Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Altre problematiche - Depersonalizzazione - Derealizzazione > Imprigionato Nel Proprio Corpo, Derealizzazione


Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:25
Oggi sembrava una giornata veramente tra le migliori nell'ultimo mese .... sembrava .... poi tutto d'un tratto sento questa sensazione di essere intrappolato nel mio corpo e di volerne uscire come se fossi claustrofobico nel mio corpo huh.gif
Non è una sensazione nuova perchè l'avevo gia sperimentata in questo ultimo periodo qualche volta appena la sindrome ansioso depressiva è cominciata a definirsi sempre di piu'...
Ho avuto anche giorni con derealizzazione e depersonalizzazione però adesso non capisco se sia questo..... non so se collegarlo ad un fenomeno dissociativo come questi due.....
Mi sento il corpo prima come se fosse un qualcosa in piu'.... come se mi portassi appresso un peso .... e poi come se ne volessi uscire ?!?!?!?!?
Mi sento imprigionato nel mio corpo?!?!?!? Una sensazione terribile e io il mio corpo l'ho sempre voluto bene huh.gif
E' una sensazione bruttissima PSICO cry.gif
Mi è presa una angoscia assurda .... qui quando sembra che le cose vadano per un verso buono poi tutto ritorna nella schifezza PSICO cry.gif

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:32
Cosa fai di terapia?

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:34
Cipralex 10 mg.... sono 16 giorni che lo prendo, penso che il suo effetto sia cominciato in qualche modo...
Certo però è che almeno all'apparenza negli ultimi giorni ho cominciato sentirmi meglio da un punto di vista di umore e anche di ansia e diciamo pure di pippe mentali, riuscivo a pensare a cosa piu' positive ecco....
il problema è che capita questa sensazione che da davvero fastidio e mi rovina le giornate....

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:39
Il problema allora è quello, devi attendere che entri in funzione il farmaco.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:43
LRG si lo so, ma non doveva entrare in funziona dopo 15 giorni?
Poi non capisco perchè queste sensazioni, sono dovute alla depersonalizzazione? Volevo cercare di capire questo..... almeno uno se ne fa una ragione e prova a lavorarci su per quanto possibile (o NON possibile)

Inviato da: Tigrotto il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:44
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 17:43)
LRG si lo so, ma non doveva entrare in funziona dopo 15 giorni?
Poi non capisco perchè queste sensazioni, sono dovute alla depersonalizzazione? Volevo cercare di capire questo..... almeno uno se ne fa una ragione e prova a lavorarci su per quanto possibile (o NON possibile)

ci vuole un mesetto circa PSICO-si.gif

Inviato da: Tigrotto il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:45
io lo prendevo e mi ricordo che ci mise circa un mese per fare effetto

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:47
Lo psichiatra mi disse in effetti che ci volevano una quindicina di giorni....

Devo essere sincero, pensavo fosse gia entrato in azione visto che non avvertivo piu' alcune sensazioni, altre rimanevo ma alcune non le avvertivo piu'.... ma sbagliavo evidentemente...

Boh però sta sensazione del corpo mi mette una angoscia assurda....

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:49
@bond
La tua diagnosi esatta quale è?

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:51
lo pschiatra mi parò di sindrome ansioso depressiva

Inviato da: Tigrotto il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:52
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 17:47)
Lo psichiatra mi disse in effetti che ci volevano una quindicina di giorni....

Devo essere sincero, pensavo fosse gia entrato in azione visto che non avvertivo piu' alcune sensazioni, altre rimanevo ma alcune non le avvertivo piu'.... ma sbagliavo evidentemente...

Boh però sta sensazione del corpo mi mette una angoscia assurda....

a me ci mise un mese, ricordo che fu l'antidepressivo che ci mise piu' tempo a fare effetto rispetto agli altri che assumevo.

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:53
@bond
In genere sono necessarie 2-4 settimane per ottenere un miglioramento dei sintomi.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 18:55
Comunque LRG non so se sia una diagnosi esatta, lui mi conosce e anche anni fa quando ebbi gli attacchi di panico andai da lui e mi diede la stessa cura che però usai solo per 4 mesi circa poi interruppi e per 6 anni sono stato benissimo da quel punto di vista....

Ora però non so se sia "esatta".... ci ho parlato due tre volte in questo mese ...

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 19:04
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 18:55)
Comunque LRG non so se sia una diagnosi esatta, lui mi conosce e anche anni fa quando ebbi gli attacchi di panico andai da lui e mi diede la stessa cura che però usai solo per 4 mesi circa poi interruppi e per 6 anni sono stato benissimo da quel punto di vista....

Ora però non so se sia "esatta".... ci ho parlato due tre volte in questo mese ...

