Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Esperienze Di Terapie Farmacologiche, Tempi di effetto sul DOC
 
Martina Malvicini
Inviato il: Lunedì, 10-Giu-2019, 11:01
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



Buongiorno a tutti.
Non sono qui per compulsare, ma vorrei avere dei pareri da chi segue terapie farmacologiche per il DOC.
In particolare, se qualcuno prende Escitalopram o simili vorrei sapere come vi trovate.
Io sto assumendo Escitalopram in gocce da un mese esatto, ma per ora nessun risultato apparente, anzi, proprio nelle ultime 3 settimane sono esplose un sacco di ossessioni a catena che mi stanno davvero rovinando la vita e mi sembra di non capire più niente.
Insieme assumo anche Lexotan, ed é l’unica cosa che temporaneamente mi calma un po’, ma poi torna tutto come prima...

Vorrei sapere se qualcuno ha trovato particolare giovamento da questo tipo di farmaco e dopo quanto tempo.
Grazie mille!
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Lunedì, 10-Giu-2019, 12:35
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 10:01)
Buongiorno a tutti.
Non sono qui per compulsare, ma vorrei avere dei pareri da chi segue terapie farmacologiche per il DOC.
In particolare, se qualcuno prende Escitalopram o simili vorrei sapere come vi trovate.
Io sto assumendo Escitalopram in gocce da un mese esatto, ma per ora nessun risultato apparente, anzi, proprio nelle ultime 3 settimane sono esplose un sacco di ossessioni a catena che mi stanno davvero rovinando la vita e mi sembra di non capire più niente.
Insieme assumo anche Lexotan, ed é l’unica cosa che temporaneamente mi calma un po’, ma poi torna tutto come prima...

Vorrei sapere se qualcuno ha trovato particolare giovamento da questo tipo di farmaco e dopo quanto tempo.
Grazie mille!

Ciao @Martina, anch'io sto assumendo da inizio maggio una terapia con @escitalopram (SSRI) + @bromazepam (lexotan) ma nel mio caso entrambi i farmaci sono in compresse.

Come mi sto trovando? Direi molto bene sia nei confronti del Doc che dell'ansia m(ossessioni che si stanno riducendo di molto e riesco a comandarle, ansia forte praticamente scomparsa anche se a tratti torna a farsi sentire ma nn come prima).

Considera che cmq mediamente qst cure necessitano sempre di quelle 3-4 settimane per iniziare a dare i primi risultati quindi mi ritengo ancora in un percorso iniziale.
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Martina Malvicini
Inviato il: Lunedì, 10-Giu-2019, 22:59
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



Grazie Alex, sei sempre molto disponibile!
Ad ogni modo anche io prendo Escitalopram da circa inizio maggio ma per ora mi sembra di stare peggio... a volte ho delle crisi di pianto incontrollate che prima non avevo nemmeno... il medico dice di pazientare, però non saprei...
Vorrei avere anche altre esperienze magari giusto per capirci qualcosa di più
PMEmail Poster
Top
 
Martina Malvicini
Inviato il: Lunedì, 10-Giu-2019, 23:03
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



In particolare vorrei chiedere alle ragazze se qualcuna assume contemporaneamente un antidepressivo e un anticoncezionale ormonale (pillola o altri) e se avete notato effetti strani...
Perché a me sta venendo il dubbio che magari ci possa essere in interferenza tra gli SSRI e gli ormoni...
Perché per la verità io uso l’anello da qualche mese e avevo già qualche sbalzo di umore, ora non so se iniziando a prendere anche questo antidepressivo la cosa possa peggiorare...
Esperienze?
PMEmail Poster
Top
 
LoveMatiMirty
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 13:52
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 27
Utente Nr.: 19.260
Iscritto il: 19-Feb-2019



QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 22:03)
In particolare vorrei chiedere alle ragazze se qualcuna assume contemporaneamente un antidepressivo e un anticoncezionale ormonale (pillola o altri) e se avete notato effetti strani...
Perché a me sta venendo il dubbio che magari ci possa essere in interferenza tra gli SSRI e gli ormoni...
Perché per la verità io uso l’anello da qualche mese e avevo già qualche sbalzo di umore, ora non so se iniziando a prendere anche questo antidepressivo la cosa possa peggiorare...
Esperienze?

