Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Doc Da Relazione - Punto Di Vista Del Partner
 
Azaleea
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 13:01
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Buongiorno a tutti,
è la prima volta che vi scrivo, ma vi ho letto molto negli ultimi tempi.
Le vostre discussioni mi hanno aiutata tantissimo, soprattutto a calmarmi e ad avere pazienza.
Vi spiego un po'. Sto con un ragazzo da qualche mese, fin dall'inizio ho capito fosse un po' "problematico", visto certi suoi racconti. Poi però l'ho scoperto dolcissimo, sensibile. E non mi ha mai fatto mancare nulla, nonostante a volte certe sue "paranoie" prendessero il sopravvento.
Ora arriva il però.
Dopo mesi passati serenamente, con un rapporto bellissimo e tanta confidenza sia fisica che mentale... Il boom!
Un giorno stavamo parlando di vacanze, di dove andare (proposto da lui), e la stessa sera, dovuta a problemi di stress di entrambi abbiamo avuto una piccola discussione (la prima). Da quel giorno è diventato freddo, ha anche posticipato un nostro incontro e non l'aveva mai fatto.
Poi ci siamo visti e ne abbiamo parlato. Diciamo che ho tirato fuori il discorso io... Lui non si sentiva pronto a parlarne. Mi dice che si è allontanato, ha un blocco. Ma non sa perché. Non vede motivi per cui debba essere successo. E quindi rimugina e ci pensa e ripensa... Sa che a me ci tiene, che provava sentimenti intensi. Eppure adesso, lui ti dice "non sento il nulla".
Mi dice che la sua mente è sempre lì, cerca di trovare una spiegazione e non riesce. Non sa cosa vuole, se mi vuole, se vuole una relazione. Poi però prova a immaginarsi di non sentirmi più, e la cosa lo farebbe arrabbiare. Perché in fondo sa che a me ci tiene tanto.
Mi ha confessato che ogni tanto i dubbi e i pensieri arrivavano, ma riusciva a bloccarli e scacciarli. Ora invece no, sono lì. E si sente male, tremendamente in colpa per questi pensieri e per farmi stare male.
Ne ho avuti in passato di ragazzi narcisisti/egoisti. E sento che non è così con lui. So che non mi prenderebbe in giro.
Ragazzi, può trattarsi di DOC da relazione? Cosa dovrei fare io in questo caso?
Ci siamo visti e gli ho chiesto di non pensare a nulla e di godersi il momento, lui mi ha detto sì, ma che se i dubbi dovessero tornare me lo vuole dire...
Premetto che so che ha sofferto di ansia/attacchi di panico in passato.
Grazie già da ora per tutto quanto vorrete dirmi.
Azaleea
PMEmail Poster
Top
 
PiperH
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 13:12
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 208
Utente Nr.: 17.453
Iscritto il: 13-Set-2016



Ciao Azaleea, benvenuta!
Purtroppo noi non possiamo dirti se il tuo ragazzo ha il doc o no... è una cosa che solo lui può capire, anche con l'aiuto di una specialista.
Tutti abbiamo dubbi, a tutti capitano dei momenti no.
La differenza è che chi ha un disturbo si ossessiona su quei dubbi, cerca di trovare una risposta a tutti i costi, si sente in colpa anche solo per aver pensato determinate cose, cerca prove su prove che avvalorino o smentiscano il contenuto delle proprie preoccupazioni (in questo caso una risposta alla drammatica domanda "amo o no?").
Quello che conta è che in tutto ciò lui ti rende partecipe, è onesto e sincero con te...
non è da tutti, vuol dire che ci tiene e vuole provare a risolvere il problema con te!
Aspetta un po', vedi come va.
Cerca di capire se è un disturbo d'ansia o una semplice preoccupazione.


