Powered by Invision Power Board



Pagine : (204) 1 2 [3] 4 5 ... Ultima »  ( Vai al primo messaggio non letto ) Closed TopicStart new topicStart Poll

> Doc Da Relazione, Ne Possiamo Uscire!, come fregare il cervello, secondo me
 
uiop
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 11:57
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 78
Utente Nr.: 2.782
Iscritto il: 21-Dic-2008



Ciao a tutti.....volevo chiedervi una cosa....Ormai io ho appurato perfettamente che ciò di cui ho sofferto in quest mesi è stato doc da relazione e ogni tanto ho alti e bassi...quello che non mi chiaro è questo:perchè viene il doc?perchè amiamo talmente il partner,ci stiamo talmente bene con lui tanto da pensare che non può essere tutto vero e temiamo di perderlo?ecco pechè poi ingigantiamo i difetti dell'altro,per trovargli per forza qualcosa che non va e quindi un motivo perchè la cosa finisca?o perchè nel profondo sentiamo che la persona non fa per noi?quest'ultima frase è terribile da scrivere e io sono certa che la motivazione sia la prima ma se c'è qualcuno che ne sa più di me mi risponda,grazie!ps a me adesso il doc si manifesta in paura di litigare,ma non troppa,forse perchè sono 5 6 giorni che sto da dio con lui!inoltre a chi ha sofferto il doc,i malumore si rifletteva sul vostro partner e portava ad aver paura anche a lui?grazie a chi mi risponderà
PMEmail Poster
Top
 
uiop
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 11:58
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 78
Utente Nr.: 2.782
Iscritto il: 21-Dic-2008



o ancora,il che mi fa ancora più paura,non siamo pronti ad impegnarci in una vera relazione ma vogliamo solo delle storielle e quindi quando le prime sensazioni finiscono ci stanchiamo?a me questo pensiero mi ha fatto passare momenti terribili perchè io ho sempe voluto una storia seria,e sentirmo sfiorare da questo pensiero mi ha fatto impazzire...era come credre che tutto ciò in cui avevo sempre creduto fosse solo illusione,scoprirsi diversi da come si era immaginati di essere...terribile....
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:14
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 677
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008





Sono pienamente d'accordo con te. Per questo mi rende molto triste, come scritto in un altro post, il fatto che molte coppie sane ed affiatate si sono lasciate solo per un disturbo della mente, senza riuscire a capire la vera responsabilità di quel gesto.

Come dici tu, se non conosci il disturbo non puoi capire perchè ti succedono quelle cose ed inevitabilmente pensi che c'è qualcosa che non va. Peggio poi se ti confronti con gli altri, se cerchi di sfogarti con un amico o un genitore... stai tranquilla che se non conosce il problema, ti darà il consiglio sbagliato. "Senti cosa ti dice il cuore! Se stai così significa che non l'ami veramente!" E cose del genere.

Io sono convinto di un fatto. Se non ami più una persona, non c'è abitudine che ti possa continuare a legare con lei/lui. Sicuramente potresti anche soffrirne, ma non una sofferenza del tipo "ma io voglio stare con lei/lui! Perchè!?!?!" piuttosto una sofferenza più egoistica, dove l'unico tuo scopo è trovare il modo di liberarti di lui/lei cercando di sentirti quanto meno possibile in colpa, ma allo stesso tempo con il desiderio di scrollarti il problema di dosso.

Per me, per esempio, vale la prima sofferenza. Io voglio stare con lei e lo dimostro con i gesti di tutti i giorni, è la mente che è debole e cerca solo prove, la mente è debole perchè ha paura che io potessi commettere il gesto di mandare tutto a puttane... sebbene non lo farei. E' una sofferenza atroce, perchè pensi ad una cosa, ti suggestioni che potresti farla, ma poi non la fai...

Nel tuo caso è mancata purtroppo la conoscenza. 3 anni fa stava per accadere anche a me la tua stessa ed identica cosa. Mi ricordo che piangevo tra le sue braccia perchè sentivo che dovevo lasciarla anche se sapevo di non volerlo. Una situazione assurda, mi sembrava di impazzire. Ne soffrivo come un cane, chiuso nella mia stanza con la sua foto in mano e a piangere. Però io sono stato fortunato perchè, anche grazie alla sua comprensione, ho trovato la forza di resistere e senza conoscere che era doc ne sono uscito... non so nemmeno io come. Ora si è ripresentato, più devastante di prima, perchè in tutto ciò io tra 5 mesi mi sposo. Quindi DOVEVO CAPIRE, prima di conoscere che era doc sapevo che non potevo commettere passi falsi, sia per me che per lei. Questo forum è stata la mia salvezza, perchè ho scoperto che questo problema ha un nome, è un disturbo e come dici tu occorre fare tutto il possibile per scacciarlo via, non può e non deve essere la causa della fine di una splendida relazione. Per questo mi sono attivato subito e con tutte le mie forze sto seguendo un percorso di ragionamento, mirato a dribblare i dubbi, anche grazie alle vostre squisite ed importantissime osservazioni, ed ora sto molto meglio.

