Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) [1] 2 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Il Mio Doc Oggi è Così, Non voglio rassicurazioni
 
fraghila
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 17:31
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Scritto d'impulso e di getto, per fissare i pensieri nella maniera più esaustiva possibile. Sarà crudo in alcuni punti e forse sconnesso, ma non importa. Avevo bisogno di sfogarmi.


"Mi piacerebbe cambiare e migliorare insieme a lui, crescere insieme a lui."

Dunque allora vorrei che lui cambiasse. La frase iniziale sembrava una roba dolce, romantica, bellissima, vero?
Invece dietro di essa si nasconde nient'altro che il mio malsano egoismo.
Perché le persone non si cambiano. Questa cosa del cambiare i difetti per compiacere l'altro mi sa tanto di compromesso squallido, fatto solo per la paura di perdere l'altro e non accorgersi che invece, se si vuole cambiare una persona, allora non si prova amore, bensì possesso. Paura di perderlo. Dipendenza affettiva.
Perché amore è lasciare liberi, amare nonostante tutto.
Io invece sono solo egoista.

Vorrei che fosse più spigliato.
Vorrei che realizzasse il lavoro dei suoi sogni, invece di accontentarsi di un lavoro acquisito in maniera facile, per conoscenze.
Sì, perché se c'è una cosa che di lui mi manda in bestia, è il suo voler evitare a tutti i costi lo stress. Lui vuole la vita facile, comoda, a portata di mano. Da me si direbbe che "vuole il cocco ammunnato e buono".
Vorrei che fosse aperto alle novità, al rischio.
Vorrei che fosse meno ansioso.
Vorrei che guardasse in faccia i suoi demoni, invece di mangiare a schifo per riempire il vuoto che ha dentro.
Vorrei che non dicesse sempre di sì a tutti, per paura di perdere la loro approvazione.
Vorrei che non fosse più così dipendente dalla madre.
Vorrei che non avesse paura.

E mentre scrivo queste cose, rileggendole, mi sale lo sconforto.
Non si può fare, sono pretese assurde.
Che senso ha sforzarsi e combattere così tanto per una storia d'amore, che alla lunga porterà solo abitudine, litigate, voglia di tradire?
Lui non cambierà mai.
Farò la fine di mia madre, che si è accontentata di un uomo, mio padre, che ha scoperto solo in seguito essere egoista e ignorante, e che non ha avuto il coraggio di lasciare per non rimanere sola.
Lei mi dice "stai attenta, non fare la mia fine. Devi accorgerti in tempo di queste cose"...

Io ho una paura matta di perderlo.
E affrontare con lui queste cose mi farebbe morire di ansia.
Lui comincerebbe ad innervosirsi, a chiudersi a riccio, e io mi sentirei terribilmente in colpa.


...e poi un sussulto.


Questa sono anch'io.
Io sono così, tale e quale a lui.
Di me penso le stesse identiche cose, anche se pretendo di essere migliore di lui.
Ho paura di tutto questo.
Ho paura di prenderne atto, e di cambiare.
Perchè se ne prenderò atto, scoprirò che fino ad ora mi sono accontentata di una persona che mi serviva.
Che mi serviva ad avere conforto, protezione nei momenti bui, godimento durante il sesso, compagnia nei momenti più soli perché non ho avuto il coraggio di ampliare la mia realtà conoscendo persone nuove.
Senza contare la paura di perdermi il sesso con altre persone.
Sì, perché in 24 anni lui è stato l'unico.
E il perdermi questa possibilità mi fa sentire incompleta.


Ok, quindi è fatta, è deciso.
Lo lascio.
Devo superare la paura del dolore che ne potrà derivare, sì perché se non lo lascio è per questo.
E anche perché sono troppo vigliacca per rimanere da sola.

Ma poi il mio cuore batte forte. E i miei occhi si riempiono di lacrime.
Penso al tuo sorriso che mi piace tanto, ai tuoi capelli, alle tue mani, alle tue braccia che mi stringono verso il tuo petto, dove posso sentire bene il tuo profumo.
Penso ai tuoi occhi che mi guardano.

