Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) 1 [2]   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Doc Omosessuale, Pseudo attrazioni
 
Mm333x
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 01:39
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 27
Utente Nr.: 18.740
Iscritto il: 11-Gen-2018



QUOTE (Zommy The Fighter @ Martedì, 13-Feb-2018, 21:49)
QUOTE (Aurea mediocritas @ Martedì, 13-Feb-2018, 21:45)
QUOTE (Mm333x @ Martedì, 13-Feb-2018, 20:15)
Tranquilla vedrai ce la farai ! Posso capirti
Il mio doc si concentra così  .. ti spiego: sei lesbica se ami una donna. Ogni nuova amicizia che faccio il doc me la fa passare come amore e sto giorni a pensare .Poi passa e ci convivo.. vedrai che con il tempo riconoscerai le ossessioni come tali

Eppure non ho mai sentito storie come la mia 😂😂

Non sei la sola!
A me l’ossessione i primi mesi si è concentrata solo ed esclusivamente sulle pseudo-attrazioni fisiche, e poi, una volta appurato che erano false, si è “incistita” sul piano affettivo, facendomi passare per amore la semplice stima o simpatia PSICO sad.gif
Non vedo l’ora di uscirne e sentimi di nuovo me stessa.

Puffffff sembra di sentire me 10 anni fa con queste cose.

Come ben vedete, solite menate che si ripetono a ciclo, stesse metodologie.

E l'attrazione fisica, poi il fatto di tenerci ad un amico = lo amo.

Ciao proprio, solite puttanate in stile doc.

Che bello trovare nuovi me ! 000.gif


--------------------
Mm
PMEmail Poster
Top
 
Marta95
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 06:44
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Ho tanta di quella paura.. io raramente sento attrazione per i maschi e non faccio altro che chiedermi il perché ( quando la sentivo in passato a volte, non ci ho mai fatto nulla con quei ragazzi). Più me lo chiedo più mi sento anormale.. Più vedo le mie amiche uscire con loro e peggio ancora mi sento anormale. Come vedete,non riesco a dormire neanche la notte. Mi sento diversa da ognuno di voi...
PMEmail Poster
Top
 
Aurea mediocritas
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 15:14
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 77
Utente Nr.: 18.597
Iscritto il: 16-Ott-2017



Non passare sotto la lente di ingrandimento ogni tua sensazione o assenza di sensazione; non fare paragoni con le tue amiche e non bombardarti di domande sul tema omo perché attualmente sei in modalità ossessiva e quindi non sei in grado di ragionare in modo corretto. È come se pretendessi di guidare da ubriaca.

Tutti noi dockers ci sentiamo diversi dagli altri nostri compagni sventura (io in primis) ed inconsciamente (e questo è paradossale dal momento che veniamo sul forum fondamentalmente per trovare persone con i nostri stessi "sintomi" e quindi sentirci un po' più sicuri) siamo sempre alla ricerca di quell’elemento x nella loro storia che ci fa dire "ahh, loro non provano quella specifica sensazione che provo io o non hanno quello specifico pensiero che ho io; allora loro hanno il doc mentre io no"... ma questo è solo uno degli ennesimi giochetti di questo disturbo.


--------------------
Nell'istante in cui stai pensando di arrenderti, pensa alla ragione per cui hai tenuto duro così a lungo. Non mollare cinque minuti prima che accada il miracolo.

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
PM
Top
 
Marta95
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 17:50
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Purtroppo ci sguazzo dentro da troppo tempo.. mi sono sempre sentita inferiore rispetto alle mie amiche e quindi ho sempre fatto paragoni. Poi ho standard troppo elevati, acquisiti fin dell'adolescenza. Cerco una perfezione che non esiste negli uomininreali, e non trovandola mi annoio. E annoiandomi mi dico che sono lesbica
PMEmail Poster
Top
 
Aurea mediocritas
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 18:49
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 77
Utente Nr.: 18.597
Iscritto il: 16-Ott-2017



