Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Disturbo ossessivo compulsivo DOC > Paura Di Essere Gay Tornata Fuori Pesantemente....


Inviato da: cobra il Lunedì, 18-Mag-2020, 00:45
Ciao Ragazzi.... sono tornato nel caso più totale....
Sto malissimo....
Sono stato sempre attratto dalle ragazze sin da bambino, e i primi amori e cotte sono sempre stati per il genere femminile. Ho sempre provato forte attrazione nei confronti delle ragazze, delle belle milf e delle belle donne mature (con grandissime eccitazioni psico fisiche sbalorditive nei confronti del genere femminile appunto). Il seno, il corpo femminile.... Tutto stupendo....
È dal 2003 che ho iniziato a soffrire di doc omosex (o almeno credo sperando non sia sempre stata in realtà omosessualità o bisessualità). L'ho avuto per diversi anni.... I pensieri intrusivi erano legati al pene eretto maschile che sembrava eccitarmi (mi immaginavo rapporti con esso), al bel viso e al bel corpo maschile. A un certo punto nel corso degli anni sono comparse anche manie da controllo in diverse cose, perfezionismo in tutto, non tollerare i propri errori e paura di non essere all'altezza, di non valere molto e forte paura del giudizio del prossimo.
Ho preso nel corso degli anni psicofarmaci e fatto psicoterapia analitica e terapia breve.
Il doc omosex negli ultimi 5 anni era praticamente sparito insieme alle altre fobie descritte tranne qualche saltuaria piccola ricaduta... Nel corso del tempo mi sono fidanzato con una ragazza e ho passato con lei momenti molto belli e felici e sognavo con lei di costruire la mia famiglia con lei. Con i farmaci sono andato calando sino a smettere....
Nell'ultimo anno sono tornate le manie di tenere tutto sotto controllo e la cosiddetta fobia sociale e dulcis in fundo come batosta finale (non me lo aspettavo sinceramente) è tornato l'incubo dell'omosessualità. In particolare quest'ultima è tornata con vigore quando ho avuto pensieri intrusivi sull'iniziare una relazione amorosa con un mio amico eterossesuale che trovo dolce e umile e di bell'aspetto. Mi sono immaginato lo scenario che lui dovesse chiedermi di iniziare una relazione con lui perché scopertosi gay. Questa cosa mi ha fatto andare nel panico più totale... Perché temevo di essere messo di fronte a una scelta interiore importante: o iniziare una relazione omosessuale o continuare la relazione etero con la mia ragazza. Ho cercato di superare questa cosa non pensandoci ma ogni volta che rivedeco e rivedo questa persona mi sale l'ansia e i pensieri intrusivi... Già in passato mi successe una cosa analoga con un un'altra persona di sesso maschile che però superai.
La mazzata finale è arrivata pochi giorni fa quando mi sono imposto di andare a vedere dei video di duncan james dei blue (mi si sta contraendo lo stomaco e mi sale l'ansia a scrivere ciò). Nel vederli con lui che tenta il corteggiamento con altri uomini avevo paura di essere attratto da lui... Mi sono tornate le visioni di tanti anni fa, penso di essere attratto dal suo bel viso e dal suo bel corpo, mi immagino di toccarlo, baciarlo. Temo che la sua voce mi ecciti. Immagino di avere un rapporto ssssuale con lui e con il suo pene, me lo immagino nudo. Ora che vi scrivo questo sto malissimo.... Mi vergogno tremendamente. La libido nei confronti della mia ragazza è crollata... Già era calata tempo fa perché non mi sentivo più cercato da lei come avveniva un tempo e questa è stata la batosta finale. I rapporti sessuali con lei per questi 2 motivi sono diventati vuoti e non provo più niente (nonostante fisicamente abbia le stesse reazioni iper positive come ho sempre avuto con lei e con le donne).
La mia fissa è diventata Duncan James... Sono terrorizzato dalla sua bellezza, ho paura mi piaccia, temo che se dal vivo lo avessi davanti inizierei a baciarlo e accarezzarlo... E poi temo che farei un rapporto orale con lui. Vedo duncan james in ogni cosa.... Vedo la mia ragazza e mi viene da piangere perché temo di prenderla in giro siccome poi nella mia testa al suo posto penso a duncan james.
Negli ultimi anni eventuali pensieri omosessuali me li lasciavo scivolare addosso e andavano via non scalfendo la mia corazza, ora purtroppo la mia corazza è stata perforata e questi pensieri intrusivi mi hanno trafitto il cuore. È tornato l'incubo di 10 anni fa, ora niente è più importante del timore dell'omosessualità. È come se si fossero nuovamente spalancate le porte dell'inferno.
Se sono fuori e vedo delle belle ragazze però le guardo compiaciuto, non mi lasciano indifferenti... Però immediatamente dopo mi viene in mente l'attrazione (spero solo fantastica) per Duncan James. Che tra l'altro proprio Duncan James era etero, poi bisex e infine si è riscoperto gay definitivamente. A questo punto penso che uno possa essere inizialmente etero e poi diventare gay e questa cosa mi uccide dentro perché temo sia quello che era succedendo a me...
Ho provato a vedere un filmino gay e vedere l'uomo che si menava il pene sembrava piacermi ed è come se volessi masturbarglielo io e prenderlo in bocca perché era duro... Preciso che queste visioni anni fa quando stavo male le avevo già avute, è stato terribile riviverle dopo che per 5 anni erano praticamente scomparse in tutte le loro declinazioni.... Sono stato malissimo durante quel video gay ... Il mio pene però non è diventato eretto e non ho eiaculato.... Ho avuto un filo minimo di liquido prostatico ma mi chiedo se non fosse per l'ansia e agitazione che sentivo nel durante....
Vi faccio presente che prima che mi ricomparisse tutto, la fiducia in me stesso era crollata per tutta una serie di motivi.... È più di un anno che mi sento una nullità.

Ragazzi un tempo superai tutto questo.... Ora che è tornato non so più come fare.... Mi odio... Vorrei non avere queste pseudo attrazione.
Ragazzi ho perso il filo.... Ho perso la strada maestra e non so più come trovarla come riuscii un tempo..... Sto male.... Troppo.....

Vi ringrazio per il vostro aiuto dal più profondo del mio cuore....

Inviato da: anonima7482 il Lunedì, 18-Mag-2020, 02:12
ciao, ti sono vicina davvero ❤. anche io sono costantemente soggetta a immagini intrusive che sembra che la mia mente mi voglia imporre, continuo a testarmi, ad andare indietro con i ricordi per scoprire qualche segnale di omosessualità ma nulla e questo mi fa ancora piu pensare "e allora vedi che lo stai scoprendo ora". leggo di continuo storie di coming out con il terrore mentre leggo di trovare analogie con la mia vita, e se le trovo vado nel panico e allora rinizio a fare tremila tipi di ricerche diverse inerenti al doc omosex, perché non me l'hanno diagnosticato, non sono mai andata da qualcuno, ma questo panico costante va avanti ormai da mesi e gia aveva avuto i suoi primi segnali l'anno scorso. io poi gia di mio non ho troppe esperienze con l'altro sesso e quindi questo mi porta a dubitare il triplo. quello che ti posso dire è di lasciar correre, negarti questi pensieri intrusivi ignorandoli per quanto è possibile e pensando "quando e se avverrà qualcosa di concreto allora potrò preoccuparmene", devi accettare l'eventualità insomma anche se la cosa fa di tutto tranne che tranquillizzare. riceverai certo commenti più sensati capaci magari di aiutarti, ma cosi era per non farti sentire solo diciamo, ti posso garantire che il panico che stai vivendo e la quasi convinzione di essere attratto dall'altro sesso, la passano davvero tutte quelle persone affette da questo disturbo, sempre ipotizzando (e sperando) che almeno nel mio caso si tratti di questo. tieni duro!