"Che schifo, sei troppo sdolcinata. Non contano più queste cose, la fase dell'innamoramento è fin…"

Stai zitto, qualunque cosa tu sia, e fammi continuare.

Penso a quando facciamo l'amore.
Penso a tutte le discussioni avute, e che avremo ancora.
Penso a quando vengo a vederti in sala prove, e sono così felice per te, perché tu in quei momenti sei felice.
Penso a quando mangi e sembri un bambino perchè ti sporchi tutto.
Penso a tutte le volte in cui io non ci credevo più, e tu mi hai stretto le mani ancor più forte.
Penso a tutte le volte in cui tu non ci credevi più, e io, nonostante il dolore, ti ho dato forza.


E' abbastanza tutto questo per dirti che ti amo?
E' abbastanza tutto questo per credere in noi due?



Stavolta voglio dirmi di sì.
PMEmail Poster
Top
 
Ansia1000
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 19:30
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 493
Utente Nr.: 18.793
Iscritto il: 03-Feb-2018



Sulla parte che riguarda i difetti e il “volerli cambiare”.. perché non vederlo come una crescita dell’uno o dell’altro sotto un certo aspetto?

Cioè.. io per esempio sono super gelosissima.. lui è molto aperto e amichevole, io no.
Mi accorgo però che questa cosa mi limita e mi fa male.

Ora il fatto che lui dica “non possiamo continuare se tu sei cosi gelosa che ogni volta c’è una discussione”, cosa è? Non amore da parte sua?

No.

Gliel’ho chiesto.

È una sua richiesta per lui ma soprattutto per me. Perché questo mio difetto limita lui, ma cavolo! Ha limitato tantissimo anche me! In tutti questi anni, tant’è che non ho amici/amiche.. lui ne è pieno!

Ora.. posso vedere la cosa come una sua richiesta “egoista” oppure come una sua richiesta per “farmi crescere”.

Perché si, da questo punto di vista devo crescere.

E se uno “chiede” all’altro di cambiare qualche aspetto, non è egoismo o non amore. È volere il bene dell’altro e della coppia.

Pensaci: se io fossi una di quelle che fa la “troietta” con tutti e lui mi chiedesse di cambiare..è egoismo?

E poi, l’egoismo, è di chi chiede all’altro di cambiare o di chi decide di non cambiare?

PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
fraghila
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 20:14
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Hai perfettamente ragione.
Ma ho tanta paura di affrontare questo discorso con lui, tantissima… anche perché altre volte abbiamo provato a parlarne e non è finita bene… forse perché ero in piena ansia. Infatti questa cosa è la mia principale fonte di ossessione.
Sai cosa? In due anni e mezzo che stiamo insieme, lui non si è mai confidato troppo con me. Avrei tanta voglia di farlo parlare, così come ho fatto io con lui in questo periodo, di farlo confidare, di farlo sfogare, di farmi raccontare cosa lo fa stare male, e tutte queste cose… ma è difficilissimo. Finge sempre di stare bene, ed è questo forse il punto di tutto il mio DOC da relazione: sento che non mi sta dicendo tutto. Io lo percepisco perché in certi momenti lui è tesissimo, è "costruito", vuole far sembrare che sia tutto perfetto, e me lo trasmette. Non è che mi sta nascondendo le cose, ma non si sta aprendo con me. Non si confida neanche con gli amici, da quel che so, mettici pure che è maschio e che io ho paura di essere invadente e di farlo arrabbiare. E forse non si confida troppo con me perché non vuole sovraccaricarmi visti già i miei problemi con ansia e DOC. Ma non saprebbe invece quanto mi farebbe felice poterlo aiutare almeno una volta… io voglio amarlo e prendermi cura di lui. Perché non me lo permette?
PMEmail Poster
Top
 
SerenaMAI
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 21:02
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 99
Utente Nr.: 19.035
Iscritto il: 08-Lug-2018



