Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) 1 2 [3]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Strategie Per La Fobia Sociale
 
blake
Inviato il: Venerdì, 09-Ott-2015, 18:15
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 165
Utente Nr.: 12.062
Iscritto il: 10-Mag-2013



QUOTE (ken kaneki @ Venerdì, 09-Ott-2015, 12:12)
capisco davvero tutto! in fondo attualmente il mio vero problema è quello della fobia sociale e di affrontare qualsiasi cosa fuori casa. andare dal fruttivendolo senza neppure sapere come comprare qualcosa, e una cosa che se fosse capitata a me non l'avrei mai fatta! io a volte non faccio una cosa per il fatto che mi manca anche la conoscenza, e ciò mi produce di più quel senso di inadeguatezza e certezza di sbagliare. ma la realtà è che ho paura anche a fare cose che ho già fatto per il fatto che penso che ho questo problema, e che quindi probabilmente ne scaturiranno solo sbadataggini, come uscire con amici o andare a fare la spesa. poi non parliamo della paura di trovarmi un lavoro e di conseguenza venire rimproverato per le volte che sbaglierò, sono molto permaloso e ho paura di mettermi a piangere e apparire come uno debole. questo è un bel problema se consideriamo che non ho quasi mai lavorato, quindi mi mancherebbe anche una certa conoscenza di base per il mondo del lavoro. per adesso sto così, non ho ancora trovato una strategia a questo problema, e devo anche dire di non averci ancora provato realmente a sbloccarmi...

Hai mai fatto uno psicoterapia cognitivo comportamentale? Lo psichiatra ti prescriverebbe solo psicofarmaci.


--------------------
«Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all'uomo come in effetti è, infinito.»
William Blake

Un fratello chiese ad abba Matoes: "Cosa devo fare? La mia lingua mi procura afflizione: quando vado in mezzo agli uomini, non riesco a trattenerla, ma li giudico in rapporto alle opere buone e li accuso. Che cosa devo fare dunque?". L'anziano gli rispose: "Fuggi nella solitudine, perché questa è debolezza! Chi vive con dei fratelli, infatti, non deve essere un quadrato, ma un cerchio, per poter rotolare incontro a tutti". E aggiunge l'anziano: "Non per virtu` vivo in solitudine, ma per debolezza: forti, infatti, sono quelli che vanno in mezzo agli uomini".

Detti editi e inediti dei Padri del deserto
PMEmail Poster
Top
 
ken kaneki
Inviato il: Venerdì, 09-Ott-2015, 18:20
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 948
Utente Nr.: 16.043
Iscritto il: 21-Set-2015



non sono mai andato da uno specialista. mi piacerebbe sapere se c'è stato qualcuno che è stato in grado di superare tutto da solo.


--------------------
user posted image


Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia.

Ken Kaneki
PMEmail Poster
Top
 
LiberaMente74
Inviato il: Venerdì, 09-Ott-2015, 23:02
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 51
Utente Nr.: 15.852
Iscritto il: 15-Ago-2015



Caro Ken,
uscirne da soli è molto difficile perché la percezione della realtà che stai vivendo è condizionata dalla tua mente. Uno psicologo ti aiuterebbe semplicemente a scardinare certe convinzioni, a farti capire cosa succede dentro di te quando ti rapporti con gli altri. Ma poi sei tu a fare tutto il lavoro sporco PSICO D.gif
Anche io sono stata reticente per tanto tempo...
A volte chiedere aiuto è già una piccola grande vittoria


--------------------
"Si sopravvive di ciò che si riceve, ma si vive di ciò che si dona".
Carl Gustav Jung
PMEmail Poster
Top
 
ken kaneki
Inviato il: Sabato, 10-Ott-2015, 10:19
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 948
Utente Nr.: 16.043
Iscritto il: 21-Set-2015



capisco... però un pochino mi vergogno di dirlo alla famiglia eh già... poi se calcoliamo che non riesco neanche ad esprimermi sono proprio a buon punto eh eh... per adesso mi prenderò un po' di tempo per pensarci. grazie comunque della risposta.


--------------------
user posted image


Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia.

