Powered by Invision Power Board



Pagine : (8) « Prima ... 6 7 [8]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Ma Si Può Avere Paura Di Pensare?
 
darkmoon
Inviato il: Martedì, 25-Giu-2019, 14:53
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



è una situazione complessa, mi spiace leggere tutto ciò…
capisco benissimo la sensazione di paura, soprattutto perché anche io ho sofferto di derealizzazione e depersonalizzazione e i suddetti sono episodi di distaccamento che non riesco ad augurare neppure al mio peggior nemico. Effettivamente, questi terrificanti eventi sono andati via via sparendo del tutto una volta risolti il mio disturbo ossessivo-compulsivo e il mio disturbo da dismorfismo corporeo di cui tanto soffrivo in passato. Si tratta, quindi, di episodi molto conosciuti da chi soffre di patologie come queste, il DOC rientra appunto tra questi. Io comunque suggerirei, in virtù della presenza di morbo di Crohn, di analizzare la situazione cercando di avvalersi dell'aiuto combinato e collaborativo di più professionisti! Mi pare di aver capito che hai già tentato con mindfulness e simili ma che, da sole, tali tecniche sicuramente di valido aiuto non bastano. Allora si passa a un approccio cooperativo tra un buon gastroenterologo e uno psichiatra che sappiano, insieme, della scelta dei farmaci più adatti al tuo caso! Sono sicuro che non tutti i farmaci inducano problemi così marcati e soprattutto prolungati per quanto concerne l'apparato digerente… anzi: è risaputo che gli effetti collaterali di questo tipo sono spesso solo temporanei, entro le prime settimane di trattamento, poi le funzioni gastriche e intestinali rientrano nella norma e come prima di iniziare il trattamento. Sicuramente, si devono evitare gli antidepressivi triciclici come Anafranil Laroxyl o Mutabon che invece hanno proprio un effetto cronico di promozione del rallentamento del transito (a causa dei marcati effetti anticolinergici, non per altro). Ma tutti gli altri farmaci non sono accompagnati da simile effetto e, sinceramente, vale la pena stare bene in maniera complessiva! Del resto aspettare nemmeno aiuta, né stare fermi… Lo dico io che, sinceramente, senza farmaci non penso sarei venuto fuori da questo disturbo terrificante.
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 25-Giu-2019, 15:48
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Domani ho primo appuntamento con Psicologa poi lunedì prossimo dallo psichiatra, sinceramente ho paura di non riuscire a tornare normale come prima stavolta perché mi ci metto anche io col carico da novanta a mantenere tutto questo. Sto tra le nuvole oggi, distratto, continuo a stare a leggere sul forum e sui gruppi di queste cose e mi faccio condizionare pure visto che ora sono molto debole emotivamente. Ho paura, ho paura di tutto.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 25-Giu-2019, 16:25
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Bond85 @ Lunedì, 24-Giu-2019, 16:08)
(avendo una stenosi al colon) e mi dissero che non è tanto ben visto in caso di operazione chirurgica per gli anestesisti una persona che è sotto trattamento di antidepressivi.

Ciao buon pomeriggio ma se questa "stenosi" si opera non sarebbe meglio che la operassi e ti togliessi il pensiero? oppure è un intervento delicato? e cmq è necessario?

Per l'effetto "rebound" io non ne capisco molto ma da ciò che so si riferisce alla ricaduta dopo le sospensioni dei farmaci ma riferito a periodi abbastanza ravvicinati, ad esempio (ipotizzo), sospendi un SSRI ad agosto e ad ottobre hai una ricaduta.

Al contrario una ricaduta può svilupparsi a distanza di anni per una predisposizione o perché la vita in se, un trauma, una sofferenza ecc. possono aver riaperto le porte a quel problema.

PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 25-Giu-2019, 16:28
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Bond85 @ Martedì, 25-Giu-2019, 14:48)
sinceramente ho paura di non riuscire a tornare normale come prima stavolta perché mi ci metto anche io col carico da novanta a mantenere tutto questo. Sto tra le nuvole oggi, distratto, continuo a stare a leggere sul forum e sui gruppi di queste cose e mi faccio condizionare pure visto che ora sono molto debole emotivamente. Ho paura, ho paura di tutto.