Inviato da: cobra il Mercoledì, 20-Mag-2020, 00:54
QUOTE (anonima7482 @ Lunedì, 18-Mag-2020, 01:12)
ciao, ti sono vicina davvero ❤. anche io sono costantemente soggetta a immagini intrusive che sembra che la mia mente mi voglia imporre, continuo a testarmi, ad andare indietro con i ricordi per scoprire qualche segnale di omosessualità ma nulla e questo mi fa ancora piu pensare "e allora vedi che lo stai scoprendo ora". leggo di continuo storie di coming out con il terrore mentre leggo di trovare analogie con la mia vita, e se le trovo vado nel panico e allora rinizio a fare tremila tipi di ricerche diverse inerenti al doc omosex, perché non me l'hanno diagnosticato, non sono mai andata da qualcuno, ma questo panico costante va avanti ormai da mesi e gia aveva avuto i suoi primi segnali l'anno scorso. io poi gia di mio non ho troppe esperienze con l'altro sesso e quindi questo mi porta a dubitare il triplo. quello che ti posso dire è di lasciar correre, negarti questi pensieri intrusivi ignorandoli per quanto è possibile e pensando "quando e se avverrà qualcosa di concreto allora potrò preoccuparmene", devi accettare l'eventualità insomma anche se la cosa fa di tutto tranne che tranquillizzare. riceverai certo commenti più sensati capaci magari di aiutarti, ma cosi era per non farti sentire solo diciamo, ti posso garantire che il panico che stai vivendo e la quasi convinzione di essere attratto dall'altro sesso, la passano davvero tutte quelle persone affette da questo disturbo, sempre ipotizzando (e sperando)  che almeno nel mio caso si tratti di questo. tieni duro!

Ti ringrazio di cuore per il tuo aiuto... Tu nello specifico da cosa sei ossessionata?

Inviato da: anonima7482 il Mercoledì, 20-Mag-2020, 09:58
io è da 5 mesi che soffro di questi continui pensieri intrusivi e ho passato diverse fasi. ad esempio all'inizio ero convinta che qualsiasi ragazza incontrassi mi facesse effetto, ma poi sono riuscita a capire bene o male i meccanismi dell'ansia. poi ce stato un periodo in cui temevo mi piacesse una mia amica, e qualche giorno dopo un'altra amica ecc, ma sono riuscita a superare pure quello. da un mese invece la mia paura è prevalentemente quella di scoprirmi attratta da una ragazza in futuro, non faccio altro che leggere coming out e ne consegue un'ansia tremenda perche vedere come persone che si ritenevano etero al 100% cambiare poi la loro mentalita in questo modo mi spaventa tantissimo. e questa paura è collegata anche alla paura di non essere attratta dai ragazzi, dovuta soprattutto alla mia inesperienza nel campo ma anche per questo disturbo che non saprò mai se si tratta di doc a meno che non vada da qualcuno...passo tutto il giorno a chiedermi "e se da grande incontro una ragazza mai vista e mi piace?" e ci ragiono tutto il santo giorno e in più faccio sogni da un po di giorni in cui delle ragazze che conosco mi saltano praticamente addosso cercando di baciarmi e io se pure spaventata sembro eccitata dalla cosa e questo mi porta solo ad alimentare il mio dubbio costante, è un inferno.

Inviato da: Gir. il Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:41
QUOTE (anonima7482 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 08:58)
io è da 5 mesi che soffro di questi continui pensieri intrusivi e ho passato diverse fasi. ad esempio all'inizio ero convinta che qualsiasi ragazza incontrassi mi facesse effetto, ma poi sono riuscita a capire bene o male i meccanismi dell'ansia. poi ce stato un periodo in cui temevo mi piacesse una mia amica, e qualche giorno dopo un'altra amica ecc, ma sono riuscita a superare pure quello. da un mese invece la mia paura è prevalentemente quella di scoprirmi attratta da una ragazza in futuro, non faccio altro che leggere coming out e ne consegue un'ansia tremenda perche vedere come persone che si ritenevano etero al 100% cambiare poi la loro mentalita in questo modo mi spaventa tantissimo. e questa paura è collegata anche alla paura di non essere attratta dai ragazzi, dovuta soprattutto alla mia inesperienza nel campo ma anche per questo disturbo che non saprò mai se si tratta di doc a meno che non vada da qualcuno...passo tutto il giorno a chiedermi "e se da grande incontro una ragazza mai vista e mi piace?" e ci ragiono tutto il santo giorno e in più faccio sogni da un po di giorni in cui delle ragazze che conosco mi saltano praticamente addosso cercando di baciarmi e io se pure spaventata sembro eccitata dalla cosa e questo mi porta solo ad alimentare il mio dubbio costante, è un inferno.

È incredibile quanto non ci accorgiamo di essere uguali con tutto quello che scriviamo! Ho letto il tuo post e mi sono ritrovata in tutti i tuoi "sintomi": sembra che mi piaccia un amica, poi un altra ancora, poi sembra che mi attraggano tutte le ragazze che incontro per strada. Leggendo il tuo post, dall"'esterno, capisco che può essere una fissazione e solo tanta tanta paura e insicurezza. Ma se ripenso alle mie esperienze invece mi sembrano tutte vere. Non ci accorgiamo proprio che scriviamo tutti le stesse cose!!

Inviato da: DRUMMER il Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:55
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Inviato da: Trixi20 il Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:46
Se non impedisse di vivere non sarebbe doc! Mi spiego meglio: mi piace una ragazza allora ci provo o ci faccio fantasie, poi mi piace un ragazzo idem, sono eccitata se mio marito mi bacia non mi faccio paranoie perché ho voglia di farci l'amore ma in realtà non dovrei perché non sono sicura, e se lo sono sempre stata se ho sempre vissuto un'illusione se quella volta che ho voluto bene ad un amica era qualcos'altro mela pera banana caffè bla bla bla

Inviato da: Gir. il Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:46
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

Inviato da: anonima7482 il Mercoledì, 20-Mag-2020, 16:13
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

esatto, sono arrivata ad un punto in cui non può succedere nulla e anche alla minima cavolata ritornano i pensieri intrusivi, e quando cerco di scacciarli una parte di me pensa "io ci ragionerei su, se ti vengono ci sarà un motivo". poi mi fa proprio vivere male, gia io di mio sono una persona ansiosa che punta sempre in alto e ho sempre avuto strane idee sull'amore e cose simili, non mi accontento diciamo sono molto ma molto esigente e la maggior parte dei ragazzi che ci hanno provato con me io li ho sempre rifiutati, un pò per un blocco personale che ho da molti anni e un pò perche sembravano non farmi effetto, mentre per quelli che non mi si filavano di striscio perdevo la testa. e adesso io metto in discussione tutto questo, dico "eh ma se li hai rifiutati magari è perche non ti piace stare con i ragazzi punto" e il brutto è che non ho neanche troppe esperienze su cui basarmi per dire di per certo si sono attratta dai ragazzi, perché a parte le classiche cotte e farfalle nello stomaco, la sfera della sessualità io non l'ho nemmeno mai sfiorata e questo non fa altro che alimentare la mia ossessione e ogni giorno mi chiedo "come fai ad essere sicura di essere davvero etero?" solo che non credo che tutti vivano nell'indecisione finché non fanno sesso e cose simili, e se non sentissi di volere in futuro un ragazzo da amare e con cui aprirmi, questi pensieri non sarebbero cosi intrusivi invece lo sono eccome perciò spero siano davvero ossessione mista a una forte paura, e non altro

