Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Paura Di Essere Lesbica... O Verità?
 
Karma30
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 10:08
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 4
Utente Nr.: 19.842
Iscritto il: 02-Giu-2020



Ciao a tutti!
Ho trovato questo forum per caso e ho deciso di scrivere per confrontarmi con altri o per capire meglio...
Sono una studentessa di 23 anni ed è da febbraio che sto vivendo (con peggioramento a causa della quarantena) una ricaduta di DOC a sfondo sessuale.

La prima volta si presentó due anni fa, in un periodo di forte stress e in seguito a un sogno in cui venivo sostanzialmente stuprata da una mia amica. Nel sogno dopo lo stupro continuavamo a parlare come se nulla fosse, ma appena sveglia venni colta da un'ansia inimmaginabile che mi portó a stare male per mesi. Avevo la necessità di confessare ogni cosa che mi passasse per la mente, ero perseguitata da immagini di me che toccavo le mie amiche e non solo (signore anziane, bambine... Fu terribile, soprattutto perché io ho sempre adorato i bambini) e mi sembrava letteralmente che qualcosa si fosse impossessato del mio cervello. Feci qualche seduta con una psicologa che mi aiutò ad individuare la 'falla' nella mia relazione con un ragazzo che durava da 5 anni ma che era assolutamente sbilanciata e tossica (e inesistente dal punto di vista sessuale, cosa che aveva silurato la mia autostima). Dopo alcuni mesi riuscii a prendere il coraggio per lasciarlo e iniziai a stare molto meglio. Oramai le domande 'Sono lesbica? Mi piace?' mi partivano soltanto incontrando una nuova ragazza, ma appena diventata sua amica il pensiero mi lasciava stare completamente.

Ad ottobre del 2019 ho conosciuto un altro ragazzo, più grande di me, un gioiello di persona. I primi mesi della relazione sono stati davvero belli. Sotto molti aspetti è come se fosse il mio primo ragazzo, è molto 'generoso' da un punto di vista sessuale, ma il problema è che per quanto possa piacermi e sia stata spesso io ad iniziare non riesco ad avere un orgasmo.
Sinceramente non ne ho mai avuto uno neanche da sola, nonostante abbia iniziato a fantasticare sul sesso piuttosto precocemente.
Questo 'problema' (che a sentire alcune mie amiche problema non è) è sempre stato in qualche modo centrale nella creazione del mio doc, perché non ho mai trovato eccitante un uomo nudo quanto i suoi gesti, le sensazioni, gli odori... E ho sempre pensato che il corpo femminile fosse più sensuale senza volerci necessariamente avere a che fare.
C'è una cosa che mi fa pensare che potrei davvero essere lesbica, pur senza essermi mai innamorata di mie amiche (o almeno, non consciamente???) ovvero il fatto che per un po' di tempo riuscivo ad eccitarmi con degli strani video di una donna a cui si gonfiava il seno. Una volta riuscii ad avere quasi un orgasmo, poi smisi di cercarli perché 1) sono cose che non esistono 2) volevo riuscire ad eccitarmi in altri modi.
Sinceramente alla cosa non avevo mai dato peso perché non ho mai voluto stare con una donna, pensai che fosse semplicemente una proiezione (sono molto piatta e ne soffro + non ho mai avuto un orgasmo= combo micidiale).
Quindi arriviamo a febbraio di quest'anno. Stavo preparando un esame e totalmente a cavolo mi riparte la giostra del doc, l'ansia, pianti continui e disperati con le mie coinquiline che cercavano in ogni modo di consolarmi portandomi loro esperienze e spronandomi, fino a parlarne con lui che sa tutto e che dice che mi accompagnerà in ogni caso anche se dovessi scoprire che è la mia vera natura. Ma io non voglio scoprirlo! Non voglio che sia così!

Non voglio condividere la mia vita con una donna, voglio semplicemente che con lui vada tutto bene, ma non so come fare!