Ti rispondo solo che sto piangendo come una bambina...
PMEmail Poster
Top
 
Moon90
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 21:19
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 2.510
Utente Nr.: 18.393
Iscritto il: 31-Lug-2017



ho dovuto asciugare le lacrime dopo averti letto cara, quando apri un post sai colpire proprio il cuore delle persone e sopratutto queste resistenze del cavolo che il doc ci fa avere.
Cambiare insieme: una frase bellissima, e come anche ansia ti ha suggerito e sono pienamente d'accordo, non ci vedo egoismo nel fatto che anche lui cambi, perchè quando si sta insieme si cerca di limare i propri difetti per il bene della coppia, per far soffrire meno l'altro, per stare meglio insieme, perchè anche se si è innamorati alla follia non si è perfetti ed è normale discutere, litigare e scontrarsi. Quindi che male c'è cambiarsi a vicenda? penso sia una cosa affascinante e romantica allo stesso tempo PSICO smile.gif questa per me è libertà sai? libertà di amarsi sempre e comunque PSICO smile.gif
ho letto del fatto che vorresti si aprisse di più: faglielo capire, piano piano, non quando hai ansia a mille, ma quando sei lucida e serena, abbraccialo e parlagli, guardalo negli occhi e accarezzagli il viso e diglielo che vuoi esserci per lui, che di te si può fidare. Scrivigli una lettera e diglielo, diglielo quello che hai scritto qua, che i suoi occhi, la sua mano che ti accarezza ti fanno sciogliere, diglielo tanto quanto lo ami. Questo è amore tesoro, ti mando un super abbraccione e concludo dicendo ciò che tu hai detto a noi "dii si all'amore" PSICO smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
fraghila
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 21:38
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Mi fa tanto piacere se questo post vi ha aiutate in qualche modo, davvero, sono molto contenta di questo! Possiamo farcela, possiamo fare tutto e affrontare tutto se abbiamo il coraggio di ascoltare il nostro cuore. Crediamoci!!!
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 21:43
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 425
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Cavolo all'inizio mi hai mandato nel panico.
Poi pian piano ho fatto pulizia nei pensieri... abbiamo tutti gli stessi dubbi, gli stessi pensieri, le stesse paure.
Il fatto dei difetti, il fatto che sia l'unico, la paura di averlo solo usato... la paura dell'abitudine, della voglia di tradimento e tutto il resto.
Cavolo fa paura anche a me... fa paura e mi fa credere di non amare. Ma ho paura perché amo.

Anche il fatto che lui non si confida molto: ho affrontato con il mio lui lo stesso argomento perché avevo lo stesso problema... non è un tipo molto aperto.


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Hopespring1
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 22:02
Quote Post


Membro Silver
*****


Messaggi: 9.425
Utente Nr.: 16.407
Iscritto il: 27-Dic-2015



mi viene da piangere...
quando nel testo ti sei rivolta direttamente a lui tutti ci possiamo immedesimare
:'(
tante volte ho fatto questi giri mentali.
PMEmail Poster
Top
 
Hopespring1
Inviato il: Martedì, 10-Lug-2018, 22:05
Quote Post


Membro Silver
*****


Messaggi: 9.425
Utente Nr.: 16.407
Iscritto il: 27-Dic-2015



e poi mi viene da piangere perché nonostante tutto continuo a stare male
anche se ho momenti belli perché ormai durano troppo poco
e finiscono per non contare nulla.
PMEmail Poster
Top
 
fraghila
Inviato il: Mercoledì, 11-Lug-2018, 08:02
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



QUOTE (Io.e me @ Martedì, 10-Lug-2018, 20:43)
Anche il fatto che lui non si confida molto: ho affrontato con il mio lui lo stesso argomento perché avevo lo stesso problema... non è un tipo molto aperto.