A riprova del fatto che siamo tutti uguali e che abbiamo tutti gli stessi maledetti meccanismi mentali, ti posso dire che anche io mi sono sempre sentita inferiore a tutte le mie amiche... ai miei occhi loro erano più belle, più fortunate e più brave di me in tutto (e non capivo perché dato che in fondo ero conscia del fatto che in realtà non avevano niente più di me, a parte la sicurezza in loro stesse)... loro meritavano un uomo, mentre io no perché, per i miei stessi standard, non ero abbastanza.
La poca o, ancor peggio, l'assente fiducia in se stessi crea un terreno fertile per molti doc, il nostro in particolare.
Ciliegina sulla torta, soffro di disturbo ossessivo-compulsivo di personalità (diciamo che questo lato del mio carattere mi rendo conto che è sempre stato presente e negli anni ha trovato "piccoli sfoghi" in varie altre ossessioni, ma con quest'ultima si è slatentizzato con tutta la sua violenza) e questo non fa che logorare ulteriormente la sicurezza in me stessa e quindi rafforzare tutte le mie ossessioni... perciò capisco benissimo anche la tua ricerca della perfezione assoluta, oltre che, appunto, in se stessi (in quello che si pensa\dice\fa), anche nel proprio uomo ideale. E qui si cade nella trappola.


--------------------
Nell'istante in cui stai pensando di arrenderti, pensa alla ragione per cui hai tenuto duro così a lungo. Non mollare cinque minuti prima che accada il miracolo.

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
PM
Top
 
Marta95
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 19:13
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Non so più veramente se sia solo trappola.. non è possibile che non sia mai soddisfatta
PMEmail Poster
Top
 
Aurea mediocritas
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 19:28
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 77
Utente Nr.: 18.597
Iscritto il: 16-Ott-2017



Ti prego di non perdere la speranza... sai quello che devi fare: distraiti, lascia scorrere ogni pensiero e non analizzare le sensazioni anche se ti risulta difficile, non compulsare, non fare test, cerca di vivere come se non avessi l'ossessione.
Non mollare, forza! Bisogna combattere. Te lo devi!


--------------------
Nell'istante in cui stai pensando di arrenderti, pensa alla ragione per cui hai tenuto duro così a lungo. Non mollare cinque minuti prima che accada il miracolo.

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
PM
Top
 
Zommy The Fighter
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 19:35
Quote Post


Psico Padrino
**


Messaggi: 1.819
Utente Nr.: 1.001
Iscritto il: 21-Feb-2008



QUOTE (Aurea mediocritas @ Mercoledì, 14-Feb-2018, 18:28)
Ti prego di non perdere la speranza... sai quello che devi fare: distraiti, lascia scorrere ogni pensiero e non analizzare le sensazioni anche se ti risulta difficile, non compulsare, non fare test, cerca di vivere come se non avessi l'ossessione.
Non mollare, forza! Bisogna combattere. Te lo devi!

Sante parole


--------------------
E' se c'è un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole; un segreto è fare tutto come se vedessi solo il sole

IO NE SONO USCITO E SONO UN UOMO MIGLIORE....ORA E' IL TUO TURNO

Relabel...Reattribute...Refocus...Revalue

Affronta le tue paure accettando il possibile rischio insito in esse
PM
Top
 
Marta95
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 22:32
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Ci provo credimi.. Mi sento meglio quando ignoro i pensieri. L'unica cosa che non mi torna sono le attrazioni perché temo davvero che sotto sotto io le trovi davvero attraenti e le voglia quelle donne mascolina. Se avessi solo il dubbio senza queste attrazioni sarebbe meglio
PMEmail Poster
Top
 
Tiello
Inviato il: Mercoledì, 14-Feb-2018, 22:41
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 40
Utente Nr.: 18.085
Iscritto il: 02-Apr-2017



Sono inganni Marta, inganni e nient'altro. Soffrivo anche io di DOC OMO ed ero convinto di provare attrazione verso gli uomini. Ti assicuro che l'ansia e la mente sono due armi POTENTISSIME, pensa che io quando ero nelle fasi più acute del DOC OMO e guardavo, ad esempio, un video su youtube dove lo youtuber era maschio ero così concentrato a controllare di non avere pseduoeccitazioni che alla fine sai cosa succedeva? Avevo la pseudoeccitazione/pseudoerezione.
Cercare di evitarlo me la causava.
E questa è una regola che possiamo applicare anche al DOC: cercare di evitare pensieri o situazioni che potrebbero influire sul doc non fa che peggiorarlo.
Devi lasciar scorrere se ci riesci. Se imparia farlo avrai vinto il DOC.
PMEmail Poster
Top
 