Inviato da: DRUMMER il Mercoledì, 20-Mag-2020, 16:23
QUOTE (anonima7482 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:13)
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

esatto, sono arrivata ad un punto in cui non può succedere nulla e anche alla minima cavolata ritornano i pensieri intrusivi, e quando cerco di scacciarli una parte di me pensa "io ci ragionerei su, se ti vengono ci sarà un motivo". poi mi fa proprio vivere male, gia io di mio sono una persona ansiosa che punta sempre in alto e ho sempre avuto strane idee sull'amore e cose simili, non mi accontento diciamo sono molto ma molto esigente e la maggior parte dei ragazzi che ci hanno provato con me io li ho sempre rifiutati, un pò per un blocco personale che ho da molti anni e un pò perche sembravano non farmi effetto, mentre per quelli che non mi si filavano di striscio perdevo la testa. e adesso io metto in discussione tutto questo, dico "eh ma se li hai rifiutati magari è perche non ti piace stare con i ragazzi punto" e il brutto è che non ho neanche troppe esperienze su cui basarmi per dire di per certo si sono attratta dai ragazzi, perché a parte le classiche cotte e farfalle nello stomaco, la sfera della sessualità io non l'ho nemmeno mai sfiorata e questo non fa altro che alimentare la mia ossessione e ogni giorno mi chiedo "come fai ad essere sicura di essere davvero etero?" solo che non credo che tutti vivano nell'indecisione finché non fanno sesso e cose simili, e se non sentissi di volere in futuro un ragazzo da amare e con cui aprirmi, questi pensieri non sarebbero cosi intrusivi invece lo sono eccome perciò spero siano davvero ossessione mista a una forte paura, e non altro

come fai ad essere sicura di essere davvero etero?"

da manuale del doc... Beata te...

Inviato da: Gir. il Mercoledì, 20-Mag-2020, 16:25
QUOTE (anonima7482 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:13)
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

esatto, sono arrivata ad un punto in cui non può succedere nulla e anche alla minima cavolata ritornano i pensieri intrusivi, e quando cerco di scacciarli una parte di me pensa "io ci ragionerei su, se ti vengono ci sarà un motivo". poi mi fa proprio vivere male, gia io di mio sono una persona ansiosa che punta sempre in alto e ho sempre avuto strane idee sull'amore e cose simili, non mi accontento diciamo sono molto ma molto esigente e la maggior parte dei ragazzi che ci hanno provato con me io li ho sempre rifiutati, un pò per un blocco personale che ho da molti anni e un pò perche sembravano non farmi effetto, mentre per quelli che non mi si filavano di striscio perdevo la testa. e adesso io metto in discussione tutto questo, dico "eh ma se li hai rifiutati magari è perche non ti piace stare con i ragazzi punto" e il brutto è che non ho neanche troppe esperienze su cui basarmi per dire di per certo si sono attratta dai ragazzi, perché a parte le classiche cotte e farfalle nello stomaco, la sfera della sessualità io non l'ho nemmeno mai sfiorata e questo non fa altro che alimentare la mia ossessione e ogni giorno mi chiedo "come fai ad essere sicura di essere davvero etero?" solo che non credo che tutti vivano nell'indecisione finché non fanno sesso e cose simili, e se non sentissi di volere in futuro un ragazzo da amare e con cui aprirmi, questi pensieri non sarebbero cosi intrusivi invece lo sono eccome perciò spero siano davvero ossessione mista a una forte paura, e non altro

Sei il mio ritratto, non c è nulla da fare!! Mi rivedo completamente in quello che dici.. Siamo fatti con lo stampino, l idea che mi si o fatta io è che siamo persone fin troppo sensibili e molto molto molto insicure di noi stesse, ognuno con le proprie esperienze. E credo che bisogni lavorare su quello in primis, la maggior parte delle persone che scrivono si sentono immature o hanno sempre avuto problemi a relazionarsi

Inviato da: anonima7482 il Mercoledì, 20-Mag-2020, 16:31
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:23)
QUOTE (anonima7482 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:13)
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

esatto, sono arrivata ad un punto in cui non può succedere nulla e anche alla minima cavolata ritornano i pensieri intrusivi, e quando cerco di scacciarli una parte di me pensa "io ci ragionerei su, se ti vengono ci sarà un motivo". poi mi fa proprio vivere male, gia io di mio sono una persona ansiosa che punta sempre in alto e ho sempre avuto strane idee sull'amore e cose simili, non mi accontento diciamo sono molto ma molto esigente e la maggior parte dei ragazzi che ci hanno provato con me io li ho sempre rifiutati, un pò per un blocco personale che ho da molti anni e un pò perche sembravano non farmi effetto, mentre per quelli che non mi si filavano di striscio perdevo la testa. e adesso io metto in discussione tutto questo, dico "eh ma se li hai rifiutati magari è perche non ti piace stare con i ragazzi punto" e il brutto è che non ho neanche troppe esperienze su cui basarmi per dire di per certo si sono attratta dai ragazzi, perché a parte le classiche cotte e farfalle nello stomaco, la sfera della sessualità io non l'ho nemmeno mai sfiorata e questo non fa altro che alimentare la mia ossessione e ogni giorno mi chiedo "come fai ad essere sicura di essere davvero etero?" solo che non credo che tutti vivano nell'indecisione finché non fanno sesso e cose simili, e se non sentissi di volere in futuro un ragazzo da amare e con cui aprirmi, questi pensieri non sarebbero cosi intrusivi invece lo sono eccome perciò spero siano davvero ossessione mista a una forte paura, e non altro

come fai ad essere sicura di essere davvero etero?"

da manuale del doc... Beata te...

cioè? 😅

Inviato da: anonima7482 il Mercoledì, 20-Mag-2020, 16:34
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:25)
QUOTE (anonima7482 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 15:13)
QUOTE (Gir. @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
QUOTE (DRUMMER @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 13:55)
si ma amici...il tutto si riduce a: quanto tutto questo vi impedisce di vivere? se comunque vivete, amate...ridete..scherzate... alla fine lasciatelo scorrere sotto e continuate a vivere la vita. Se invece vi blocca qualsiasi rapporto sociale...beh allora state come me!

Non mi impedisce di vivere, ma mi impedisce di essere serena, perché vivo con da sempre anche solo con la paura di tenere per mano una amica per paura che gli altri pensino male. Mi impedisce anche di capire cosa voglio e chi sono! È stancante pensare continuamente a questa cosa ogni giorno a ogni ora, e pensare di essere davvero quello di cui abbiamo paura appena l ansia si attenua ma i pensieri rimangono. È stancante non capire chi si è ed essere costantemente confusi o cambiare idea su qualcosa gni dieci giorni.

