Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Disturbi Del Sonno E Complicazioni
Aeroplano italiano
Inviato il: Venerdì, 26-Apr-2019, 08:05
Quote Post


Unregistered









sono 3 mesi che soffro di disturbi del sonno, perché ho risvegli frequenti tutte le notti. Da anni assumo il litio, essendo bipolare. E su questo non ci piove. Purtroppo non basta e bisogna integrare con la quietapina. ma questo farmaco serve come integrativo quando ci sono delle spinte maniacali, ma non ha senso assumerlo quando ci sono fasi depressive. Che pure compaiono.è inutile prendere un sedativo quando sono di umore basso. allora assumo un sonnifero, che però non mi copre tutta la notte.

purtroppo gli stati ipomaniacali sono difficili da decifrare.perché non necessariamente sono euforici e carichi di attività, ma possono anche essere rabbiosi rancorosi (sono detti stati misti). E sono comunque indice di intensa attività mentale. Non so più come regolarmi. Tornerò dal medico. Qualcuno assume quietapina? E come va?
Top
 
Felix
Inviato il: Venerdì, 26-Apr-2019, 15:11
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.382
Utente Nr.: 2.034
Iscritto il: 10-Ago-2008



il principio attivo si chiama Quetiapina, non Quietapina, io lo prendo da almeno 8 anni la sera prima di andare a letto, perché mi fa dormire di lusso. Peraltro è un farmaco che gli psichiatri somministrano agli anziani per i suoi effetti ipnoinducenti. Io soffro di doc e depressione maggiore e assumo anche un serotoninergico, anche se per ora l’umore non è dei migliori. Che possa essere il seroquel (quetiapina) a peggiorare la depressione non saprei dirlo, in questi anni ho avuto anche fasi piuttosto positive e lo prendevo. Piuttosto mi ha permesso di eliminare del tutto le benzodiazepine che non uso più da moltissimi anni.
PM
Top
Adv
Adv














Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Domenica, 28-Apr-2019, 22:05
Quote Post


Unregistered









Interessante. Io prendo normalmente 100 mg, ma adesso metterò a 200, perché il sonno è sempre inquieto.di solito faccio fatica solo ad addormentarmi, ma ultimamente tendo a svegliarmi anche la notte. Il che mi rende un po' inquieto. E preoccupato.
Top
 
Felix
Inviato il: Lunedì, 29-Apr-2019, 14:09
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.382
Utente Nr.: 2.034
Iscritto il: 10-Ago-2008



L’effetto ipnoinducente del seroquel si ottiene con dosaggi bassi, 25-50 mg, così dicono gli psichiatri. Non so se a dosaggi più alti mantenga questa caratteristica. Parlane con il tuo psichiatra, è l’unico che può prescrivere i farmaci. Fammi sapere.
PM
Top
 
Alexme
Inviato il: Lunedì, 29-Apr-2019, 16:31
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Ciao ma non avete mai usato benzodizepine? a me le prescrivono per l'ansia e mi fanno dormire benissimo.
PMEmail Poster
Top
 
Felix
Inviato il: Lunedì, 29-Apr-2019, 17:43
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.382
Utente Nr.: 2.034
Iscritto il: 10-Ago-2008



QUOTE (Alexme @ Lunedì, 29-Apr-2019, 15:31)
Ciao ma non avete mai usato benzodizepine? a me le prescrivono per l'ansia e mi fanno dormire benissimo.

Le benzodiazepine sono degli ottimi farmaci ma vanno usati con cautela e per un tempo non lungo. Inoltre tendono a dare assuefazione e dipendenza.
PM
Top
 
Alexme
Inviato il: Lunedì, 29-Apr-2019, 18:38
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Io le uso solo in caso di necessità (attacco di panico). Il medico me le prescrisse al bisogno, ora però domani ho il consulto con lo psichiatra per stabilire la nuova cura che già mi ha detto ci saranno anche altri farmaci.
PMEmail Poster
Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Martedì, 30-Apr-2019, 13:24
Quote Post


Unregistered









QUOTE (Felix @ Lunedì, 29-Apr-2019, 13:09)
L’effetto ipnoinducente del seroquel si ottiene con dosaggi bassi, 25-50 mg, così dicono gli psichiatri. Non so se a dosaggi più alti mantenga questa caratteristica. Parlane con il tuo psichiatra, è l’unico che può prescrivere i farmaci. Fammi sapere.

È vero. La quietapina favorisce l'addormentamento. Ma se ci sono risvegli notturni è un'altra questione. Allora credo che vada aumentato il dosaggio, perché occorre proteggere tutte le ore del sonno.

in realtà un dosaggio un po' più alto serve un'altra cosa fondamentale, cioè a passare il giorno dopo senza grosse ansie e sbalzi di umore. Perché è l'andamento della giornata che poi determina la qualità del sonno. Quindi il farmaco non protegge soltanto la notte, ma anche la giornata.

