Powered by Invision Power Board



Pagine : (2) [1] 2   ( Vai al primo messaggio non letto ) Reply to this topicStart new topicStart Poll

> Doc Da Relazione, Approfondimento: Il Meccanismo
Pv1204
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 11:42
Quote Post


Unregistered









Ho deciso di approfondire un discorso che a molti (coloro i quali chiedono aiuto) non è del tutto chiaro.
È alquanto evidente che voi abbiate paura. Questa paura è nata nel momento in cui avete avuto una sensazione che in qualche modo avete percepito come estranea all'idea di voi. Che è molto idealistica, va detto.
Magari fino a un certo punto della vostra relazione viveva te sereni, con qualche momento di tensione (normale) e qualche "basso". Ma tutto questo lo guardavate da un punto di vista diverso, che non precludeva simili situazioni.
Deve essere capitato però che un vostro impulso, una vostra emozione abbia quasi sconvolto una vostra concezione idealistica delle emozioni nel rapporto. In sostanza, avete notato qualcosa che secondo voi una persona che ama in modo puro non dovrebbe provare. A quel punto a voi, impauriti da quanto visti, scattano dei dubbi. Vi chiedete se tutto vada bene, se state con la persona giusta, se vi sposeremo ecc. Non si tratta di domande campate in aria..sono dubbi che voi vi ponete guardando dentro voi stessi a una parte di voi che non accettate e cercate di respingere. Ma anche la stessa paura diventa un taboo. Il contenuto dei pensieri è talmente terribile che non siete disposti ad accettarlo e quindi ragionate per esorcizzarlo e stessa cosa fate con le emozioni. Tutte le emozioni che riguardano il partner perchè le temete tutte non solo alcune.

In linea generale comunque questa sensazione di dover cercare risposte e quella sensazione di sentirsi sbagliati fanno sì che voi perdiate il 75% dell'entusiasmo nella relazione. Non c'è spazio per una sensazione così serena nella vostra relazione se voi avete queste sofferenze.

Sul piano pratico il meccanismo può seguire vari schemi:
1) Voi provate un'emozione che ritenete inopportuna (noia, rabbia, piattume ecc) e quindi cercate di arginarla con il ragionamento. Chiaramente non riuscendo a capirla vi farà pensare di non amare il vostro partner o di non trovarvi bene con lui e questo avrà ripercussioni anche su un eventuale futuro.
EVENTO-EMOZIONE-DUBBIO-RAGIONAMENTO-ANSIA SUL DUBBIO
2) Voi a un certo punto vi chiedete perchè non provate entusiasmo e quindi lo cercate. Considerando che non parte a comando a voi partono altri dubbi.
EVENTO-"NON EMOZIONE"-DUBBIO-RAGIONAMENTO-ANSIA SUL DUBBIO
3) Voi provate un'emozione che vi piace con il vostro partner (entusiasmo, gioia, gelosia, paura di perderlo ecc) e vedendola all'inizio provate gioia. Poi però parte un dubbio relativo alla purezza di questa emozione e anche sulla gioia che avete provato quando l'avete vista.
EVENTO-EMOZIONE-GIOIA-DUBBIO-RAGIONAMENTO-ANSIA SUL DUBBIO
4) Siete apparentemente tranquilli e sentite, leggete o pensate a cosa che rievocano il vostro dubbio (che inconsapevolmente è sempre presente). E lì ricomincia il loop.
EVENTO-DUBBIO-RAGIONAMENTO-ANSIA SUL DUBBIO


In sostanza voi avete uno schema idealistico e volete appartenere a questo schema. Se provate emozioni che per voi non vi appartengono provate ansia; se provate emozioni che vi apparterrebbero le sminuite e provate ansia; se non provate un'emozione che apparterrebbe allo schema provate ansia; in ogni caso vi vengono dubbi e vi fanno venire altra ansia.