--------------------
user posted image
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Azaleea
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 16:16
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Grazie mille Piper per la tua risposta (ps: adoravo il telefilm PSICO rolleyes.gif )
Mi sono capitate persone in passato che non sapevano ciò che volevano, e quindi cercavano di restare in quel "limbo" orrendo dove non sai se sei in una relazione o no.
Ma non è il suo caso.
Lui è una persona molto ansiosa, e già una volta ha seguito una terapia contro l'ansia e attacchi di panico. La cosa che mi fa pensare è che fino a quel giorno non ha mostrato segni... Ha tutto un suo modo di fare molto ansioso e anche un po' paranoico forse, ma non mi ha fatto mai manca niente. Non ho mai dovuto chiedere, perché lui è sempre stato presente.
Da quel giorno, tutto è cambiato. Il suo volto senza espressione la sera che mi parlava di questo suo stato d'animo. Dubbi su dubbi, paure su paure e tanti pensieri che si accavallavano.
Lui cerca una spiegazione a questo suo stato d'animo, dice che ci pensa sempre. Ci siamo rivisti, e quando siamo stati insieme andava tutto bene.
L'attrazione non manca.
Mi chiedo come sia possibile che in due giorni cambi tutto. Parliamo di vacanze un giorno, e il giorno dopo mi dice che non sente niente. Pur sapendo dentro però che a me ci tiene davvero tanto. E che andava tutto bene e quindi non capisce perché si pone certe domande.
Ragazzi io non so cosa fare... In passato avrei già lasciato perdere perché sapevo che era una presa in giro. Ma con lui no. Sento che non è così.
Ma se lui non si rende conto e fosse questo... Cosa succederà? Può solo peggiorare giusto?
Grazie ancora per tutto. PSICO rolleyes.gif

PMEmail Poster
Top
 
MAX-ILLUSION
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 16:24
Quote Post


poor man
********


Messaggi: 33.875
Utente Nr.: 57
Iscritto il: 04-Lug-2007



Io ci andrei con i piedi di piombo.

non tutto è patologia.

Ci sta che stiate attraversando un periodo molto stressante.

se mi dici che lui è ansioso come persona ci sta che esterni ciò in questa modalità.

io aspetterei più che altro cercate se potete di rilasarvi e passare del tempo piacevole insieme uscite ecc


--------------------
Informazione:
Per favore Solo supporto tecnico ed informativo, no domande sul Doc per quello aprire una nuova discussione o meglio leggere le vecchie discussioni e le discussioni in evidenza.

Grazie
PM
Top
 
Azaleea
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 17:03
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Ciao Max, grazie!!
Ma quindi cosa distingue in maniera particolare la patologia?
Forse io sono giunta alle conclusioni per questo:

- è scattato tutto da un giorno all'altro come fosse scoppiata una bomba (anche se prima mi ha detto che si era già posto alcune volte la domanda e andato in ansia ma poi ci è passato sopra), dopo aver parlato di vacanze e avuto una piccola discussione (non sulle vacanze);
- mi dice che il nostro rapporto era molto intenso e con forti sentimenti ma ora non sente niente (ma poi mi dice che non è normale visto che sa che ci tiene parecchio e che sa che senza di me in fondo non ci vuole stare);
- ci pensa e ci ripensa, dice che la mente cade sempre lì;
- più ci pensa e meno ha una risposta;
- si sente terribilmente in colpa per i suoi pensieri strani e complicati e/o paure.

Poi ci sono altri piccoli atteggiamenti che mi fanno pensare a quello (tipo mi guarda e mi riferisce difetti fisici che ho... per poi magari uscirsene con un complimento).

Io mi rivolgo a voi perché, trovandomi dall'altra parte, non so come comportarmi.
Farò come dite voi, aspetterò e vedrò, ma ho paura che questi dubbi non gli andranno mai via e che l'unica scelta sarà quella di chiudere la relazione, magari anche non volendolo.
Mi sento impotente...





PMEmail Poster
Top
 
PiperH
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 17:24
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 208
Utente Nr.: 17.453
Iscritto il: 13-Set-2016



è complicata la faccenda...
Io stessa mi rispecchio in molti dei sintomi ma non sono certa di soffrire di un disturbo ossessivo compulsivo.
Il mio medico dice semplicemente che sono stressata, ansiosa e perfezionista.
Questo per dirti che comunque il doc non si diagnostica così, dal nulla.
Spesso gli stessi terapeuti ci mettono mesi per fare diagnosi, e loro stessi preferiscono evitare perché a volte per un paziente afflitto da doc è anche peggio ricevere una tale etichetta.
Nel mio caso, appena ho scoperto che esisteva questo tipo di disturbo, mi sono rasserenata, ho pensato di non essere sola. Ma al tempo stesso ho iniziato a sprofondare sempre più giù, attribuendo ogni cosa a questo presunto doc. Come se sapere di avere una malattia esulasse dal problema. ''Pefetto allora lo amo sono solo malata''.
Non ti sto dicendo che non ti ama, anzi, probabilmente se non ti amasse non ti renderebbe partecipe di questo suo stato, non starebbe così male...