Aurea mediocritas
Inviato il: Giovedì, 15-Feb-2018, 00:17
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 77
Utente Nr.: 18.597
Iscritto il: 16-Ott-2017



Marta, dopo mesi e mesi di reiterazione di pensieri disfunzionali sai quante cose non tornano a me? Ormai è come se avessi distorto oltre che la percezione che ho di me nel presente anche quella di me nel passato (a cui in questi mesi mi sono aggrappata per tranquillizzarmi e "ritrovarmi"). Ma mi sono messa il cuore in pace; ho compreso che ci vorrà del tempo per uscire da questo inferno e tornare quella che ero (perché sì, io sono quella che sono sempre stata e tornerò tale) e che devo prendere questa fase così come viene, senza farmi domande perché se c'è una cosa che ho capito è che combattere i pensieri e le sensazioni con test, analisi o rassicurazioni non serve a nulla, anzi: i test ti fanno sprofondare nell'immediato ancora di più nell'ossessione e le rassicurazioni nel lungo periodo sortiscono lo stesso effetto.
Ad esempio: io all'inizio mi rassicuravo dicendo che dato che mi fissavo su tutte (ma veramente tutte e nei momenti neri persino su mia sorella - e per questo sono stata davvero male) allora l'attrazione non poteva che essere falsa dato che le vere lesbiche non si sentono attratte da ogni singola donna che entra nel loro campo visivo; e indovina cosa è successo, dopo qualche mese, a forza di rassicurarmi con il suddetto pensiero? Ho cominciato a fissarmi su 5-6 persone specifiche per poi addirittura passare ad una persona sola, tra il panico generale e l'orrore. Allora sono passata ad un'altra rassicurazione e mi sono detta che le vere lesbiche non provano solo attrazione fisica ma amore e dato che a me non era mai successo in 22 anni allora potevo stare tranquilla... sorpresona, indovina cosa è successo? Dalle pseudo-attrazioni sono passata agli pseudo-innamoramenti.
E allora ho capito una cosa: più ci si aggrappa ad una rassicurazione, più si alimenta il pensiero che si cerca di scacciare con la rassicurazione stessa. E più lo si alimenta, più diventa grande e più diventa grande, più ci sembra vero e quindi ci fa paura. Il DOC si muove sulle rotaie della PAURA; è lei che lo veicola e lo guida esattamente dove sa che fa più male.
All'atto pratico di volta in volta rassicurandomi non facevo altro che procurarmi una protezione nei confronti di un potenziale nemico futuro, ma così facendo questo fatidico nemico lo rendevo reale! In realtà altro non si tratta che di una tigre di carta. Il doc è questo. E' l'uomo nero di cui si ha tanto paura da bambini ma che poi, quando si cresce e si capisce come stanno i fatti e quale sia la realtà, fa tutt'al più ridere.
Come dice Tiello, l'ansia e la mente sono armi potentissime (che ti possono far sembrare vera la cosa più falsa del mondo) e di queste si serve l'ossessione... per questo motivo non ti preoccupare delle pseudo-attrazioni perché sono un inganno. Il fatto che ti sembrino vere non è rilevante (è chiaro che se ti apparissero finte non ti ci ossessioneresti). E anche i dubbi, ignorali. Ma fallo davvero!
Vedila così: quando ti ferisci cosa fai? Ti disinfetti, metti un cerotto e aspetti la guarigione. Se però ti metti a stuzzicare la ferita non guarirai mai, anzi la farai infettare e starai peggio. Tu ora devi smetterla di provocare il doc, devi smetterla di arrovellarti.
Devi disintossicarti dal doc (perché sì, ad un certo punto diventa una dipendenza) e rientrare in contatto con il mondo reale e con te stessa perché al momento è come se non ci fossi dato che ti sei, metaforicamente parlando, seppellita sotto quintali di ansia, paura ed abitudini mentali nocive e dolorose. Non dico che sarà facile ma ci devi provare, se non da sola con l'aiuto di un professionista.


--------------------
Nell'istante in cui stai pensando di arrenderti, pensa alla ragione per cui hai tenuto duro così a lungo. Non mollare cinque minuti prima che accada il miracolo.