Il tuo medico ti conosce meglio di chiunque altri, non ti porre questi dubbi.
Solo i medici possono stabilire le cure.
I pazienti si possono confrontare con loro ed eventualmente loro possono aggiustare la terapia.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 19:15
Glielo dirò questo infatti, dovevamo vederci per fine mese e vedere come stavo andando ..... PSICO smile.gif

Ma quindi questa sensazione che cos'è? Voi ne sapete qualcosa?

Inviato da: LRG il Lunedì, 27-Feb-2012, 19:19
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 19:15)
Glielo dirò questo infatti, dovevamo vederci per fine mese e vedere come stavo andando ..... PSICO smile.gif

Ma quindi questa sensazione che cos'è? Voi ne sapete qualcosa?

Ansia.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 19:30
QUOTE (LRG @ Lunedì, 27-Feb-2012, 18:19)
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 19:15)
Glielo dirò questo infatti, dovevamo vederci per fine mese e vedere come stavo andando ..... PSICO smile.gif

Ma quindi questa sensazione che cos'è? Voi ne sapete qualcosa?

Ansia.

Dovrò sperare allora che il cipralex faccia il suo effetto
Grazie. Ne parlerò anche con lui sicuramente.

Inviato da: Crystal85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 20:47
anche per me è ansia...

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 27-Feb-2012, 21:50
non lo so ma so che mi mette una angoscia tremenda addosso

Inviato da: ayrton il Mercoledì, 29-Feb-2012, 19:58
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 20:50)
non lo so ma so che mi mette una angoscia tremenda addosso

conosco la sensazione bruttissima, ci vuole pazienza e cercare di non spaventarsi troppo!!

Inviato da: Bond85 il Mercoledì, 29-Feb-2012, 20:19
QUOTE (ayrton @ Mercoledì, 29-Feb-2012, 18:58)
QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 27-Feb-2012, 20:50)
non lo so ma so che mi mette una angoscia tremenda addosso

conosco la sensazione bruttissima, ci vuole pazienza e cercare di non spaventarsi troppo!!

Ci vuole in ogni cosa pazienza qua me sa.....

Inviato da: Bond85 il Martedì, 06-Mar-2012, 19:36
due palle sta sensazione ..... poi mi ci metto anche io a pensarci sopra

Inviato da: AleSavona90 il Martedì, 06-Mar-2012, 20:14
ciao bond!questa sensazione è pura depersonalizzazione..ne ho sofferto per un anno e avevo le stesse sensazioni tue!!comunque gli antidepressivi ci mettono un messetto circa per fare effetto!quindi stai tranquillo!certe sensazioni potevi non sentirle più per il fatto che potevi essere entusiasta di prendere l antidepressivo e che il tuo psichiatra ti abbia detto che ci metteva 15 giorni per fare effetto!!!ricorda che per stare bene ci vuole tempo e pazienza anche se so benissimo che queste sensazione ti fanno star malissimo!!forza e coraggio PSICO smile.gif

Inviato da: Bond85 il Martedì, 06-Mar-2012, 22:13
QUOTE (AleSavona90 @ Martedì, 06-Mar-2012, 19:14)
ciao bond!questa sensazione è pura depersonalizzazione..ne ho sofferto per un anno e avevo le stesse sensazioni tue!!comunque gli antidepressivi ci mettono un messetto circa per fare effetto!quindi stai tranquillo!certe sensazioni potevi non sentirle più per il fatto che potevi essere entusiasta di prendere l antidepressivo e che il tuo psichiatra ti abbia detto che ci metteva 15 giorni per fare effetto!!!ricorda che per stare bene ci vuole tempo e pazienza anche se so benissimo che queste sensazione ti fanno star malissimo!!forza e coraggio PSICO smile.gif

Grazie, ci si prova, anche se ti senti quasi artificiale e mai naturale però ci si prova

Inviato da: Bond85 il Giovedì, 15-Mar-2012, 00:23
di nuovo porco cane!

Inviato da: Bond85 il Venerdì, 04-Mag-2012, 22:07
ormai è passato molto da quando ho aperto sto topic e ci sono stati momenti buoni però ci sono ancora periodi in cui mi sento strano nel mio corpo, non come distaccato, ma proprio come se le gambe, le braccia fossero qualcosa si artificiale,ma non solo anche il resto del corpo..... boh.... non so manco come spiegare.....




Inviato da: ayrton il Sabato, 05-Mag-2012, 11:52
ciao Bond , non so se hai seguito la mia discussione, comunque forse la sensazione che provo io di testa vuota ovattata, e' una sensazione tipo la tua....

l'ho gia provata in passato.... e' tre quattro giorni che mi tormenta , mi sembra di essere stordito...