Ci possono essere dei momenti no in una coppia, ci può stare che lui stia attraversando questo periodo difficile! A maggior ragione se come dici tu non è nuovo a disturbi d'ansia.

è normale che tu ti senta impotente... deve essere terribile stare dall'altra parte e pensare che il tuo partner non è certo di amarti.
A prescindere dal doc (che non è detto che ci sia) ti consiglio di stargli vicino ma senza fare la mamma chioccia... più sarai dolce e apprensiva con lui, più lo comprenderai, meno si sentirà in grado di darti amore. Poiché vedendo te così ben disposta e innamorata nei suoi confronti nonostante il male che ti sta facendo, si sentirà ancora più in colpa.
Sii presente, ascoltalo, sii paziente. è ammirevole questo tuo comportamento, il fatto che tu ti sia iscritta per capirne qualcosa di più sul suo stato. Non tutti lo fanno. Non tutti pazientano e capiscono.

Segui il consiglio di Max : Vacci con i piedi di piombo e passa del tempo insieme a lui. Svagatevi, allontanate l'ansia.

Un abbraccio, non mollare!


--------------------
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
Azaleea
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 19:49
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Infatti Piper, è davvero brutto vedere che dall'altra parte è come se non sapesse (da un giorno all'altro) cosa prova per me. O meglio, addirittura non sente nulla. Pur sapendo che invece dentro di lui sa che a me ci tiene e che stava andando tutto benissimo.
Però a lui ci tengo. Ho visto una persona sensibile, bella, dolce. E questo con tutte le sue paure e paranoie. Non vedo un narcisista confuso o un egoista che si approfitta per avere una relazione "a metà".
So che chiuderebbe questa storia piuttosto che restare in un limbo.

Avrei un'altra domanda: c'è qualcosa che posso fare io come partner? Oltre che avere pazienza e aspettare... Meglio essere comprensiva? Presente o più distaccata? Di mio non sono una che scrive molto, diciamo che ci sentiamo solo alla sera quando entrambi finiamo di lavorare.
Ci si vede 1/2 volte durante la settimana e poi nel weekend.
Devo comportarmi come se niente fosse, accettare il suo stato di blocco/confusione/dubbi/pensieri e andare avanti? Ammetto che la situazione fa stare male anche me... Ma proprio perché lui sa che un "problema c'è in lui" se così si può dire, ma non penso voglia o si senta pronto a indagare cosa sia.

Grazie ancora di tutto!! PSICO-kiss.gif
PMEmail Poster
Top
 
PiperH
Inviato il: Lunedì, 05-Dic-2016, 21:28
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 208
Utente Nr.: 17.453
Iscritto il: 13-Set-2016



Penso che quello che fai attualmente va già benissimo! PSICO smile.gif
Non c'è uno schema preciso...
Ognuno ama e reagisce a modo suo.
Fai quello che senti di fare.


--------------------
user posted image
PMEmail Poster
Top
 
Azaleea
Inviato il: Martedì, 06-Dic-2016, 11:20
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Farò come dite voi ragazzi, cercherò di avere pazienza.
In questi giorni pare che ci sia un po' di tregua, mi sembra più tranquillo e aperto.
Vi terrò aggiornati se dovesse riparlarmi di dubbi e pensieri.

PSICO-kiss.gif

Azaleea

(P.S.: Sono a disposizione anche io dal punto di vista di "partner", per qualsiasi domanda).

PMEmail Poster
Top
 
Azaleea
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:09
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



Ciao a tutti,
Rieccomi tra voi.
Rieccomi perché il mio ragazzo è di nuovo in preda ai dubbi. Come l'altra volta, anche questa volta mi sono accorta io che c'era qualcosa che non stava funzionando, lui più freddo, niente carezze o coccole.
Così ne ho parlato, e lui mi ha tirato di nuovo fuori i suoi dubbi. Non sa cosa vuole, cosa sente, se c'è amore (non capisce cosa sia l'amore). Dice che sono la sua migliore amica, ma che anche questo forse è strano, che la gente dice che è strano se dice questo.
Anche il desiderio sessuale è calato in questi giorni (pur dicendo che c'è attrazione e che non vorrebbe farlo con altre).
Mi abbraccia e piange scusandosi. A me si stringe il cuore. Io ci tengo tanto a lui, ma cosa posso fare?
Mi dice che gli piace stare con me, se pensa a uscire/divertirsi/andare in vacanza, lo immagina con me. Ma al contempo ha dubbi. Dubbi su dubbi, e dice che deve pensare. Ma più pensa e meno capisce.
A volte mi scruta il viso come se dovesse vedere chissà quale difetto, poi magari se ne esce con un complimento su una parte del mio viso o corpo.
Io non so se sia doc o meno, ma qui c'è qualcosa di strano.
Ragazzi, cosa posso fare? Se lui per primo non si muove (pur sapendo che qualcosa non va...) io che faccio? Cosa vi potrebbe spronare da parte di un partner?
Grazie ancora a tutti voi per qualsiasi cosa mi direte
PSICO cry.gif PSICO-kiss.gif
PMEmail Poster
Top
 
