Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Insonnia Cronica, nuovo iscritto
 
darkmoon
  Inviato il: Lunedì, 22-Apr-2019, 23:48
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



Buonasera amici insonni, mi sono iscritto da poco su questo forum!

cerco di presentarmi brevemente: sono in crisi con il sonno da moltissimi anni ormai, ma da più di due anni a questa parte sono peggiorato terribilmente e ora, se non assumo i miei farmaci come da prescrizione, la notte rischio di non chiudere occhio neppure per mezz'ora...

Chi vive il mio stesso incubo?
Cerco confronto, suggerimenti (ovviamente tenendo presente che si può parlare di esperienza, nessuno deve fare il medico online) e, volendo, sarò felice di aiutare con qualche consiglio o idea altri utenti.

Ciao, e buon riposo (sperando in Morfeo!)
PSICO smile.gif
PMEmail Poster
Top
 
Pelle310
Inviato il: Mercoledì, 24-Apr-2019, 11:00
Quote Post


flash of lightning
***


Messaggi: 2.794
Utente Nr.: 12.701
Iscritto il: 10-Set-2013



Ciao Darkmoon benvenuto.
Sei in buona compagnia, anche io ho un rapporto con Morfeo traballante.
Ho iniziato ad avere problemi col dormire nel lontano 2003. La mia insonnia veniva e se ne andava a seconda del periodo.
Dal 2010 al 2012, il mio periodo magico, dormivo senza assumere nulla e anche se dormivo 6 ore e mezzo stavo bene. Dal 2013 (gli anni con il 3 mi portano sfortuna a quanto pare) ho attraversato il periodo più buio della mia vita: è subentrata la depressione!
Da allora sono in cura con i farmaci sia per depressione che per dormire. Attualmente sto facendo sia una terapia psicologica che farmacologica.
Giusto per curiosità, che farmaci assumi? sei seguito da qualcuno?
DI suggerimenti ti consiglio di mangiare leggero a cena, di assumere del magnesio che distende i muscoli e ascoltare musica o leggere un libro. La tisana può aiutare più che altro come rituale della buona notte, per chi soffre di grave insonnia è solo acqua colorata.


--------------------
"Siamo tutti angeli fino a quando non passiamo dall'inferno."
"L'esperienza è il nome che gli uomini danno ai propri errori" Oscar Wilde
"Nessun maggior dolore ricordarsi del tempo felice nella miseria" Inferno Canto V Dante
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
darkmoon
Inviato il: Giovedì, 25-Apr-2019, 12:23
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



Buongiorno Pelle, ti ringrazio molto, intanto, per il benvenuto qui! PSICO D.gif

io purtroppo "vanto" una storia ormai quasi trentennale di disturbi del sonno, perché ho iniziato ad avere problemi sin da molto piccolo, ricordo ancora quando gli insegnanti chiedevano alla mia famiglia il motivo per il quale spesso fossi stanco o poco concentrato a scuola, questo come parentesi storica più remota...

Diciamo che nella mia vita ho dovuto combattere molto, tantissimi dispiaceri, traumi e lutti, poi problemi fisici piuttosto invalidanti. Un'infanzia difficile sotto certi aspetti, a partire dal rapporto complesso con i miei genitori, ma qui ci sarebbe da scrivere un libro a parte.

La mia insonnia, comunque, è molto altalenante e sembra avere andamento ciclico: fasi positive dove mi basta un antistaminico o una benzodiazepina e fasi più gravi dove, se non assumo neurolettici o antidepressivi triciclici, potrei non dormire affatto, osservando il Sole albeggiare dalla finestra!
PMEmail Poster
Top
 
darkmoon
Inviato il: Giovedì, 25-Apr-2019, 12:27
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



Rispondo alle tue domande: sono stato seguito da un neuropsichiatra (ritengo queste figure molto valide per quanto concerne l'insonnia) che mi ha diagnosticato una insonnia in parte di tipo "ansioso" (nel senso che ho sviluppato una paradossale paura verso il letto, con il timore di non chiudere occhio mentre le ore passano) ma, proprio in quanto neurologo, mi ha anche detto che soffro primariamente di uno squilibrio ipotalamico, nell'asse dell'epifisi, perché è come se io stessi sempre sotto "fuso orario"! In pratica, io vado totalmente totalmente a ruota libera con gli orari, perché il mio cervello non segue una normalità circadiana... Non so se ho reso, c'è una tendenza alla posticipazione del mio sonno naturale che non si riesce a ristabilire naturalmente.