Inviato da: Bond85 il Sabato, 05-Mag-2012, 12:56
Guarda il mio psichiatra mi parlò di fuga di idee in questo caso (parlo della sensazione di stordimento-testa vuota o ovattata) capita nei momenti di tensione negli ansiosi .... nei depressi .... insomme nelle nevrosi ..... purtroppo dandogli peso non fai altro che alimentarla... io mi ricordo una giornata in cui veramente ero con la testa assente completamente.... non riuscivo manco a capire cosa mi dicevano al lavoro, non so come feci a lavorare quel giorno .... poi piano piano....

ti segue qualcuno?

Inviato da: ayrton il Sabato, 05-Mag-2012, 13:05
Si bond sono seguito diciamo che stavo bene fino a che non ho deciso di smettere con il gioco! Non so se le cose sono collegate! Comunque e una sensazione davvero fastidiosa, ovviamente non e la prima volta che mi succede, ma sembra sempre la prima volta! Adesso mi sta venendo anche il mal di testa!
Doh!.gif

Inviato da: Bond85 il Sabato, 05-Mag-2012, 13:10
io credo che dovresti darti un pò di tempo.....
ti ripeto stai uscendo da una ossessione come quella del gioco quindi dovrai per un pochino subire questo tipo di effetti... poi piano piano comincerai a sentirti meglio...

Inviato da: Bond85 il Martedì, 02-Lug-2019, 18:46
Pazzesco febbraio 2012, ben sette anni fa ed oggi punto e daccapo.
Non permettete a nessuno di dire che questo forum è diventato inutile.
E' una risorsa incredibile.

Inviato da: Nonso1 il Mercoledì, 03-Lug-2019, 13:27
Ciao Bond, mi dispiace che ti senta così, io ho il doc e senso di derealizzazoine, quando l ansia è intensa mi sembra di essere in un sogno

Inviato da: Alexme il Mercoledì, 03-Lug-2019, 16:30
QUOTE (Bond85 @ Martedì, 02-Lug-2019, 17:46)
Pazzesco febbraio 2012, ben sette anni fa ed oggi punto e daccapo.

Come fai a dirlo? Non è che la tua psiche sta manipolando dei ricordi generando il timore di stare come allora? Inoltre oggi hai un esperienza e conoscenze maggiori cose da non sottovalutare.

Inviato da: Bond85 il Mercoledì, 03-Lug-2019, 17:05
QUOTE (Alexme @ Mercoledì, 03-Lug-2019, 15:30)
QUOTE (Bond85 @ Martedì, 02-Lug-2019, 17:46)
Pazzesco febbraio 2012, ben sette anni fa ed oggi punto e daccapo.

Come fai a dirlo? Non è che la tua psiche sta manipolando dei ricordi generando il timore di stare come allora? Inoltre oggi hai un esperienza e conoscenze maggiori cose da non sottovalutare.

Ciao Alex, le conoscenze lasciano il tempo che trovano quando poi ti ci ritrovi di nuovo nel bel mezzo, anzi forse riuscivo a resistere meglio allora che non oggi, forse alcuni sintomi sono diversi non lo so ma leggo che scrivevo quasi le stesse cose.

Inviato da: Alexme il Giovedì, 04-Lug-2019, 15:37
QUOTE (Bond85 @ Mercoledì, 03-Lug-2019, 16:05)

Ciao Alex, le conoscenze lasciano il tempo che trovano quando poi ti ci ritrovi di nuovo nel bel mezzo, anzi forse riuscivo a resistere meglio allora che non oggi, forse alcuni sintomi sono diversi non lo so ma leggo che scrivevo quasi le stesse cose.

Forse hai ragione o meglio io non sono nessuno per esprimere dei pareri ma logicamente lo faccio sia per spirito partecipativo sia perché mi piace trasmettere un po di ottimismo. Del resto cosa vorresti fare adesso nella tua situazione? Alla fine dei conti che sia una condizione nuova oppure una ricaduta o come vuoi chiamarla credo che il punto sia: cosa faccio cerco di affrontarla, superarla, vincerla, riprendermi la mia vita? Oppure questa volta metto i remi in barca ovvero mollo tutto?

Possiamo vederla come un bivio? Se si a questo punto la differenza la fa il carattere, il potere di decisione su se stessi, se preferisci quel famoso libero arbitrio oppure quell'amor proprio chiamalo come preferisci.