Ciao, io posso dirti che l’estate scorsa ho iniziato una terapia con escitalopram, è stata dura.. ma dopo un paio di settimane sono stata decisamente meglio. Ansia praticamente ridotta a quasi zero, pensieri anche.. c’erano ma riuscivo a gestirli. Ho seguito la cura per 6 mesi seguita dal medico e poi interrotta gradatamente, sono stata bene per un po’. Verso Marzo/Aprile di quest’anno una ricaduta, e sempre seguita le ho riprese e le sto riprendendo. Io vado a cicli proprio, Ottobre/Novembre sto male (ricaduta) e Marzo/Aprile di nuovo, non so come mai. Non prendo pillola o anello, ma vorrei, al momento ti dico che da parecchi anni soffro molto probabilmente di sindrome premestruale, ma non ho ancora fatto esami certi, e infatti nel periodo che precede il ciclo, sto male tanto a livello di pensieri e umore. Il mio obbiettivo è togliere la cura farmacologica e trovare una persona davvero competente che mi aiuti a gestire i miei doc e non che mi faccia scappare a gambe levate dopo il primo incontro, xk chissà cosa pensa di me. Poi ovviamente la domanda è sempre se il mio è doc..non so se anche a voi si presenta questa domanda.
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 17:31
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 21:59)
il medico dice di pazientare, però non saprei...

Beh, i medici generalmente dicono sempre così!...e poi noi siamo appunto "pazienti" laugh.gif

Considera cmq che la risposta alla cura è anche soggettiva cioè magari a me @escitalopram può dare dei side-effects che tu non rilevi e viceversa. Certamente la fiducia nel medico è fondamentale ma nel caso i sides che rilevi non li sopporti faglielo presente.

>>>Cosa fondamentale è di non interrompere mai né modificare da se la cura in caso di problemi ma di consultare sempre il proprio psichiatra. Su questa cosa il mio medico è stato categorico quando ho accennato ad alcuni sides.
PMEmail Poster
Top
 
Martina Malvicini
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 19:14
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



QUOTE (Alexme @ Martedì, 11-Giu-2019, 16:31)
QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 21:59)
il medico dice di pazientare, però non saprei...

>>>Cosa fondamentale è di non interrompere mai né modificare da se la cura in caso di problemi ma di consultare sempre il proprio psichiatra. Su questa cosa il mio medico è stato categorico quando ho accennato ad alcuni sides.


Hai ragione Alex, questo é sicuramente importante e l’ho imparato a mie spese,
Ho già fatto una cavolata perché qualche mese fa prendevo solo un ansiolitico e siccome non vedevo particolari cambiamenti ho deciso di smetterlo di colpo di mia iniziativa... quando mai lo avessi fatto... per una settimana di notte non riuscivo a prendere sonno (perché mi aiutava a dormire) e per di più sono diventata fragile come un cristallo, pianti a non finire senza un vero motivo.. quindi da lì ho capito che non é una buona mossa smettere psicofarmaci a caso.
Però al tempo stesso c’è da dire che per ora con questo farmaco non posso dire di aver risolto molto... poi però si vedrà, penso di aspettare ancora un po’
PMEmail Poster
Top
 
Martina Malvicini
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 19:33
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



QUOTE (LoveMatiMirty @ Martedì, 11-Giu-2019, 12:52)
QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 22:03)
In particolare vorrei chiedere alle ragazze se qualcuna assume contemporaneamente un antidepressivo e un anticoncezionale ormonale (pillola o altri) e se avete notato effetti strani...
Perché a me sta venendo il dubbio che magari ci possa essere in interferenza tra gli SSRI e gli ormoni...
Perché per la verità io uso l’anello da qualche mese e avevo già qualche sbalzo di umore, ora non so se iniziando a prendere anche questo antidepressivo la cosa possa peggiorare...
Esperienze?