Psicoterapia ne ho fatta, applico la mindfulness e lavoro sul respiro, uso le regole del sonno che mi sono state insegnate in ricovero presso una clinica specializzata in disturbi del sonno, non fumo e non tocco caffè/tè etc, evito gli schermi luminosi o la TV in tarda serata, evito cibi proteici o troppo dolci, la mia vitamina D ematica è altissima e ho tentato in passato anche con la sola melatonina per cercare di stabilire un ritmo... Ma nulla di fatto!
PMEmail Poster
Top
 
blake
Inviato il: Giovedì, 25-Apr-2019, 12:39
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 166
Utente Nr.: 12.062
Iscritto il: 10-Mag-2013



La mia insonnia dipendeva da astinenza di olanzapina che per un certo periodo aveva sostituito il risperidone e la paroxetina. Da quando ho ripreso questi ultimi farmaci l'insonnia è svanita. Ti consiglio di ricordare quali psicofarmaci hai preso negli ultimi 20 anni e di provare a riprenderli se non sono scaduti in modo da verificare se la tua insonnia è astinenza da qualche psicofarmaco.


--------------------
«Se le porte della percezione fossero purificate, tutto apparirebbe all'uomo come in effetti è, infinito.»
William Blake

Un fratello chiese ad abba Matoes: "Cosa devo fare? La mia lingua mi procura afflizione: quando vado in mezzo agli uomini, non riesco a trattenerla, ma li giudico in rapporto alle opere buone e li accuso. Che cosa devo fare dunque?". L'anziano gli rispose: "Fuggi nella solitudine, perché questa è debolezza! Chi vive con dei fratelli, infatti, non deve essere un quadrato, ma un cerchio, per poter rotolare incontro a tutti". E aggiunge l'anziano: "Non per virtu` vivo in solitudine, ma per debolezza: forti, infatti, sono quelli che vanno in mezzo agli uomini".

Detti editi e inediti dei Padri del deserto
PMEmail Poster
Top
 
darkmoon
Inviato il: Giovedì, 25-Apr-2019, 16:29
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 160
Utente Nr.: 19.337
Iscritto il: 22-Apr-2019



Ciao Blake, grazie per questa interessante osservazione!

Diciamo che è molto complesso per me capirlo, perché di farmaci ne ho provati davvero parecchi, però posso già affermare con certezza assoluta una cosa: io ho iniziato ad assumere psicofarmaci soltanto da circa cinque anni, prima mai, eppure già soffrivo di insonnia da svariato tempo...

Ora, la lista da fare sarebbe bella lunga, perciò è difficile stabilire il rapporto causa-effetto! So solamente che io sto prendendo i farmaci che bene o male mi hanno da sempre aiutato, discriminandoli così dai tanti che ho provato senza particolari risultati. Potrei senza dubbio escludere di essere rimasto assuefatto ancora a certi ipnotici cui io non rispondevo, poiché li ho subito dismessi, dopo pochi giorni insomma.

Devo precisare che la mia insonnia è bella tosta, assumo farmaci che normalmente stenderebbero un capodoglio o comunque farebbero dormire per una intera settimana qualsiasi persona comune! Ho bisogno letteralmente di molecole che mi stendano, mi diano una vera e propria botta in testa, per poter chiudere occhio in certe nottate da incubo. PSICO giveup.gif Doh!.gif
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0808 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]