Powered by Invision Power Board



Pagine : (3) [1] 2 3   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Aiutatemi A Trovare Il Mix Di Farmaci Giusto
 
Idontknow87
Inviato il: Giovedì, 02-Nov-2017, 02:40
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 16
Utente Nr.: 18.626
Iscritto il: 01-Nov-2017



salve a tutti, ho assunto per problemi di depressione ansiosa nel corso degli anni prima il citalopram, poi il cipralex, poi la venlafaxina e infine la vortioxetina.
sono dell'idea che i serotoninergici non siano la soluzione alla depressone, una persona depressa vuole carica, energia, forza , vitalità, voglia di fare, ecc..
non gli serve dormire 12 ore al giorno, ingrassare 10 kg , perdere la libido ed avere la mente annebbiata per guarire, che è più o meno ciò che fanno gli SSRI.
il citalopram mi dava una sonnolenza bestiale, mi ha fatto ingrassare, mi dava brain fog oltre a fastidiosi effetti anticolinergici tipo secchezza degli occhi.
l'unico risultato è che ti appiattisce l'umore e non ti fa provare nulla ne in positivo e ne in negativo, per cui non hai attacchi di panico.
il cipralex dava gli stessi effetti collaterali, con i medesimi risultati.
sonnolenza, mal di testa, brain fog, astenia, anedonia.
lo zarelis l'ho preso fino a 225 mg, ma secondo me è un banale ssri, perchè mi dava gli stessi effetti dei primi farmaci. è falso quello che dicono che più lo aumenti più aumenta la noradrenalina e la dopamina.
la vortioxetina è una grande truffa e bufala, gli psichiatri sono pieni zeppi di volantini e pubblicità nei loro studi di questo nuovo farmaco, descritto come la panacea di tutti i mali. in realtà è un banale SSRI ne più ne meno. non è vero che fa scattare tutti i neurotrasmettitori. l'ho preso anche a 20 mg ma ho ottenuto gli stessi effetti collaterali e terapeutici degli ssri con in più gli effetti anticolinergici. cosa strana visto che viene sbandierato in pompa magna che questo farmaco fa aumentare l'acetilcolina migliorando le facoltà mentali. tra l'altro i pochi studi nel quale si afferma che fa aumentare la dopamina, la noradrenalina , l'acetilcolina e il glutammato sono finanziati dalla casa farmaceutica. in realtà è un banale ssri. per di più quando lo assumevo avevo forti dolori alle ossa. è noto che gli ssri riducono la densità ossea.

ho provato per poco il bupropione ma mi dava solo una forte agitazione e intollerabili effetti anticolinergici agli occhi e brain fog.

ho mandato a ritirare dall'estero la moclobemide descritto come un farmaco sottovalutato e ottimo per doc e astenia. ma si è rivelata acqua fresca, nessun effetto positivo ma neanche negativo, zero completo. anche se ne ho preso 600 mg al giorno.

ho mandato a ritirare lo stablon (tianeptina) ma ho letto pareri contrastanti e ancora non l'ho utilizzato.

ho provato la rodiola rosea, la mucuna pruriens, il bacopa monnieri, l'aswhaghanda
ma non fanno nulla.

ho acquistato l'aniracetam ma ancora non lo utilizzato, ho letto pareri troppo discordanti anche se i nootropi mi affascinano , non so se hanno un ruolo utile nella depressione.

io sinceramente sono stanco, ormai mi conosco , conosci i miei problemi e ho capito che cosa mi serve, quello che mi serve è la dopamina per la forza, la voglia di fare, l'energia e la vitalità, l'acetilcolina per le facoltà cognitive, mentali, l'eloquio, l'attenzione e il glutammato per l'euforia e la spensieratezza.
quello che vi chiedo è se conoscete dei principi attivi che agiscono su questi neurotrasmettitori.

sono disponibile a prendere anche 2 -3 farmaci diversi e a ritirarli all'estero, ma basta che risolvo il problema.

ho sentito parlare del parnate, del bromantano, del nardil, del margyl, del fenilpiracetam, selegilina , memantina , yohimbina, litio orotato, 7 keto dhea, cloruro di rubidio , oxiracetam, pramiracetam ecc

chi ne sa di più?
aiutatemi.