In questi mesi di quarantena poi la cosa ha preso una piega peggiore. Ho notato che riesco ad eccitarmi molto se siamo in videochiamata con lui (cosa positiva, no?)
Ebbene, ho iniziato a pensare che in realtà questo accadesse perché in realtà nel mio cervello io dovrei essere uomo e che se mi piace fargli determinate cose (mi piace vederlo 'perso', scusate se sono grafica) è perché vorrei riceverle io.
Il pensiero era fomentato dal fatto che ogni volta che immaginavo di essere io l'uomo con un'altra donna sentivo queste specie di movimenti intimi, fisso. Così ormai quando guardo il seno di una donna (anche mia madre, e mi sento la peggiore delle pervertite).
La cosa assurda è chr a volte mi sento bagnata istantaneamente, quando so (o almeno credo???) che nella vera eccitazione ci vuole più tempo.

Fatto sta che adesso mi sento uno schifo, mi sento in un limbo. So solo che non voglio cambiarr assolutamente il mio corpo (quindi non sono trans spero), ma inixio a credere davvero di essere lesbica e la cosa mi fa star male. Vorrri soltanto stare bene con lui, perché ho la persona che ho sempre sognato fin da piccola.

Consigli? Qualcuno con situazioni simili?
Scusate la lunghezza, un abbraccio

Ps sono in cura da una sessuologa e sostiene che sia doc, nonostante le abbia raccontato tutto, il problema è che io sento che è vero, anche se non lo voglio assolutamente! Anche perché prima che iniziasse tutta la giostra ho visto mie amiche nude e non ho mai pensato assolutamente niente se non ai soliti confronti tra donne.
PMEmail Poster
Top
 
DRUMMER
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 14:42
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 639
Utente Nr.: 1.162
Iscritto il: 27-Mar-2008



Paura Di Essere Lesbica... O Verità?


E perché una deve escludere per forza l'altra?
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
rachele19
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 16:16
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 17
Utente Nr.: 19.799
Iscritto il: 08-Mag-2020



Ciao! Ho anche io lo stesso problema, infatti ho scritto un post ma ahimè non mi ha mai risposto nessuno huh.gif
Dunque, il problema del Doc è che 1. Distorce la realtà 2. Non ti permette di distinguere e capire fino in fondo le cose. Io sono forse solo un passo più avanti a te ed è il seguente: quando la mia terapista mi diceva che era solo paura infondata, io sentivo che non era vero. Ho pensato "basta, sono lesbica". Però non bastava, perché continuavo a sentire delle cose col mio ragazzo e la cosa non mi rendeva felice anzi: CONFUSISSIMA. La questione è quella che accomuna tutti i Doc: non avere la certezza e il controllo al 100%. Nel caso pratico mio e tuo: aver scoperto un pezzo della nostra sessualità che però ci ha traumatizzate e ci disgusta. Io penso che sia sbagliato sia dirti che sei lesbica sia dirti che non lo sei. E' sbagliata proprio l'impostazione. Un sacco di mie amiche, molto più disinvolte di me, hanno sempre palesato il fatto che fossero attratte dalle ragazze, che le trovassero eccitanti, eppure sono tutte fidanzate con ragazzi. La terapia ti aiuterà tanto, io sto cercando di fare solo passi avanti e questo significa non farmi aggredire dal panico quando mi sento attratta da una donna, quanto fantastico sulle donne o quando penso "Quella è proprio figa, ci proverei!". Come? Beh ricordando a me stessa che la relazione, l'amore, sono composte da tanti fattori e non è detto che se ti senti attratta da qualcuno sia perché è la tua anima gemella. Pensa: se ti sentissi attratta da un uomo, fantasticandoci anche sopra, non entreresti nel panico perché? Perché se ami e stai col tuo ragazzo ci saranno TANTI motivi. Chiedi al tuo cervello di darti una pausa e non aggredirti, alle due cose di convivere senza che debba definirti come etero o come lesbica, minimizza: le donne sono attraenti, sensuali e forse mi eccito più con una donna che con un uomo. Ma poi? Poi c'è un MONDO attorno a chi scegliamo.
PMEmail Poster
Top
 