esatto, sono arrivata ad un punto in cui non può succedere nulla e anche alla minima cavolata ritornano i pensieri intrusivi, e quando cerco di scacciarli una parte di me pensa "io ci ragionerei su, se ti vengono ci sarà un motivo". poi mi fa proprio vivere male, gia io di mio sono una persona ansiosa che punta sempre in alto e ho sempre avuto strane idee sull'amore e cose simili, non mi accontento diciamo sono molto ma molto esigente e la maggior parte dei ragazzi che ci hanno provato con me io li ho sempre rifiutati, un pò per un blocco personale che ho da molti anni e un pò perche sembravano non farmi effetto, mentre per quelli che non mi si filavano di striscio perdevo la testa. e adesso io metto in discussione tutto questo, dico "eh ma se li hai rifiutati magari è perche non ti piace stare con i ragazzi punto" e il brutto è che non ho neanche troppe esperienze su cui basarmi per dire di per certo si sono attratta dai ragazzi, perché a parte le classiche cotte e farfalle nello stomaco, la sfera della sessualità io non l'ho nemmeno mai sfiorata e questo non fa altro che alimentare la mia ossessione e ogni giorno mi chiedo "come fai ad essere sicura di essere davvero etero?" solo che non credo che tutti vivano nell'indecisione finché non fanno sesso e cose simili, e se non sentissi di volere in futuro un ragazzo da amare e con cui aprirmi, questi pensieri non sarebbero cosi intrusivi invece lo sono eccome perciò spero siano davvero ossessione mista a una forte paura, e non altro

Sei il mio ritratto, non c è nulla da fare!! Mi rivedo completamente in quello che dici.. Siamo fatti con lo stampino, l idea che mi si o fatta io è che siamo persone fin troppo sensibili e molto molto molto insicure di noi stesse, ognuno con le proprie esperienze. E credo che bisogni lavorare su quello in primis, la maggior parte delle persone che scrivono si sentono immature o hanno sempre avuto problemi a relazionarsi

fa tanto piacere sentirsi capita non sai quanto! spero solo di uscirne il più presto possibile e lo auguro a tutti quelli che ne soffrono perché è una cosa che porta allo sfinimento letteralmente. e ho solo 17 anni questo mi fa incavolare, fossi grande con più esperienze alle spalle forse sarei in grado di reagire di più, invece sono completamente impotente

Inviato da: cobra il Giovedì, 21-Mag-2020, 08:40
QUOTE (Trixi20 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
Se non impedisse di vivere non sarebbe doc! Mi spiego meglio: mi piace una ragazza allora ci provo o ci faccio fantasie, poi mi piace un ragazzo idem, sono eccitata se mio marito mi bacia non mi faccio paranoie perché ho voglia di farci l'amore ma in realtà non dovrei perché non sono sicura, e se lo sono sempre stata se ho sempre vissuto un'illusione se quella volta che ho voluto bene ad un amica era qualcos'altro mela pera banana caffè bla bla bla

Ciao.. Il problema che essendo tornato preponderantemente (come ho scritto nel mio racconto all'inizio) la libido verso la mia ragazza si è praticamente azzerata...

Inviato da: DRUMMER il Giovedì, 21-Mag-2020, 10:40
QUOTE (cobra @ Giovedì, 21-Mag-2020, 07:40)
QUOTE (Trixi20 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
Se non impedisse di vivere non sarebbe doc! Mi spiego meglio: mi piace una ragazza allora ci provo o ci faccio fantasie, poi mi piace un ragazzo idem, sono eccitata se mio marito mi bacia non mi faccio paranoie perché ho voglia di farci l'amore ma in realtà non dovrei perché non sono sicura, e se lo sono sempre stata se ho sempre vissuto un'illusione se quella volta che ho voluto bene ad un amica era qualcos'altro mela pera banana caffè bla bla bla

Ciao.. Il problema che essendo tornato preponderantemente (come ho scritto nel mio racconto all'inizio) la libido verso la mia ragazza si è praticamente azzerata...

hai una fidanzata? una vita affettiva? credimi stai molto meglio di quanto pensi....

Inviato da: Somersault il Giovedì, 21-Mag-2020, 11:55
QUOTE (DRUMMER @ Giovedì, 21-Mag-2020, 09:40)
hai una fidanzata? una vita affettiva? credimi stai molto meglio di quanto pensi....

Ma la pianti con ste sciocchezze?


Inviato da: DRUMMER il Giovedì, 21-Mag-2020, 12:14
QUOTE (Somersault @ Giovedì, 21-Mag-2020, 10:55)
QUOTE (DRUMMER @ Giovedì, 21-Mag-2020, 09:40)
hai una fidanzata? una vita affettiva? credimi stai molto meglio di quanto pensi....

Ma la pianti con ste sciocchezze?

non mi sembrano affatto sciocchezze, una parte della sua vita vive e si relaziona, il malessere non gli ha tolto tutto. Il doc in quel caso è qualcosa che disturba il normale flusso della vita. Quindi sa che è disturbato da qualcosa che non vuole. E' ben diverso..

Inviato da: Gjova il Giovedì, 21-Mag-2020, 12:26
QUOTE (cobra @ Domenica, 17-Mag-2020, 23:45)
ora purtroppo la mia corazza è stata perforata e questi pensieri intrusivi mi hanno trafitto il cuore

Bisognerebbe eliminare la corazza per capire se veramente questi pensieri hanno l'energia per trafiggere il "cuore"... fino ad ammazzarlo... potrebbe uscirne anche solo ferito...

Inviato da: Redbunny il Giovedì, 21-Mag-2020, 13:07
Cobra non mollare! So che è difficile ma prova a lasciare andare i pensieri...non trattenerli, non compulsarci, non provare nemmeno a ragionarci su..lascia scorrere. Io sto provando a fare così e sto un po' meglio. Quando i pensieri arrivano prova a pensare ad altro, sposta l'attenzione su qualcosa di piacevole. È un esercizio che ho imparato con la psicoterapia. La nostra mente è in grado di farlo. Ci vuole un po' di impegno ed allenamento ma funziona.

Inviato da: cobra il Giovedì, 21-Mag-2020, 23:56
QUOTE (DRUMMER @ Giovedì, 21-Mag-2020, 09:40)
QUOTE (cobra @ Giovedì, 21-Mag-2020, 07:40)
QUOTE (Trixi20 @ Mercoledì, 20-Mag-2020, 14:46)
Se non impedisse di vivere non sarebbe doc! Mi spiego meglio: mi piace una ragazza allora ci provo o ci faccio fantasie, poi mi piace un ragazzo idem, sono eccitata se mio marito mi bacia non mi faccio paranoie perché ho voglia di farci l'amore ma in realtà non dovrei perché non sono sicura, e se lo sono sempre stata se ho sempre vissuto un'illusione se quella volta che ho voluto bene ad un amica era qualcos'altro mela pera banana caffè bla bla bla

Ciao.. Il problema che essendo tornato preponderantemente (come ho scritto nel mio racconto all'inizio) la libido verso la mia ragazza si è praticamente azzerata...

hai una fidanzata? una vita affettiva? credimi stai molto meglio di quanto pensi....

In questo momento vorrei stare solo perché sono assente nei suoi confronti.... Il problema è che si avvicina a me io sto ancora più male perché non sento nessun tipo di trasporto...

Inviato da: cobra il Giovedì, 21-Mag-2020, 23:59
QUOTE (Gjova @ Giovedì, 21-Mag-2020, 11:26)
QUOTE (cobra @ Domenica, 17-Mag-2020, 23:45)
ora purtroppo la mia corazza è stata perforata e questi pensieri intrusivi mi hanno trafitto il cuore

Bisognerebbe eliminare la corazza per capire se veramente questi pensieri hanno l'energia per trafiggere il "cuore"... fino ad ammazzarlo... potrebbe uscirne anche solo ferito...

Sono completamente a terra.... Mi sembra di essere tornato a più di 10 anni fa.... Mi chiedo come sia possibile....

Inviato da: modusoperandi il Venerdì, 22-Mag-2020, 14:27
QUOTE (cobra @ Giovedì, 21-Mag-2020, 22:59)
Sono completamente a terra.... Mi sembra di essere tornato a più di 10 anni fa.... Mi chiedo come sia possibile....