Bri
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:12
Quote Post


Psico Nonno
****


Messaggi: 6.414
Utente Nr.: 16.642
Iscritto il: 14-Feb-2016



Perché non provi a proporgli la terapia? Potreste fare delle sedute come coppia è così in caso il terapeuta potrebbe proporgli in parallelo delle sedute per lui. Però se gliela poni così magari è più semplice che proporgli di andare in terapia
PMEmail Poster
Top
 
Ducking93
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:14
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.782
Utente Nr.: 17.417
Iscritto il: 02-Set-2016



Domanda fondamentale: nonostante quel che ti dice, tu senti amore da parte sua?


--------------------
IG: obsessivecompulsivedream
PMEmail Poster
Top
 
Azaleea
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:20
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



QUOTE (Bri @ Martedì, 20-Dic-2016, 15:12)
Perché non provi a proporgli la terapia? Potreste fare delle sedute come coppia è così in caso il terapeuta potrebbe proporgli in parallelo delle sedute per lui. Però se gliela poni così magari è più semplice che proporgli di andare in terapia

Io ho paura che si possa offendere...
Gli ho detto che secondo me si tratta di ansia, di sue paure/paranoie. E lui mi ha detto probabilmente sì, e mi ha detto che avrebbe bisogno di un analista che gli sistemi un po' la sua testa.
Lui non mi ha mai parlato di doc da relazione, quindi mi fa un po' paura parlargliene e chiedergli di seguire una terapia... PSICO sad.gif
PMEmail Poster
Top
 
Bri
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:22
Quote Post


Psico Nonno
****


Messaggi: 6.414
Utente Nr.: 16.642
Iscritto il: 14-Feb-2016



Magari neanche sa cosa ha e non tutto è doc, magari è ansia e si è paralizzato con l'ansia. Proponiglielo
PMEmail Poster
Top
 
Azaleea
Inviato il: Martedì, 20-Dic-2016, 16:38
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 30
Utente Nr.: 17.715
Iscritto il: 05-Dic-2016



QUOTE (Ducking93 @ Martedì, 20-Dic-2016, 15:14)
Domanda fondamentale: nonostante quel che ti dice, tu senti amore da parte sua?

Io non so se sia amore perché di parole plateali non ce ne sono state, però se essere presenti è una dimostrazione di amore, allora sì.
Se sa che finisco tardi e non ho nulla in casa da mangiare mi invita da lui e mi cucina qualcosa. Ricorda le cose che gli dico.
è generoso, buono, e mi rispetta.
Passiamo giornate insieme, andiamo via per il fine settimana, in montagna (e organizza tutto con entusiasmo). Si sveglia al mattino e mi coccola. Non gli da fastidio se gli lascio cose mie in casa.

Poi ci sono giorni in cui invece diventa gelido, freddo come un ghiaccio. Nessuna carezza, nessuno sguardo dolce. Apatico, nervoso. E sono i giorni dei dubbi, del "scusa ma non riesco a vivermela". Del "non so cosa provo, non sento nulla". Del "ho meno voglia di fare l'amore con te". In cui mi guarda e vede i miei difetti (e me li fa pure notare).
E chiede a me "ma tu non hai mai avuto dubbi con nessuno?".
Ho paura ma non so di cosa, rimarrò da solo.

Sono come la migliore amica per lui (ma non sono solo un'amica se glielo chiedo perché c'è attrazione). Se pensa alle uscite, cene e vacanze, le immagina con me. Però ha dubbi. Dubbi di cosa?

Proprio perché le azioni (a parte nei giorni di piena "crisi") non corrispondono alle sue parole io sono ancora qui a farmi domande, a non aver buttato tutto alle ortiche.
Lui dice che nei giorni in cui dice "la vivo" sta bene e la vive. Poi capitano questi dubbi, e si sente in un limbo, e gli sembra di prendermi in giro, e lui non lo vuole e si sente disgustato per questo.

PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.2700 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]