Powered by Invision Power Board



  Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Cerco Una Soluzione
 
Agnese
Inviato il: Lunedì, 22-Ago-2016, 11:54
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 1
Utente Nr.: 17.356
Iscritto il: 22-Ago-2016



Ciao a tutti, mi presento brevemente; mi chiamo Agnese e sono una ragazza di 18 anni. Ho deciso di iscrivermi a questo forum nella speranza di un aiuto, di qualche consiglio da parte vostra. mi spiego meglio; è ormai da maggio che ho assunto atteggiamenti bulimici a causa di un anno davvero stressante sotto tutti i punti di vista. Faccio una premessa: da sempre sono una ragazza in forma, che ADORA lo sport; mi piace muovermi e pratico ginnastica artistica. Non ho mai avuto problemi di peso e grazie allo sport mi sono sempre ritrovata un corpo in forma. Tuttavia tutto è iniziato quando con la crescita il mio ha iniziato a cambiare... avevo preso qualche chilotto, ma niente di particolare, ero un po' più paffuta del solito. Iniziai quindi a mangiare bene, in modo più sano evitando le classiche cose come merendine e cioccolata che si mangiano tranquillamente (seppur con discrezione) nell'infanzia. Nel giro di un paio d'anni mi ritrovo un fisico fantastico: era asciutto, tonico, mi sentivo davvero bene; il problema era che più mi vedevo così e meno mangiavo a causa della costante paura di perdere quel bel risultato mai ottenuto. I carboidrati no sapevo più cosa fossero, era meticolosa in tutto, contavo ogni singola caloria ingerita e facevo tanto movimento. Tuttavia i problemi iniziano da settembre quando, riprendendo l'allenamento agonistico, non avevo più la forza di affrontare la giornata; i miei spostamenti, casa-scuola-palestra-casa, avvenivano regolarmente in bici e per tre/ quattro giorni alla settimana uscivo di casa alle 7.30 e rientravo per le 19,00. Tutto questo con un frutto e uno spuntino per pranzo ipocalorico. ero esausta e da qui che hanno inizio le prime abbuffate... mi sentivo male, in colpa, andava sempre peggio. In più si aggiunge l'inizio di una cura per l'acne che prevede l'assunzione della pillola anticoncezionale. Nel giro di un paio di mesi le mie gambe e il mio volto si gonfiano, carichi di ritensione idrica; i miei sforzi non servivano a nulla, ero stanca, stremata.... in palestra non ottenevo i risultati sperati, le gare erano un disastro. A scuola non riesco più a studiare e inizio un po' a vivere di rendita abbassando al 7 la media scolastica. In più la cura prevedeva l'eliminazione del trucco, quindi mi trovavo ad andare in giro con questi segni rossi sul volto. Insomma, la mia autostima (che già non era il massimo) scende in maniera drastica. Non volevo più uscire e mi ritrovavo sempre più spesso ad abbuffarmi; per troppo tempo mi ero proibita del cibo e inoltre i lavori fatti a livello fisico e sportivo non davano più i loro frutti. Nel giro di metà anno aumento di 10 kg.
Aprile 201, dopo gli ennesimi sensi di colpa, dopo l'ennesima quantità industriale di cibo, lo faccio... vomito. Da quel giorno è stato il disastro. Ho interrotto l'assunzione della pillola e di conseguenza soffro di amenorrea. la mia cellulite è sparita, ma in compenso ho acquistato una disgustissima ansia e un disgustissimo odio nei confronti del cibo. Fino ad oggi ho perso quasi tutti i chili assunti, il mio corpo è di nuovo asciutto e tonico, ma a quale vantaggio? A quale vantaggio se mi ritrovo in costanti abbuffate e ore nel bagno alle 3 di notte cercando di eliminare tutto? A quale vantaggio se alterno periodi di totale digiuno e nausea a tutto questo?
Mia mamma mi ha scoperta, infatti finalmente ho iniziato delle visite presso un centro ( ormai in ferie e quindi continuerò a settembre). Ilp problema però è un altro ... ho perso la mia forza di volontà, ho perso il controllo di me stesse e soprattutto quel controllo che avevo sul cibo, così preciso e meticoloso. come faccio a ritrovare me stessa?
Minimo una volta al giorno ormai faccio quel che faccio e il problema è che non posso dirlo sempre a mia mamma perchè la deludo.
Ma che cos' ha il cibo di così maledettamente "attraente" ?
Adesso poi ho iniziato la tecnica del "mastica e sputa"... è davvero indignoso.

Spero che qualcuno possa leggere la mia breve storia, seppur lunga, e che possa darmi dei consigli sul come fare per controllarmi maggiormente. Ho paura, paura che possa essere troppo tardi, paura di rovinarmi.
Un saluto.
Agnese
PMEmail Poster
Top
 
sveva96
Inviato il: Giovedì, 15-Set-2016, 21:51
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 206
Utente Nr.: 16.298
Iscritto il: 28-Nov-2015



Se ho capito bene tu rimpiangi i tempi passati in cui riuscivi a controllare tutto..

Beh,io non sono un medico però,mi sembra quasi come se tu ad un certo punto fossi "esplosa",e avessi detto "BASTA!!"..
Basta al controllo..

E se davvero è così,beh..penso che sia una reazione..un Reagire..non tanto del tuo corpo,quando del tuo inconscio,e del tuo "io" interiore..

Dici "che cos'ha il cibo di così attraente"..ma non dici "che cos'ha la VITA di così attraente"..

Cosa ti piace della vita?e cosa non ti piace?
e quindi cosa ti piace del cibo?e cosa non ti piace del cibo?

Forse le due cose sono estremamente collegate....!

Ti abbraccio forte..
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
domitilladel miglio
Inviato il: Mercoledì, 05-Ott-2016, 19:33
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 2
Utente Nr.: 17.511
Iscritto il: 05-Ott-2016



Ciao Agnese
Ti capisco benissimo e credo che sveva96 abbia ragione. Sei esplosa così come è successo anche a me, dopo tanti anni di controllo sul fisico magro e bello come piaceva a noi, non abbiamo più le forze di andare avanti con quel regime.
Io facevo l'indossatrice ed ero attentissima al mio corpo e come te ero min oziosa nel controllare le calorie ingerite. Poi all'improvviso mi è scoppiata la fame e la perdita del controllo, morale: pesavo 53 kg per 1,75m di altezza ed ero stabile ora invece ne peso 59 e faccio spesso abbuffate, tento diete che falliscono e non avendo coraggio di indurmi il vomito ricorro a lunghe camminate veloci o ginnastica.
Spero ci sia una soluzione a ciò. Vivere tormentati non è bello.
Io amo il cibo e amo la vita, per assurdo mi piace molto di più gustarmi le cose che abusarne eppure mi sembra una valvola di sfogo la mia.
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0918 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]