“Vi faccio presente che prima che mi ricomparisse tutto, la fiducia in me stesso era crollata per tutta una serie di motivi.... È più di un anno che mi sento una nullità.”

Magari per questo? Crolla l’autostima, la consapevolezza della propria virilità torna a vacillare, di conseguenza crollano pure la libido e l’interesse verso il genere femminile ed ecco il riattivarsi della giostra delle ossessioni sessuali.

Fossi in te tornerei a bussare alla porta del tuo terapeuta.

Inviato da: cobra il Sabato, 23-Mag-2020, 13:52
Ciao Ragazzi sto veramente molto male....
Ma perché fino questi pensieri intrusivi erano molto distanti da me (e lo sono rimasti per diversi anni) mentre adesso mi rintronano nella testa? Essendo io un uomo è possibile che quella che considero attrazione per il pene maschile in realtà non sia vera? Quando vedo o penso al pene è come se dovessi aggrapparmici.... Erano diversi anni che non provavo più queste cose....
Ieri ho avuto un rapporto sessuale con la mia ragazza ma ho tanta paura.... Anche perché il fatto che comunque l'abbia avuto non significa nulla perché ci sono gay uomini che comunque hanno rapporto con le donne e raggiungono comunque l'eccitazione.... Quindi non è un deterrente....

Avrei voglia di morire.

Inviato da: cobra il Domenica, 24-Mag-2020, 11:05
Ragazzi io devo capire delle cose... Partendo dal presupposto che sin da bambino e adolescente le prime cotte e i primi amori sono sempre stati verso il genere femminile e che questo mi ha sempre attirato tanto.... Cioè è possibile che ora io nelle fasi più acute creda di essere attratto da un fallo eretto? O dal bel viso e dal corpo di un uomo? Durante il percorso di analisi che ho fatto 10 anni fa il terapeuta mi diceva che io paragonavo il pene metaforicamente sostanzialmente a un ramo a cui appendermi e con cui fondermi siccome ho sempre avuto poca fiducia in me stesso (e mi hanno sempre considerato una nullità) e quindi, così facendo, era come un appropriarmi delle sue qualità...

La mia ragazza se mi tocca mi diventa subito duro. Se vedo fuori delle donne e mi guardano queste non mi lasciano indifferenti...
Però ciò non è un deterrente perché comunque può capitare anche a gay di eccitarsi con le donne, quindi ciò non esclude la mia eventuale bi/omosessualità....
Ma allo stesso tempo se un bel gay che mi trasmettesse umiltà ci provasse con me non so cosa farei... Ci starei o non ci starei? Non lo so.... Se me lo aveste chiesto 1 o 2 anni fa vi avrei detto di no, ora potrei dirvi anche sì con una grande ansia addosso perché non vorrei tutto questo....

Questa cosa del fallo eretto negli ultimi 4 anni non mi dava più fastidio e terrore, provavo assolutamente repulsione come normalmente dovrebbe avvenire per un eterosessuale... Allora mi chiedo: alterno fasi di eterosessualità e bi/omosessualità a seconda dei periodo come ad esempio succedeva a Cecchi Paone?

Se pensiamo a Checchi Paone, Tiziano Ferro, Duncan James questi NON sono nati gay, all'inizio erano etero poi man mano lo sono diventati quindi credo che gay per forza non ci si nasce ma lo ci si può anche diventare... E queste personaggi hanno avuto prima della loro omosessualità rapporti (e anche figli) con donne quindi per forza avranno provato eccitamento con loro... Capite cosa voglio dire?......
Cioè come dicevo prima a questo punto una persona, anche se gay, si può eccitare anche con delle donne....


Vi prego di aiutarmi....

Inviato da: modusoperandi il Domenica, 24-Mag-2020, 14:39
QUOTE (cobra @ Domenica, 24-Mag-2020, 10:05)
1) La mia ragazza se mi tocca mi diventa subito duro. Se vedo fuori delle donne e mi guardano queste non mi lasciano indifferenti...
Però ciò non è un deterrente perché comunque può capitare anche a gay di eccitarsi con le donne, quindi ciò non esclude la mia eventuale bi/omosessualità....

2) Ma allo stesso tempo se un bel gay che mi trasmettesse umiltà ci provasse con me non so cosa farei... Ci starei o non ci starei? Non lo so.... Se me lo aveste chiesto 1 o 2 anni fa vi avrei detto di no, ora potrei dirvi anche sì con una grande ansia addosso perché non vorrei tutto questo....

3) Questa cosa del fallo eretto negli ultimi 4 anni non mi dava più fastidio e terrore, provavo assolutamente repulsione come normalmente dovrebbe avvenire per un eterosessuale... Allora mi chiedo: alterno fasi di eterosessualità e bi/omosessualità a seconda dei periodo come ad esempio succedeva a Cecchi Paone?

4) Se pensiamo a Checchi Paone, Tiziano Ferro, Duncan James questi NON sono nati gay, all'inizio erano etero poi man mano lo sono diventati quindi credo che gay per forza non ci si nasce ma lo ci si può anche diventare... E queste personaggi hanno avuto prima della loro omosessualità rapporti (e anche figli) con donne quindi per forza avranno provato eccitamento con loro... Capite cosa voglio dire?......
Cioè come dicevo prima a questo punto una persona, anche se gay, si può eccitare anche con delle donne....


Vi prego di aiutarmi....

1) Ah, tipico dei gay quello di avere erezioni al semplice tocco di una donna. Che poi, perché allora non fare il ragionamento inverso, ossia che un etero potrebbe anche avere dei rapporti “omo” o pensieri “omo” senza per questo essere “gay”?

2) Ah, perché un gay avrebbe ansia al solo pensiero che un “bel ragazzo” ci possa provare con lui? Che poi, che ne sai? Ti è mai capitato? Quando e se capiterà vedrai il da farsi (probabilmente ti terresti a 2 km di distanza considerando lo stato attuale della tua ossessione).

3) Perché, tu sei amico intimo di Cecchi Paone per poter affermare con certezza che alternava fasi etero a fasi omo?😂 Ma dai ragazzi... Quello è un tizio che ha dichiarato tutto ed il contrario di tutto... faceva tanto il “divulgatore scientifico” con la puzza sotto il naso, sempre pronto ad ironizzare (giustamente direi) sulla pochezza di contenuti del palinsesto televisivo nostrano e poi si è fatto i peggio reality ed ha partecipato ad ogni genere di trashata televisiva. Come si può dare credibilità ad una persona del genere? Ah, per la cronaca, lui si definisce felicemente gay e ha più volte ribadito che non tornerebbe mai ad una vita da etero. Dove starebbe l’alternanza tra la fase etero e quella omo? Ha semplicemente avuto un rapporto omo e contestualmente si è innamorato dell’allora amico. Da lì in poi (a quanto lessi) ha scelto di orientarsi verso gli uomini, senza crisi d’ansia o pensieri ossessivi così invalidanti da spingerlo a chiedere aiuto in un forum online.
Che poi, mi spieghi cosa ci dovrebbe essere di diverso rispetto a dieci anni fa? Sono i soliti pensieri e le solite sensazioni che tornano a farti visita nei momenti di incertezza e depressione. Sei un utente di vecchia data, avrai avuto modo di constatare come gli stessi pensieri siano passati per la mente di centinaia di altri utenti.