Inviato da: Bond85 il Giovedì, 04-Lug-2019, 18:35
Alex hai ragione tranquillo, ti ringrazio che scrivi, solamente dicevo che nonostante magari sapessi (da come hai potuto leggere roba di sette anni fa) poi quando ci sono finito dentro di nuovo non so se è stato peggio o cosa o forse anche i sintomi magari sono diversi perché in quei topic dico "ogni tanto mi capita", invece ora sto sempre a pensarci quindi diciamo che la vivo ancora peggio forse della scorsa volta.
Sarei dovuto crescere ma invece sembra che non solo ricado ma ricado pure peggio.
Purtroppo mi sto allontanando dai piccoli svaghi che avevo (tipo una colazione al bar e ciarlare con amici, cose semplici, sono tornato a casa dai miei da 15 giorni ormai, non esco fuori paese con l'auto. Sto evitando tante cose e purtroppo il pensiero dominante (l'ho detto pure allo psicoterapeuta) è che non ne uscirò mai da queste sensazioni che ho col corpo.
Gli stati dissociativi sono davvero delle brutte bestie davvero brutte brutte bestie.
Diciamo che però è stato curioso trovare questo topic di ben 7 anni fa, l'utilità del forum.
Vorrei solamente tornare quello che ero prima, che amava anche stare solo con sé stesso a casa sua a cazzeggiare vedendo la tv, giocando spensieratamente con lo smartphone, uscire con gli amici a Salerno, a me la vita di prima piacevo ed avevo anche la paura di interromperla proprio perché mi piaceva, mi sentivo libero (grossa parola ma stavo bene nel mio piccolo).

Inviato da: Alexme il Giovedì, 04-Lug-2019, 19:37
Ciao. Io credo che il crescere c'entri col maturare e quindi col sapersi gestire meglio ma è altrettanto vero (penso) che certe problematiche vanno per fatti loro rispetto all'età e quindi possono accadere quando sei alle superiori così come quando avrai 70 anni.

Io ho tratto la conclusione che ognuno di noi è strutturato in modo diverso e quindi ognuno ha e avrà un proprio modo di rispondere alle situazioni della vita. Resto però anche del parere che le difficoltà della vita (lavorative, familiari ecc) giochino un ruolo spesso fondamentale nell'innescare certi problemi o nell'alimentarli.

Ad ogni modo a me piace ragionare come gli uomini di mare: se sono in mezzo al mare e mi sorprende la burrasca io devo cmq tornare a casa ed è sicuro che se non combatto con me stesso e la natura a casa non ci torno. Detta in altre parole tu (noi) e chiunque dobbiamo fare la nostra parte (almeno se apprezziamo la nostra vita).

Tu apprezzi la tua vita? Spero di si ma se la risposta fosse no ti direi di cercare dei motivi per apprezzarla.


Inviato da: Bond85 il Venerdì, 05-Lug-2019, 18:27
Per un attimo, ma davvero roba di pochi minuti, credo di essermi sentito come prima "normale", un tutt'uno. Peccato sia stato solamente un barlume illusorio ora mi risento un pò come prima PSICO sad.gif

Inviato da: Alexme il Venerdì, 05-Lug-2019, 21:03
QUOTE (Bond85 @ Venerdì, 05-Lug-2019, 17:27)
Per un attimo, ma davvero roba di pochi minuti, credo di essermi sentito come prima "normale", un tutt'uno. Peccato sia stato solamente un barlume illusorio ora mi risento un pò come prima PSICO sad.gif

Sarà stata cmq una bellissima sensazione! PSICO ok.gif oppure un segno del destino? cmq lo ripeto penso che nella vita dobbiamo essere dei gladiatori e difendere la nostra vita o almeno fare tutto il possibile per viverla al meglio. Lasciarsi andare ed essere pessimisti non è proprio contemplato nel mio vocabolario, non lo concepisco proprio!

Ti auguro di riuscire a trovare la spinta giusta per andare avanti nella tua vita.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 08-Lug-2019, 09:06
Ieri tutto sommato è stata una giornata buona, nonostante ogni tanto mi controllavo il corpo, mi stavo illudendo che finalmente stavo uscendone, stamattina invece mi sono svegliato con i soliti brividi addosso di paura, poca voglia di iniziare la giornata lavorativa, e mi sono abbattuto subito, ovviamente testa subito alla depersonalizzazione sul corpo.
Insomma dopo l'illusione di ieri, tutto il brutto di oggi.
Ho cosi tanta paura che il Cipralex non faccia più l'effetto che fece anni fa. Lo prendo da appena 6 giorni però boh avevo notato subito dei piccoli miglioramenti ma forse mi illudevo solamente. PSICO sad.gif
Inizio seriamente a pensare che sono l'unico ad avere questo disturbo.

Inviato da: Bond85 il Martedì, 09-Lug-2019, 10:57
Ancora questa sensazione!