Ti ringrazio per la tua testimonianza. Ogni nostro racconto aggiunge un mattone a quel muro che dobbiamo costruire per separare noi dal fottuto e bastardo doc!

Un abbraccio
Giosmile


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
bla
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:27
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 842
Utente Nr.: 2.187
Iscritto il: 07-Set-2008



la mia situazione è un pò diversa..io sono stata fidanzata tanti anni con un ragazzo,l'ho lasciato..e come dici tu,giosmile,non c'è stata abitudine o altra cosa che mi abbia fermato..poi conosco un altro ragazzo,il mio attuale,mi innamoro perdutamente,finchè un giorno non mi riviene in mente quell'idiota del mio ex e comincio ad avere paura di essere ancora legata a lui..un incubo..ovviamente tutto ciò mi ha portato a dubitare dei miei sentimenti per il mio ragazzo..sono stata malissimo,ci sono stati momenti in cui temevo davvero di avere sbagliato tutto,però di una cosa mi faccio forte:IO VOGLIO stare con il mio ragazzo,prima che succedesse tutto ciò io volevo sposarlo,i pensieri sul mio ex mi spaventano,mi danno fastidio,non vorrei averli,insomma..se fossero stati reali io sarei corsa da lui,INVECE NO..io voglio solo eliminarli...io voglio ritornare ad essere felice con il mio ragazzo come prima,amarlo senza vivere nell'ombra di questa paura..a nessuno di voi è capitata una cosa simile?
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:28
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 677
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008




No cara uiop.
Probabilmente nè l'una nè l'altra cosa.

E' solo doc, un disturbo che secondo me viene non per un motivo legato al partner, ma perchè nella nostra mente i meccanismi di "comprensione" sono diversi da chi non ne è affetto. Probabilmente ogni doccato è un ossessivo o un potenziale tale, su tutto e non solo nell'amore. Io lo sono e lo sto scoprendo solo oggi. Prima non potevo immaginare, credevo che i rituali che compivo per altre situazioni fossero per me normali e naturali, invece mi riscopro un ossessivo... forse non grave, ma comunque un ossessivo (a volte conto i passi, a volte controllo 3-4 volte se l'auto è chiusa, devo svolgere delle date azioni prima di andare a dormire, ho sofferto 2 anni fa di dap per presunti e fantasmi problemi di salute, molti anni fa per un rapporto con una ragazza non completo mi preoccupai a dismisura di aver preso l'hiv e per lungo tempo, paura ossessiva di non superare gli esami all'università e rimanere indietro rispetto ai miei colleghi, cosa che mi faceva decidere di accettare l'esame anche se il voto non mi andava, ecc.)

Non pensare ai perchè, non serve, sono compulsioni. Pensa solo a ritrovare il tuo equilibrio, ama con i gesti, non "idealizzare" l'amore, dai per scontato di volere del bene e non preoccuparti dei perchè e dei percome di ogni singolo gesto. Vivi e basta, fatti scivolare il dubbio e vedrai che tutto ritornerà come prima... o almeno quasi.

Fai tue tutte le considerazioni di questo forum, nutruti di loro per placare, o almeno limitare, la fame di sapere della nostra mente. E se hai voglia, sfogati quì, scrivi le tue sensazioni, racconta la tua storia.

Giosmile


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
Giosmile
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:34
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 677
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008





Cara bla,
l'oggetto del doc è praticamente lo stesso, ma cambiano le ossessioni... o meglio, cambia il punto di vista della stessa ossessione.

Ciò che conta sono le azioni. Tu ritorneresti con il tuo ex? No. Questo deve bastare.
Lo so che è difficile, perchè inizieresti a compulsarci di nuovo su, ma dobbiamo farci forza!

Come per me: io lascerei la mia ragazza? No. Il difficile è bleffare il cervello, che continua a riproporti la possibilità che potresti farlo. E chiede quelle sensazioni...