Come hai risolto?
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Mercoledì, 11-Lug-2018, 08:42
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 425
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



QUOTE (fraghila @ Mercoledì, 11-Lug-2018, 07:02)
QUOTE (Io.e me @ Martedì, 10-Lug-2018, 20:43)
Anche il fatto che lui non si confida molto: ho affrontato con il mio lui lo stesso argomento perché avevo lo stesso problema... non è un tipo molto aperto.

Come hai risolto?

Diciamo che bo risolto in parte ma gli ho detto che non sarei potuta andare avanti se lui continuava a nascondere le emozioni negative... specialmente quelle che magari potevano riguardare me. Gli ho detto chr non voglio intromettermi nei fatti suoi, ma che pretendevo almeno di sapere quello che riguardava me in quanto siamo una coppia.
Allora lui ha iniziato a esprimersi molto di più PSICO smile.gif PSICO D.gif


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
fraghila
Inviato il: Mercoledì, 11-Lug-2018, 16:11
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Lui dal punto di vista della coppia me le dice le cose.
Io desidererei proprio che si aprisse con me sui suoi problemi. Voglio che migliori su certi aspetti, come ho già scritto. E credo che se sono arrivata nella sua vita, è perché posso essere la sua occasione di crescita, così come lui può essere (e lo sta già facendo) la mia. Per me ha senso stare in una relazione soltanto se ci si affida all'altro e si utilizza l'altro come strumento di crescita e di guarigione, altrimenti diventa solo un passatempo o un rifugio, cosa che non arricchisce nessuno dei due. Poi ci credo che si stanca se sono triste e apatica tutto il tempo a causa dell'ansia e del DOC, perché sono sempre e solo io il centro dell'attenzione, e non va bene.
Non se lui abbia la mia stessa visione delle relazioni, ho paura a fargli sto discorso. Quando ci penso, mi viene l'ansia, e penso che sarà tutto inutile, che mi risponderà in maniera negativa eccetera eccetera, come ho scritto nel post.
Oppure potrei meravigliarmi e scoprire che la pensava allo stesso modo. Una volta, non molto tempo fa, abbiamo litigato per la prima volta in maniera più accesa, ed è stato sorprendente scoprire il suo punto di vista. E' stato bello! Dunque perché non potrebbe esserlo anche stavolta?
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Mercoledì, 11-Lug-2018, 16:21
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 425
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Lo penso anch'io, sono pienamente d'accordo... ma purtroppo lui ha i suoi tempi e non posso costringerlo e soprattutto non voglio sembrare invadente.
Anch'io vorrei che mi dicesse tutto, vorrei condividere tutto... a volte sono esagerata perché quasi vorrei sentirmi una persona sola insieme a lui ahahah
Comunque
Ultimamente si apre di più anche su altro ma non sempre... ma è comunque un passo avanti! PSICO smile.gif


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Mercoledì, 11-Lug-2018, 16:22
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 425
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



QUOTE (fraghila @ Mercoledì, 11-Lug-2018, 15:11)
Lui dal punto di vista della coppia me le dice le cose.
Io desidererei proprio che si aprisse con me sui suoi problemi. Voglio che migliori su certi aspetti, come ho già scritto. E credo che se sono arrivata nella sua vita, è perché posso essere la sua occasione di crescita, così come lui può essere (e lo sta già facendo) la mia. Per me ha senso stare in una relazione soltanto se ci si affida all'altro e si utilizza l'altro come strumento di crescita e di guarigione, altrimenti diventa solo un passatempo o un rifugio, cosa che non arricchisce nessuno dei due. Poi ci credo che si stanca se sono triste e apatica tutto il tempo a causa dell'ansia e del DOC, perché sono sempre e solo io il centro dell'attenzione, e non va bene.
Non se lui abbia la mia stessa visione delle relazioni, ho paura a fargli sto discorso. Quando ci penso, mi viene l'ansia, e penso che sarà tutto inutile, che mi risponderà in maniera negativa eccetera eccetera, come ho scritto nel post.
Oppure potrei meravigliarmi e scoprire che la pensava allo stesso modo. Una volta, non molto tempo fa, abbiamo litigato per la prima volta in maniera più accesa, ed è stato sorprendente scoprire il suo punto di vista. E' stato bello! Dunque perché non potrebbe esserlo anche stavolta?