PMEmail Poster
Top
 
Talpa9393
Inviato il: Mercoledì, 29-Nov-2017, 10:03
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 18.655
Iscritto il: 18-Nov-2017



Ti ho scritto pm
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Parnaso
Inviato il: Mercoledì, 29-Nov-2017, 10:48
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 19
Utente Nr.: 18.160
Iscritto il: 04-Mag-2017



Ne sa di più chi è laureato in medicina...
PM
Top
 
Pelle310
Inviato il: Mercoledì, 29-Nov-2017, 12:08
Quote Post


flash of lightning
***


Messaggi: 2.701
Utente Nr.: 12.701
Iscritto il: 10-Set-2013



di farmaci dopaminergici non me ne intendo per nulla, io necessito di calma e rilassamento e non carica ed energia (l'energia creata dall'ansia è tremenda), però posso dirti che la dopamina è una sostanza che il nostro corpo produce a partire da ciò che mangiamo.
Così come il triptofano e 5HTP sono i precursori della serotonina, la fenilalanina e la tirosina lo sono per la dopamina.
Questi amminoacidi essenziali si trovano per lo più nelle carni, nel pesce e più in generale nei prodotti animali. Anche i legumi e i cereali integrali ne contengono buone quantità. Quindi, sentendo comunque il tuo medico, potresti informarlo di volere affrontare il problema anche con la dieta. Mi raccomando, non abbandonare la terapia all'improvviso.


--------------------
"Siamo tutti angeli fino a quando non passiamo dall'inferno."
"L'esperienza è il nome che gli uomini danno ai propri errori" Oscar Wilde
"Nessun maggior dolore ricordarsi del tempo felice nella miseria" Inferno Canto V Dante
PMEmail Poster
Top
 
Unexist
Inviato il: Sabato, 02-Dic-2017, 12:26
Quote Post


Psychonaut
***


Messaggi: 3.038
Utente Nr.: 13.758
Iscritto il: 23-Apr-2014



Stesso problema mio il lack dopaminergico. Hanno risolto dandomi dosi alte di metilfenidato, che su dopamina e noradrenalina nulla da discutere... le alza e di tanto.

I nootropi non agiscono sulla parte "emotiva" della veglia e dell'attenzione, possono essere un abbinamento a una terapia già efficace.
PM
Top
 
massiveattack
Inviato il: Domenica, 03-Dic-2017, 20:17
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 29
Utente Nr.: 14.857
Iscritto il: 05-Gen-2015



Ciao Idontknow87
Concordo in linea di massima con chi ti ha risposto. Cioè:
- i consigli degli utenti possono essere utili, ma fai riferimento sempre al tuo medico e alle sue prescrizioni;
- dopaminergici => energia a mille, ma anche tanta ansia PSICO sad.gif
Nel mio caso l'ansia mi ingenera una fame smodata.
- il cibo, la dieta sono una terapia, integrano la terapia farmacologica, in fondo sia ciò che mangiamo PSICO rolleyes.gif
- nootropi = integratori (in caso di depressione e ansia).

Nella tua lunga lista di farmaci/nootropi/ayurvedici, hanna attirato la mia attenzione:
- tianeptina, reperibile in Francia dietro prescrizione. Merita comunque una prova.
- memantina, il cui brevetto è finalmente scaduto. Mutuabile. Secondo me efficace per molti motivi/disturbi (richiede molta pazienza e attenzione nel graduare i dosaggi), tra i quali le dipendenze.

Un consiglio che ti darei è fare attività fisica, strenuamente e quotidianamente, all'aria aperta. E' stata per me un grande aiuto ad uscire dalla depressione. Continuo a esercitarmi per lo stress e i momenti d'ansia. Tra l'altro ti permetterebbe anche di avere controllo sul peso corporeo. Personalmente non riuscirei a vivere senza PSICO-love.gif


PMEmail Poster
Top
 
Jack1987
Inviato il: Lunedì, 08-Gen-2018, 20:18
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 52
Utente Nr.: 17.344
Iscritto il: 19-Ago-2016



Lo zoloft l'hai provato? A me ha dato una carica incredibile, voglia di fare forse un pò di agitazione ma l'ansia depressione e fobia sociale erano quasi spariti, ahimè per problemi sessuali con solo 50mg ho dovuto interromperlo, ora sono un mese con il brintellix che non da problemi sulla libido, ma è tornata depressione ansia e fobia sociale, penso di tornare sullo zoloft et simili purtroppo non vedo alternative...
PMEmail Poster
Top
 