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
PM
Top
 
Marta95
Inviato il: Giovedì, 15-Feb-2018, 08:22
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Vi ringrazio tutti per le parole di incoraggiamento.. siete stati molto carini con me e spero tanto riuscirete ad uscire anche voi da tutto questo. Io da una psicoterapeuta ci sto andando.. lei più che di terapia si sta concentrando per tirare fuori la vera me stessa sotto anni di insoddisfazioni, dipendenza dal giudizio ecc .. Io ho tanta paura di affrontare questa cosa, perché penso proprio che la paura del giudizio fino ad ora mi abbia impedito di essere me stessa. Mi vedo in futuro con una lesbica e la cosa non mi spaventa più come faceva prima. Quindi ormai penso che a me la questione sia diversa, anche se sto facendo il mio meglio per convincermi del contrario.. meglio cedere alla cosa piuttosto che combattere
PMEmail Poster
Top
 
Aurea mediocritas
Inviato il: Giovedì, 15-Feb-2018, 13:47
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 77
Utente Nr.: 18.597
Iscritto il: 16-Ott-2017



Ah, ma allora stiamo facendo un percorso simile! Anche la mia psicologa, fermamente convinta della mia eterosessualità, tra le tante cose, sta facendo un lavoro di “struttuzazione”/rafforzamento della personalità... all’inizio ero spaventatissima perché temevo che mi avrebbe fatto scoprire una parte di me che non avevo mai sentito/capito di avere (ovvero quella lesbica) e per questo ho fatto mille resistenze per mesi; ad un certo punto però ho detto basta, non potevo andare avanti in quel modo... e così ho fatto un “atto di fede”, nei confronti della psicologa e di me stessa soprattutto e sta andando molto meglio.

“Meglio cedere alla cosa piuttosto che combattere.”
Questa frase mi ha fatto gelare il sangue. È esattamente quello che in questi mesi ho detto più e più volte alla mia psicologa. Parola per parola. Purtroppo in certe situazioni quando si teme troppo a lungo una cosa alla fine si arriva a desiderarla, purché tutto finisca... arrendersi è la scelta più facile ma non quella giusta. E te lo dice una persona che nella vita ha sempre mollato, dandosi in anticipo per sconfitta in ogni occasione... te lo dice una persona che, usando una metafora, ha sempre avuto la tendenza ad arredare la propria prigione, crogiolandosi nel dolore, piuttosto che tentare di evadere.
Essere infelici è così semplice; combattere per se stessi, per i propri sogni (quelli veri, non quelli che hai ora) ed essere felici... lì è la vera sfida! E a quello dobbiamo puntare! Perché ce lo meritiamo.


--------------------
Nell'istante in cui stai pensando di arrenderti, pensa alla ragione per cui hai tenuto duro così a lungo. Non mollare cinque minuti prima che accada il miracolo.

Chi lotta contro i mostri deve fare attenzione a non diventare lui stesso un mostro. E se tu riguarderai a lungo in un abisso, anche l'abisso vorrà guardare dentro di te. (Friedrich Wilhelm Nietzsche)
PM
Top
 
Marta95
Inviato il: Giovedì, 15-Feb-2018, 14:05
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 136
Utente Nr.: 18.818
Iscritto il: 12-Feb-2018



Allora mi puoi capire bene. Mi fa piacere che stia affrontando lo stesso percorso, mi sento rassicurata perchè pensavo che dovesse concentrarsi sulle dinamicje del disturbo,invece che sulle emozioni represe...
Il fatto è che dall'ultimo incontro mi ha messo un panico addosso assurdo, dopo che ha detto che tutti abbiamo una parte omosessuale in noi. A quel punto nello sconforto più totale ho iniziato a pensare che senza tutte le costrizioni sociali con una donna ci proverei.. per vedere se effettivamente è così. E quindi forse ho ragione a pensare di essere repressa. Aggiungici tutte le altre problematiche mie di rigidità e perfezionismo e la frittata è fatta. So già che al prossimo incontro, quando andrò a dirle tutto questo ragionamento non mi risponderà quando le chiederò se è frutto di distorsione mentale oppure realtà. Quindi sono nell'apatia totale e rassegnazione..
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) 1 [2]  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0588 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]