Il medico può anche non accorgersi di tutto questo. Perché magari sto bene al momento della visita. Ma non si può prevedere cosa succederà già il giorno dopo. Ed è difficile da riconoscere da parte dello stesso paziente, per poterlo riferito poi al medico.
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 30-Apr-2019, 14:11
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Che vuol dire esattamente bipolare?
PMEmail Poster
Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Martedì, 30-Apr-2019, 18:01
Quote Post


Unregistered









Bipolare è una variante della depressione. Quindi si alternano fasi depressive a fasi maniacali. L'energia è molto bassa nella depressione ma è molto alta nella mania. I sintomi della mania sono opposti a quelli depressivi cioè la persona si sente troppo sicura di sé, spericolata, dorme poco, sente forti impulsi sessuali, rischia di spendere molto o troppo denaro. In depressione tutte queste cose non accadono ovviamente.
Per dirla in breve, il depresso si sente sempre stanco mentre quando c'é un periodo di mania , la persona è sempre troppo attiva.

Entrambi i poli sono pericolosi, ma la mania ha un pericolo in più: la persona crede di stare benissimo, perché si sente troppo carico, perfino euforico. In depressione almeno ti accorgi che stai male, che sei depresso.
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 30-Apr-2019, 21:32
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Mi è venuta l'ansia a leggerti (scusa non è una battuta nel senso che è un disturbo bello tosto per gli opposti che presenta). Ma è un disturbo che non si guarisce o se ne esce coi farmaci?

Io in passato credo di aver avuto una fase del genere ma mi è passata spontaneamente ma forse era solo legata a un momento particolare.
PMEmail Poster
Top
Aeroplano italiano
Inviato il: Mercoledì, 01-Mag-2019, 20:36
Quote Post


Unregistered









In effetti è generalmente più grave, rispetto alla depressione unipolare . Ma può presentare forme più blande e quindi più tollerabili.
Per capirci meglio: tantissimi hanno il diabete, ma la gravità cambia per ciascuno.

Si può essere bipolari e non accorgersi per un certo tempo, ma non per tanto, perché i primi episodi acuti danno ripercussioni pesanti sulla vita. In breve: non basta che uno si senta su e poi giù, per parlare di bipolarismo, ma occorrono un certo numero di casini nel lavoro, negli affetti, nei rapporti sociali.
Top
 
Alexme
Inviato il: Mercoledì, 01-Mag-2019, 21:05
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Ma con le dovute cure se ne esce cioè si guarisce o è una problematica "a vita"??
PMEmail Poster
Top
 
darkmoon
Inviato il: Martedì, 07-Mag-2019, 16:46
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



Generalmente problematica a vita se si tratta di disturbo bipolare di tipo 1 o di tipo 2 conclamati. Poi c'è la ciclotimia, cioè un sottotipo di disturbo bipolare a cicli di umore rapidi ma estremi, intensi: cioè si alternano fasi di intensa energia e spericolatezza a fasi di depressione così grave che l'individuo, da che sembrava raggiante una settimana prima, pensa o addirittura può tentare il suicidio!

Io, a causa delle mie fasi altalenanti di insonnia forte (che effettivamente spesso coincide con periodi di grande benessere o comunque di intenso lavoro e voglia di fare) alternate a disturbi del sonno come periodi di ipersonnia quando ebbi la depressione, per anni sono stato in balia per la ricerca di una diagnosi…

Sulla cartella clinica fu scritto "sindrome bipolare non altrimenti specificata", però mi fu poi spiegato che, soffrendo di disturbo di personalità borderline (oggi solo tratti in forma lieve dopo le terapie), la mia instabilità poteva essere dovuta a tutto questo mix!

Sunto della mia personale storia: io non devo più prendere stabilizzatori dell'umore, non sono l'unico ma sono stato anche fortunato perché, come ha spiegato benissimo Aeroplano, ogni persona ha sintomi più intensi o meno intensi nonostante la stessa diagnosi!

Spero di aver chiarito PSICO smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
Alexme
Inviato il: Martedì, 07-Mag-2019, 16:50
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 601
Utente Nr.: 19.345
Iscritto il: 27-Apr-2019



Io per mia fortuna sono sempre stato "schizzato" ma non depresso, triste si anche molto ma sempre pronto a riprendermi per mie virtù, certo anche condizionate dal mondo esterno ma situazioni come quelle descritte non le ho mai vissute. Purtroppo (o per fortuna a seconda dei punti di vista) ho il problema opposto.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1171 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]