Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Doc Da Relazione
 
Io.e me
Inviato il: Mercoledì, 09-Gen-2019, 17:12
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Buongiorno a tutti, scusatemi se sono di nuovo qui ad aprire nuovamente una discussione sul solito contenuto ma, ancora una volta, non sono abbastanza convinta.
Non so se vi ricordate, ma la mia "paura" più grande è quella di amare ancora il mio ex nonostante io non sia più con lui da quando avevo miseramente 13 anni.

Ultimamente questo contenuto si sta prolungando più del solito (generalmente dura qualche giorno, ora si parla di settimane).
Inizio a pensare di avere qualche sentimento sottostante che esiste e dovrei accettare che c'è per poter vivere bene, ma non riesco proprio a concepire il fatto di accettare questo eventuale sentimento.

Prima volevo riposarmi ma avevo ansia, allora mi sono forzata ad espormi al contenuto pauroso del mio doc. Ho immaginato di stendermi sul divano col mio ex, abbracciarmelo ed essere serena con lui. Mentre immaginavo sentivo come se tanti piccoli omini dentro di me stessero urlando perché quelle immagini erano inconcepibili. Assolutamente inconcepibili. Mentre pensavo a ciò mi sono addormentata e ora, appena sveglia, subito il pensiero "beh ti sei addormentata quindi vuol dire che era un pensiero felice".
Oppure "quando ricordi alcuni bei momenti con lui senti un"emozione pseudo positiva. Quindi non ami il tuo ragazzo".
Poi "pensi che lui ancora oggi sia oggettivamente un bel ragazzo, quindi vuoi starci di nuovo con lui. La mente umana funziona così, fidati. Significa che se tu non avessi il tuo ragazzo vorresti ritornarci col tuo ex. Anzi se fosse per te lo faresti anche ora. "
Poi ho pensato che delle emozioni così forte come quelle che provavo ai miei 13 anni non possono essere cancellate, come se non fosse possibile che non ci fossero più, di conseguenza questa cosa mi blocca col mio ragazzo. E non posso amarlo come vorrei amarlo.

Ragazzi scusatemi per la lunghezza ma vorrei qualche consiglio su come affrontare definitivamente questa paura.
Lo so che è ansia, altrimenti credo che il mio corpo non si sarebbe rifiutato di pensare certe cose nonostante io mi stessi forzando.
Qualcuno che può darmi un consiglio su questa cosa?


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Elsachan96
Inviato il: Mercoledì, 09-Gen-2019, 21:38
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 271
Utente Nr.: 19.039
Iscritto il: 12-Lug-2018



Ciao Io. E me!
Quanto tempo! Come stai?
Beh, io posso dirti che mi capita di pensare al mio ex storico, con cui non sto da quando avevo 17 anni ma con cui non parlo da... quasi tre anni.
Ero pazza di lui, veramente, ma lui non era innamorato di me. Era attratto da me solo fisicamente. Storia complessa, abbiamo sbagliato entrambi ma lui ha sbagliato perché non mi ha mai amata, e quando 3 anni fa per un mese non Ci siamo sentiti, dopo che lui si è allontanato da me senza darmi spiegazioni e io stavo cercando di mettermi il cuore in pace, lui ha fatto l’errore di cercarmi di nuovo...
È stata una storia complicata e ho sofferto tanto, però ora sono cresciuta e non posso paragonare quello che ho provato per questo ragazzo per il mio attuale ragazzo, perché nella mia relazione ho tutto.
Quello era il classico amore delle adolescenti, quello di adesso è l’amore maturo.
Questo per dirti che, guardato fuori dall’ottica del doc come faccio io adesso, è normale pensare ogni tanto al proprio ex.
Probabilmente ti manca, ma ti manca il suo ricordo, l’idea che avevi di lui.
Devi pensare che il tuo ex adesso è una persona diversa.
Purtroppo di vengono tutte quelle immagini intrusive in mente e ne hai fatto un doc perché pensi che non sia normale pensare al proprio ex. Invece lo è. Capita. Quanto più ti ci fisserai, tanto più continuerai a pensarci.
Ignora questi pensieri che ti vengono. All’inizio continueranno a rompere le scatole, ma poi si allontaneranno.
Io di solito faccio così quando lo pensò intensamente, talmente tanto che la notte lo sogno. È tremendo, vorrei solo che il mio cervello lo rimuovesse perché davvero per me è stato fonte di grande dolore, ma poi passa. Meno importanza si dà ai sogni e ai pensieri che hai, più hai probabilità che quel pensiero passi così come tutti gli altri che passano per la tua mente
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 00:20
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Anche lui ha iniziato ad allontanarsi da me senza una spiegazione, mi ha trattata male (ero una bambina, non capivo niente) e tutt'ora non ne comprendo i motivi.
Ho sofferto tanto, ero completamente persa per lui. Bello, alto, più grande, lo vedevo maturo, forte, determinato, l'ho idealizzato al massimo.
Ma mi ha fatto tanto male, mi ha trattata male e lui aveva 14/15 anni.
Eravamo dei bambini.
Non capisco perché mi venga l'ansia su una cosa che riguarda la me piccola... Voglio dire, se io adesso dovessi guardare la me del passato direi "guarda quella, poverina. Le solite storielle da bambini".