Somersault
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 16:20
Quote Post


Ubermember
*******


Messaggi: 16.174
Utente Nr.: 4
Iscritto il: 29-Giu-2007



QUOTE (DRUMMER @ Martedì, 02-Giu-2020, 13:42)
Paura Di Essere Lesbica... O Verità?


E perché una deve escludere per forza l'altra?

Già, perchè? Diccelo tu.



--------------------
user posted image
Someday we will foresee obstacles;
Through the blizzard, through the blizzard.
PM
Top
 
Karma30
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 16:23
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 4
Utente Nr.: 19.842
Iscritto il: 02-Giu-2020



Rachele, che dire... Grazie, grazie, grazie!
E non per l'avermi fornito una rassicurazione, dato che so che l'unico modo per sfuggire alle ossessioni è accettare l'eventualità, ma proprio per le parole che hai utilizzato: c'è un mondo intorno a chi scegliamo!
Piuttosto, tu come stai? Da quanto tempo stai avendo problemi?
PMEmail Poster
Top
 
Karma30
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 16:26
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 4
Utente Nr.: 19.842
Iscritto il: 02-Giu-2020



QUOTE (Somersault @ Martedì, 02-Giu-2020, 15:20)
QUOTE (DRUMMER @ Martedì, 02-Giu-2020, 13:42)
Paura Di Essere Lesbica... O Verità?


E perché una deve escludere per forza l'altra?

Già, perchè? Diccelo tu.

È in corso una discussione? PSICO giveup.gif
PMEmail Poster
Top
 
rachele19
Inviato il: Martedì, 02-Giu-2020, 16:41
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 17
Utente Nr.: 19.799
Iscritto il: 08-Mag-2020



Figurati, penso che sia questo che anche gli altri intendessero con "E se fosse così?" perché già dicendo di sì al pensiero ossessivo riusciamo a vedere meglio di che si tratta. A me il doc è esploso a gennaio dell'anno scorso, a una lezione mi sono sentita "attratta" dalla professoressa e non ho avuto manco il tempo di realizzarlo che già era scoppiato un brutto crollo nervoso e dicevo a tutti che avevo capito di essere lesbica. Poi ho incontrato il mio attuale ragazzo e sono stata bene..prendevo però dei farmaci per l'ansia. E ti dirò, la paura e il disagio rispetto alle ragazze mi perseguitava sempre un pò. A gennaio di quest'anno ho voluto staccare il farmaco e BAM! E' riscoppiato il doc paralizzandomi dalla paura. A quel punto ho iniziato la psicoterapia. Durante la pandemia ho toccato il fondo: ho lasciato il mio ragazzo ed ero CONVINTA di dover accettare la mia omosessualità. Risultato? Dopo due settimane di notti in bianco, pianti e attacchi di panico, ho capito che la questione non era per niente semplice. Ho rivisto il mio ragazzo e dopo 3 secondi l'ho baciato perché sì, sentivo ancora quelle cose per lui, quelle che mi avevano "rassicurato" sulla mia eterosessualità. Però gli ho chiesto di non farmi pressioni al momento visto che sono in pieno work in progress. Mi sto sforzando, tanto. Sto provando a godermi le sensazioni e le emozioni che provo con lui e non rinnegare l'attrazione verso le ragazze, dicendogli però a voce dura "Non mi trascinate nel baratro, non mi rompete il cazzo con la storia della lesbica" ahah a volte quando sto con lui sto bene, altre male. A volte mi fa piacere sentirlo a volte no. Ma mica può risolversi tutto in poco tempo: accettare di essere più complessi di quello che si credeva, richiede tempo. Anche solo per abituarcisi. E riesco a non avere attacchi di panico solo ricordando una cosa a me stessa: "non devi cercare nessuna risposta, tutto ciò che senti è nuovo e non deve farti paura e comunque vada non c'è niente di veramente orrendo lì fuori, solo l'amore. So che fa paura anche solo pensarlo, ma credimi che oltre la paura ci sono le VERE emozioni e sensazioni che proviamo NATURALMENTE. All'inizio frequentare di nuovo il mio ragazzo non è stato semplice, mi sentivo divisa a metà, ma con il passare del tempo le cose migliorano. Ti aggiungo persino un dettaglio: abbiamo fatto l'amore e non ho avuto orgasmi ma non ho permesso al doc di entrare perché SEMPLICEMENTE il solo farlo con lui mi è piaciuto, l'odore della sua pelle, sentirlo su di me.. e poi sai quanta gente non raggiunge orgasmi nei rapporti? Ah! Dovrebbero lasciarsi 8 coppie su 10 se fosse così.
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 18:54
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