Idontknow87
Inviato il: Venerdì, 23-Feb-2018, 21:19
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 16
Utente Nr.: 18.626
Iscritto il: 01-Nov-2017



la tianeptina l'ho provata , è come prendere delle zigulì, ne ho prese anche 6 al giorno, non fa niente. purtroppo agli altri le cose funzionano, a me no.
la sertralina come la fluoxetina non le ho prese e non penso di farlo, alla fine sono tutti ssri, hanno tutti recettore più , recettore meno lo stesso funzionamento, per cui avendo già provato citalopram, escitalopram e venlafaxina, dubito che io possa ottenere effetti diversi dalla sonnolenza, l'aumento di peso, la libido azzerata e dalla stanchezza cronica. sintomi che peraltro già ho, figuriamoci se mi posso permettere di vederli accentuati. ho provato il modafinil , come farmacodinamica è quello che cercavo: dopamina, acetilcolina, glutammato, noradrenalina, orexina, ero entusiasta. ne ho preso solo 3 compresse , in quei 3 giorni ho vissuto finalmente come una persona normale, ma ovviamente a me le cose non possono andare bene, infatti subito dopo queste 3 compresse ho avuto delle aritmie durante la giornata, che a tutt'oggi nonostante un'elettrocardio negativa non passano. per cui oltre al danno la beffa, non solo non ho risolto una mazza ma mi trovo adesso pure con problemi cardiaci non diagnosticabili , fantastico. mi rendo sempre più conto che in psichiatria siamo ancora all'anno zero, i farmaci sono tutte delle merde e gli psichiatri delle persone impreparate, tutto il sistema è governato dalle lobby delle grandi case farmaceutiche, che decidono cosa fare commercializzare e cosa no (vedi la prescrizione massiccia di vortioxetina recentemente). l'ultima cosa che mi resta da provare è il suicidio, chissa che forse quello funzioni senza effetti collaterali.
PMEmail Poster
Top
 
Idontknow87
Inviato il: Venerdì, 23-Feb-2018, 21:23
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 16
Utente Nr.: 18.626
Iscritto il: 01-Nov-2017



dimenticavo, sono stato visitato pure da un'allieva del prof. cassano....mi ha rubato 180 euro....ha pensato bene di prescivermi la quetiapina....un farmaco che riduce la serotonina , la dopamina e che riduce il volume della massa cerebrale, geniale....la verità è che siamo nelle mani di nessuno
PMEmail Poster
Top
 
xanax
Inviato il: Martedì, 06-Mar-2018, 19:33
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 18.854
Iscritto il: 06-Mar-2018



IO SONO NELLA TUA STESSA BARCA, 20 ANNI DI DEPRESSIONE ANSIOSA, PER 10 ANNI UN Pò CONTROLLATA, DA 10 ANNI DISPERAZIONE, MI HANNO VISTO 10 PSICHIATRI HO PROVATO DI TUTTO, COME DOPAMINERGICO HO PROVATO IL DENIBAN MI HA FATTO L'EFFETTO DELLA COCAINA. CASSANO dice non ci sono depressioni incurabili. Occorre ripeterlo senza stancarsi a chi ne soffre: è una malattia che, come molte altre, con i trattamenti migliora rapidamente, fino a scomparire. Quando non se ne esce, si tratta o di depressioni non curate o di depressioni mal curate. Oppure di altre malattie.
Nessuno si suicida perché vuole morire.”ma Perché vuole fermare il suo intollerabile dolore". Ma forse c'è un altra soluzione . Il dolore si cura!. ma chi lo cura?
Non so se si può dire ma vorrei sapere chi è l'allieva di cassano che ti ha prescritto la quetiapina è un antipscotico COMUNQUE non è facile come pensi, non ci riescono loro ci dovremmo riuscire noi?
PMEmail Poster
Top
 
Idontknow87
Inviato il: Venerdì, 09-Mar-2018, 20:48
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 16
Utente Nr.: 18.626
Iscritto il: 01-Nov-2017



cassano è sopravvalutato secondo me, stiamo parlando di uno che pratica ancora l'elettroshock....non so se cassano ti ha prescritto l'amisulpride, ma se è stato lui, dovrebbe sapere che l'amisulpride diminuisce la dopamina , tant'è vero che uno degli effetti collaterali più importanti è l'aumento della prolattina con conseguente perdita di latte dai capezzoli nell'uomo. e secondo lui ti avrebbe fatto aumentare la dopamina? siamo alla follia, bisogna documentarsi per essere consapevoli di ciò che viene erroneamente prescritto.
PMEmail Poster
Top
 