Anch'io attualmente reputo la mia relazione più matura rispetto alla precedente e non è assolutamente paragonabile, il fatto è che ho paura che avendo idealizzato il mio ex allora il mio sentimento per lui non saprirá mai in quanto non solo era molto forte, ma anche perché appunto, come detto prima, l'ho idealizzato.
Ora come ora si, è proprio un bel ragazzo... Bellissimo anzi (solo in viso) non posso dire di no. Anzi è più bello del mio ragazzo attuale.
E queste mie considerazioni mi mettono ansia perché ho paura che voglia dire che non amo il mio ragazzo ma lui.
E mi sento in colpa.

I ricordi che ho son belli si, ma di rimando sto male come quando li ricordavo e soffrivo la sua mancanza. Sono stata male per 2 anni per questo fidanzatino.
Quindi se la sofferenza sembra la stessa significa che mi manca ancora e mi sono solo abituata a stare senza di lui, ma che in fondo in fondo mi manca? Oppure è ansia e la scambio per mancanza? Oppure è un "trauma" e mi viene l'ansia? Io non lo so che cavolo mi succede. E se continuo a parlarne e alla fine scopro che è tutto vero?

1000 domande e un solo desiderio: dimenticare tutto e amare il mio ragazzo.
E da qui: "ma sei sicura che vuoi che sia così? E se non è vero? Secondo me non vuoi dimenticarti davvero del tuo ex perché il tuo sentimento è rimasto ancora come succede a tante persone"


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 10:45
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 48
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



Ciao Io.e me..
Siamo nella stessa identica situazione..tu con la fissazione per il tuo ex, io per il collega di studio con cui litigo ogni giorno..anche stamattina venire a lavoro è stato un disastro. Sono disperata e sul punto di lasciare il mio ragazzo. Voglio piangere
PMEmail Poster
Top
 
gigacell
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 14:21
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 75
Utente Nr.: 19.127
Iscritto il: 15-Ott-2018



Anche io ho preso questa ossessione ma man mano la sto superando, cioè so che sono pensieri infondati. Premetto che questa ossessione è iniziata dopo i primi dubbi patologici che mi accompagnavano intere giornate, così dopo 6 mesi di relazione questo chiodo. La psicologa mi ha detto che è un modo per sentirmi 'meno coinvolta e felice', perché si nasconde una paura dell'intimità. Quando sei lucida sai molto bene che i tuoi pensieri solo assurdi, pensa che una mia amica ha avuto la stessa cosa ma confrontando un ragazzo che le piaceva 7 anni prima a cui aveva dato solo qualche bacio innocente. Io poi ho questo terrore con un ragazzo con il quale mi sono frequentata per poco tempo e non ero me stessa. Come consigli per superare questa paura io direi solo per un primo momento di dire a te stessa 'Sono pensieri che lucidamente so che sono assurdi, ma quando vengono proprio per questo devo lasciarli scorrere'. Però solo questo non aiuta molto, devi ricercare il tuo benessere ed impegnarti di più su te stessa. Io da quando ho ripreso la mia vita in mano, nel senso che mi sto curando di più, ho ripreso a studiare in compagnia e mi sono dedicata a me stessa sembra che questi pensieri si siano allontanati.
PMEmail Poster
Top
 
pimpola
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 14:37
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 132
Utente Nr.: 17.789
Iscritto il: 29-Dic-2016