Non comprendo questo catastrofismo (o pessimismo?), il vantaggio di aver superati in passato certe condizioni è generalmente garanzia di un nostro buon modo di rispondere a certe cure e anche che il nostro carattere ha la tempra per uscirne altre volte. Abbi fiducia in te stesso, nei medici, nei tuoi cari etc. ma creati e alimenta anche delle sane distrazioni (magari se il forum ti piace chiedi allo Staff se puoi collaborare come Moderatore).
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 25-Giu-2019, 17:13
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



La stenosi si può operare certo Alexme però è prassi medica non toccare cose che magari in quel momento non danno fastidio perché nella malattia del Crohn le operazioni non sono risolutive della patologia in sé ma solamente del problema in corso, non so se mi sono spiegato. L'effetto Rebound da sospensione non ha una vera e propria tempistica, ci sono casi che l'effetto si è ripresentato anche a distanza di un anno dalla sospensione dopo un periodo tranquillo, questo effetto succede sostanzialmente perché i farmaci fanno parte del lavoro che dovrebbe fare il cervello e quando non ci sono più il cervello si trova in dfficoltà perché ha perduto l'abitudine a fare quel determinato compito (classico è il sonno di chi sospende gli psicofarmaci, il cervello ha bisogno di tempo per reimparare ad addormentarsi).
Purtroppo il catastrofismo e pessimismo è tipico di una mente ansioso/depressiva come la mia.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Mercoledì, 26-Giu-2019, 14:21
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



QUOTE (Bond85 @ Martedì, 25-Giu-2019, 16:13)
La stenosi si può operare certo Alexme però è prassi medica non toccare cose che magari in quel momento non danno fastidio perché nella malattia del Crohn le operazioni non sono risolutive della patologia in sé ma solamente del problema in corso, non so se mi sono spiegato. L'effetto Rebound da sospensione non ha una vera e propria tempistica, ci sono casi che l'effetto si è ripresentato anche a distanza di un anno dalla sospensione dopo un periodo tranquillo, questo effetto succede sostanzialmente perché i farmaci fanno parte del lavoro che dovrebbe fare il cervello e quando non ci sono più il cervello si trova in dfficoltà perché ha perduto l'abitudine a fare quel determinato compito (classico è il sonno di chi sospende gli psicofarmaci, il cervello ha bisogno di tempo per reimparare ad addormentarsi).
Purtroppo il catastrofismo e pessimismo è tipico di una mente ansioso/depressiva come la mia.

Ciao, io contrariamente tendo ad essere sempre fortemente ottimista e positivo anche nei momenti difficili anzi mi appiglio proprio a questo modo speranzoso di vedere la vita perché mi dico che altrimenti sarebbe la fine. Poi capisco che ognuno elabora le cose e i pensieri a modo proprio ma certamente la psiche prima di tutto perché è quella la "sala regia".

Ad ogni modo io sono in cura da poco più di 2 mesi oramai ma ho messo in conto che l'ansietà fa cmq parte del mio carattere e ci sono aspetti caratteriali difficili da modificare ma io ritengo anche che crescendo si impari anche ad interpretare meglio le cose.

PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Mercoledì, 26-Giu-2019, 17:58
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



QUOTE (Alexme @ Mercoledì, 26-Giu-2019, 13:21)
QUOTE (Bond85 @ Martedì, 25-Giu-2019, 16:13)
La stenosi si può operare certo Alexme però è prassi medica non toccare cose che magari in quel momento non danno fastidio perché nella malattia del Crohn le operazioni non sono risolutive della patologia in sé ma solamente del problema in corso, non so se mi sono spiegato. L'effetto Rebound da sospensione non ha una vera e propria tempistica, ci sono casi che l'effetto si è ripresentato anche a distanza di un anno dalla sospensione dopo un periodo tranquillo, questo effetto succede sostanzialmente perché i farmaci fanno parte del lavoro che dovrebbe fare il cervello e quando non ci sono più il cervello si trova in dfficoltà perché ha perduto l'abitudine a fare quel determinato compito (classico è il sonno di chi sospende gli psicofarmaci, il cervello ha bisogno di tempo per reimparare ad addormentarsi).
Purtroppo il catastrofismo e pessimismo è tipico di una mente ansioso/depressiva come la mia.

Ciao, io contrariamente tendo ad essere sempre fortemente ottimista e positivo anche nei momenti difficili anzi mi appiglio proprio a questo modo speranzoso di vedere la vita perché mi dico che altrimenti sarebbe la fine. Poi capisco che ognuno elabora le cose e i pensieri a modo proprio ma certamente la psiche prima di tutto perché è quella la "sala regia".