Luli
Inviato il: Sabato, 10-Mar-2018, 03:39
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 22
Utente Nr.: 18.088
Iscritto il: 03-Apr-2017



Quoto in pieno IDONTKNOW87!
Gli antidepressivi in commercio in Italia sono merde inefficaci e quei pochi antidepressivi che avevano una certa efficacia sono stati ritirati dal commercio solo e solamente per ragioni economiche.
E' vero che la risposta al farmaco è soggettiva ma io sono del parere che chi soffre di una forte depressione e ripeto FORTE DEPRESSIONE, INVALIDANTE non possa trovare nessun sollievo da un SSRI. E' il mio parere e non vale niente.
E poi a chi siamo in mano??
Sono stata in cura da diversi psichiatri e penso che non ci sia mai fine al peggio.
Il loro compitino si limita alla prescrizione di farmaci. Non esiste un ascolto vero, non gliene frega un cazzo se quel farmaco ti causerà poi altri problemi penso per esempio alla mirtazapina prescrittami per insonnia e ansia come se fosse una manna dal cielo! Certo, ti stende e dormi, certo, sei rincoglionito quando ti svegli e non hai ansia. E dopo? Fame smodata, apatia. Chiedevo di toglierlo ma ricevevo sempre rifiuti perché comunque dormivo e quindi era un farmaco adatto a me!!! L'ho dismesso da sola. Non mi faceva più nemmeno dormire bene ed avrei dovuto aumentare il dosaggio. Non mi sentivo bene e sono andata da un endocrinologo al quale ho detto dell'assunzione di mirtazapina e mi ha prescritto degli esami. Mi aveva provocato ipotiroidismo subclinico e sono riuscita a scampare l'eutirox solo grazie a questo endocrinologo che tra l'altro conosceva molto bene gli effetti della mirtazapina invece la psichiatra mi diceva che non era possibile!
Mi rivolgo ad un altro psichiatra. In un'ora di colloquio, ho parlato solo io. Davanti avevo un muro. Nemmeno una parola, un'espressione. Il nulla. Non sapevo se stava ascoltando o pensava ai cazzi suoi. Bene, alla fine farfuglia "SEMBRA ciclotimia", prende un foglio e me lo passa dicendomi di segnare con una X tutti i farmaci già presi. Poi, su un ricettario mi prescrive il litio. Tutto questo senza nessuna spiegazione perché l'ora era scaduta e lui aveva fatto il suo dovere.
Mi dici SEMBRA????????E mi prescrivi il litio?????? E non mi fornisci nessuna spiegazione dopo che ho parlato per un'ora dicendo che la diagnosi è sempre stata Depressione ansiosa?????
Una volta a casa, ho cercato cosa volesse dire CICLOTIMIA, disturbo a me sconosciuto. Ho cercato il litio e dopo gli ho scritto. 180euro di visita. Si è rivelato un leone da tastiera, il mutismo è scomparso.
Fitto scambio di email e alla mia domanda come fosse arrivato a diagnosticarmi un disturbo dello spettro bipolare è seguita una risposta sconcertante..."L'ho dedotto dalla tua storia e da altre cose (che però non dice) e dal fatto che indossavi una camicetta nera".
Stiamo scherzando? Purtroppo, no!
Mai preso il litio.
Soldi buttati e soprattutto molto confusione in testa.
Ho passato poi l'inferno ma davvero. Non sto qui a raccontare quello che ho subito ad opera di un altro psichiatra.
Persa completamente anche quella minima fiducia e speranza di poter trovare uno psichiatra onesto e competente.
Per ragioni che non sto qui a dire, dopo mesi senza rivolgermi a nessuno, prendo appuntamento con uno di quei DOTTORONI QUOTATI, primario, scrive libri e si prende la bellezza di 300euro.
Sapevo già come sarebbe andata a finire.
3/4 d'ora a disposizione. Mi fa domande, rispondo e lui scrive qualcosa su un blocco. Mi interrompe spesso e mi dici poi chiaramente che c'è poco tempo e devo dirgli i farmaci che ho preso.
Ovviamente, è andato ad esclusione. Prescrizione? Vortioxetina gocce.
Che strano! L'avevo previsto quando, cercando in rete, mi sono imbattuta su articoli in cui esaltava questo antidepressivo ed apparivano quindi il suo nome e la sua immagine a sponsorizzare detto farmaco.
Nessun beneficio, antidepressivo inutile.
Altra prescrizione, Valdoxan per dormire. Più di 50euro per un altro farmaco inutile e dannoso per il fegato.
300euro buttati per uno psichiatra a cui non puoi mai telefonare ma solo mandare email a cui risponde dopo 2 settimane se va bene oppure non risponde nemmeno.
C'è chi dirà che non sono tutti così e bla, bla, bla.......
Fine della pappardella.
@IDONTKNOW87 - Ho letto che la tianeptina non ti ha fatto assolutamente nulla.
L'hai presa da sola o insieme ad altro antidepressivo?
PMEmail Poster
Top
 