Ciao io e me . Il mio doc forte dopo l’Aids È partito credendo di amare il mio primo amore infantile ( avevo 15 anni ). C ho combattuto 3 anni tra alti e bassi senza aiuto ed è stato sbagliato perché dopo passato è tornato abbastanza forte . Ti dico solo che avevo rotto lo schermo del telefono per non chiamarlo ( ahimè mi ricordavo il numero di cellulare ) lui era un po’ in ossessione . Non facevo la stalker ma gli scrivevo sempre . Era il mio fidanzatino ma mi trattava malissimo ecc . Quando dopo 3 anni andai dal mio psicoterapeuta nel mio caso questo pensieri intrusivo era collegabile a mia nonna . Il periodo che c’era qst ragazzino nella mia vita sono gli ultimi anni di nonna . Infatti il doc con ansia e difficoltà nella quotidianità mi si è acutizzato dopo la sua morte . Prima avevo solo quello dei numeri è superstizioso /religioso . E altre ossessioni . Mia nonna con la morte ha scatenato L ossessione della perdita . Quindi amando quel ragazzino avrei dovuto abbandonare il mio ragazzo di quel periodo .
Vai da uno psicologo , meglio comportamentalista e pensa a un qualcosa che ti possa aver scatenato tutto . Stai tranquilla
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 14:40
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



QUOTE (moonofhislife29 @ Giovedì, 10-Gen-2019, 09:45)
Ciao Io.e me..
Siamo nella stessa identica situazione..tu con la fissazione per il tuo ex, io per il collega di studio con cui litigo ogni giorno..anche stamattina venire a lavoro è stato un disastro. Sono disperata e sul punto di lasciare il mio ragazzo. Voglio piangere

Mi dispiace tantissimo e ti capisco perché mi capita.
Mi consola il fatto che riesco a gestirmi, ma a volte sento il bisogno di rassicurarmi.

Dobbiamo solo comprendere che il tutto è di natura ossessiva e non dargli importanza. Se lascerai il tuo ragazzo starai dando ragione a un pensiero infondato.
Vuoi mandare tutto all'aria per un pensiero?


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 14:46
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



QUOTE (gigacell @ Giovedì, 10-Gen-2019, 13:21)
Anche io ho preso questa ossessione ma man mano la sto superando, cioè so che sono pensieri infondati. Premetto che questa ossessione è iniziata dopo i primi dubbi patologici che mi accompagnavano intere giornate, così dopo 6 mesi di relazione questo chiodo. La psicologa mi ha detto che è un modo per sentirmi 'meno coinvolta e felice', perché si nasconde una paura dell'intimità. Quando sei lucida sai molto bene che i tuoi pensieri solo assurdi, pensa che una mia amica ha avuto la stessa cosa ma confrontando un ragazzo che le piaceva 7 anni prima a cui aveva dato solo qualche bacio innocente. Io poi ho questo terrore con un ragazzo con il quale mi sono frequentata per poco tempo e non ero me stessa. Come consigli per superare questa paura io direi solo per un primo momento di dire a te stessa 'Sono pensieri che lucidamente so che sono assurdi, ma quando vengono proprio per questo devo lasciarli scorrere'. Però solo questo non aiuta molto, devi ricercare il tuo benessere ed impegnarti di più su te stessa. Io da quando ho ripreso la mia vita in mano, nel senso che mi sto curando di più, ho ripreso a studiare in compagnia e mi sono dedicata a me stessa sembra che questi pensieri si siano allontanati.

Il punto è che la mia vita tutto sommato va bene, almeno credo.
A meno che io non mi distragga dai veri problemi "usando" l'ansia.
Mi sembra l'unica spiegazione oltre al fatto che io non sto bene se il mio cervello non ha un preoccupazione o un problema da risolvere.
Pensare che vada tutto bene per me è inconcepibile, devo stare sempre in moto. La tranquillità mi sembra assurda.
Forse devo correggere questo lato del carattere. Probabilmente visto che ormai tutte le altre ossessioni e dubbi li ho debellati, mi è rimasto quello "più forte" con cui tra l'altro è iniziato tutto.

Comunque grazie della risposta, mi fa piacere leggere le esperienze perché mi aiuta a leggere me stessa attraverso voi e vedere tutto in modo più oggettivo. Spero che per voi sia lo stesso.


