Versione stampabile della discussione
Clicca qui per visualizzare questa discussione nel suo formato originale
PSICO > Fobia sociale > Rabbia Verso Gli Altri


Inviato da: Klaus1 il Venerdý, 03-Mag-2019, 17:36
La mia fobia sociale, in concomitanza con doc e altre cose psichiche e fisiche, si Ŕ tradotta negli anni in misantropia, e a volte anche misoginia e maschilismo.

Ho molta rabbia per ci˛ che il mondo non mi ha dato... in ogni campo. Prima aveva solo paura degli altri, ora provo sentimenti di ostilitÓ il passo Ŕ breve, infatti la parola fobia spesso indica paura irrazionale che genera odio, ad es. si vede nelle parole omofobia, xenofobia, ecc.

Se mi dicono che Ŕ colpa anche mia, io che sono stanco, reagisco con ancora pi¨ rabbia e ostilitÓ, vorrei un colpo di vento forte che costringesse tutto a cambiare.

Inviato da: Impazzita il Venerdý, 30-Ago-2019, 10:16
Non vorrei improvvisarmi psicologa ma credo che a lungo a dare qualsiasi convivenza forzata porti all'esasperazione e addirittura all'odio.

Per i fobici il prossimo Ŕ giÓ di per sÚ un problema, se poi ci metti il dover a tutti i costi averci a che fare, a casa, a lavoro, ecc. e sorbirsi anche i comportamenti sbagliati (tipo la gente incivile che sporca, la gente che abbocca a tutte le ca**ate che dicono i politici e li vota, gente che proprio fisicamente ti toglie gli spazi, ecc.) Ŕ chiaro che si arrivi ad un punto in cui il disturbo (leggi prossimo) diventa insostenibile.

Io credo che questo sovraffollamento sia un problema e non le persone che non gli si adattano.

Hai mai sentito parlare della "fogna del comportamento"?

Powered by Invision Power Board (http://www.invisionboard.com)
© Invision Power Services (http://www.invisionpower.com)