Se ci pensate si tratta di un meccanismo naturale che parte perchè cercate di eliminare qualcosa. La tensione continua deriva da questo conflitto interiore del quale a volte non siete pienamente consapevoli.
Top
 
M&C
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 12:01
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 369
Utente Nr.: 14.498
Iscritto il: 04-Ott-2014



Ciao pv,
ho attraversato tutte le fasi che hai descritto.
Come bisogna fare per eliminare la fase se vogliamo definirla così tra guarigione e doc ( seppur lieve?)
I miei sintomi per fortuna sono quasi spariti,i pensieri debilitanti non mi scocciano più di tanto,le compulsioni per fortuna pochissime. Mi posso quasi dichiarare guarita se non fosse che il doc lavora ancora dentro di me alterando nonostante tutto questo sembra quasi sparito.
Lo reputo per ora quello peggiore rispetto ai sintomi iniziali,perché ora ti senti fuori ma c'è una parte ancora lavora e mi fa preoccupare,intristire e sentire inerme.
Dire che sto male non è il termine esatto, posso definirmi preoccupata,scocciata.
Anche la paura sembra non esserci più,perché forse dentro di me so' che si tratta ancora di lui...L'insight è forte ma non troppo per scacciarlo totalmente.
In questi giorni ho dato di matto,sempre lo stesso,mi sentivo come se fossi disinnamorata tutto di un botto ( senza un perché) zero emozioni, le certezze che prima c'erano sembrano magicamente sparite e se cerco una risposta risposta zero. Ovviamente tutto questo con zero sintomi e mi sembrava di impazzire,come se ormai fosse assodato ma non ha senso. PSICO-asd.gif
PMEmail Poster
Top
Adv
Adv














Top
 
Cira
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 14:17
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 145
Utente Nr.: 12.712
Iscritto il: 13-Set-2013



QUOTE (M&C @ Martedì, 26-Mag-2015, 11:01)

In questi giorni ho dato di matto,sempre lo stesso,mi sentivo come se fossi disinnamorata tutto di un botto ( senza un perché) zero emozioni, le certezze che prima c'erano sembrano magicamente sparite e se cerco una risposta risposta zero.

Ciao M&C affermi di essere praticamente guarita però in questa frase che ho quotato stai esattamente facendo ciò che PV ha evidenziato nel punto numero 2...non senti emozioni e le cerchi... è un gatto che si morde la coda.. stairiincominciando tutto da capo senza nemmeno rendertene conto
PMEmail Poster
Top
Pv1204
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 14:48
Quote Post


Unregistered









Concordo con Cira..tu M&C sei ancora suscettibile al secondo caso che probabilmente è quello più complicato da comprendere e assimilare. La particolarità del caso due (ricerca di un'emozione che non si ha) è che non è necessariamente rivolta direttamente al partner. Si può cercare serenità anche in un contesto che nulla ha a che vedere col partner anche se il fulcro è sempre lo stesso
Top
 
M&C
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 17:46
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 369
Utente Nr.: 14.498
Iscritto il: 04-Ott-2014



Infatti ho abbracciato il mio ragazzo e in quel preciso istante ho sentito una sensazione di disagio come se avessi la certezza di non amare così tutto d'un tratto. Devo considerarlo come una banale emozione negativa.
PMEmail Poster
Top
 
Colibrì
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 17:51
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 87
Utente Nr.: 15.392
Iscritto il: 29-Apr-2015



L'emozione negativa l'hai provata solo ed esclusivamente perché sotto c'è l'ANSIA!!!! E l'ansia c'era perché già con la mente prima di abbracciarlo stavi già pensando a come sarebbe stato. Avere paura di un emozione equivale a provarla!!!!! E' anticipatori!
Se di solito ho paura del buio e so che sto per entrare in una stanza buia, se ci penso già prima di entrare mi sale l'ansia perché so che là dentro sarà buio!!
E' la stessa cosa!!! Se hai paura che appena lo abbraccerai ti salirà l'ansia o che non proverai nulla, appena lo farai proverai esattamente o ansia o il NULLA!!!!
Perché stai monitorando il tuo comportamento e quello che senti. Ma se ti monitori non senti un bel nulla.
E poi anche se lo abbracci e non provi nulla che fa??? Non significa nulla!!!
E' un semplice abbraccio!
PMEmail Poster
Top
Pv1204
Inviato il: Martedì, 26-Mag-2015, 18:01
Quote Post