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 14:48
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



QUOTE (pimpola @ Giovedì, 10-Gen-2019, 13:37)
Ciao io e me . Il mio doc forte dopo l’Aids È partito credendo di amare il mio primo amore infantile ( avevo 15 anni ). C ho combattuto 3 anni tra alti e bassi senza aiuto ed è stato sbagliato perché dopo passato è tornato abbastanza forte . Ti dico solo che avevo rotto lo schermo del telefono per non chiamarlo ( ahimè mi ricordavo il numero di cellulare ) lui era un po’ in ossessione . Non facevo la stalker ma gli scrivevo sempre . Era il mio fidanzatino ma mi trattava malissimo ecc . Quando dopo 3 anni andai dal mio psicoterapeuta nel mio caso questo pensieri intrusivo era collegabile a mia nonna . Il periodo che c’era qst ragazzino nella mia vita sono gli ultimi anni di nonna . Infatti il doc con ansia e difficoltà nella quotidianità mi si è acutizzato dopo la sua morte . Prima avevo solo quello dei numeri è superstizioso /religioso . E altre ossessioni . Mia nonna con la morte ha scatenato L ossessione della perdita . Quindi amando quel ragazzino avrei dovuto abbandonare il mio ragazzo di quel periodo .
Vai da uno psicologo , meglio comportamentalista e pensa a un qualcosa che ti possa aver scatenato tutto . Stai tranquilla

Ci sono andata ma ora ho dovuto interrompere. Mi ha detto che lui è la mia ossessione perché è stata la mia prima esperienza fortemente negativa ed è una sorta di "trauma".
Anch'io ho paura di amare lui perché vorrebbe dire lasciare il mio ragazzo.

Tu adesso come stai?


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 15:40
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 48
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



QUOTE (Io.e me @ Giovedì, 10-Gen-2019, 13:40)
QUOTE (moonofhislife29 @ Giovedì, 10-Gen-2019, 09:45)
Ciao Io.e me..
Siamo nella stessa identica situazione..tu con la fissazione per il tuo ex, io per il collega di studio con cui litigo ogni giorno..anche stamattina venire a lavoro è stato un disastro. Sono disperata e sul punto di lasciare il mio ragazzo. Voglio piangere

Mi dispiace tantissimo e ti capisco perché mi capita.
Mi consola il fatto che riesco a gestirmi, ma a volte sento il bisogno di rassicurarmi.

Dobbiamo solo comprendere che il tutto è di natura ossessiva e non dargli importanza. Se lascerai il tuo ragazzo starai dando ragione a un pensiero infondato.
Vuoi mandare tutto all'aria per un pensiero?

No, infatti, sono tornata in me qualche ora fa anche avendo avuto, per l'ennesima volta, la prova che il mio collega non mi fa alcun effetto quando siamo insieme a lavoro. Se una persona ti prende dovrebbe darti i brividi quando la hai a pochi passi da te, no? A me invece non scatena niente se non indifferenza e fastidio (per come mi ha trattata nei primi tempi - non dimentico nulla purtroppo o per fortuna)..
Mi sono detta che se avendolo davanti provo la stessa sensazione che avrei avendo davanti un armadietto, i pensieri ossessivi che mi uccidono quando torno a casa sono pura finzione nella mia testa. Però ti capisco, e ti capisco tanto. Pensa comunque che tutti questi problemi si pongono sempre e solo se di mezzo c'è qualcosa di davvero importante. Il DOC attacca ciò a cui tieni di più e l'ansia contribuisce a farti vedere ciò che non c'è proprio perché hai paura di perdere quella cosa a cui tieni tanto. Forse i doccati sono persone più sfortunate di altri che non riescono a godersi le cose, o forse semplicemente sono più sensibili e quando hanno la felicità davanti non sanno come gestirla (senza capire che la felicità non va gestita: va solo vissuta!). So che non consola, ma se il DOC è arrivato all'improvviso, allo stesso modo può andarsene.
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 16:08
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Concordo in pieno con ciò che dici.
Non riusciamo a goderci la felicità (o almeno io non ci riesco).
La analizzo, la ingabbio in degli schemi.
Inoltre no, non so gestirla. Non la comprendo. Quando mi capita mi sento a disagio e mi sembra che sia tutta un'illusione. Sostanzialmente è come se mi stessi dicendo: tu non puoi essere felice, è impossibie che tu lo sia.