4) E aridaje... ma tu che ne sai di cosa c’avessero in testa? Perché, scusa, Ricky Martin non aveva la fidanzata di copertura? La quale declamava le sue doti da stallone sotto le lenzuola... e poi, toh! Ricky si è “accorto” di essere omo, si è sposato ed ha pure adottato dei bambini.
Ma perché poi prendi quelle tre/quattro persone famose che fanno comodo alla tua ossessione e non prendi tutte le altre celebrità che hanno dichiarato di aver avuto esperienze omo ma di aver preferito i rapporti etero (un elenco sconfinato)?

Sai, comunque, qual è la reale differenza tra te e la gente che hai nominato? Che a te questa roba ti fa stare da schifo, mentre loro vivono una vita felice, soddisfatti di ciò che sono.

P.S. Ribadisco caldamente il consiglio di tornare a fare quattro chiacchiere col terapeuta.

Inviato da: anonima7482 il Domenica, 24-Mag-2020, 14:57
non fa una piega il tuo ragionamento, potrebbe anche tranquillizzarmi ma io mi faccio prendere il doppoo dal panico per il fatto che non ho mai avuto vere e proprie esperienze con il sesso opposto a causa della mia insicurezza. quindi non ho nenanche la carta del "si i ragazzi mi eccitano perciò perché farsi questi dubbi", quando non ho mai avuto una vera e propria attrazione sessuale, solo le solite cotte, farfalle nello stomaco, stop. eppure dal nulla è iniziato questo inferno, alimentato anche dal fatto che sono una di quelle ragazze che se deve vedere dei film porno e scusate la delicatezza, preferisce mille volte quelli lesbo a quelli etero, per mille motivi. non che desideri essere in quella situazione, assolutamente, ma mi immedesimo molto di piu rispetto nei video etero dove è tutto quasi violento e sbrigativo. so che la maggior parte delle donne hanno queste fantasie e preferenze, pur essendo etero ma a me questa cosa mi uccide, inesperienza con i ragazzi più questo è davvero troppo per me e ogni giorno è un continuo testarmi, rimuginare, immaginarmi in scenari omosessuali che mi infliggono un senso di panico e ansia inspiegabile. e peggio di tutto ho zero esperienze alle spalle, e perciò sembra piu che sensata la domanda continua nella mia testa "si ma metti che ti scopri lesbica, che fai?". va avanti da mesi, non ne posso piu

Inviato da: modusoperandi il Domenica, 24-Mag-2020, 15:20
QUOTE (anonima7482 @ Domenica, 24-Mag-2020, 13:57)
1) non ho mai avuto vere e proprie esperienze con il sesso opposto a causa della mia insicurezza.


2) solo le solite cotte, farfalle nello stomaco, stop. eppure dal nulla è iniziato questo inferno,


3) alimentato anche dal fatto che sono una di quelle ragazze che se deve vedere dei film porno e scusate la delicatezza, preferisce mille volte quelli lesbo a quelli etero, per mille motivi. non che desideri essere in quella situazione, assolutamente, ma mi immedesimo molto di piu rispetto nei video etero dove è tutto quasi violento e sbrigativo. so che la maggior parte delle donne hanno queste fantasie e preferenze, pur essendo etero ma a me questa cosa mi uccide, inesperienza con i ragazzi più questo è davvero troppo per me e ogni giorno è un continuo testarmi, rimuginare, immaginarmi in scenari omosessuali che mi infliggono un senso di panico e ansia inspiegabile. e peggio di tutto ho zero esperienze alle spalle, e perciò sembra piu che sensata

4) la domanda continua nella mia testa "si ma metti che ti scopri lesbica, che fai?". va avanti da mesi, non ne posso piu

1) Ecco, il fulcro del tuo problema molto probabilmente è questo. Lavora sulla tua timidezza/insicurezza e cerca un ragazzo che ti sappia sbloccare.

2) E ti pare poco? PSICO D.gif Il desiderio sessuale (per le donne) viene quasi sempre dopo... prima ci sono le farfalle nello stomaco. Io, poi, non sottovaluterei l’ansia legata alla prima volta.

3) Molte donne preferiscono il porno lesbo per i motivi che giustamente hai espresso tu; per esperienza personale sono le più femminili (e sicuramente anche più attraenti agli occhi di un uomo).

4) E metti caso che domani un meteorite colpisse la terra cosa faresti? Non potresti farci nulla, sbaglio? Ma siccome è un’eventualità e non una certezza, non sarebbe più proficuo continuare a vivere? Mi spiego?

Inviato da: anonima7482 il Domenica, 24-Mag-2020, 15:26
si hai ragione su tutto, il problema è che la semplice eventualità mi spaventa a morte. ma devo lavorarci su e non darci peso. grazie mille per la risposta davvero

Inviato da: cobra il Domenica, 24-Mag-2020, 17:29
QUOTE (modusoperandi @ Domenica, 24-Mag-2020, 13:39)
QUOTE (cobra @ Domenica, 24-Mag-2020, 10:05)
1) La mia ragazza se mi tocca mi diventa subito duro. Se vedo fuori delle donne e mi guardano queste non mi lasciano indifferenti...
Però ciò non è un deterrente perché comunque può capitare anche a gay di eccitarsi con le donne, quindi ciò non esclude la mia eventuale bi/omosessualità....

2) Ma allo stesso tempo se un bel gay che mi trasmettesse umiltà ci provasse con me non so cosa farei... Ci starei o non ci starei? Non lo so.... Se me lo aveste chiesto 1 o 2 anni fa vi avrei detto di no, ora potrei dirvi anche sì con una grande ansia addosso perché non vorrei tutto questo....

3) Questa cosa del fallo eretto negli ultimi 4 anni non mi dava più fastidio e terrore, provavo assolutamente repulsione come normalmente dovrebbe avvenire per un eterosessuale... Allora mi chiedo: alterno fasi di eterosessualità e bi/omosessualità a seconda dei periodo come ad esempio succedeva a Cecchi Paone?

4) Se pensiamo a Checchi Paone, Tiziano Ferro, Duncan James questi NON sono nati gay, all'inizio erano etero poi man mano lo sono diventati quindi credo che gay per forza non ci si nasce ma lo ci si può anche diventare... E queste personaggi hanno avuto prima della loro omosessualità rapporti (e anche figli) con donne quindi per forza avranno provato eccitamento con loro... Capite cosa voglio dire?......
Cioè come dicevo prima a questo punto una persona, anche se gay, si può eccitare anche con delle donne....


Vi prego di aiutarmi....

1) Ah, tipico dei gay quello di avere erezioni al semplice tocco di una donna. Che poi, perché allora non fare il ragionamento inverso, ossia che un etero potrebbe anche avere dei rapporti “omo” o pensieri “omo” senza per questo essere “gay”?

2) Ah, perché un gay avrebbe ansia al solo pensiero che un “bel ragazzo” ci possa provare con lui? Che poi, che ne sai? Ti è mai capitato? Quando e se capiterà vedrai il da farsi (probabilmente ti terresti a 2 km di distanza considerando lo stato attuale della tua ossessione).

3) Perché, tu sei amico intimo di Cecchi Paone per poter affermare con certezza che alternava fasi etero a fasi omo?😂 Ma dai ragazzi... Quello è un tizio che ha dichiarato tutto ed il contrario di tutto... faceva tanto il “divulgatore scientifico” con la puzza sotto il naso, sempre pronto ad ironizzare (giustamente direi) sulla pochezza di contenuti del palinsesto televisivo nostrano e poi si è fatto i peggio reality ed ha partecipato ad ogni genere di trashata televisiva. Come si può dare credibilità ad una persona del genere? Ah, per la cronaca, lui si definisce felicemente gay e ha più volte ribadito che non tornerebbe mai ad una vita da etero. Dove starebbe l’alternanza tra la fase etero e quella omo? Ha semplicemente avuto un rapporto omo e contestualmente si è innamorato dell’allora amico. Da lì in poi (a quanto lessi) ha scelto di orientarsi verso gli uomini, senza crisi d’ansia o pensieri ossessivi così invalidanti da spingerlo a chiedere aiuto in un forum online.
Che poi, mi spieghi cosa ci dovrebbe essere di diverso rispetto a dieci anni fa? Sono i soliti pensieri e le solite sensazioni che tornano a farti visita nei momenti di incertezza e depressione. Sei un utente di vecchia data, avrai avuto modo di constatare come gli stessi pensieri siano passati per la mente di centinaia di altri utenti.