Unregistered









M&C devi solo riconoscere che non hai percepito entusiasmo ecc .
Null'altro PSICO wink.png
Top
 
M&C
Inviato il: Mercoledì, 27-Mag-2015, 09:27
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 369
Utente Nr.: 14.498
Iscritto il: 04-Ott-2014



Stamattina ho avuto paura di non essere all'altezza, di non sapere amare e ho avuto paura che il mio matrimonio sarebbe un fallimento,che non riuscissi a vivere insieme ad un altra persona e non sarei in grado di gestire una relazione.... PSICO cry.gif
Poi guardavo un ragazzo e mi domandavo se mi piacesse o meno e per fortuna che la risposta è stata di no. :/
Senza sintomi sembra diverso dalle altre volte,prima i sintomi erano una magra consolazione ora mi sento persa...vorrei una risposta positiva dentro di me che mi facesse capire che è sempre il solito mostro anche sotto altre sembianze.
0001.gif
PMEmail Poster
Top
Pv1204
Inviato il: Mercoledì, 27-Mag-2015, 09:43
Quote Post


Unregistered









Quelle sono tue paure M&C..tu non non devi ragionare sul contenuto dei tuoi pensieri per cercare la verità. Tu devi solo identificare la tua paura, identificare il dubbio. E stop.

Quello è un test M&C non serve a nulla. Se tu vai dietro la paura sempre la paura vedrai.

Se tu per consolazione intendi ansia allora non va bene neanche.

Top
 
AnImAl_V
Inviato il: Lunedì, 12-Ott-2015, 10:05
Quote Post


Membro Senior
*


Messaggi: 424
Utente Nr.: 16.102
Iscritto il: 08-Ott-2015



Anche io ho avuto questi sintomi che finalmente ho superato. Ora il problema é un altro. Sento delle emozioni per altri che non sia il mio ragazzo, anche nei momenti più tranqiulli, dove non c' é ansia, o almeno cosí mi sembra. Dopo averle provate mi sale dentro un senso di colpa, un nodo alla gola e alla bocca dello stomaco. Mi sento sporca dentro, e tutto ad un tratto sento di desiderare ancora di piú il mio ragazzo... ma penso che ormai é tutto inutile perché ormai ho fatto il danno e indietro non si può tornare, e mi sento ancora piú inutie e sporca.
Io cerco di capire quando sento quello che sento in quel momento é guidato da un' ansia inconscia (se esiste), e quindi non percepita, oppure era assente e quindi le sensazioni erano sfontanee e quindi non si tratta di docr ma non sono all' altezza di una storia seria e non lo voglio accettare e per paura mi rifugio dietro una patologia, dunque mi sento ancora piú sporca


--------------------
GLI OCCHI DEGLI ANIMALI HANNO IL POTERE DI PARLARE UN GRANDE LINGUAGGIO. LOVE THE ANIMALS ∞
PMEmail Poster
Top
 
Sery
Inviato il: Giovedì, 14-Apr-2016, 16:10
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 3
Utente Nr.: 16.885
Iscritto il: 14-Apr-2016



Sono nuova del forum... mi è stato diagnosticato un doc e sto male... ho sempre ansia e ho paura di uscire per incontarare qualcuno ke m piace e lasciare il mio ragazzo vorrei sapere se a qualcuno di vuoi è successo grazie
PMEmail Poster
Top
 
Sery
Inviato il: Venerdì, 15-Apr-2016, 00:32
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 3
Utente Nr.: 16.885
Iscritto il: 14-Apr-2016