Ken Kaneki
PMEmail Poster
Top
 
LiberaMente74
Inviato il: Sabato, 10-Ott-2015, 14:28
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 51
Utente Nr.: 15.852
Iscritto il: 15-Ago-2015



PSICO hug.gif


--------------------
"Si sopravvive di ciò che si riceve, ma si vive di ciò che si dona".
Carl Gustav Jung
PMEmail Poster
Top
 
ken kaneki
Inviato il: Domenica, 11-Ott-2015, 01:01
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 948
Utente Nr.: 16.043
Iscritto il: 21-Set-2015



mi sto sempre più auto-convincendo ad andare da uno specialista, cosa ne dite farei bene? non c'è proprio nessuno che c'è la fatta senza dover andare da uno specialista o senza prendere dei farmaci?


--------------------
user posted image


Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia.

Ken Kaneki
PMEmail Poster
Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Giovedì, 15-Ott-2015, 22:52
Quote Post


Unregistered









QUOTE (giovannalapazza @ Martedì, 13-Set-2011, 08:50)
strategie...

la mia strategia nasce dalla rivoluzione copernicana avvenuta dentro di me: ad un certo punto mi sono detta

chi ha detto che devo vivere evitando la sofferenza? perchè si fa di tutto per evitare la sofferenza?


Questa non è solo una rivoluzione copernicana: è saggezza profonda.
La sofferenza è parte della vita: accettarla ci può rendere felici, o almeno meno infelici.
Nessuno desidererebbe non soffrire per la morte di un genitore.
Se vuoi fare una dieta, devi mettere in conto la pena.
Lo stesso è se vuoi smettere di fumare. Non ci sono anestetici.

E' meglio mettere in conto la pena, per andare avanti, anche se non sappiamo quale potrà essere e nemmeno se ci sarà.

Bene hai fatto a metterti alla prova col fruttivendolo: per un altro è niente, ma per te era una prova.

Approfondiamo ora la questione. Quel che ci lascia sgomenti, che ci rode l'anima, non è tanto la pena, quanto la sofferenza ingiusta, quella che ci piove addosso senza colpa, o che ci viene in contraccambio a un bene che abbiamo fatto. E' l'esperienza più dolorosa che ci può capitare. Giobbe è proverbiale per la pazienza, ma il vero senso della storia è la sofferenza del giusto.

Non è forse vero che a volte gridiamo al cielo: "ma io che male ho fatto per meritarmi questa depressione?"
E se anche uno lo accetta, poi gli capita di domandarsi: " ma io che male ho fatto , per meritare un' amico che si comporta cosi da stronzo?"
E poi e poi... all'infinito.

Quindi amici, la sofferenza del giusto, proprio noi piu indifesi, dobbiamo capirla. Potremmo scoprire di essere più forti di quel che crediamo. PSICO smile.gif PSICO smile.gif PSICO smile.gif
Top
 
ken kaneki
Inviato il: Venerdì, 16-Ott-2015, 02:58
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 948
Utente Nr.: 16.043
Iscritto il: 21-Set-2015



è un bel discorso dico davvero, però se penso alle mie paure sociali ci sto lo stesso male... vediamo se mi sblocco con la psicoterapia...


--------------------
user posted image


Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia.

Ken Kaneki
PMEmail Poster
Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Venerdì, 16-Ott-2015, 21:39
Quote Post


Unregistered









Si Ken,

ma ricorda che le tue soluzioni vengono dalla tua cultura, cioè dall'esperienza e dall'elaborazione che ne fai.

I colloqui psicoterapeutici diventano per noi un fatto culturale, che mira a cambiare alcune nostre modalità. Ma la cultura è più vasta e ci offre molte risposte, più di quante riesca a darne una psicoterapia.

Il nostro nemico è l'ignoranza.
Top
 
ken kaneki
Inviato il: Sabato, 17-Ott-2015, 00:02
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 948
Utente Nr.: 16.043
Iscritto il: 21-Set-2015



già... io essendo che ho sempre fatto poco nella mia vita, ho il problema della conoscenza base rispetto a certe cose, e di conseguenza c'è paura nell'affrontarle. quindi dici che dovrei comunque in ogni caso espormi andando allo sbaraglio verso alcune situazioni mai affrontate?


--------------------
user posted image


Io non sono nemmeno il protagonista di un romanzo. Sono un semplicissimo studente universitario amante della lettura, come ce ne possono essere tanti. Però... se ipoteticamente si dovesse scrivere un'opera con me come protagonista... si tratterebbe indubbiamente... di una tragedia.

Ken Kaneki
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) 1 2 [3]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0839 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]