Ciao, io posso dirti che l’estate scorsa ho iniziato una terapia con escitalopram, è stata dura.. ma dopo un paio di settimane sono stata decisamente meglio. Ansia praticamente ridotta a quasi zero, pensieri anche.. c’erano ma riuscivo a gestirli. Ho seguito la cura per 6 mesi seguita dal medico e poi interrotta gradatamente, sono stata bene per un po’. Verso Marzo/Aprile di quest’anno una ricaduta, e sempre seguita le ho riprese e le sto riprendendo. Io vado a cicli proprio, Ottobre/Novembre sto male (ricaduta) e Marzo/Aprile di nuovo, non so come mai. Non prendo pillola o anello, ma vorrei, al momento ti dico che da parecchi anni soffro molto probabilmente di sindrome premestruale, ma non ho ancora fatto esami certi, e infatti nel periodo che precede il ciclo, sto male tanto a livello di pensieri e umore. Il mio obbiettivo è togliere la cura farmacologica e trovare una persona davvero competente che mi aiuti a gestire i miei doc e non che mi faccia scappare a gambe levate dopo il primo incontro, xk chissà cosa pensa di me. Poi ovviamente la domanda è sempre se il mio è doc..non so se anche a voi si presenta questa domanda.

Grazie mille per la tua esperienza!
Io sinceramente ho notato che le prime due settimane di Escitalopram stavo d’inferno,
avevo un’ansia pazzesca e ingestibile.
Ora invece l’ansia é diminuita, ma purtroppo i pensieri ci sono eccome, ogni giorno mi viene una nuova ossessione.
Solo che anziché avere l’ansia divento triste e pessimista, perché mi sento “sovrastata” da questi pensieri e mi sembra di non vedere via d’uscita ora come ora.
C’è da dire però che sicuramente la psicoterapia qualcosa fa... io per ora non mi sento di dare giudizi definitivi perché l’ho iniziata da poco, oggi ho fatto la terza seduta e per ora non sto “imparando” quasi niente perché prima di instaurare la terapia il/la terapeuta deve conoscerti, quindi nelle prime sedute sei tu a parlare, a spiegare le tue paure, il tuo vissuto, in modo da capire la tua personalità e il modo in cui affronti le cose e ragioni.
Dopodiché su quella base si inizia la terapia.

In ogni caso a me é capitato di chiedermi se il mio sia doc, ma sono abbastanza sicura che lo sia e in parte la psicologa me lo ha già confermato.
In particolare mi ha parlato di “pensieri intrusivi”, cioè quei pensieri che arrivano senza che tu possa sceglierli e che ti spaventano e di conseguenza non sai controllarli.
Questo é il modo per distinguere le ossessioni dai pensieri normali e veritieri.
Perché tutto dipende da come tu valuti un certo pensiero.
Perché tutti noi possiamo pensare qualsiasi cosa, non decidiamo noi che pensieri ci vengono, però ognuno di noi può valutare uno stesso pensiero in modo diverso.
Le persone che non sono ossessive se fanno un pensiero strano e poco razionale lo lasciamo perdere perché dicono “che cavolata”.
Invece, le persone ossessive vedono il pensiero strano come un pericolo.
Di conseguenza si instaura un meccanismo che ti porta in un circolo vizioso:
Perché, siccome quel pensiero ti spaventa, inizi a cercare rassicurazioni su internet o parlandone con le persone, oppure al contrario cerchi di evitare di pensarci ed evitare situazioni reali che ti possano riportare a quel pensiero.
Il problema é che, come mi spiegava oggi la mia psicologa, così facendo in realtà si fa solo peggio, perché si cerca di eliminare quel pensiero ma in realtà si ottiene l’effetto opposto, lo si alimenta e basta.
Questa é l’ossessione.
Esempio: io penso “il cielo é rosa”.
Una persona normale direbbe “che cavolata”.
Io invece dico: un momento, ma é assurdo pensare che il cielo è rosa. Però l’ho pensato. Allora sono pazza. Oppure credo davvero che il cielo sia rosa. Aiuto. Cosa mi succede?