Per quanto riguarda il tuo collega, anche se ti facesse effetto sarebbe normale, sei umana, può capitare di provare attrazione per altri.
L'importante è che tu faccia le tue scelte basate sulla tua volontà. Se vuoi amare il tuo ragazzo lo amerai a prescindere dagli altri.


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
Elsachan96
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 18:57
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 271
Utente Nr.: 19.039
Iscritto il: 12-Lug-2018



Io. e me... sei una persona molto forte.
Hai debellato tutte le tue ossessioni e riesci anche a consigliare gli altri e ad aiutare. Ciò fa di te una persona generosa e disponibile.
Non farti fottere dal tuo cervello. Sei una persona in gamba.
È un’ossessione come tutte le altre che hai avuta. Tranquilla. Non c’è nessuna grande verità che verrà fuori. Non ami il tuo ex. Ripeto, ti mancherà l’idea di lui. E ci sta.
Lo hai amato per tanto e ha scatenato in te sentimenti fortissimi. Il dolore che hai provato è stato forte. Specialmente capire che la persona che stava nel tuo cuore e nella tua testa era la versione idealizzata di come lui era veramente.
È successo anche a me.
All’inizio della mia relazione paragonavo il mio ragazzo con lui, perché lui era il mio eroe. Lui è un soldato e un paracadutista. Ero innamorata di questa parte di lui, quella che sognava di entrare nell’esercito e alla fine ci è riuscito. Quella che volava tra i cieli con il paracadute, senza paura.
Amavo questa parte di lui, quella forte, quella tenera anche, ma cancellavo la parte brutta di lui, e cioè quella che mi vedeva come carne, come oggetto sessuale.
Amavo una persona che lui non era, ho creato un immagine distorta di lui in cui i suoi silenzi per me indicavano che lui era una persona introversa, complicata e profonda, invece era una persona fortemente superficiale e menefreghista.
O almeno posso dire che lo è stato con me. Non so a questo punto dirti che persona lui sia, ma sicuramente non fa per me.

Guarda dentro di te. Che queste persone che ci hanno fatto provare queste emozioni manchino, è normale.
Ma che manchino non significa che le amiamo ancora.
Magari amiamo quello che noi eravamo quando stavamo con quella persona, oppure amiamo quelle emozioni che ci ha fatto provare, non quella persona.

Non tornerei con lui nemmeno se me lo chiedesse in ginocchio dopo tutte le cazzate che ha fatto. Sono troppo delusa e immagino anche tu lo sia.
Vedrai che questa ossessione riuscirai a vincerla. Come hai vinto le altre. Puoi farcela.
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 19:07
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



Non sono forte, anzi.
Comunque sia ti ringrazio tantissimo.

Penso che ci manchino le emozioni più che altro, oppure semplicemente ricordiamo quelle emozioni e siccome erano qualcosa di bello ci suscitano belle sensazioni o malinconia.
E per quanto mi riguarda, devo imparare che questa cosa è così e basta e non ha spiegazione quale per esempio: "hai bei ricordi quindi lo ami ancora".
L'amore è una scelta.


Tu dici che se tornasse da te lo rifiuteresti e la mia paura è che se succedesse a me io invece cadrei ai suoi piedi.


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
 
moonofhislife29
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 23:12
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 48
Utente Nr.: 19.021
Iscritto il: 25-Giu-2018



QUOTE (Io.e me @ Giovedì, 10-Gen-2019, 15:08)
Concordo in pieno con ciò che dici.
Non riusciamo a goderci la felicità (o almeno io non ci riesco).
La analizzo, la ingabbio in degli schemi.
Inoltre no, non so gestirla. Non la comprendo. Quando mi capita mi sento a disagio e mi sembra che sia tutta un'illusione. Sostanzialmente è come se mi stessi dicendo: tu non puoi essere felice, è impossibie che tu lo sia.


Per quanto riguarda il tuo collega, anche se ti facesse effetto sarebbe normale, sei umana, può capitare di provare attrazione per altri.
L'importante è che tu faccia le tue scelte basate sulla tua volontà. Se vuoi amare il tuo ragazzo lo amerai a prescindere dagli altri.