Giosmile


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
uiop
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:49
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 78
Utente Nr.: 2.782
Iscritto il: 21-Dic-2008



Grazie per la risposta giosmile....io posso dire che,rispetto a un paio di mesi fa,dove ho sofferto atrocemente per questo doc arrivando a non mangiare più,ora sto decisamente meglio....e cmq anch'io,con questo forum,ho capito che tutte quelle che io ho sempre creduto fissazioni(e ne ho avute tante)sono in realtà sintomi di un vero disturbo....sono contenta di averlo scoperto perchè così conosco il nemico e posso in qualche modo sconfiggerlo...E poi ho capito che tutte le fisse hanno un unico comune denominatore:colpire le cose a cui tieni di più!ma non gliela dò vinta!ps se vuoi leggere la mia storia c'è nella discussione del doc da relazione in evidenza....un abbraccio
PMEmail Poster
Top
 
uiop
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 12:51
Quote Post


Membro Junior
*


Messaggi: 78
Utente Nr.: 2.782
Iscritto il: 21-Dic-2008



inoltre anch'io,confidandomi con la mia famiglia dei miei dubbi ho avuto risposte del tipo allora non lo ami,può succedere,non ti vedo felice da quando stai con lui e cose così....anche se non sapevo controbattere sentivo dentro di me che si sbagliavano......
PMEmail Poster
Top
 
bla
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 13:15
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 842
Utente Nr.: 2.187
Iscritto il: 07-Set-2008



QUOTE (Giosmile @ Sabato, 27-Dic-2008, 11:34)
Cara bla,
l'oggetto del doc è praticamente lo stesso, ma cambiano le ossessioni... o meglio, cambia il punto di vista della stessa ossessione.

Ciò che conta sono le azioni. Tu ritorneresti con il tuo ex? No. Questo deve bastare.
Lo so che è difficile, perchè inizieresti a compulsarci di nuovo su, ma dobbiamo farci forza!

Come per me: io lascerei la mia ragazza? No. Il difficile è bleffare il cervello, che continua a riproporti la possibilità che potresti farlo. E chiede quelle sensazioni...

Giosmile

hai perfettamente ragione..dalla mia prospettiva è tutto all'incontrario:ovvero faccio prove sul mio ex tipo"e se morisse?" e provo un immenso dolore e questo mi spaventa perchè penso che allora è vero che sono legata a lui.è come se nel momento in cui ci penso,lo immagino sempre in questioni estreme,di vita o di morte..per di più sul mio ragazzo non ho alcun tipo di preoccupazione..però se penso a ritornarci insieme lo so che non avverrebbe MAI e POI MAI,però ecco questo non mi basta..in tutto ciò il senso di colpa che ho nei riguardi del mio ragazzo è atroce,ma come potrei mai fargli capire che questa è una cosa più forte di me?Spero davvero di uscirne presto..
PMEmail Poster
Top
 
bla
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 13:20
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 842
Utente Nr.: 2.187
Iscritto il: 07-Set-2008



QUOTE (uiop @ Sabato, 27-Dic-2008, 11:51)
inoltre anch'io,confidandomi con la mia famiglia dei miei dubbi ho avuto risposte del tipo allora non lo ami,può succedere,non ti vedo felice da quando stai con lui e cose così....anche se non sapevo controbattere sentivo dentro di me che si sbagliavano......

Stessa identica cosa..nessuno ci può capire..all'inizio dei miei dubbi io mi confidai con la mia famiglia.Io stavo malissimo.Loro iniziarono a dirmi"ma come facciamo ad aiutarti,l'amore si sente"..quando sentivo quelle parole "si sente"mi prendeva una morsa allo stomaco,perchè io non sentivo niente,avevo solo ansia,ma sapevo che "avevo sentito",diciamo cosi,fino al giorno prima..una sensazione orribile,dove a parole non si riesce a spiegare quello che ci succede perchè è il cervello che si ci si muove contro..
PMEmail Poster
Top
 
bolla
Inviato il: Sabato, 27-Dic-2008, 23:18
Quote Post


Nuovo iscritto



Messaggi: 36
Utente Nr.: 2.792
Iscritto il: 24-Dic-2008



ciao, scusate se mi intrometto...ma dopo aver letto la tua lettera gosmile non posso far a meno di pensare che tutto questo sia un modo immenso di amare.In fondo credo che l'amore, come l'amicizia,ma direi la vita in generale chieda soprattutto verità.E tutto qui trabocca di verità, altrimenti, credo, non mi emozionerebbe. Poi, per carità esistono mille modi di essere veri, ma se questo è il tuo....
a me sembra intenso e splendido.
PM
Top
 
Giosmile
Inviato il: Domenica, 28-Dic-2008, 03:14
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 677
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008





Cara Bolla, ti ringrazio per le preziose parole.