4) E aridaje... ma tu che ne sai di cosa c’avessero in testa? Perché, scusa, Ricky Martin non aveva la fidanzata di copertura? La quale declamava le sue doti da stallone sotto le lenzuola... e poi, toh! Ricky si è “accorto” di essere omo, si è sposato ed ha pure adottato dei bambini.
Ma perché poi prendi quelle tre/quattro persone famose che fanno comodo alla tua ossessione e non prendi tutte le altre celebrità che hanno dichiarato di aver avuto esperienze omo ma di aver preferito i rapporti etero (un elenco sconfinato)?

Sai, comunque, qual è la reale differenza tra te e la gente che hai nominato? Che a te questa roba ti fa stare da schifo, mentre loro vivono una vita felice, soddisfatti di ciò che sono.

P.S. Ribadisco caldamente il consiglio di tornare a fare quattro chiacchiere col terapeuta.

Modusoperandi io ti ringrazio di cuore per le tue parole, credimi ti ringrazio veramente tanto tanto.... Di cuore.......

Ma con l'attrazione del fallo eretto come la mettiamo?......
È vero lo sperimentai già anni fa ma non ricordo come lo superai e la fissa del pene andò praticamente via.... Forse perché prendevo farmaci che mi tiravano via i pensieri intrusivi?

Inviato da: cobra il Domenica, 24-Mag-2020, 17:55
QUOTE (anonima7482 @ Domenica, 24-Mag-2020, 13:57)
non fa una piega il tuo ragionamento, potrebbe anche tranquillizzarmi ma io mi faccio prendere il doppoo dal panico per il fatto che non ho mai avuto vere e proprie esperienze con il sesso opposto a causa della mia insicurezza. quindi non ho nenanche la carta del "si i ragazzi mi eccitano perciò perché farsi questi dubbi", quando non ho mai avuto una vera e propria attrazione sessuale, solo le solite cotte, farfalle nello stomaco, stop. eppure dal nulla è iniziato questo inferno, alimentato anche dal fatto che sono una di quelle ragazze che se deve vedere dei film porno e scusate la delicatezza, preferisce mille volte quelli lesbo a quelli etero, per mille motivi. non che desideri essere in quella situazione, assolutamente, ma mi immedesimo molto di piu rispetto nei video etero dove è tutto quasi violento e sbrigativo. so che la maggior parte delle donne hanno queste fantasie e preferenze, pur essendo etero ma a me questa cosa mi uccide, inesperienza con i ragazzi più questo è davvero troppo per me e ogni giorno è un continuo testarmi, rimuginare, immaginarmi in scenari omosessuali che mi infliggono un senso di panico e ansia inspiegabile. e peggio di tutto ho zero esperienze alle spalle, e perciò sembra piu che sensata la domanda continua nella mia testa "si ma metti che ti scopri lesbica, che fai?". va avanti da mesi, non ne posso piu

Anonima 7482 tu considera che la mia ragazza mi ha ammesso che a lei eccita lo scissor e che tempo fa si masturbava con quello. E me l'ha detto molto serenamente senza alcuna ansia o dramma....

Inviato da: Silly il Domenica, 24-Mag-2020, 18:02
Cobra ti capisco.
Capisco tutto. Capisco la paura costante, il pensiero h24, l'apatia, i dubbi, le incertezze.

Io dopo 30 anni di vita dove spontaneamente sono sempre stata attratta dagli uomini, ora sono bloccata completamente.
Ho ansia h24, sembro diventata una persona diversa, mi sento persino mascolina, meno femminile, il pensiero è costante tutto il giorno.
Quando si parla di uomini e di sesso ho il panico, se posso dire quasi con certezza che le donne non mi interessano, ora però sembro aver perso completamente l'interesse per gli uomini.
E la cosa che mi fa stare da cani è che ormai sono proprio sensazioni, accompagnate dall'ansia e dai pensieri.
Tipo ieri sera con le amiche parlavamo di un argomento delicato, allora una di loro ha detto per sdrammatizzare "ok raga ora basta, parliamo di cazzi" e a me è salito il panico perché mi sembrava dovessi sforzarmi. È assurdo non mi è mai successo tutto questo in 30 anni.

Mi sento asessuata. Libido a zero. Alterno giorni dove penso di essere lesbica, altri in cui penso di voler essere un uomo, altri in cui sto meglio.
Se penso a me a far l'amore con il mio ragazzo mi viene il panico.
Se penso a me innamorata mi viene il panico.
Come se ormai conoscessi solo l'ansia come unica emozione.
Sono anedonica e apatica.

Eppure c'è una parte di me che non vuole lasciar andare questo meccanismo....

Può l'autosuggestione fare tutto questo?

Inviato da: davideapache il Domenica, 24-Mag-2020, 18:46
Cobra le tue sono solo fisse. Cura la tua ossessione e questa fissa per il pene scomparirà, fidati. Io ho un doc altalenante e mi rendo conto che quando sto bene non ho alcun pensiero.

Inviato da: davideapache il Domenica, 24-Mag-2020, 18:49
l problema è che voi vi fissate su cosa pensate e provate rinforzando l'ansia. Invece dovete fregarvene. So che è difficile ma dovete provarci, che vi costa? Vi assicuro che piano piano queste fisse perderanno potere, ma solo se voi non date potere ai vostri pensieri.

Inviato da: cobra il Domenica, 24-Mag-2020, 21:02
QUOTE (Silly @ Domenica, 24-Mag-2020, 17:02)
Cobra ti capisco.
Capisco tutto. Capisco la paura costante, il pensiero h24, l'apatia, i dubbi, le incertezze.

Io dopo 30 anni di vita dove spontaneamente sono sempre stata attratta dagli uomini, ora sono bloccata completamente.
Ho ansia h24, sembro diventata una persona diversa, mi sento persino mascolina, meno femminile, il pensiero è costante tutto il giorno.
Quando si parla di uomini e di sesso ho il panico, se posso dire quasi con certezza che le donne non mi interessano, ora però sembro aver perso completamente l'interesse per gli uomini.
E la cosa che mi fa stare da cani è che ormai sono proprio sensazioni, accompagnate dall'ansia e dai pensieri.
Tipo ieri sera con le amiche parlavamo di un argomento delicato, allora una di loro ha detto per sdrammatizzare "ok raga ora basta, parliamo di cazzi" e a me è salito il panico perché mi sembrava dovessi sforzarmi. È assurdo non mi è mai successo tutto questo in 30 anni.

Mi sento asessuata. Libido a zero. Alterno giorni dove penso di essere lesbica, altri in cui penso di voler essere un uomo, altri in cui sto meglio.
Se penso a me a far l'amore con il mio ragazzo mi viene il panico.
Se penso a me innamorata mi viene il panico.
Come se ormai conoscessi solo l'ansia come unica emozione.
Sono anedonica e apatica.

Eppure c'è una parte di me che non vuole lasciar andare questo meccanismo....