Esattamente, finché non tenti non lo saprai mai. Potrebbe andare bene come potrebbe arrabbiarsi e andare male... ma anche se fosse un litigio non ha mai ucciso nessuno PSICO wink.png si risolve!!!


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
fraghila
Inviato il: Mercoledì, 18-Lug-2018, 07:29
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 294
Utente Nr.: 16.573
Iscritto il: 28-Gen-2016



Ho parlato con un amico ieri sera. Gli ho esposto che sto male per la mia relazione, che non mi piacciono di lui tutte queste cose elencate qui. Sostiene che stare in questa relazione non mi faccia bene, che lui è fatto così ed è molto difficile che possa cambiare, soprattutto per l'età che ha. Io in un primo momento gli avevo risposto che se pur sia molto difficile attuare un cambiamento così, io sarei stata disposta ad aspettare. Ma poi, quando mi sono ritrovata sola in camera, piano piano mi sono resa conto che in realtà io non stimo il mio fidanzato sul carattere e sulla sua posizione sociale e lavorativa, che non è ancora realizzata. Per quanto abbia cercato di ignorare la cosa, non riesco più a farlo. Per me purtroppo conta la realizzazione personale del mio partner, e sento che non c'è. Non sento fiducia nelle sue possibilità di miglioramento. Lui dice che ci prova ogni giorno a migliorarsi, forzandosi di fronteggiare la sua ansia... eppure non riesco ad essere soddisfatta, anche se lui mi tranquillizza. Infatti ieri sera gli ho esposto tutte le cose che non mi piacciono di lui. Gli ho detto che lo percepisco insicuro, poco concreto, e che non mi piace abbia sempre avuto una mano nel trovare un lavoro. Inoltre lo trovo poco maturo spiritualmente e intellettualmente. Vi giuro, vorrei che tutte queste cose non contassero per me, ma non posso più fingere. Purtroppo se penso al futuro con lui vedo una me che si accontenta di una persona che a sua volta si accontenta, anche se per lui invece è tutto normale e va bene così. Sono triste, tanto triste. Ormai ho quasi deciso di lasciarlo, anche se questa cosa fa terribilmente male dentro perché è un bravissimo ragazzo che è stato tanto tanto dolce con me, e che amo a modo mio, nonostante tutto. Con lui mi sono sentita finalmente a casa, finalmente capita e consolata, e doverne fare a meno sarà davvero durissima... però non mi posso accontentare e stare sempre male. Perché nel mio caso l'ansia e il DOC sono davvero la spia di qualcosa che non va nella relazione, e quel qualcosa è che mancano stima e fiducia da parte mia. Mi sembra così assurdo aver cambiato idea così repentinamente... fino a ieri ci volevo provare, ma poi non più. Sento che vivere questo dolore è necessario per crescere, e per andare incontro a nuove esperienze più positive per me. Voglio vivermi la vita pienamente. Anche se mi fa paura. Ma non c'è nulla di cui aver paura onestamente. In questo momento però vorrei che fosse tutto un brutto sogno e risvegliarmi finalmente serena, dopo tutti questi anni passati in balia di ansie paure e DOC. E invece no, devo soffrire ancora... sono esausta. Perché non basta il bene a tenere unite due persone? Perché le cose devono essere così dolorose e difficili a volte?
Mi mancherà tantissimo... mi mancherà il suo buongiorno e le sue risate. Mi mancherà tenerlo per mano e fare l'amore con lui. Mi mancheranno i suoi abbracci. Non ce la faccio a lasciarlo, ad agosto dobbiamo andare in vacanza assieme.... vorrei almeno vivere questo ultimo momento insieme... ma alla luce di tutto questo come si fa? Sarebbe una brutta vacanza...
Sto malissimo, vorrei solo i suoi abbracci...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0667 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]