Ciao Karma,
Allora partiamo dal presupposto che NESSUNA e ripeto NESSUNA delle ossessioni che vengono in testa é vera (altrimenti non sarebbe un’ossessione) e dal fatto che se realmente fossi omosessuale innanzitutto lo sapresti da molto tempo e secondo, non ti chiederesti se un omosessuale si sente così ma ne avresti la certezza e non avresti alcuna paura delle tue pulsioni perché le riterresti perfettamente naturali e in linea con quello che sei. Questo punto é importante: non è assolutamente vero che é normale spaventarsi perché sono reazioni nuove, proprio no, é fuorviante dire una cosa del genere, ti basterà cercare qualche articolo sulla differenza tra un vero omosessuale e un DOC per vedere che il docker è spaventato da se stesso, nel senso che non vorrebbe fosse così per se stesso, non gli interessa generalmente dell’opinione altrui, mentre un omosessuale ha paura che gli altri non lo accettino! Tu dici che sentì di esserlo ma non lo vorresti mai, un reale omosessuale non direbbe mai una cosa del genere perché non si sente fuori posto nella sua natura ma rispetto alla società che lo circonda. Inoltre, un omosessuale non eviterebbe mai una situazione in cui già sa di trovarsi a suo agio mentre un docker evita qualunque cosa glielo faccia venire in mente.
Detto questo, volevo scriverti che in realtà questa dualità e questo conflitto che senti nei confronti della paranoia é in realtà un conflitto inconscio che non riesci a esprimere e che si “traduce” nella paranoia che la maggior parte delle volte non ha nulla a che fare col contenuto ma é semplicemente una valvola di sfogo e una sorta di protezione, una maschera! E dietro quella maschera ci sta la spontaneità, il vivere sereni. Tu ora lo associ all’essere lesbica ma non c’entra assolutamente nulla! Anzi é proprio questa paura che ti sta impedendo di vivere a pieno!
Un’ultima cosa: la parola “attrazione” può avere molti significati. Puoi trovare tranquillamente una donna attraente o in generale le donne più attraenti degli uomini ma questo non ha nulla a che vedere con l’essere omosessuale! Altrimenti tutte le femministe sarebbero omosessuali e non è così! Riconoscere una bellezza o un’attrazione oggettiva di una persona non vuol dire desiderarla, è esattamente equivalente a dire che una persona è mora o bionda, alta o bassa! Dici tu stessa che non hai mai provato nulla nel vedere le tue amiche nude quindi già sai la risposta! Inoltre le cosiddette “risposte fisiologiche” dei genitali femminili corrispondono solo il 10% delle volte ad un’attrazione fisica percepita dal cervello, ciò significa che il tuo corpo reagisce spontaneamente agli stimoli sessuali di qualunque tipo, come tutti, ma ciò non ha nulla a che vedere col tuo orientamento sessuale o con le tue intenzioni! Rilassati e vedrai che passerà tutto, scusa per il lunghissimo messaggio😊
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 18:58
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