Allora vado da mia mamma, dalla mia amica, dal mio ragazzo, e su internet a dire “Aiuto, ho pensato che il cielo é rosa.” E cerco rassicurazioni.
E le rassicurazioni non basteranno MAI, perché loro possono dirmi “ma stai tranquilla, il cielo non é rosa, non pensarci più, é stato solo un momento così”.
Peccato che io, con la mia testaccia dico “si bene, peccato che non ci siete voi nella mia testa. Solo io so cosa provo e cosa vuol dire pensare che il cielo sia rosa.”
E quindi sto peggio e il pensiero non passa.

Capisci come funzionano le ossessioni? Tutto ciò che tu pensi e che valuti come un pensiero pericoloso diventa ossessione e ti fa stare male. Se non ti importasse non ci penseresti più.
PMEmail Poster
Top
 
LoveMatiMirty
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 22:11
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 27
Utente Nr.: 19.260
Iscritto il: 19-Feb-2019



QUOTE (Martina Malvicini @ Martedì, 11-Giu-2019, 18:33)
QUOTE (LoveMatiMirty @ Martedì, 11-Giu-2019, 12:52)
QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 22:03)
In particolare vorrei chiedere alle ragazze se qualcuna assume contemporaneamente un antidepressivo e un anticoncezionale ormonale (pillola o altri) e se avete notato effetti strani...
Perché a me sta venendo il dubbio che magari ci possa essere in interferenza tra gli SSRI e gli ormoni...
Perché per la verità io uso l’anello da qualche mese e avevo già qualche sbalzo di umore, ora non so se iniziando a prendere anche questo antidepressivo la cosa possa peggiorare...
Esperienze?

Ciao, io posso dirti che l’estate scorsa ho iniziato una terapia con escitalopram, è stata dura.. ma dopo un paio di settimane sono stata decisamente meglio. Ansia praticamente ridotta a quasi zero, pensieri anche.. c’erano ma riuscivo a gestirli. Ho seguito la cura per 6 mesi seguita dal medico e poi interrotta gradatamente, sono stata bene per un po’. Verso Marzo/Aprile di quest’anno una ricaduta, e sempre seguita le ho riprese e le sto riprendendo. Io vado a cicli proprio, Ottobre/Novembre sto male (ricaduta) e Marzo/Aprile di nuovo, non so come mai. Non prendo pillola o anello, ma vorrei, al momento ti dico che da parecchi anni soffro molto probabilmente di sindrome premestruale, ma non ho ancora fatto esami certi, e infatti nel periodo che precede il ciclo, sto male tanto a livello di pensieri e umore. Il mio obbiettivo è togliere la cura farmacologica e trovare una persona davvero competente che mi aiuti a gestire i miei doc e non che mi faccia scappare a gambe levate dopo il primo incontro, xk chissà cosa pensa di me. Poi ovviamente la domanda è sempre se il mio è doc..non so se anche a voi si presenta questa domanda.

Grazie mille per la tua esperienza!
Io sinceramente ho notato che le prime due settimane di Escitalopram stavo d’inferno,
avevo un’ansia pazzesca e ingestibile.
Ora invece l’ansia é diminuita, ma purtroppo i pensieri ci sono eccome, ogni giorno mi viene una nuova ossessione.
Solo che anziché avere l’ansia divento triste e pessimista, perché mi sento “sovrastata” da questi pensieri e mi sembra di non vedere via d’uscita ora come ora.
C’è da dire però che sicuramente la psicoterapia qualcosa fa... io per ora non mi sento di dare giudizi definitivi perché l’ho iniziata da poco, oggi ho fatto la terza seduta e per ora non sto “imparando” quasi niente perché prima di instaurare la terapia il/la terapeuta deve conoscerti, quindi nelle prime sedute sei tu a parlare, a spiegare le tue paure, il tuo vissuto, in modo da capire la tua personalità e il modo in cui affronti le cose e ragioni.
Dopodiché su quella base si inizia la terapia.