IO SO di volerle bene.
Diciamo che mentre prima le ossessioni in qualche modo riuscivano a mettere in dubbio anche nella realtà il fatto che le volessi bene, oggi nonostante le ossessioni continuino a venire riesco a sentirmi sicuro di questo. Sembra assurdo, se ti senti sicuro di una cosa dovresti stare tranquillo, ma evidentemente i meccanismi mentali sono molto più difficili da capire. Diciamo che paragonerei la tensione emotiva che si prova a quella di un esame universitario: immagina di sentirti preparatissimo, di aver studiato il programma senza nessuna pecca e senza nessun dubbio sugli argomenti, ma il giorno prima dell'esame l'ansia ti sale comunque a mille. Diciamo che più o meno è la stessa cosa, IO SO DI VOLERLE BENE, SO CHE LA AMO, ma l'ansia di sottofondo c'è sempre, grazie alle ossessioni e a quella fastidiosissima continua ricerca delle "emozioni".

Diciamo anche che non tutti i giorni sono così, capita il giorno buono dove più o meno stai bene e ti fai pochi problemi, ma capita anche il giorno in cui stai proprio male, con milioni di dubbi e compulsioni a go go!

E' un vero inferno!

Giosmile


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
martina!!!
Inviato il: Domenica, 28-Dic-2008, 10:17
Quote Post


Unregistered









QUOTE (bolla @ Sabato, 27-Dic-2008, 22:18)
ciao, scusate se mi intrometto...ma dopo aver letto la tua lettera gosmile non posso far a meno di pensare che tutto questo sia un modo immenso di amare.In fondo credo che l'amore, come l'amicizia,ma direi la vita in generale chieda soprattutto verità.E tutto qui trabocca di verità, altrimenti, credo, non mi emozionerebbe. Poi, per carità esistono mille modi di essere veri, ma se questo è il tuo....
a me sembra intenso e splendido.

mi ha commosso,parole stupende
Top
 
Giosmile
Inviato il: Domenica, 28-Dic-2008, 12:13
Quote Post


Psico Amico
*


Messaggi: 677
Utente Nr.: 2.767
Iscritto il: 17-Dic-2008





Si, sono parole che ti mettono grande forza di volontà.

Io credo che la volontà sia l'unica arma a nostra disposizione... se manca anche quella, allora sono davvero cavoli amari...

Giosmile


--------------------
Siamo tutti costretti, per rendere sopportabile la realtà, a coltivare in noi qualche piccola pazzia.
PMEmail Poster
Top
 
cioce
Inviato il: Domenica, 28-Dic-2008, 16:40
Quote Post


psicozia
***


Messaggi: 3.756
Utente Nr.: 59
Iscritto il: 05-Lug-2007



Ciao Giosmile, ti rispondo di quà... il mio interesse alle emozioni è dovuto al fatto che la mia terapia cognitiva comportamentale ha preso in esame l'alfabetizzazzione delle emozioni in quanto sembra che la gestione delle emozioni sia un problema comune ai docker. E credo di essere guarita anche grazie a questa.

Tu scrivi:
la risposta ai problemi potrebbe essere dentro di noi
... e su questo mi trovi completamente d’accordo, ho iniziato a stare meglio quando ho capito che io avevo creato il doc e solo io potevo farlo sparire… e così è stato.

Nel mio caso addirittura il tutto è peggiorato dal pensiero del matrimonio
... Io non ho il doc da innamoramento, di sicuro il matrimonio crea stress e ansia indipendentemente da tutto. La mia psico diceva che ogni cambiamento sia positivo che negativo in quanto cambiamento destabilizza e quindi ha bisogno di un po’ di tempo per essere assimilato… e questo è insito nel cambiamento in sé e fin qui direi che non c’è nulla di doccato, anzi... è anche possibile che tu desideri sposarti ma che adesso per te sia presto o che le cose stiano andando per te ad una velocità eccessiva? chi ha fissato la data?