Un’ultima cosa che non ho precisato nel messaggio prima: se la tua sessuologa dice che é DOC, fidati e ascoltala, é molto difficile che si sbagli, anche perché l’aspetto ossessivo é inconfondibile e non é compatibile con un reale orientamento omosessuale!
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 19:04
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



Rachele, in realtà non é vero che hai paura di quello che sentì perché é nuovo, hai paura di quello che sentì perché non vorresti mai si realizzasse e quindi in fondo stai già confermando che la tua ossessione é per l’appunto solo questo, un’ossessione! Tra l’altro, come già detto a Karma, ci si può anche sentire attratti da un particolare atteggiamento perché vorremmo fosse nostro o da un vestito o qualunque caratteristica di una ragazza proprio perché come tale la percepiamo simile a noi, ma questa non é un’attrazione sessuale! Considerare una cosa oggettiva non é attrazione! E comunque sia un sacco di donne trovano più bello il corpo femminile ma non starebbero mai in nessun senso con una donna perché un conto é valutare una cosa abbastanza oggettiva, un altro é legarsi in una relazione ad una persona, come dici tu c’è un contesto intorno e una semplice valutazione non c’entra nulla!
PMEmail Poster
Top
 
Farkas
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 19:25
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 5
Utente Nr.: 19.848
Iscritto il: 05-Giu-2020



Ma scusami perchè paura? Potresti aver paura di avere un tumore!! Ma la tendenza sessuale non è una malattia. E poi, non hai mai pensato di essere bisex?
Io conosco varie ragazze che sono bisex che hanno una vita normalissima, e nessun problema con i ragazzi. Tutto sta a conoscerti, accettarti e gestire la tua sessualità come meglio ti pare. Il resto è del tutto irrilevante.
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 19:58
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



Scusa Farkas, tu sei consapevole del forum in cui ti trovi? TUTTI i pensieri ossessivi creano paura a chi li ha perché il contenuto é ritenuto moralmente inaccettabile o comunque é visto come la fine della propria vita serena e tranquilla! Dire ad una persona col doc che potrebbe essere bisex è proprio fare l’esatto contrario di ciò che si fa in terapia! Il pensiero infatti fa paura proprio perché è distantissimo dalla persona e più fa paura più si cerca di contrastarlo, convincendosi così che sia vero e alimentando altra paura e non rendendosi conto che più crea terrore e più è inattuabile... chi è realmente bisex è tranquillissimo nella sua natura e non ha alcun problema, avrebbe piuttosto la preoccupazione di non essere accettato da chi ha intorno ma non sarebbe mica sorpreso o sconcertato o confuso dalla sua natura perché sarebbe così da sempre!!! Tra l’altro Karma scrive di aver parlato con una sessuologa, esperta quindi nel settore, che ha già escluso una sessualità diversa ma al contrario si é concentrata sul doc quindi già si sa la diagnosi!
E inoltre chi ha il doc non pensa ci sia nulla di male nell’essere bisex ma PER GLI ALTRI, é per se stesso che trova la cosa inaccettabile e non vorrebbe mai fosse così! Un reale bisex ti direbbe esattamente il contrario, e cioè che vuole essere così ed è fiero di esserlo non che ha paura di diventarlo!
PMEmail Poster
Top
 
Farkas
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 20:13
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 5
Utente Nr.: 19.848
Iscritto il: 05-Giu-2020



Capisco la tua posizione. Ma quello che volevo dire che uno è come è e tutto sta a capirlo. Uno non diventa omosessuale o bisex o altro. Uno è omosessuale o bisex o altro. E' come aver paura di essere biondo o di avere gli occhi marroni. E' una caratteristica del tutto naturale. Non voglio entrare nella questione dei pensieri ossessivi. E poi anche se ho una certa stima degli psichiatri, non ne ho assolutamente per i sessuologi. Li trovo del tutto incapaci di capire veramente i problemi e danno risposte del tutto inutili. Ma questo è un mio parere personale.
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 20:34
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