Ad ogni modo io sono in cura da poco più di 2 mesi oramai ma ho messo in conto che l'ansietà fa cmq parte del mio carattere e ci sono aspetti caratteriali difficili da modificare ma io ritengo anche che crescendo si impari anche ad interpretare meglio le cose.

Questa è una mentalità che ti porterà lontano complimenti, se l'hai fatta tua interiormente nulla ti fermerà PSICO smile.gif
Oggi sono stato dalla psicologa per la prima volta in vita mia.
Strana sensazione, non sapevo cosa aspettarmi se non una chiacchierata iniziale e cosi è stato come primo appuntamento.
Vediamo se riuscirà ad aiutarmi con i disturbi dissociativi del menga che ho.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Giovedì, 27-Giu-2019, 18:42
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019




Ciao, buon pomeriggio. Si, devo ammetterlo, mi piace il mio approccio con la vita ma ce ne ho messo di tempo ma, essendo anche fatalista so che "del doman non v'è certezza" ma so che devo cmq fare al meglio la mia parte (come chiunque), per avere il meglio da questa vita o per uscire dal guado quando capita.

Per quanto mi riguarda mai fatto psicoterapie anzi mi farebbe piacere sapere cosa hai scelto fra le varie tipologie esistenti ma ti faccio un grosso in bocca al lupo perché possa dare presto buoni frutti.
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Venerdì, 28-Giu-2019, 09:06
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



QUOTE (Alexme @ Giovedì, 27-Giu-2019, 17:42)
Ciao, buon pomeriggio. Si, devo ammetterlo, mi piace il mio approccio con la vita ma ce ne ho messo di tempo ma, essendo anche fatalista so che "del doman non v'è certezza" ma so che devo cmq fare al meglio la mia parte (come chiunque), per avere il meglio da questa vita o per uscire dal guado quando capita.

Per quanto mi riguarda mai fatto psicoterapie anzi mi farebbe piacere sapere cosa hai scelto fra le varie tipologie esistenti ma ti faccio un grosso in bocca al lupo perché possa dare presto buoni frutti.

Ciao,
guarda ho preso la prima psicologa disponibile nel mio paesino, non ce ne sono molti, non so se il mio ospedale ha psicologi a disposizione, ho solamente cercato su internet e ho trovato questa.
Tutte belle parole il primo appuntamento (ha parlato molto più lei), poi quando gli ho detto della depersonalizzazione lei praticamente mi ha detto che leggo troppo su internet (come a dire che mi faccio influenzare), sta cosa non mi è piaciuta molto, però boh vediamo le prossime sedute, comunque lunedì spero di poter incontrare anche lo psichiatra.
Su Facebook poi ho trovato una equipe di psicologi che trattano disturbi dissociativi come la depersonalizzazione e la derealizzazione, mi hanno chiesto per una consulenza su Skype, 60 euro per un'ora con fattura. Non so se farla forse la farò per provare.
Purtroppo continuo a pensare sempre a sta depersonalizzazione e mi chiedo sempre se sono depersonalizzato, se sento il mio corpo, se sono presente ecc...se uno mi chiede come stai non saprei rispondere. PSICO sad.gif


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Lunedì, 01-Lug-2019, 09:09
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Mi ritrovo intrippato in questo cosa ormai da 8 giorni, (prima avevo solo ansia normale, la classica), i dubbi sono tanti, che stia impazzendo, che non sia neanche un sintomo dissociativo ecc... chissà cosa possa essere e soprattutto se ci sia una via d'uscita.
Mi sento confuso, distratto, rallentato in tutto. Ne maleficia anche il lavoro. Non parliamo dei rapporti sociali.
Mercoledì ritorno dalla psicoterapeuta penso per iniziare la terapia, oggi so che lo psichiatra c'è e dovrei anche andare da lui.
In che guaio mi sono cacciato mannaggia.