io non ho il doc da innamoramento … posso solo dirti come la vedo io:

io credo si possano amare molte persone contemporaneamente:
se io amo è perché “io so amare”, decidere di stare con lui o no è una mia scelta e in quanto scelta vengono ponderati tanti fattori e le emozioni sono solo uno di questi, tralaltro non molto indicativo dal momento che le emozioni dipendono da te e non sono generate dalla persona che hai davanti… tu provi quello che riconosci in te e sono sicura che capisci che in quanto sono in te le potresti provare verso tantissime altre persone… l’errore che fai è pensare che sia l’altro a generare in te emozioni ma l’altro tuttalpiù permette a te di percepire le TUE emozioni.
Ho scoperto da poco perché il mio matrimonio sia saltato a neanche tre mesi dalla data: io ero aggressiva, non assertiva tantomeno passiva, ma esclusivamente aggressiva e quindi era difficile al mio patner sentirsi a suo agio con se stesso, chi aggredisce non dà spazi all’altro! Come vedi stare con una persona è in primo luogo un discorso di “stare bene con se stessi” e poi con l’altro… se stando con lei stai bene con te stesso e ti senti te stesso questo può essere uno dei motivi per cui scegliere di stare con lei.

io credo che non esista la persona giusta… mi verrebbe da dire “giusta per cosa?” visto che presupporrebbe una visione statica della vita… giusta per un determinato momento ma generalizzare direi che è abbastanza assurdo… se cerchi di trovare una soluzione al dilemma “è la persona giusta per me” smetti pure perché doc o non doc non ne verrai mai a capo… L’errore in questo caso sta nel generalizzare, tu puoi solo scegliere se questa persona con cui stai adesso è quella giusta per te ADESSO e visto che lo è adesso c’è possibilità lo sia anche in futuro … è così per tutti, e solo se cerchi una verità oggettiva rischi di generare in te il doc… credo tu capisca che anche in questo caso sprecheresti energie inutilmente.

non credo che sia un accettare di vivere nel dubbio per altro abbastanza doloroso per chiunque ma di ridimensionare invece di ingigantire… rendendo tutto una catastrofe rischi di generare in te il doc. Cosa percepiresti come catastrofico se il matrimonio non funzionasse? Cosa c’è di così catastrofico se perdessi questa persona con cui vivi? Credi forse che non ne incontreresti un’altra?

Mi colpisce il fatto tu sia alla ricerca spasmodica di emozioni forti. Non si vive di emozioni forti e basta… e poi come ti dicevo partono da te, mica dalla tua ragazza… se tu non provi emozioni forti forse è perche in quel momento ti senti rilassato… e sentirsi rilassati è un’emozione altrettanto piacevole e in netto contrasto con il sentirsi ansiosi.

Hai usato spesso l’espressione "gli altri si fermano ad un gradino sotto non ponendosi domande"… secondo me invece si fermano un gradino prima semplicemente perché hanno capito l’inutilità di addentrarsi in un labirinto senza risposte indipendentemente dl fatto che si sentano sicuri o meno per come agiscono.

Ho cercato di riassumere dei miei pensieri, il tuo 3d è lungo, ma la verifica di emozioni è un errore a prescindere tu abbia o no il doc... un'emozione esiste in un momento, per una coincidenza di fattori e perchè tu in quel momento hai la testa per riconoscerla (ad esempio non sei distratto)... riprodurla è impossibile per tutti... giudicarla è assurdo perchè non sai neanche esattamente perchè l'hai percepita... ma pensare che sia l'altro a generarla in te è assolutamente sbagliato.
Se ti va prova a cercare qualcosa sulla REBT PSICO smile.gif


--------------------
"Ti solleverò dai dolori e dai tuoi sbalzi d'umore,
dalle ossessioni delle tue manie.
Supererò le correnti gravitazionali,
lo spazio e la luce
per non farti invecchiare.
E guarirai da tutte le malattie,
perché sei un essere speciale,
ed io, avrò cura di te"


--------------------

“se c'è dubbio...... vuol dire che esiste un'alternativa e quindi una possibilità di scelta"

--------------------

“L'uomo è turbato non tanto dalle cose, ma da ciò che egli pensa sulle cose"

---------------------

Coltiviamo un cuore contento

---------------------
PMEmail Poster
Top
Utenti totali che stanno leggendo la discussione: 0 (0 Visitatori e 0 Utenti Anonimi)
Gli utenti registrati sono 0 :

Topic Options Pagine : (204) 1 2 [3] 4 5 ... Ultima » Closed TopicStart new topicStart Poll

 



[ Script Execution time: 2.5292 ]   [ 20 queries used ]   [ GZIP Abilitato ]