Eh anche in questo ti capisco, anche io penso di non meritare la felicità. Le mie relazioni precedenti a questa sono state dei disastri completi e i miei ex hanno sempre sofferto a causa mia. E loro, ovviamente, velatamente o meno mi hanno sempre augurato tutto il male del mondo. Col tempo mi sono convinta di non "meritare" di essere felice per via del male che avevo fatto a chi c'era stato prima (ma in realtà anche loro sapevano che la relazione non funzionasse più..io semplicemente a differenza loro avevo avuto il coraggio di metterci un punto..e a loro è venuta meno la posizione comoda che avevano con me..) e fino ad ora continuo a campare con il terrore che da un angolo all'altro possa spuntare fuori il famigerato Karma e portarmi via la vera felicità, quella che ho trovato, finalmente e dopo anni di relazioni sfinenti e insoddisfacenti, nel mio attuale ragazzo, l'uomo che desidero sposare.
È dura quando pensi di non meritare di essere felice. Sei convinto che sia tutto per finta, che sia una felicità passeggera, che per te niente possa essere duraturo e ti vedi destinato ad affrontare problemi e infelicità per tutta la vita, ma se ti chiedi perché non ti sai rispondere. O almeno, quando mi chiedo perché la risposta nella mia testa è "non lo so perché, so solo che sono destinata a non essere felice".
Il problema è che tendo a rovinare con le mie stesse mani anche i momenti felici perché penso "ma tanto è passeggero, questo momento lo pagherò molto caro un giorno, non mi illudo, è inutile godermi una cosa che da qui a breve diventerà un ricordo doloroso". Ecco questa è un'altra cosa che abbiamo in comune. Dobbiamo capire perché escludiamo a priori una nostra felicità. La mia ossessione per il Karma mi rovina, ma intorno a me spero sempre di incontrare persone più positive. Spero tanto che tu possa diventarlo.

Quanto al mio collega, sì, tu in effetti hai anche ragione..ma a differenza di lui che nemmeno fisicamente mi attrae, altri ragazzi ammetto candidamente che siano belli. Quindi lì l'ossessione non arriva perché dico le cose con naturalezza. Quando si tratta di lui, vuoi perché secondo me lui un po' con me ci vorrebbe provare (e questa cosa mi sta mandando al manicomio perché non voglio ostacoli tra i piedi ora che sto con un ragazzo meraviglioso e che amo, a dispetto di quel che dice il doc), vuoi perché abbiamo da sempre un rapporto caratterialmente difficile, mi viene sempre tutto complicato il doppio. È fastidioso, perché è davvero l'ultimo uomo al mondo che guarderei e questa è l'unica certezza che ho su di me, visto che con gli uomini e con le persone in generale sono molto selettiva
PMEmail Poster
Top
 
Io.e me
Inviato il: Giovedì, 10-Gen-2019, 23:28
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 474
Utente Nr.: 18.010
Iscritto il: 10-Mar-2017



È proprio per questo che il doc fa casino su di lui, proprio perché sa che tu in verità non lo vorresti mai e poi mai e quindi non c'è un reale pericolo pertanto la tua mente si sfoga di lui.
Proprio come si sfoga sulla relazione col tuo ragazzo, tu lo ami e questo non può cambiarlo nessuno se non le tue decisioni, ecco perché l'ansia attacca lui.

Mi ricordo che uno psicologo/a disse che vengono attaccate le cose a cui teniamo di più proprio perché sono le uniche su cui possiamo sfogare la differenza senza perderle.


Immagina chi ha il doc omo.
Questa persona è etero e di certo non cambierà orientamento nella realtà (anche se l'ansia gli fa credere di sì). È solo uno sfogo di un'altra sofferenza che non stiamo affrontando.






Comunque non so se ti capita ma quando vedo che il mio ragazzo mi ama veramente e me lo dimostra, mi sembra quasi impossibile questa cosa... Come per dire "ah ma quindi lui mi ama veramente. Cioè ama veramente ME?! Wow"
E poi inizio ad avere paura, come quando ho paura che tutta la gente del paese sappia che sto insieme a lui (anche se dopo 3 anni mi sembra normale) perché se poi ci dovessimo lasciare partono i pettegolezzi.. e io non voglio stare con lui perché sento questa responsabilità, ma perché lo voglio e basta.
Lo so è stupido.


--------------------
"Nessun sistema può dimostrare se stesso a partire da se stesso"

"Tremano le gambe mentre ride il cuore"

Ascoltando solo il mio corpo...
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.1583 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]