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Giorgio35
Inviato il: Lunedì, 01-Lug-2019, 20:07
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 19.429
Iscritto il: 01-Lug-2019



La stessa cosa la sto provando anchio.
Mi viene ansia panico se penso che sto pensando non so se dovuto al stress pero e piu du mese che e cosi. PSICO sad.gif
PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 02-Lug-2019, 09:24
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



QUOTE (Giorgio35 @ Lunedì, 01-Lug-2019, 19:07)
La stessa cosa la sto provando anchio.
Mi viene ansia panico se penso che sto pensando non so se dovuto al stress pero e piu du mese che e cosi. PSICO sad.gif

Penso che sicuramente sarà dovuto allo stress per te Giorgio, fai un consulto dallo psichiatra o dallo psicoterapeuta.
Ne uscirai ne sono sicuro.
Ma non portare da solo avanti sta cosa altrimenti la paura crescerà e farai il mio errore di aver tenuto i problemi di ansia nell'ultimo anno senza neanche fare psicoterapia e ora mi ritrovo ad avere pensieri intrusivi, distorti, dissociazioni col mio corpo (depersonalizzazione) e ho dovuto ricominciare a provare di nuovo la cura farmacologica (ripartito oggi col Cipralex).
E non so se stavolta andrà di nuovo bene, la sensazione che provo è davvero strana col mio corpo come se non fosse mio e mi provoca terrore addosso PSICO sad.gif


--------------------
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 02-Lug-2019, 14:04
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Carissimi amici, soffriamo tutti di cose a volte comuni e a volte diverse oppure abbiamo diagnosi similari ma caratteri completamente differenti. A mio modestissimo parere (o almeno su me stesso applico questa regola) è che se un problema riesco a gestirlo lo gestisco da me ma se questo problema mi impedisce di vivere una vita "normale" a quel punto mi curo dove per cure intendo che metto al primo posto le cure farmacologiche perché almeno io metto un attacco di panico allo stesso livello di una febbre a 40 che in vacanza con 38° all'ombra non scende, quindi cure mediche come primo approccio e dopo tutto il resto e considerate che io sono uno che evita il più possibile tutti i medicinali.

Per cui valutate in base a come vi sentite, se i problemi vi impediscono una vita normale forse la psichiatria rappresenta un approccio più immediato al quale perché no abbinare una valida psicoterapia, cosa che intendo valutare anch'io dopo l'estate.

Aggiornatemi e soprattutto non vi arrendete, ve lo dice uno che non usciva più di casa e che pensava che ci sarebbe rimasto dentro per sempre. Oggi invece ho ripreso la mia vita e sorrido nuovamente (logicamente sono tuttora in cura coi farmaci da oltre 2 mesi e la cura da come ho capito andrà avanti per le lunghe ma sto bene e questo per ora mi basta).

PMEmail Poster
Top
 
Bond85
Inviato il: Martedì, 02-Lug-2019, 17:24
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.094
Utente Nr.: 9.671
Iscritto il: 09-Feb-2012



Ciao Alex, ti capisco benissimo purtroppo, io sono tornato a vivere dai miei genitori (lasciando la mia adorata casetta inabitata da 10 giorni, vivo orgogliosamente da solo da 7 anni ormai ma ora non riesco a stare da solo neanche in auto, anche li ho paura), non esco più dal paesino con l'auto, ci ho provato l'altro ieri mi sono inpanicato totalmente che tremavo, le auto che veniva incontro mi terrorizzavano (io che invece adoro letteralmente fare km e km con la mia auto da solo che mi rilassa!), non sto uscendo più con gli amici, cerco di evitare quanto possibile di stare in mezzo a troppe persone. Tutto questo in 10 giorni less or more. Non di più. Prima facevo tutto come sempre, con l'ansia si, ma non mi limitavo, sbagliando però a non chiedere comunque aiuto, non sarei a questo punto se avessi proceduto subito ai primi sintomi classici (palpitazioni, preoccupazioni eccessive). Ora è subentrato una sorta di panico per tutto, come ho detto anche per il mio stesso corpo che non riconosco più e mi sento imprigionato dentro e tutto ciò mi fa paura e terrore.
Insomma da persone socievole e sicura di sé, in 10 giorni mi sono ridotto al nulla assoluto. Ho capito che non posso permettermi di fare lo sborone rinnegando la psichiatria che non è assolutamente perfetta ma nelle condizioni in cui sto non potrei assolutamente fare tutto da solo.
Però mi fa piacere che tu sia tornato alla normale vita di tutti i giorni, facendoti le pippe mentali su cose stupide della vita moderna, io volevo intraprendere un piccolo business on line ma ora non ne ho proprio voglia, vengo subito stoppato se per un secondo mi dico che vorrei rimettermi a provare.
Sono contento per te PSICO smile.gif


--------------------
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (8) « Prima ... 6 7 [8]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1973 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]