Faggio
Inviato il: Sabato, 10-Mar-2018, 16:29
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 408
Utente Nr.: 14.664
Iscritto il: 16-Nov-2014



QUOTE (Idontknow87 @ Venerdì, 09-Mar-2018, 19:48)
cassano è sopravvalutato secondo me, stiamo parlando di uno che pratica ancora l'elettroshock....non so se cassano ti ha prescritto l'amisulpride, ma se è stato lui, dovrebbe sapere che l'amisulpride diminuisce la dopamina , tant'è vero che uno degli effetti collaterali più importanti è l'aumento della prolattina con conseguente perdita di latte dai capezzoli nell'uomo. e secondo lui ti avrebbe fatto aumentare la dopamina? siamo alla follia, bisogna documentarsi per essere consapevoli di ciò che viene erroneamente prescritto.

Anche tu dovresti documentarti, in quanto l'amisulpride può avere una duplice azione che dipende dalla dose.

"Sebbene dosi standard tra i 400 ed i 1200 mg al dì, utilizzate per il trattamento della psicosi, inibiscano la neurotrasmissione dopaminergica, basse dosi tra 50 ed i 200 mg determinano un blocco inibitorio degli autorecettori pre-sinaptici. Ciò si traduce in una facilitazione della attività della dopamina, ed è per questa ragione che basse dosi di amisulpride vengono utilizzate per trattare la depressione clinica (in particolare le forme miste ad ansia e con disturbi di somatizzazione) e della distimia (depressione cronica di modesta entità), essendo in grado di aumentare l'umore del paziente e di determinare un'azione disinibente, facilitando in particolare il contatto interpersonale e comportando per il soggetto un rinnovato interesse per l'ambiente familiare e sociale.[4]" https://it.wikipedia.org/wiki/Amisulpride

"Although standard doses used to treat psychosis inhibit dopaminergic neurotransmission, low doses preferentially block inhibitory presynaptic autoreceptors. This results in a facilitation of dopamine activity, and for this reason, low-dose amisulpride has also been used to treat dysthymia.[1]" https://en.wikipedia.org/wiki/Amisulpride

Sotto i 100 mg, solitamente 50 mg che è il dosaggio della compressa di Deniban, si comporta da dopaminergico, e come Deniban ha indicazione per la distimia: http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti...vi/Deniban.html

Sopra i 100 mg, come Solian, si comporta da antipsicotico ed ha indicazione nelle psicosi: http://www.my-personaltrainer.it/Foglietti...ivi/Solian.html

Poi c'è chi prende il Solian come antidistimico, facendo in più parti la compressa di Solian e tornando sempre alle solite dosi di 50 o 100 mg.

Quanto alla prolattina non ho ben capito perché pur aumentando la dopamina sotto i 100, continua a far produrre più prolattina. Probabilmente è lo stesso meccanismo con cui aumenta la dopamina. Ovvero blocca i recettori D2 presinaptici portando i neuroni a produrre più dopamina, ma i recettori D2 se attivati servono anche da inibitori della prolattina una volta che la dopamina vi si è legata, cosa che in questo caso non è più possibile. A quanto ho capito.

"Nell’animale, amisulpride, a dosi elevate, blocca principalmente i recettori D2 post-sinaptici situati nelle strutture limbiche rispetto a quelli situati nel corpo striato. Essa non induce catalessi e dopo trattamento ripetuto non si sviluppa ipersensibilità dei recettori dopaminergici D2.