Può l'autosuggestione fare tutto questo?

Anche io ora se penso di avere un rapporto sessuale con la mia ragazza mi sento male per i sensi di colpa.... Tipo che alla fine non è ciò che voglio perché in realtà vorrei averlo con un uomo.

Inviato da: Alga34 il Martedì, 26-Mag-2020, 14:01
Mi riconosco un sacco in quello che dici, per me ad esempio tutto é nato proprio perché mi ero invaghita di un ragazzo omosessuale e da lì un sacco di paranoie, assurdo veramente! Anche la psicologa da cui vado ormai da molto tempo mi ha già detto chiaramente che sono pensieri fuorvianti eppure é come se ogni cosa che facessi la testo, ad esempio un qualunque apprezzamento nei confronti di una persona del mio stesso sesso mi blocca! Anch'io non riuscivo più a vedere le mie amiche, anche se non avevo mai provato alcuna attrazione nei loro confronti prima, andando in giro mi chiedevo se fossi attratta o no, in continuazione, un vero incubo. Ora ad esempio, in questo periodo, non ho più l'ansia e quindi mi dico "allora se non ho l'ansia é come se avessi interiorizzato tutto quello che penso, magari una parte del mio cervello l'ha assorbita in qualche modo" e mi rendo conto che in realtà é assurdo ma sono tutte trappole del doc.
Non hai l'ansia? Allora sei quello che pensi
Hai l'ansia? Allora sei quello che pensi
In ogni caso il pensiero ha sempre ragione, é tutto una conferma in ogni caso. Tra l'altro mi vengono mille pensieri ad esempio prima penso che voglio una mia famiglia, con figli e un marito, come ho sempre voluto fin da piccola, poi mi dico "e se non fosse vero? Non provo nessuna ansia al pensiero di altro ormai" e poi "non vorrei esserlo ma se non sento più sensazioni negative allora lo sono" o ancora "oddio magari non mi sento esattamente uguale a chi ha il doc, sarà davvero doc?" e poi "non sento più la gioia che ho sentito la prima volta quando ho scoperto l'esistenza del doc,e se fossi davvero ciò che pensi?" e via dicendo. La cosa più bella é che le "persone normali" non provano nessuna ansia a questi pensieri eppure non lo sono e fra l'altro prima che anche a me venisse il primo dubbio anche a me scivolava addosso e passavo oltre se qualcuno raccontava esperienze del genere... Adesso invece quando passa tutto senza ansia mi preoccupo perché mi sento strana. È come se l'ansia diventasse un'emozione di cui non puoi più fare a meno, infatti anche la mia dottoressa ha detto che adesso la mia "indifferenza" a questi pensieri mi provoca quasi una sensazione di sorpresa, tanto si diventa assuefatti all'ansia.
La mia fortuna é stata che la mia psico ha subito escluso che fossero reali pensieri ma al contrario ha avuto l'impressione che avessi un "rifiuto" nei confronti dei ragazzi perché a causa di esperienze passate li associavo a dolore o comunque emozioni negative. Ha detto che questi pensieri erano quasi un modo di prevenire il potenziale dolore che sarebbe derivato da un rifiuto e anche un modo di elaborare alcune esperienze passate.

Inviato da: Marco_ptr il Mercoledì, 27-Mag-2020, 21:06
Scusa se mi permetto, ma quando parli di fobia sociale a cosa ti riferisci in particolare?

Inviato da: cobra il Domenica, 07-Giu-2020, 10:56
Ciao Ragazzi... Vi ringrazio tutti quanti per i consigli che mi date e l'aiuto che mi dimostrate...

2 cose vorrei dirvi....

La prima è questa. Sto molto molto male... Oltre che l'immagine del pene che sembra piacermi nell'avere rapporti con esso, sto andando mi sta causando un dolore interno enorme se colgo umiltà e dolcezza da parte dei conoscenti di sesso maschile.... L'altro ieri a una cena con delle persone ho notato la dolcezza di un ragazzo sul quale, essendo mio conoscente, non avevo mai fatto nessun tipo di pensiero e non avevo mai notato questa sua caratteristica. Lui è fidanzato con una ragazza e parlava del fatto che nella coppia è lui che cucina e che prepara da mangiare. L'ha detto con molta dolcezza questa cosa... Al che io mi sono immaginato di stare con lui e ho immaginato di convivere con lui per questa sua dolcezza che avevo notato e la cosa mi ha angosciato.... Sono stato malissimo.... Stavo malissimo perché non capivo se mi piaceva o meno, se effettivamente avessi voluto un uomo come lui al mio fianco invece che la mia ragazza.... Avevo voglia di piangere e urlare..... Inoltre mi sono quindi immaginato come mi comporterei se ci provasse con me un bel ragazzo che fosse gay e che mi manifestasse dolcezza come nell'episodio che vi ho raccontato. E mi sembra di morire perché non so rispondere su cosa farei: proverei a vedere come sarebbe un rapporto con lui oppure mi tirerei indietro? Non lo so.... Questa cosa mi fa letteralmente andare giù di testa.... Mi fa malissimo..... Vi sottolineo il fatto che se veramente un gay bello, umile e dolce ci provasse sarebbe indicibile il dolore mio interno perché ovviamente se l'altra persona è eterosessuale al massimo sono io che fantastico nei suoi confronti quindi rimane fantasia ovvero lui con me non ci prova... Ma se appunto al contrario concretamente nella realtà ci fosse un bel gay e pure dolce che ci provasse con me ciò sarebbe la mia condanna a morte... Capite perché?

Dal 2014 al a pochi mesi fa sono stati 5 anni in cui pensieri del genere non li facevo più ed ero felice nel mio orientamento eterosessuale... Ora è tornato tutto come negli anni dal 2003 al 2013 appunto: è tornato a bussare alla mia porta qualcosa di me che ho voluto a tutti i costi reprimere ma che essendo parte di me viene fuori?
Anche perché vi aggiungo ciò: in passato (dal 2003 al 2010), nonostante i pensieri intrusivi omo, il fatto che poi trovassi interesse mentale e fisico nei confronti delle donne mi riportava su di morale e mi dava respiro. Ora la stessa identica cosa comunque mi lascia in uno stato apatico, è come mi fossi abituato a questa cosa che non mi da più la voglia di sperare, la tranquillità e positivita di un tempo. È come se l'interesse mentale e fisico nel confronti del genere femminile sia appunto diventato scontato ed esso non basti più a riportarmi di buon umore...



La seconda che ho fatto è questa... Ho fatto la seguente considerazione: nel doc omo si dice praticamente di tenere presente per aiutarsi a uscirne che durante le scene incriminate quello che si prova è ansia e di conseguenza stiamo immaginandoci qualcosa che in realtà non vorremmo realmente.
Bene... Detto ciò la considerazione che faccio è la seguente: quando ho i pensieri intrusivi a me l'ansia viene perché vedo distrutta l'immagine che ho e che avrei voluto di me (eterosessuale), immagino che ovviamente, accettando la mia omosessualità, dovrò lasciare la mia ragazza e cambiare tutta la mia vita, ecc ecc.... Quindi l'ansia è per quello che comporta il cambiamento del mio orientamento ma non perché ho la percezione netta che mi fa schifo quello che sento durante i pensieri intrusivi.... Se mi facesse schifo nitidamente penso che avrei anche già risolto il mio problema...
Ovviamente questo che vi ho appena scritto è un pò preoccupante, non trovate? Avete capito cosa intendo?


Grazie a tutti dal più profondo del cuore, vi abbraccio forte...

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)