Inviato da: Bond85 il Mercoledì, 10-Lug-2019, 10:50
Io non riesco a capire, come se fossi io ad andare a richiamare il pensiero che va a controllare il corpo ha questa sensazione di gabbia/solitudine e c'è sta scarica di angoscia tremenda e poi ovviamente mi abbatto e cosi continua. Magari mi dimentico ma poi sono stesso io che lo vado a ricordare e inizio di nuovo il circolo vizioso poi di stare male.
Ma perché??
Non mi libererò mai di sta sensazione angosciante?

Inviato da: Alexme il Giovedì, 11-Lug-2019, 13:58
QUOTE (Bond85 @ Mercoledì, 10-Lug-2019, 09:50)
Io non riesco a capire, come se fossi io ad andare a richiamare il pensiero che va a controllare il corpo ha questa sensazione di gabbia/solitudine e c'è sta scarica di angoscia tremenda e poi ovviamente mi abbatto e cosi continua. Magari mi dimentico ma poi sono stesso io che lo vado a ricordare e inizio di nuovo il circolo vizioso poi di stare male.
Ma perché??
Non mi libererò mai di sta sensazione angosciante?

Anch'io ho vissuto delle situazioni "trappola" ma quando il @cipralex ha iniziato a fare effetto ho notato che il mio controllo su di esse era maggiore fino a ritrovare quasi completo potere di essere io a gestire la cosa. La ricaduta mi capita in giornate dove per altre ragioni posso star male (ad esempio per un motivo sentimentale o per una delusione o un dispiacere). In tali casi si rimettono in modo certi meccanismi nonostante il farmaco ma generalmente sono solo piccole ricadute di percorso che lo psichiatra mi ha detto possono starci specie se una cura è ancora nei mesi iniziali.

Credo quindi che sbagli a tirare adesso le somme. Ciò che importa non è come sei stato o come stai adesso ma come starai dopo quindi detta in altre parole le tue attuali sensazioni sono un giudizio parziale e non obiettivo e come dicevo in questo o in tuo altro topic, proviamo a riparlarne fra 1 mese quando il farmaco avrà raggiunto uno "steady-state" termine medico per dire che ha raggiunto il suo livello di efficacia da inizio terapia.

Fammi sapere.

...ahh, dimenticavo: non pretendere troppo da te stesso, è uno dei segreti per star meglio.

Inviato da: Bond85 il Venerdì, 12-Lug-2019, 17:19
QUOTE (Alexme @ Giovedì, 11-Lug-2019, 12:58)
QUOTE (Bond85 @ Mercoledì, 10-Lug-2019, 09:50)
Io non riesco a capire, come se fossi io ad andare a richiamare il pensiero che va a controllare il corpo ha questa sensazione di gabbia/solitudine e c'è sta scarica di angoscia tremenda e poi ovviamente mi abbatto e cosi continua. Magari mi dimentico ma poi sono stesso io che lo vado a ricordare e inizio di nuovo il circolo vizioso poi di stare male.
Ma perché??
Non mi libererò mai di sta sensazione angosciante?

Anch'io ho vissuto delle situazioni "trappola" ma quando il @cipralex ha iniziato a fare effetto ho notato che il mio controllo su di esse era maggiore fino a ritrovare quasi completo potere di essere io a gestire la cosa. La ricaduta mi capita in giornate dove per altre ragioni posso star male (ad esempio per un motivo sentimentale o per una delusione o un dispiacere). In tali casi si rimettono in modo certi meccanismi nonostante il farmaco ma generalmente sono solo piccole ricadute di percorso che lo psichiatra mi ha detto possono starci specie se una cura è ancora nei mesi iniziali.

Credo quindi che sbagli a tirare adesso le somme. Ciò che importa non è come sei stato o come stai adesso ma come starai dopo quindi detta in altre parole le tue attuali sensazioni sono un giudizio parziale e non obiettivo e come dicevo in questo o in tuo altro topic, proviamo a riparlarne fra 1 mese quando il farmaco avrà raggiunto uno "steady-state" termine medico per dire che ha raggiunto il suo livello di efficacia da inizio terapia.

Fammi sapere.

...ahh, dimenticavo: non pretendere troppo da te stesso, è uno dei segreti per star meglio.