In ogni caso a me é capitato di chiedermi se il mio sia doc, ma sono abbastanza sicura che lo sia e in parte la psicologa me lo ha già confermato.
In particolare mi ha parlato di “pensieri intrusivi”, cioè quei pensieri che arrivano senza che tu possa sceglierli e che ti spaventano e di conseguenza non sai controllarli.
Questo é il modo per distinguere le ossessioni dai pensieri normali e veritieri.
Perché tutto dipende da come tu valuti un certo pensiero.
Perché tutti noi possiamo pensare qualsiasi cosa, non decidiamo noi che pensieri ci vengono, però ognuno di noi può valutare uno stesso pensiero in modo diverso.
Le persone che non sono ossessive se fanno un pensiero strano e poco razionale lo lasciamo perdere perché dicono “che cavolata”.
Invece, le persone ossessive vedono il pensiero strano come un pericolo.
Di conseguenza si instaura un meccanismo che ti porta in un circolo vizioso:
Perché, siccome quel pensiero ti spaventa, inizi a cercare rassicurazioni su internet o parlandone con le persone, oppure al contrario cerchi di evitare di pensarci ed evitare situazioni reali che ti possano riportare a quel pensiero.
Il problema é che, come mi spiegava oggi la mia psicologa, così facendo in realtà si fa solo peggio, perché si cerca di eliminare quel pensiero ma in realtà si ottiene l’effetto opposto, lo si alimenta e basta.
Questa é l’ossessione.
Esempio: io penso “il cielo é rosa”.
Una persona normale direbbe “che cavolata”.
Io invece dico: un momento, ma é assurdo pensare che il cielo è rosa. Però l’ho pensato. Allora sono pazza. Oppure credo davvero che il cielo sia rosa. Aiuto. Cosa mi succede?

Allora vado da mia mamma, dalla mia amica, dal mio ragazzo, e su internet a dire “Aiuto, ho pensato che il cielo é rosa.” E cerco rassicurazioni.
E le rassicurazioni non basteranno MAI, perché loro possono dirmi “ma stai tranquilla, il cielo non é rosa, non pensarci più, é stato solo un momento così”.
Peccato che io, con la mia testaccia dico “si bene, peccato che non ci siete voi nella mia testa. Solo io so cosa provo e cosa vuol dire pensare che il cielo sia rosa.”
E quindi sto peggio e il pensiero non passa.

Capisci come funzionano le ossessioni? Tutto ciò che tu pensi e che valuti come un pensiero pericoloso diventa ossessione e ti fa stare male. Se non ti importasse non ci penseresti più.

Potrei scriverti in privato?
PMEmail Poster
Top
 
Martina Malvicini
Inviato il: Martedì, 11-Giu-2019, 22:26
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 73
Utente Nr.: 19.376
Iscritto il: 25-Mag-2019



QUOTE (LoveMatiMirty @ Martedì, 11-Giu-2019, 21:11)
QUOTE (Martina Malvicini @ Martedì, 11-Giu-2019, 18:33)
QUOTE (LoveMatiMirty @ Martedì, 11-Giu-2019, 12:52)
QUOTE (Martina Malvicini @ Lunedì, 10-Giu-2019, 22:03)
In particolare vorrei chiedere alle ragazze se qualcuna assume contemporaneamente un antidepressivo e un anticoncezionale ormonale (pillola o altri) e se avete notato effetti strani...
Perché a me sta venendo il dubbio che magari ci possa essere in interferenza tra gli SSRI e gli ormoni...
Perché per la verità io uso l’anello da qualche mese e avevo già qualche sbalzo di umore, ora non so se iniziando a prendere anche questo antidepressivo la cosa possa peggiorare...
Esperienze?

Ciao, io posso dirti che l’estate scorsa ho iniziato una terapia con escitalopram, è stata dura.. ma dopo un paio di settimane sono stata decisamente meglio. Ansia praticamente ridotta a quasi zero, pensieri anche.. c’erano ma riuscivo a gestirli. Ho seguito la cura per 6 mesi seguita dal medico e poi interrotta gradatamente, sono stata bene per un po’. Verso Marzo/Aprile di quest’anno una ricaduta, e sempre seguita le ho riprese e le sto riprendendo. Io vado a cicli proprio, Ottobre/Novembre sto male (ricaduta) e Marzo/Aprile di nuovo, non so come mai. Non prendo pillola o anello, ma vorrei, al momento ti dico che da parecchi anni soffro molto probabilmente di sindrome premestruale, ma non ho ancora fatto esami certi, e infatti nel periodo che precede il ciclo, sto male tanto a livello di pensieri e umore. Il mio obbiettivo è togliere la cura farmacologica e trovare una persona davvero competente che mi aiuti a gestire i miei doc e non che mi faccia scappare a gambe levate dopo il primo incontro, xk chissà cosa pensa di me. Poi ovviamente la domanda è sempre se il mio è doc..non so se anche a voi si presenta questa domanda.

