Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Astinenza Da Antidepressivi (paroxetina, Ssri...), Riduzione o sospensione antidepressivi
 
Fiammetta Cosci
Inviato il: Mercoledì, 27-Set-2017, 11:48
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 23
Utente Nr.: 18.554
Iscritto il: 27-Set-2017



Buongiorno,

La ricerca scientifica da tempo suggerisce che la riduzione o sospensione, sia graduale che brusca, di antidepressivi determina la comparsa di sintomi astinenziali, tra i quali depressione, debolezza, stanchezza, vertigini, formicolii, scosse, confusione, ansia, agitazione, insonnia, depersonalizzazione.

Solitamente il paziente interpreta questi sintomi come una ricomparsa della malattia in seguito alla riduzione della terapia. Al contrario, questo fenomeno è stato descritto e studiato come causato dall’astinenza da antidepressivi.

Il mio gruppo di ricerca presso l'Università degli Studi di Firenze se ne occupa da alcuni anni ed ha messo a punto un'intervista ("Diagnostic Clinical Interview for Drug Withdrawal 1 SSRI and SNRI") che consente di formulare una precisa diagnosi in merito.

Se desiderate avere una valutazione gratuita, siamo disponibili a somministrare l'intervista faccia a faccia o via Skype, offrendo la possibilità di ottenere una diagnosi di certezza.
Per noi sarebbe inoltre utile per raccogliere dati scientifici e progredire nella conoscenza di questo tema ancora troppo poco esplorato.

Maggiori informazioni sull'astinenza da antidepressivi sono disponibili alla nostra pagina Gruppo di ricerca Smettere gli psicofarmaci - Università degli Studi di Firenze.

Un saluto cordiale,

Fiammetta Cosci
Professore Associato in Psicologia Clinica
Dipartimento di Scienze della Salute, Università degli Studi di Firenze
PMEmail Poster
Top
 
Mariav
Inviato il: Giovedì, 28-Set-2017, 10:47
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 140
Utente Nr.: 18.351
Iscritto il: 16-Lug-2017



Buongiorno dottoressa,
la sua ricerca riguarda solo chi, dopo aver preso psicofarmaci, ne sta riducendo o sospendendo l'uso, giusto? Al momento personalmente non posso partecipare perché ancora in cura, ma colgo l'occasione per ringraziare lei e il suo gruppo di ricerca per il vostro lavoro, perché è di sicuro prezioso per noi pazienti, dato che la fase di terapia di cui vi occupate causa spesso problemi, come si può notare da quanto viene scritto qui sul forum. Grazie per l'attenzione, spero che il vostro esempio venga seguito, e che la ricerca scientifica progredisca nella comprensione e cura dei nostri disturbi. Buon lavoro
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1058 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]