Il fatto Alex è che questo sentirmi cosi con il mio corpo (quasi come un gabbia nel mio stesso corpo) mi ha traumatizzato profondamente e anche se, da come hai potuto leggere, già sette anni fa ebbi una cosa simile e ne uscii allora completamente, però ora non riesco a togliermi questo peso di pensiero, nel corso della giornata più e più volte finisco col pensare (sono in un corpo, chissà se mi sento prigioniero) ecc...
E' una cosa terribile non so se mi spiego perché ci pensi ed ecco che ti ci senti davvero, ho perso quella cosa di NON pensarci e dimenticarmi di questa pippa mentale che non so se mi crei la depersonalizzazione o è la depersonalizzazione che crea la pippa mentale boh.
E' una cosa strana a dirsi davvero, mi sento come fossi isolato boh e davvero non so come questo pensiero/sensazione possa tornare ad andare via, cioè gli anni sono passati ma forse reagii meglio anni fa che ora nonostante fossi pure più piccolo e con meno esperienza.
Questo è il mio terrore che questa sensazione non vada via, dell'ansia mi importa poco francamente ma sentirsi prigioniero nel proprio corpo è una sensazione tremenda.
Il mio dubbio è li non capisco perché mi succede tutto questo e soprattutto non so come fare per tornare quello che queste sensazioni bruttissime non le aveva.

Inviato da: Alexme il Venerdì, 12-Lug-2019, 18:52
QUOTE (Bond85 @ Venerdì, 12-Lug-2019, 16:19)

Il mio dubbio è li non capisco perché mi succede tutto questo e soprattutto non so come fare per tornare quello che queste sensazioni bruttissime non le aveva.

Ciao, non voglio farmi maestro ma nel mio percorso di sofferenza ho capito una cosa e cioè che non dobbiamo sovraccaricarci di domande a cui non sappiamo dare risposte. Dobbiamo ragionare al contrario come pazienti in cura della quale attendiamo fiduciosi i risultati (si spera validi!!!). Ora siamo agli inizi per cui possiamo solo attendere fiduciosi.

Anch'io non capisco tante cose di me stesso (ma anche di altri) ma tanto anche a saperne la ragione cosa cambia? Siamo esseri imperfetti e fragili e come tali risentiamo dei cambiamenti e di come elaboriamo ne nostre esperienze ed ognuno ha un tratto caratteriale che lo porta a soffrire magari di più davanti a certe situazioni così come un altro ha bruciori di stomaco quando è nervoso.

Domanda: ma i tuoi stati d'animo sono tutti i giorni uguali e della stessa intensità o sono altalenanti?

Inviato da: Bond85 il Venerdì, 12-Lug-2019, 21:00
QUOTE (Alexme @ Venerdì, 12-Lug-2019, 17:52)
QUOTE (Bond85 @ Venerdì, 12-Lug-2019, 16:19)

Il mio dubbio è li non capisco perché mi succede tutto questo e soprattutto non so come fare per tornare quello che queste sensazioni bruttissime non le aveva.

Ciao, non voglio farmi maestro ma nel mio percorso di sofferenza ho capito una cosa e cioè che non dobbiamo sovraccaricarci di domande a cui non sappiamo dare risposte. Dobbiamo ragionare al contrario come pazienti in cura della quale attendiamo fiduciosi i risultati (si spera validi!!!). Ora siamo agli inizi per cui possiamo solo attendere fiduciosi.

Anch'io non capisco tante cose di me stesso (ma anche di altri) ma tanto anche a saperne la ragione cosa cambia? Siamo esseri imperfetti e fragili e come tali risentiamo dei cambiamenti e di come elaboriamo ne nostre esperienze ed ognuno ha un tratto caratteriale che lo porta a soffrire magari di più davanti a certe situazioni così come un altro ha bruciori di stomaco quando è nervoso.

Domanda: ma i tuoi stati d'animo sono tutti i giorni uguali e della stessa intensità o sono altalenanti?

Penso altalenanti, è una settimana più o meno che noto dei miglioramenti ma delle ricadute totali poi nella giornata. Forse un po’ mi stavo anche illudendo di uscirne di nuovo da questa cosa, però la mente va sempre a finire a controllare il
Corpo non so perché finisce sempre lì e mi si innesca poi la pippa mentale (che sia una o l’altra o l’altra ancora) e di conseguenza mi abbatto e inizio a sentirmi strano e chiaramente perdo un po’ di umore.
Peccato perché la testa non era più in confusione come prima, stavo tornando bello attivo di nuovo e guidavo per esempio l’auto con più tranquillità anche da solo.

Inviato da: Alexme il Sabato, 13-Lug-2019, 18:28
Ciao, guarda posso dirti che sono entrato in cura il a fine aprile 2019 e fino a giugno è stato in continuo di sali-scendi e a dirla onestamente la mia situazione potrei definirla con molto ottimismo stabilizzata da non più di 2 settimane anche se questo caldo mi porta spesso quasi al limite. Ma io come ti dicevo sono fortemente ottimista anche perché quali altre alternative avrei a non esserlo?

Inviato da: Bond85 il Sabato, 13-Lug-2019, 21:19
Forse è ciò che manca a me ovvero ottimismo anche perché forse non ho ben capito perché sviluppo questi pensieri e il meccanismo in se che mi fanno sentire così estraniato in pochi secondi da quando partono.