Grazie mille per la tua esperienza!
Io sinceramente ho notato che le prime due settimane di Escitalopram stavo d’inferno,
avevo un’ansia pazzesca e ingestibile.
Ora invece l’ansia é diminuita, ma purtroppo i pensieri ci sono eccome, ogni giorno mi viene una nuova ossessione.
Solo che anziché avere l’ansia divento triste e pessimista, perché mi sento “sovrastata” da questi pensieri e mi sembra di non vedere via d’uscita ora come ora.
C’è da dire però che sicuramente la psicoterapia qualcosa fa... io per ora non mi sento di dare giudizi definitivi perché l’ho iniziata da poco, oggi ho fatto la terza seduta e per ora non sto “imparando” quasi niente perché prima di instaurare la terapia il/la terapeuta deve conoscerti, quindi nelle prime sedute sei tu a parlare, a spiegare le tue paure, il tuo vissuto, in modo da capire la tua personalità e il modo in cui affronti le cose e ragioni.
Dopodiché su quella base si inizia la terapia.

In ogni caso a me é capitato di chiedermi se il mio sia doc, ma sono abbastanza sicura che lo sia e in parte la psicologa me lo ha già confermato.
In particolare mi ha parlato di “pensieri intrusivi”, cioè quei pensieri che arrivano senza che tu possa sceglierli e che ti spaventano e di conseguenza non sai controllarli.
Questo é il modo per distinguere le ossessioni dai pensieri normali e veritieri.
Perché tutto dipende da come tu valuti un certo pensiero.
Perché tutti noi possiamo pensare qualsiasi cosa, non decidiamo noi che pensieri ci vengono, però ognuno di noi può valutare uno stesso pensiero in modo diverso.
Le persone che non sono ossessive se fanno un pensiero strano e poco razionale lo lasciamo perdere perché dicono “che cavolata”.
Invece, le persone ossessive vedono il pensiero strano come un pericolo.
Di conseguenza si instaura un meccanismo che ti porta in un circolo vizioso:
Perché, siccome quel pensiero ti spaventa, inizi a cercare rassicurazioni su internet o parlandone con le persone, oppure al contrario cerchi di evitare di pensarci ed evitare situazioni reali che ti possano riportare a quel pensiero.
Il problema é che, come mi spiegava oggi la mia psicologa, così facendo in realtà si fa solo peggio, perché si cerca di eliminare quel pensiero ma in realtà si ottiene l’effetto opposto, lo si alimenta e basta.
Questa é l’ossessione.
Esempio: io penso “il cielo é rosa”.
Una persona normale direbbe “che cavolata”.
Io invece dico: un momento, ma é assurdo pensare che il cielo è rosa. Però l’ho pensato. Allora sono pazza. Oppure credo davvero che il cielo sia rosa. Aiuto. Cosa mi succede?

Allora vado da mia mamma, dalla mia amica, dal mio ragazzo, e su internet a dire “Aiuto, ho pensato che il cielo é rosa.” E cerco rassicurazioni.
E le rassicurazioni non basteranno MAI, perché loro possono dirmi “ma stai tranquilla, il cielo non é rosa, non pensarci più, é stato solo un momento così”.
Peccato che io, con la mia testaccia dico “si bene, peccato che non ci siete voi nella mia testa. Solo io so cosa provo e cosa vuol dire pensare che il cielo sia rosa.”
E quindi sto peggio e il pensiero non passa.

Capisci come funzionano le ossessioni? Tutto ciò che tu pensi e che valuti come un pensiero pericoloso diventa ossessione e ti fa stare male. Se non ti importasse non ci penseresti più.

Potrei scriverti in privato?

Ma certo
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1532 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]