Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Solitudine, Per paura rifiuto
 
Klaus1
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2020, 19:05
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.189
Utente Nr.: 17.837
Iscritto il: 15-Gen-2017



Il fatto di essere solo principalmente è dovuto al fatto che sono molto suscettibile e un rifiuto mi provocherebbe rabbia (rivolta su me stesso), tristezza e depressione, quindi ancora più volontà di isolarmi, ho paura/terrore di qualsiasi rifiuto (persino dagli amici figurarsi le donne) e quindi non chiederei perché non sopporto essere deriso ecc. o accusato di essere uno stalker o peggio
Facile rifiutare uno strano con problemi e limitazioni

E allora sono divenuto un EVITANTE

Quindi sto da solo a meno che non sia lei a farsi avanti (o se sono sicuro del si), è successo 2 volte in passato e ho detto no, adesso direi subito si, tranne casi limite, ormai è tardi per fare gli schizzinosi e i selettivi e i paurosi in questo caso specifico

Parlo per me ovviamente.
Naturalmente mi riferisco a una relazione, non occasionale/sessuale

P.S.
Post preso da topic su doc
http://psyco.forumfree.org/index.php?&show...5&#entry1766254


--------------------
E guardo il mondo da un oblò
PMEmail Poster
Top
 
Klaus1
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2020, 19:24
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.189
Utente Nr.: 17.837
Iscritto il: 15-Gen-2017



Inoltre anche lasciarsi mi getterebbe in totale sconforto. Sto già abbastanza male di mio


--------------------
E guardo il mondo da un oblò
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
panopticon
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2020, 20:44
Quote Post


Psico Zio
***


Messaggi: 3.731
Utente Nr.: 120
Iscritto il: 06-Lug-2007



Ti capisco.
Ho una storia importante, da molto tempo, certo non semplice nella gestione, siamo entrambi problematici, e non poco, a modo nostro.
In più ci si è aggiunta recentemente la malattia della madre di lei, la distanza che è una costante della nostra esistenza, con la sua famiglia a 1000 km, io e la mia famiglia al Nord, la sua al Sud, e lei che si divide, e il lavoro che ha trovato finora solo qui al Nord.
I periodi più duri per me sono proprio quelli a distanza, e si parla a volte anche di settimane, anche un paio di mesi. Attualmente non so dare nemmeno una stima precisa a quanto tempo rimarremo lontani.
Lei forse la vive diversamente, o non lo fa notare, comunque ha buoni rapporti con la sua famiglia, con sua sorella. Io no, a stento ci sopportiamo io e i miei familiari.
Ultimamente le cose non vanno proprio tanto bene, cioè è nervosa per delle cose, parliamo poco anche sul web, è sempre presa male...un casino...
Mi sconvolge l'idea che possa finire, anche se a volte mi chiedo se non sia già finita e è qualcos'altro, boh. Lei su questo non è di quelle persone che danno molte certezze. In momenti di rabbia ha detto cose spiacevoli, ma tendo a non crederle e tendo poi a non chiedere altro.
Non ho proprio voglia nel caso di ricominciare con un'altra donna. Ho 38 anni, ho già avuto abbastanza batoste, questa sarebbe davvero colossale.

E poi, proprio perchè per parte dell'anno ho una persona che vedo spesso, con cui parlo, con cui condividere qualcosa...ho smesso di cercare altre relazioni reali, s'intende d'amicizia, perchè comunque anche in questo caso, ho difficoltà a socializzare e timori vari, evitamenti, per il fatto di tentare di costruire qualcosa nel reale.
Sono arrivato al pensiero che costruire rapporti solo virtuali potrebbe essere la soluzione, eppure boh...
Non ci sarebbe più il problema della distanza.
Tuttavia non so come scegliere, su chi puntare, sto sempre a pensare a come fare piuttosto che farmi guidare dalle sensazioni...
E se poi l'altra persona o non è interessata a nessun rapporto con me, o vorrebbe al contrario un rapporto reale e poi si disinteressa di uno virtuale?
Forse mi manca pure la costanza.
Forse vorrei che fossero gli altri a farsi avanti...ma giustamente tutte le volte, poi uno si stanca di farsi avanti e si aspetta che cominci a parlare anche tu per primo... PSICO rolleyes.gif


--------------------
***Cerco persone dell'Alta Brianza con difficoltà a uscire di casa e/o poche amicizie, per confronto virtuale ed eventualmente reale***

Un gruppo chiuso. Per persone chiuse.
Gruppo per ansia sociale, timidezza, evitamento
Pagina Facebook

Gruppo di auto aiuto virtuale per persone con gravi problematiche ansioso-depressive
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0438 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]