Inviato da: Alexme il Domenica, 14-Lug-2019, 14:12
QUOTE (Bond85 @ Sabato, 13-Lug-2019, 20:19)
Forse è ciò che manca a me ovvero ottimismo anche perché forse non ho ben capito perché sviluppo questi pensieri e il meccanismo in se che mi fanno sentire così estraniato in pochi secondi da quando partono.

Credo che se amiamo la nostra vita (e io la amo perché la reputo cmq un percorso oltre che la possibilità di aiutare gli altri) dobbiamo essere categoricamente ottimisti!

A parte questa mia personale filosofia (ma sono attaccato alla vita anche perché in se mi affascina a cominciare dalla natura) ciò che vorrei chiederti e se lo psichiatra da cui sei in cura adesso è lo stesso che ti seguiva anni fa.


Inviato da: Bond85 il Domenica, 14-Lug-2019, 15:06
Si è lo stesso di sempre diciamo

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 15-Lug-2019, 09:39
Ieri è stata per la prima volta dopo circa un mese, una buona giornata tutto sommato, nell'arco di tutte le 24 ore quasi, sono uscito, avevo voglia di andare in giro (come normalmente mi succedeva prima) parlare con gli amici, fare due chiacchiere stupide ed anche se comunque ogni tanto il pensiero andava a "controllare" se mi sentivo il corpo, come ci stavo dentro ecc... TUTTO SOMMATO posso dire che è stata una buona giornata.

Stanotte naso completamente chiuso inizio ad andare un pò in ansia e da li inizio a pensare di nuovo al corpo e tutte le analisi varie che la mente ci fa e vado a sentirmi di nuovo strano stamattina, non rilassato, rimuginando sempre gli stessi pensieri, insomma mi sono rovinato la giornata ancor prima di iniziare.

Ormai credo sia una questione di meccanismo del pensiero, non riesco a dimenticare queste sensazioni che mi hanno profondamente traumatizzato e lasciato il segno che ora ho sempre paura di risentirle e puntualmente, CREDO, che cosi facendo le riattiro sempre.

Insomma dovrei dimenticare (come successo anni fa) queste sensazioni ma sembra che stavolta non ci riesco, è molto più dura.

Inviato da: Bond85 il Martedì, 16-Lug-2019, 08:39
Ormai le pippe mentali diventano sempre più assurde, mi sembra strano di stare in un corpo, di muovermi, quasi di vivere boh. Non so manco come spiegare, mi sono svegliato stamattina bene e il pensiero è subito andato a controllarmi e mi sono quasi bloccato, sinceramente non capisco cosa mi prenda non ho mai avuto ste cose in passato, la mente mi sta sabotando ed ho paura di non uscirne più. Sono pensieri che mi portano sensazioni bruttissime addosso e penso anche che nessuno provi ste cose perché non trovo tra i sintomi dissociativi queste cose. A sto punto non so che cosa ho se sto perdendo la testa e impazzirò non lo so 😢

Inviato da: Hopespring1 il Martedì, 16-Lug-2019, 09:05
Sono solo pensieri su cui tu ti suggestioni. Ma restano pensieri.

Inviato da: Bond85 il Martedì, 16-Lug-2019, 09:47
QUOTE (Hopespring1 @ Martedì, 16-Lug-2019, 08:05)
Sono solo pensieri su cui tu ti suggestioni. Ma restano pensieri.

Il problema è che non so come fare a non farmi suggestionare

Inviato da: Hopespring1 il Martedì, 16-Lug-2019, 10:08
Devi curare il doc. Quello è il problema... il doc che non ti permette di prendere i pensieri solo per quello che sono ovvero PENSIERI.
Ma non hai nulla di grave, è solo ansia!
Fai terapia ? Se no corri a farla se possibile.

Inviato da: Hopespring1 il Martedì, 16-Lug-2019, 10:13
E intendo psicoterapia non solo terapia farmacologica.

Inviato da: Bond85 il Martedì, 16-Lug-2019, 10:56
QUOTE (Hopespring1 @ Martedì, 16-Lug-2019, 09:08)
Devi curare il doc. Quello è il problema... il doc che non ti permette di prendere i pensieri solo per quello che sono ovvero PENSIERI.
Ma non hai nulla di grave, è solo ansia!
Fai terapia ? Se no corri a farla se possibile.

Oggi devo fare la quarta seduta da una psicoterapeuta però fino ad ora oltre a parlare solo lei non mi ha dato indicazioni, si mi dice di pensare positivo ma grazie al piffero direi
Penso sempre di iniziare a fare almeno Mindfulness ma non so sinceramente quanto mi convenga visto che nella Mindfulness si osserva il corpo, il respiro ecc....