Sono nuova del forum... mi è stato diagnosticato un doc e sto male... ho sempre ansia e ho paura di uscire per incontarare qualcuno ke m piace e lasciare il mio ragazzo vorrei sapere se a qualcuno di vuoi è successo grazie
PMEmail Poster
Top
 
susanninas
Inviato il: Giovedì, 28-Apr-2016, 21:58
Quote Post


Membro Attivo
*


Messaggi: 129
Utente Nr.: 16.848
Iscritto il: 06-Apr-2016



Ciao,
Soffro di Doc da relazione, ma ho sofferto quasi di ogni tipo di Doc, la mia psicoterapeuta dice che in parte è genetico. In particolare ho avuto il Doc da relazione nel 2009 , poi una ricaduta adesso dopo qualche anno di benessere.
La scorsa volta ne sono uscita senza terapeuta, sono tornata ad amare come prima. La cosa buffa è che ogni volta che sprofonda nel limbo è come se tutti i momenti belli con lui non fossero mai esistiti (anche se non è assolutamente così)! Ho imparato alcune cose dallo scorso doc: ad esempio se vedo un ragazzo e penso, oddio potrebbe piacermi > rispondo è normale trovare altri uomini attraenti etc etc.
Il problema di questa volta è legato invece al confronto tra questo ed il doc precedente, ho sempre paura che la volta scorsa fossi più motivata ad uscirne, più motivata a far tornare tutto come prima. Ho paura di arrivare a pensare che non mi interessi tornare come prima. Ed ogni volta che l'ansia cala un po, mi dico oddio l'ansia si abbassa forse di queste cose non mi interessa più nulla. E parte un bel l'attacco di panico. Il metodo di lasciar passare i pensieri funziona ma io spero sempre che basti solo qualche giorno, invece non è così! Sembra quasi che abbia piacere a stare in questo tormento, ho paura di avere piacere a stare in questa situazione. A volte mi parte il pensiero: tu non vuoi far tornare tutto come era prima, e questo mi distrugge.
Infine ultima cosa: le compulsioni consistono anche nel farsi le domande? Che però non abbassano la tensione perché non si riesce a dargli risposta?
Scusate lo sfogo
Ciao e buona serata
PMEmail Poster
Top
 
skogen
Inviato il: Mercoledì, 24-Ago-2016, 10:28
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 7
Utente Nr.: 17.272
Iscritto il: 28-Lug-2016



Ciao susanninas,
secondo me è solo l'ennesima breccia che il doc ha trovato per insinuarsi. Sentirsi sconfitti e meno motivati durante una ricaduta è la cosa più logica e naturale, sai di aver tanto sofferto la prima volta e ti demoralizza l'idea di riaffrontare una battaglia così dura, tutto qui! Non significa che tu non voglia superarlo, ma solo che sei molto stanca di lottare, e ci mancherebbe il contrario! Siamo tutti stanchi, ma se abbassiamo la guardia ecco che il doc ne approfitta!
Io trovo molto conforto nel leggere voialtri, ho la conferma che la colpa è tutta del doc quando guardo il mio ragazzo e considero solo gli aspetti negativi, quando sono sempre solo nervosa, quando vorrei far riaffiorare i bei ricordi ma vengono bloccati da una forza che non controllo... e quando dopo tutto questo vengo torturata dal senso di colpa. Anch'io sono tanto tanto stanca ma so che se la dessi vinta al doc non me ne libererei mai più.... quindi stringo i denti perché al mio ragazzo non voglio rinunciare. E se non è questa una prova d'amore....
PMEmail Poster
Top
 
Liliarias
Inviato il: Mercoledì, 24-Ago-2016, 10:58
Quote Post


Psico Nonno
****


Messaggi: 4.718
Utente Nr.: 17.093
Iscritto il: 06-Giu-2016



L'amore è una scelta, sul resto ci si può lavorare sempre e comunque.


--------------------
"È stupefacente quanto sia liberatorio essere capaci di vedere che i tuoi pensieri sono solo pensieri e che non sono te stesso o la realtà... il semplice atto di riconoscere i tuoi pensieri come pensieri può renderti libero dalla realtà distorta che essi spesso creano e genera un senso di maggior chiarezza e padronanza sulla tua vita"
PM
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (2) [1] 2  Reply to this topicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 0.0558 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]