A basse dosi, amisulpride blocca preferenzialmente i recettori pre- sinaptici D2/D3, inducendo un rilascio di dopamina responsabile degli effetti disinibenti del farmaco." https://www.torrinomedica.it/farmaci/schede...eniban.asp#SP10

Tutto ciò è dovuto al fatto che l'amisulpride a basso dosaggio è un dopaminergico atipico rispetto agli altri.

Considera che due farmaci dopaminergici utilizzati nel parkinson, il pramipexolo e la cabergolina, sono agonisti del recettore D2. La cabergolina trova uso medico anche contro l'iperprolattinemia. In pratica aumentano la dopamina facendo il contrario dell'amisulpride.

Mentre alcuni di quei farmaci dopaminergici utilizzati nei disturbi dell'attenzione, come ad esempio il metilfedinato (ritalin), agiscono in altri modi, ad esempio inibendo il reuptake della dopamina, come nel caso del metifedinato, agendo come un potente DRI.

Sempre di dopamina si parla, ma ognuno di questi farmaci ha un modo diverso di agire e diverse indicazioni.
PMEmail Poster
Top
 
Faggio
Inviato il: Sabato, 10-Mar-2018, 17:17
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 408
Utente Nr.: 14.664
Iscritto il: 16-Nov-2014



QUOTE (Idontknow87 @ Giovedì, 02-Nov-2017, 01:40)
ho provato per poco il bupropione ma mi dava solo una forte agitazione e intollerabili effetti anticolinergici agli occhi e brain fog.


Che intendi per poco tempo, quanti giorni/settimane?

Anch'io ho avuto effetti collaterali molto forti i primi giorni, diciamo le prime 2-3 settimane, è normale averne i primi giorni con un nuovo farmaco.

Qui c'è la mia esperienza:
http://psyco.forumfree.org/index.php?&show...dpost&p=1727333
PMEmail Poster
Top
 
Idontknow87
Inviato il: Lunedì, 12-Mar-2018, 14:35
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 16
Utente Nr.: 18.626
Iscritto il: 01-Nov-2017



la tianeptina l'ho ritirata dalla francia , ci hanno messo più di 2 mesi, ne ho preso anche 6 compresse al giorno ma non ha fatto niente, considera che va preso 3 volte al giorno perchè ha un'emivita bassissima, l'ho preso sia da solo che in combinazione con la moclobemide, dovrebbe attivare oltre alla serotonina anche il glutammato, responsabile dell'effetto euforizzante che sperimentano alcuni. la risposta è soggettiva, c'è chi non ha alcun effetto e c'è chi ne vanta le proprietà euforizzanti ad alti dosaggi. calcola però che ogni confezione ne contiene 30 compresse pertanto se ne assumi 6 al giorno per un mese di terapia ti servirebbero 180 compresse, 6 confezioni.

il bupropione l'ho provato inizialmente a 150mg dato che in italia a differenza degli altri paesi dove si può acquistare a dosaggio più basso, non si può scendere al di sotto dei 150mg. l'ho provato pure a 50mg galenico ma sebbene ci sia stato un aumento della libido e un lieve aumento energetico, i marcati effetti anticolinergici quali bocca secca, occhi secchi (pericolosissimi quando si guida) e ottundimento cognitivo, rendendo impossibile la concentrazione e vanificavano gli effetti positivi del farmaco. vi ricordo che l'acetilcolina è fondamentale per le funzioni cognitive, tant'è vero che una sua carenza è causa della malattia di alzheimer. è curioso come la quasi totalità degli antidepressivi in circolazione sia anticolinergica, è come se ci sia un disegno per rendere i depressi rincoglioniti per farli stare buoni e non rompere le balle.

ribadisco il mio concetto, la strada da seguire è:
serotonina per il d.o.c. , l'ansia e gli attacchi di panico
dopamina per l'energia fisica e mentale, la libido
acetilcolina per le funzioni cognitive e la concentrazione
glutammato per gli effetti disinibenti

la noradrenalina non la considero nemmeno, sinceramente a parte stressare il sistema cardiocircolatorio aumentano la pressione non ci vedo utilità psichiatriche.

che ne dite di fare delle ricerche congiunte per trovare i principi attivi utili?

PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 1 (1 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (3) [1] 2 3  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0639 ]   [ 19 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]