anche un sanno è un tempo troppo lungo per la TBS... Sono massimo dieci sedute, e le ultime tre sono a distanza di 3 mesi, 6 mesi e un anno per avere un feedback sui progressi ottenuti.
Però non è che funziona solo andare in terapia, se poi non metti in atto i suggerimenti.
Tu, da quel che ho capito, sei qui da più di nove anni e sei come un cane che si morde la coda, sempre ferma allo stesso punto quindi o cambi terapeuta o cambi modo di fare. Non vedo altra soluzione.

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 08-Giu-2019, 19:04
Mi sono fidanzata a 18 anni con lui e sono venuta sul forum quasi subito. Poi ci siamo lasciati per un anno tondo e non sono mai più entrata. Sono tornata quando abbiamo ripreso la storia e quindi sono tornate le stesse ansie e ora ho 25 anni.
La tbs che ho fatto credimi facevo gli esercizi ma era troppo semplice per i miei dubbi. Non mi bastava scrivere si riproducevano sempre. A volte sembrava andare meglio e poi no... non funzionava. Non mi bastava e lei non sapeva come aiutarmi e ha gettato la spugna. Era super impostata come terapia, un po troppo. Una volta mi disse di indugiare sui suoi difetti e guardarlo fino a trovargliene sempre di più e peggio... non ho ancora capito a che cavolo doveva servirmi.
PSICO sad.gif

Inviato da: Alli88 il Sabato, 08-Giu-2019, 22:03
Beh chiaro, non si possono cancellare i dubbi con un colpo di spugna, soprattutto se hai un funzionamento Ossessivo di base che ti porti dietro da sempre.
E il punto non è non avere dubbi, ma il modo in cui rispondi ad essi (non rispondendo), a fare la differenza.
Si può dire di essere fuori dal meccanismo del doc non quando non avrai più dubbi e avrai tutte le certezze, ma quando nonostante i dubbi te ne sbattersi il c**** di avere certezze.

Inviato da: SOFIA90 il Sabato, 08-Giu-2019, 22:46
Ciao hopeeeee, ogni tanto spio il forum, sai pure io convivo ancora con le mie ansie e paure xD... e vedo che pure tu non scherzi, sei bloccata, come sempre, nelle tue "domande" quasi come un circolo vizioso, se cerchi domande peggiorerai la situazione (lo sai) capisco quello che provi ma avere dubbi fa parte della vita, quello che invece è sbagliato è la reazione al dubbio che fa la differenza, ovvero ossessivamente.
Che lui non sia bellissimo è dato di fatto, ricordo che lo dicevi pure qualche anno fa, ma si può voler bene anche senza bellezza e le solite cose sulla vita, la bellezza interiore ecc....
Il problema è ben altro, cerchi risposta al dubbio che nessuno saprà mai.
Quello che conta sono i fatti, voi state insieme e a distanza di anni non è cambiato nulla ovvero che tu sei sempre bloccata nel tuo dubbio patologico e state insieme, allora ci sarà un motivo?
Devi fare seriamente, devi impegnarti, cioè hai la possibilità di andare dalla psico e allora impegnati, non porti domande e se anche avessi dei dubbi non rispondere e se dovreste lasciarvi non succederà nulla e non cambierà nulla perché ti domanderai se sia stata la scelta giusta e quindi poi troverai qualche altra ossessione su cui fare leva.
Devi stare bene con te stessa punto.

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 14-Giu-2019, 13:28
Quando noto oggettivamente che è meno alto di me vado in modalità " oddio non lo amo per questa cosa " è vero è meno alto di me anche se non di molto. Mi succede se lui è scalzo e io no perché così è invece che alla mia altezza è un po sotto. Con le scarpe siamo uguali. E uguali non mi disturba se no sì...
Ma questo non è doc è un sentirmi meno a mio agio in quei momenti che lo noto.
Vuol dire che non lo amo? Cosa vuol dire ?
Qualcuno prova la stessa cosa a volte ?
In ogni caso lui mi piace e ora sembra sia questo il difetto più " grande".

Inviato da: Darschy il Venerdì, 14-Giu-2019, 14:30
QUOTE (Hopespring1 @ Venerdì, 14-Giu-2019, 12:28)

Vuol dire che non lo amo? Cosa vuol dire ?
Qualcuno prova la stessa cosa a volte ?

No ma davvero dopo tutti questi anni sei ancora a fare queste domande? facpalm.gif


Ma leggi quello che ti si scrive? ...magari concentrati sulle cose intelligenti che ti si scrivono, e non su quelle che ti fanno stare bene e ti rassicurano (ovvero aiutano le tue compulsioni).