Inviato da: Hopespring1 il Martedì, 16-Lug-2019, 12:43
Ma è specializzata in doc? Devi controllare quello

Inviato da: Bond85 il Martedì, 16-Lug-2019, 14:29
QUOTE (Hopespring1 @ Martedì, 16-Lug-2019, 11:43)
Ma è specializzata in doc? Devi controllare quello

Non lo so, io vivo in un paesino ed è una delle poche che c'è

Inviato da: Bond85 il Venerdì, 19-Lug-2019, 11:33
Talvolta mi meraviglio di come mi sia immerso in questo modus pensandi di cui sinceramente non capisco come posso uscirne, insomma per dirla breve mi sorprendo, e non so quindi se sia depersonalizzazione o cosa, di avere un corpo molle che si muove ecc... mentre magari non ci penso la mente va a pensare questo e mi sciocco da solo ovviamente, mi viene ovviamente quella sensazione di stranezza perché chiaramente come può uno meravigliarsi di stare in un corpo? Eppure a me succede! Muovo le braccia e le sento leggere non so spiegare, non insensibili, come se fossero più leggere, sono pieno di tutte queste pippe mentali ogni giorno e mi rendo conto di essere passato in una infinità di pensieri che mi hanno provocato poi sensazioni/sintomi sempre sul corpo.
Ripeto a sto punto non so se si tratti di depersonalizzazione più e non capisco perché sono finito dall'ansia in questo sistema di pensieri cosi assurdi.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 22-Lug-2019, 10:44
Non riesco proprio a tornare un tutt'uno con me stesso corpo e mente, sono entrato in fissa con sta cosa

Inviato da: Bond85 il Martedì, 30-Lug-2019, 11:23
Ho avuto dei miglioramenti sicuramente dalle prime volte ma per molte cose sono ancora al punto di partenza, soprattutto con la questione "corpo". Sono dei pensieri che mi vengono in automatico ormai durante il giorno del tipo "mi sento nel corpo?", "voglio fuggire da questo corpo?", "mi sento le mani?", "mi sento i piedi?".
Non riesco a uscirne da questi pensieri nonostante ripeto ho avuto molti miglioramenti e piano piano sto riprendendo a guidare da solo anche per andare lontano, il panico è diminuito ma questi pensieri comunque mi abbattono un pò e talvolta mi fanno sentire davvero come i pensieri che mi faccio e quindi magari un pò di paura arriva lo stesso.
Ora un'altra pippa è "ma vedo le persone strane o no?" boh.
Sinceramente non capisco se tutte ste pippe mentali mi capitino solo a me o no.
Non penso sia dissociazione perché nonostante tutto mi sento centrato e non staccato.
Un peccato perché in questi giorni mi sentivo davvero migliorato sensibilmente ma è come se anche quando avverto di stare bene, con la mente vado io a cercare questi pensieri....boh.
Sembra una cosa senza uscita francamente...

Inviato da: Bond85 il Sabato, 10-Ago-2019, 10:07
Ancora questa sensazione di sentirmi imprigionato nel mio corpo!
Assurdo era giorni che mi sentivo benino e da molto tempo non avevo più questa sensazione (forse un paio di settimane) e stamattina pum mi viene!
Panico totale e rimasto scioccato 😢

Inviato da: diamanda il Sabato, 17-Ago-2019, 19:20
Ti sei mai immaginato con un corpo diverso? Hai mai provato anche una visualizzazione di te come fiore o animale?
In modo da avere una percezione alternativa di te stesso.
E hai notato se ti è capitato qualcosa di particolare che fa iniziare questa fissazione?
Prova magari a riflettere bene se ogni volta che succede coincide con qualche evento preciso della tua vita.

Inviato da: Bond85 il Lunedì, 19-Ago-2019, 20:03
Si anche la mia psicologa mi ha detto di collegare questa cosa a qualche situazione che magari mi succede ma sinceramente non lo so, spesso penso che semplicemente anche se mi chiedo “toh non sto pensando più a se sto dentro il corpo o no, se mi sento intrappolato o no” ecco che mi risento 🤷🏻‍♂️ Come per esempio ora erano giorni che proprio manco ci pensavo più ma ora ho iniziato a chiedermi se avessi quelle sensazioni e tac mi sono venute

Inviato da: Bond85 il Martedì, 20-Ago-2019, 18:35
Quando sembro che vado avanti e sono contento, poi invece ritorno un pò indietro a ripensare a sta roba.
Davvero non capisco non solo il perché uno debba sentirsi come imprigionato nel suo corpo ma anche il perché il pensiero si è formato cosi, è una roba assurda, ovviamente quando ci penso mi viene quell'angoscia e comunque boh ci rimani sempre un pò di m.

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)