Beh io sessuologi non ne ho mai conosciuto quindi non posso esprimermi ma soffocare la reale sessualità, qualunque essa sia, è controproducente e un sessuologo non lo potrebbe mai consigliare. Comunque sia, il punto é proprio questo, tu poni l’attenzione sul tema dell’ossessione dicendo che l’ossessione é irrilevante quando in realtà é l’esatto opposto: é infatti il contenuto a essere inutile, quello che bisogna combattere é il rimuginare ossessivo.
Anche perché, quando passerà l’ansia, e accadrà perché quando si migliora accade, potrebbe essere ancora peggio, perché l’ansioso ragiona dicendo “non c’è ansia=ho accettato il pensiero“ e quindi il rimuginare non solo darà ancora fastidio ma preoccuperà perché non c’è più l’ansia intensa come prima, non so se mi spiego...
Prima di avere questa preoccupazione sono sicura che nessuno di quelli che ha/ha avuto il doc omosex provava orrore o disgusto al pensiero di un rapporto con una persona dello stesso sesso, semplicemente non gli veniva neanche in mente! Invece nel momento in cui nasce il doc ecco che bisogna solo provare un’emozione intensa e totale altrimenti qualunque cosa sia può essere vera! Una persona normale che ha pensieri del genere in buona parte dei casi non prova ansia o disgusto ma é assolutamente indifferente, invece per il docker essere indifferente vuol dire accettare il contenuto del pensiero e non accettare invece la semplice presenza di ansia! Ho detto tutto questo solo per farti capire che innanzitutto bisogna lavorare sull’ansia ma poi bisogna concentrarsi proprio sul rimuginare, non sul contenuto, perché funziona viceversa rispetto a come sostieni tu, é proprio il rimuginare e l’ansia che vanno combattuti e sconfitti! Quindi non sono irrilevanti, tutt’altro. Nel caso di questa discussione, il pensiero che le donne siano magari più affascinanti degli uomini PRIMA del doc non creava alcun problema né tantomeno dubbio sull’identità sessuale mentre DOPO lo crea! É per questo che sono d’accordo con te, chi é bisex ci nasce, ma proprio perché prima del pensiero non ti è mai venuto in mente non lo puoi essere! Perché anche se oggi dicessi “ok sono bisex” e lo “accettassi” domani ricominceresti da capo a farti domande e col tempo, dimenticandoti la domanda, ti comporteresti nuovamente senza ansia e sempre e comunque da eterosessuale, non da bisessuale, come facevi prima! I docker esaminano i loro comportamenti proprio perché non sanno cosa significhi essere bisex, quando si comportano in modo naturale infatti difficilmente manifestano comportamenti del genere e anche i pensieri, in condizione normale sono reali, tanto é vero che famiglia amici e parenti vedono benissimo come si comporta la persona e la scherniscono proprio perché il comportamento NATURALE da fuori é chiaramente visibile!
PMEmail Poster
Top
 
Alga34
Inviato il: Venerdì, 05-Giu-2020, 20:39
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 68
Utente Nr.: 19.828
Iscritto il: 25-Mag-2020



É un discorso intricato e il messaggio é lungo, ma da semi veterana del doc alcuni meccanismi ora li capisco e spero che ciò che scrivo sia utile a chi é ancora “alle prime armi”...
Ad ogni modo, quando andrà via l’ansia sentirete un vuoto enorme e penserete che quel pensiero vi riempisse e quindi fosse vero ma mi raccomando non cascateci: il vostro desiderio reale è quello di essere spontanei e felici, e non centrerà assolutamente nulla col tema dell’ossessione, qualunque esso sia! Lo dico perché è importante.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0502 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]