Perché sentirti dire "no hope si capisce che lo ami, è solo un momento, le cose importanti sono altre, si vede che ci tieni, è normale sentirsi così, capita anche a me" ecc ecc

….E' ASSOLUTAMENTE INUTILE ED ANZI E' DANNOSO!!!!!!!!!!!!!!!



Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 14-Giu-2019, 14:41
Sapere che ad altre persone succede e quindi che è normale mi farebbe sentire un po meglio. Non credo sia questione di doc... è che a me non piace se è più in basso quando ci abbracciamo o baciamo e poi questa cosa può diventare ossessiva, questo difetto.
Sto cercando di razionalizzare attraverso anche esperienze di altri

Inviato da: Somersault il Venerdì, 14-Giu-2019, 15:04
Non è questione di doc? Bene. Allora mollta il tuo ragazzo.
Qual è il problema? Ti vengono i carabinieri a casa? Ti fanno la multa? Una folla inferocita con torce e forconi ti insegue?
Francamente non capisco, la gente si molla quotidianamente e il mondo va avanti lo stesso.
Tu che problema hai?


Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 14-Giu-2019, 15:47
Non lo so. Non riesco ad accettare che alcune cose non mi facciano sentire amore penso... non lo qccetto perché per altre sento cose belle. Non accetto quelle che non mi fanno sentire cose belle. Perché quelle mi mamdano in tilt, mi fanno interrogare se sto bene davvero per finta con lui.

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 14-Giu-2019, 15:54
Se a me non piace la sensazione di essere più alta anche di poco... allora perché sto con lui ?
Sono queste le domande che mi vengono a seguito del disagio che percepisco i quei momenti ( quando lo sovrasto che non è sempre ed è una differenza di pochi cm).
Se non mi vedo con un ragazzo più basso ma perché sto con lui che lo è ?
E la risposta è : beh mi piace come è comunque, ha tante qualità che apprezzo oltre a questo. Mi piace in altre cose.
Ma questa risposta non mi basta perché io vedo sempre marcio anche se ni rispondo che apprezzo tante altre cose.
Basta una piccola cosa e so smonta tutto

Inviato da: Hopespring1 il Venerdì, 14-Giu-2019, 16:38
Scusate se torno sempre a scrivere... non sopporto certe emozioni.
Devo imparare a contenermi e normalizzare ma non è semplice.
Secondo me dipende anche dal fatto che non ho fiducia in me stessa quindi penso sempre che sto sbagliando, che le mie scelte non hanno significato o valore.

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 15-Giu-2019, 11:50
Ieri siamo usciti... era pieno di gente e sono stata male.
Vorrei poter stsre allo stesso modo di quando siamo soli e mi sento bene ma non è possibile.

Inviato da: Minima il Sabato, 15-Giu-2019, 13:20
Hai paura del giudizio della gente. Hai un concetto troppo idealizzato

Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 15-Giu-2019, 14:09
È un po più complicato mi sa...

Da soli a volte sto male perché noto che è piu basso altre no. A volte sto male per altre cose perché le vedo. Vedere i difetti mi fa venire le ossessioni.
Ma provo anche delle belle emozioni, mi piacciono cose di lui ovviamente.
Ci baciamo abbracciamo, facciamo l'amore ridiamo scherziamo discutiamo come una normale coppia.

Con un sacco di gente intorno sono ansiosa e i suoi difetti mi disturbano ancora di più. Notare che gli altri sono meglio piu alti e carini anche se a me piace come è fatto fisicamente nonsotante l'altezza mi da disturbo comunque e fa venire un sacco di interrogativi sul perché sto con lui se è basso e non bello. Se mi da un bacino o mi abbraccia e ci sono persone invece che piacere provo rifiuto e voglia di scappare il che conferna il mio sospetto che lui non lo amo davvero ( ieri è successo questo). Ma non riesco a lasciarlo perché a volte ci sto tanto bene e non mi pesano i suoi difetti. Però sono veramente poche le volte in cui non ho ossessioni, ansie e cose così.

La cosa ridicola è che io sto così fuori casa fra un sacco di gente e poi quando siamo insieme più al sicuro lo trovo sexy , ci faccio sesso, mi attrae e insomma boh come una fidanzata normale... Quindi mi sento davvero una persona strana e assurda.
E non so come si può sciogliere questa situazione.

Anche quando sono esposta da sola a situazioni varie ho parecchia ansia ma molta di più insieme a lui. E quasi sempre sto male se siamo circondati da un sacco di persone perché faccio confronti rinugino, mi sento in colpa e vergogna ecc.




Inviato da: Hopespring1 il Sabato, 15-Giu-2019, 14:12
Adesso io istintivamente andrei a dargli un bacio un abbraccio... ma con che faccia lo posso fare dopo che ho tutti questi problemi.

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)